The Amazing Spider-Man (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Amazing Spider-Man
The Amazing Spider-Man.JPG
Titolo originale The Amazing Spider-Man
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1977-1979
Formato serie TV
Genere azione, supereroi
Stagioni 2
Episodi 15
Durata 60 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Columbia Pictures Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 14 settembre 1977
Al 6 luglio 1979
Rete televisiva CBS

The Amazing Spider-Man è una serie televisiva dedicata al famoso eroe dei fumetti Marvel Comics: Spider-Man. Il serial iniziò nel 1977 e terminò nel 1979, dopo due stagioni. Fu trasmesso dalla rete televisiva CBS e prodotta dalla Columbia Pictures.

Critiche alla serie[modifica | modifica sorgente]

La serie fu trasmessa dalla rete televisiva CBS, che aveva avuto successo con un altro eroe della Marvel Comics: L'incredibile Hulk. I fan non gradirono molto la serie visti i notevoli cambiamenti: mancanza di veri villains e i pochissimi personaggi ripresi dal fumetto. Tra questi personaggi ci sono il burbero J. Jonah Jameson e la zia May mentre il personaggio di Joseph Robbie Robertson (interpretato da Hilly Hicks) appare solo nel pilot, poi in questa serie sono esclusi molti personaggi come zio Ben, Goblin e tanti altri. Inoltre il creatore del fumetto Stan Lee si dissociò dal progetto nonostante comparve nei credits come "script consultant". Anni dopo dichiarò in una intervista che la serie era "troppo giovanile". Nonostante questi fattori la serie risultò avere ottimi riscontri di pubblico, risultando durante la prima stagione tra i 20 show più visti della CBS ma venne sospesa per i costi troppo alti che richiedeva e per la motivazione che la rete televisiva non voleva trasmettere l'idea di essere il "network dei supereroi" cancellando così la serie assieme a quella di Wonder Woman, ma mantenendo L'incredibile Hulk fino al 1982.

Revival falliti[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1980 e gli inizi del 1990 si tentò di riportare in scena la serie. La prima idea era quella di riproporre il cast di The Amazing Spider-Man insieme a quello della serie tv L'incredibile Hulk: questo non solo avrebbe permesso un team-up tra Spider-Man e Hulk, ma avrebbe consentito di ospitare anche altri eroi della Marvel Comics. L'idea fu abbandonata quando l'attore che interpretava Banner nella serie dedicata ad Hulk, Bill Bixby morì di cancro nel 1993. Un'altra idea voleva una nuova serie sull'eroe ma durante la pre-produzione questa idea fu messa da parte in quanto ci furono divergenze artistiche: si voleva far diventare l'eroe un mutante.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]