Ted Danson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ted Danson alla cerimonia in cui la moglie Mary Steenburgen ottenne la stella della Hollywood Walk of Fame nel 2009

Edward Bridge Danson III, conosciuto come Ted Danson (San Diego, 29 dicembre 1947), è un attore e comico statunitense.

È noto al grande pubblico per aver interpretato il protagonista Sam Malone nella popolare sit-com statunitense Cin cin (1982-1993), John Becker in Becker e D. B. Russell in CSI - Scena del crimine e CSI: Cyber.

Ha vinto 2 Emmy su un totale di 15 nomination (11 delle quali per ciascuna delle 11 stagioni di Cin cin), 3 Golden Globe su un totale di 12 nomination e un American Comedy Award. Ha ricevuto una nomination agli Screen Actors Guild Awards e 5 ai Satellite Award.[1][2][3]

Ha ottenuto la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ted Danson ha esordito come attore televisivo nella soap opera Somerset, interpretando il ruolo di Tom Conway dal 1975 al 1976. Negli anni successivi (1977-1982) recita nel ruolo di un medico in un'altra soap opera, The Doctors. Danson è anche scritturato per varie pubblicità commerciali televisive, nelle quali appare prevalentemente nei panni del personaggio Aramis man.

Numerose sono le sue partecipazioni speciali nelle serie televisive tra la fine degli anni settanta e i primi anni ottanta, alcune delle quali molto note anche in Italia: Magnum P.I., Taxi, Benson, Family, B.J. and the Bear, Laverne and Shirley, Tucker's Witch.

Nel 1982 Danson è stato scelto per uno dei ruoli più significativi della sua carriera: il simpatico e gran donnaiolo Sam Malone, nella serie televisiva Cheers, trasmessa dalla NBC, la cui trama si gioca sulla relazione scoppiettante e piena di colpi di scena tra Sam Malone e Diane Chambers, una donna colta e sofisticata. Sebbene la prima stagione non abbia eccelso per ascolti, la critica ha accolto favorevolmente lo spettacolo, che tra il 1983 e il 1986 ha lentamente ma costantemente migliorato la posizione nella classifica degli ascolti, fino a riscuotere un notevole successo e a figurare tra le prime dieci serie televisive più seguite negli Stati Uniti.

Il pubblico ha premiato la serie per 11 stagioni e la puntata finale, andata in onda il 20 maggio 1993, è stata seguita da 80 milioni di spettatori: si tratta della seconda più seguita puntata finale di una serie televisiva. Cheers ha vinto quattro Emmy Awards e un Golden Globe come migliore serie televisiva; Danson è stato nominato per 11 volte consecutive per l'Emmy Awards e nove volte per il Golden Globe, vincendo in totale due Emmy e due Golden Globe. Nel 2002 TV Guide ha classificato Cheers al diciottesimo posto tra i più grandi spettacoli di tutti i tempi. Danson è apparso, sempre nei panni di Sam Malone, come partecipazione straordinaria in altre serie, come Frasier (un episodio della seconda stagione), The Jim Henson Hour, The Simpsons.

Un'altra serie televisiva di successo, Becker, mandata in onda dalla CBS dal 1998 al 2004 e prodotta dalla Paramount Television, ha consolidato la popolarità di Danson negli Stati Uniti, che ha poi impersonato sé stesso in Curb Your Enthusiasm. Danson ha interpretato anche ruoli drammatici in film di successo come Something About Amelia (1984), al fianco di Glenn Close, che ha ritrovato nella serie televisiva Damages (2007-2012). Per Something About Amelia ha vinto un Golden Globe e ha ottenuto una nomination per un Emmy Award come migliore attore in una miniserie o film per la televisione.

Nel 1996 Danson ha recitato nella serie Ink con Mary Steenburgen, che sarebbe diventata sua moglie nella vita reale; la serie, prodotta dalla CBS, ha però avuto vita breve. Nello stesso anno ha impersonato Lemuel Gulliver nella serie televisiva di successo Gulliver's Travels. Dal 2011 al 2015 è stato il nuovo protagonista della serie televisiva CSI: Scena del crimine, dove interpreta D. B. Russell, sostituto di Raymond Langston (Laurence Fishburne).[4] Dopo la cancellazione della serie madre, ha vestito i panni di Russell anche in CSI: Cyber a partire dalla seconda stagione che lascerà al termine della stagione.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È alto 189 cm.[5] Ha aderito a una dieta vegana per motivi etici e di salute.

Danson ha all'attivo tre matrimoni: dal 1970 al 1975 con l'attrice Randall Lee Gosch; dal 1977 al 1993 con la produttrice Cassandra Coates, da cui divorziò dopo una relazione con l'attrice Whoopi Goldberg, conosciuta sul set del film Made in America:[6] da lei ha avuto una figlia biologica, Kate (1979) e una adottiva, Alexis (1985); dal 1995 con l'attrice Mary Steenburgen.

Ambientalismo[modifica | modifica wikitesto]

L'interesse di Ted Danson per le tematiche ambientali è iniziato a dodici anni, quando Bill Breed, che era curatore presso il Museo dell'Arizona Settentrionale, fece partecipare Danson e l'amico Marc Gaede a una singolare iniziativa: i tre, armati di una sega e di un'ascia, distrussero più di 300 segnali pubblicitari lungo le strade, presso gli incroci cittadini e in altri luoghi pubblici.[7]

L'interesse di Danson per l'ambiente è continuato col trascorrere degli anni: l'attore ha cominciato a occuparsi degli oceani e del loro stato di conservazione. Negli anni '80 è stato socio fondatore dell'American Oceans Campaigns, che si è unita con l'associazione Oceana nel 2001.[8] Nel marzo 2011 Danson ha pubblicato il suo primo libro, Oceana: Our Endangered Oceans And What We Can Do To Save Them, insieme al giornalista Michael D'Orso.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Ted Danson ai Premi Emmy 1990
Ted Danson con la moglie Mary Steenburgen alla cerimonia in cui lei ottenne la stella della Hollywood Walk of Fame 2009

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Ted Danson è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ted Danson awards & nominations, emmy.com.
  2. ^ (EN) Ted Danson award search, goldenglobes.org.
  3. ^ (EN) Ted Danson awards, imdb.com.
  4. ^ Ted Danson nuovo capo della scientifica di Las Vegas
  5. ^ Ted Danson>
  6. ^ Ted Danson - Biografia
  7. ^ Chase, Alston (1995). In A Dark Wood. Houghton Mifflin. pp. xvii. ISBN 0-395-60837-6
  8. ^ Ted Danson: acting for the oceans – interview with actor and American Oceans Campaign co-founder Ted Danson | E: The Environmental Magazine | Find Articles at BNET.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN111833423 · LCCN: (ENn88034817 · ISNI: (EN0000 0000 8178 6076 · GND: (DE140970800 · BNF: (FRcb14011311n (data)