Fantastic 4 - I Fantastici Quattro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fantastic 4 - I Fantastici Quattro
Fantastic 4 - I fantastici quattro.jpg
I Fantastici Quattro in una scena del film
Titolo originaleFantastic Four
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2015
Durata100 min
Rapporto2,35 : 1
Genereazione, fantascienza, fantastico
RegiaJosh Trank
Soggettodal fumetto di Stan Lee e Jack Kirby
SceneggiaturaSimon Kinberg, Jeremy Slater, Josh Trank
ProduttoreSimon Kinberg, Gregory Goodman, Hutch Parker, Matthew Vaughn
Produttore esecutivoAvi Arad, Stan Lee
Casa di produzione20th Century Fox, Marvel Entertainment, Marv Films
Distribuzione in italiano20th Century Fox
FotografiaMatthew Jensen
MontaggioElliot Greenberg
Effetti specialiSkylar Gorrell, Matthew Brady Harris
MusicheMarco Beltrami, Philip Glass
ScenografiaChris Seagers
CostumiGeorge L. Little
TruccoBridget Bergman, Jack Lazzaro, LeDiedra Richard-Baldwin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fantastic 4 - I Fantastici Quattro (Fantastic Four, reso graficamente FANT4STIC) è un film del 2015 diretto da Josh Trank e basato sui personaggi omonimi dei fumetti Marvel Comics.

La pellicola è un reboot del franchise cinematografico dei Fantastici Quattro, e, a differenza di questi ultimi, è basato sulla versione Ultimate del gruppo. Ha come protagonisti Miles Teller, Kate Mara, Michael B. Jordan, Jamie Bell e Toby Kebbell.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Reed Richards è un ragazzo prodigio che, insieme al suo migliore amico Ben Grimm, ha costruito un prototipo di teletrasporto il quale portato a una fiera delle scienze attira l'attenzione del professor Franklin Storm, direttore della Fondazione Baxter, una ricerca sponsorizzata dal governo per giovani prodigi. Reed è reclutato a unirsi a loro e per aiutare i figli di Storm, la scienziata Sue Storm e il tecnico un po' temerario Johnny Storm, nel completamento di un "portale quantico" in grado di teletrasportarli in un'altra dimensione, progettato inizialmente dal ribelle pupillo di Storm, Victor von Doom che accetta malvolentieri di aiutarli a causa dei suoi sentimenti non corrisposti per Sue.

L'esperimento riesce, e il supervisore della struttura, il dottor Allen, prevede di inviare un gruppo della NASA per avventurarsi nel pianeta della dimensione parallela noto come "pianeta Zero". Delusi per non poter partecipare alla spedizione, Reed, Johnny, e Victor insieme a Ben usano la porta quantica per imbarcarsi in un viaggio non autorizzato su pianeta Zero. Il mondo primordiale ripulsa di una strana energia verde sotto forma di lava. Victor cerca di toccarla causando un'eruzione. Reed, Johnny e Ben ritornano alla loro navetta e Sue li riporta sulla Terra. Victor però è lasciato indietro e cade nella lava. La macchina esposta alla misteriosa energia esplode alterando Reed, Sue, Johnny e Ben a livello genetico-molecolare, offrendo loro condizioni super-umane donandogli capacità che però sfuggono al loro controllo: Reed può allungarsi come la gomma, Sue può alterare lo spettro visivo diventando invisibile, generare campi di forza di energia e volare, Johnny può avvolgere tutto il suo corpo in fiamme e volare, e Ben diventa un mostro enorme coperto di roccia. Essi vengono posti in custodia del governo nell'Area 57 per essere studiati e testati. Incolpando sé stesso per l'incidente Reed fugge dalla struttura.

Un anno dopo Reed è latitante e cerca di costruire un'altra macchina per curare i suoi amici ma viene localizzato e catturato da Ben che intanto è diventato una risorsa militare insieme a Johnny e Sue.

Johnny e Sue sono stati equipaggiati con tute speciali per tenere sotto controllo le loro condizioni per contenere le loro capacità. Reed è portato nell'Area 57, dove il dottor Allen lo convince ad aprire un altro portale per pianeta Zero in cambio di una cura. Arrivati a pianeta Zero, alcuni esploratori trovano Victor, che ha il corpo fuso con la sua tuta e ha assunto capacità telecinetiche grazie alla misteriosa energia presente sul pianeta. Lo riportano sulla Terra ma credendo che la razza umana voglia distruggere il “suo” pianeta Zero, Victor uccide gli scienziati e soldati nella base tra cui il dottor Allen e il professor Storm e ritorna nel pianeta utilizzando la porta quantica, venendo inseguito da Ben, Johnny, Reed, e Sue.

Victor, che ora si fa chiamare Dottor Destino, attiva un enorme portale sul pianeta Zero utilizzando la stessa macchina portata al collasso che, aprendo un buco nero, comincia a risucchiare la Terra rischiando di distruggerla. Ma i quattro cercano di fermarlo e dopo le iniziali difficoltà, visto il grande potere del malvagio Dottor Destino, insieme lo sconfiggono: Ben colpisce Victor che si disintegra dentro il portale che poi Johnny chiude, prima di rientrare tutti sulla Terra.

Il gruppo è ricompensato per il loro eroismo mediante una nuova base operativa da cui vogliono salvaguardare il mondo utilizzando i loro poteri e il loro intelletto, e decidono di chiamarsi "Fantastici 4".

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu annunciato nell'agosto 2009 dalla 20th Century Fox.[1] Nel luglio 2012 Josh Trank venne assunto come regista.[2] Nel febbraio 2013 Matthew Vaughn viene annunciato come produttore,[3] e nell'ottobre dello stesso Simon Kinberg viene chiamato per co-produrre e co-sceneggiare la pellicola.[4] Secondo Kinberg il film sarà più realistico e drammatico rispetto ai precedenti film dei Fantastici Quattro.

Trank ha citato David Cronenberg come sua ispirazione personale, mentre il look del film è stato ispirato a Scanners e La mosca.[5]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il casting cominciò nel gennaio 2014.[6] Miles Teller, Kit Harington, Richard Madden e Jack O'Connell furono tutti candidati per il ruolo di Reed Richards mentre Kate Mara, Margot Robbie e Emmy Rossum fecero un provino per la parte di Susan Storm.[7][8] A febbraio Michael B. Jordan viene scelto come Johnny Storm / Torcia Umana e Mara viene confermata come Susan Storm.[9] A marzo Toby Kebbell entra nel cast nel ruolo di Victor von Doom.[10] In seguito Teller confermò di aver ottenuto la parte di Mr. Fantastic e confermò che Jamie Bell avrebbe interpretato Ben Grimm / La cosa.[11] Ad aprile entrò nel cast Tim Blake Nelson nel ruolo di Harvey Elder[12] (poi cambiato in "Harvey Allen" durante le riprese aggiuntive) e a maggio Reg E. Cathey viene scelto come interprete del Dr. Storm, padre di Sue e Johnny.[13]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono tenute dal 5 maggio al 23 agosto 2014, principalmente a Baton Rouge, in Louisiana.[14]

Diversi tabloid americani hanno raccontato di problemi fra Trank, la Fox e gli attori stessi nel corso della produzione. Un articolo pubblicato su Entertainment Weekly racconta che sul set Trank era «aggressivo e violento» e che ha reagito molto male ai tentativi di Fox di cambiare alcuni aspetti del film, fra cui un taglio di diverse decine di milioni al budget e alcune modifiche alla sceneggiatura.[15] L'Hollywood Reporter ha aggiunto che parte del lavoro di post-produzione del film è stato portato avanti dai produttori, che hanno rigirato alcune scene e lavorato a un nuovo finale. Sull'atteggiamento di Trank sul set, lo stesso Hollywood Reporter ha scritto: "Diverse fonti che hanno collaborato al progetto ci hanno detto che il regista non ha prodotto del materiale che avrebbe reso il film “recuperabile”: e secondo diverse persone, ha rifiutato di ricevere aiuto. Una fonte molto importante ci ha detto che Trank «si rinchiudeva in una tenda escludendosi da tutto»: letteralmente, quando parte del film è stata girata in Louisiana c'era una tenda nera attorno al suo monitor. Un altro membro dello staff ha raccontato che Trank era “estremamente solitario” e che fra una pausa e l'altra si ritirava nella sua roulotte e non interagiva con nessuno." Il 6 agosto inoltre, il giorno prima dell'uscita ufficiale del film, il regista ha pubblicato un tweet molto duro nei confronti della produzione – poi cancellato – confermando mesi di voci su problemi sul set e differenze di vedute fra lo stesso Trank e la produzione.[16][17]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film è composta da Marco Beltrami insieme a Philip Glass.[18][19]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film è stato diffuso il 27 gennaio 2015,[20] seguito dalla versione italiana.[21]

La pellicola ha subito vari slittamenti circa la data di uscita nei cinema. Inizialmente programmata per il dicembre 2012, viene rimandata prima a novembre 2013 e dopo a marzo 2014,[22] per poi essere fissata al 19 giugno dello stesso anno.[23] Infine è stata scelta come data di uscita il 7 agosto 2015,[20] mentre in Italia il film è arrivato dal 10 settembre dello stesso anno.[24][25]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Fantastic 4 - I Fantastici Quattro ha incassato 56 117 548 $ in Nord America e 111 860 048 $ nel resto del mondo, per un totale complessivo di 167 977 596 $.[26]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto pessime recensioni, ottenendo solamente il 9% di recensioni positive sull'aggregatore Rotten Tomatoes, con un voto medio di 3,4 su 10 basato su 219 critiche,[27] mentre sul sito Metacritic ha ottenuto un punteggio di 27 su 100 basato su 40 recensioni.[28] In generale, il parere unanime negativo dei principali critici americani, riguarda diversi aspetti del film: la trama poco consistente, i personaggi deboli e gli effetti speciali scarsi.[17] I peggiori difetti del film elencati dai critici sono riassunti bene da un articolo pubblicato da Michael O’Sullivan sul Washington Post: "Un nuovo, sfavillante reboot riduce la storia della genesi del gruppo di supereroi a un racconto di nerd post-adolescenti che hanno ottenuto poteri spaventosi che non riescono a gestire, alla pari dei brufoli. Buona parte di “Fantastic Four” mostra ragazzi accigliati che bisticciano e fissano dei computer. La cosa più fastidiosa, dato che si tratta di un film d’azione, è che c’è davvero poca azione. Gli effetti speciali sono scadenti, la recitazione è legnosa, e i dialoghi urlati sono fatti da cliché da film d’azione scrausi – «È ora di agire!» – e gergo da B movie di fantascienza: «i dati sulla sua energia biocinetica sono fuori scala!»".[29]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il film avesse ricevuto critiche negative,[32] la 20th Century Fox aveva fissato la data di uscita del sequel al 9 giugno 2017.[33] Il 23 novembre 2015 lo studio cancellò il seguito dal listino dei prossimi film, presupponendo l'abbandono della sua produzione, in conseguenza al flop della pellicola.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Fox is Rebooting Fantastic Four, su superherohype.com, 31 agosto 2009. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  2. ^ (EN) Comic-Con: Fantastic Four Director Confirmed While Daredevil Director Exits, su superherohype.com, 12 luglio 2012. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  3. ^ (EN) Matthew Vaughn to Produce Fantastic Four, su superherohype.com, 22 febbraio 2013. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  4. ^ (EN) Borys Kit, Simon Kinberg Tapped to Write 'Fantastic Four' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 1º novembre 2013. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  5. ^ (EN) Steven Weintraub, Exclusive: Josh Trank and Simon Kinberg Talk FANTASTIC FOUR; Plus First Images From Set, su Collider, 26 gennaio 2015.
  6. ^ (EN) Justin Kroll, Fantastic Four’ Script In, Actors to Test by End of Month, su Variety, 21 gennaio 2014. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  7. ^ (EN) Justin Kroll, Fantastic Four': Actors and Actresses Lining Up for Roles, su Variety, 9 ottobre 2013. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  8. ^ (EN) Borys Kit, 'Fantastic Four' Screen Tests: Emmy Rossum, Kate Mara and Miles Teller in the Mix, su The Hollywood Reporter, 5 febbraio 2014. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  9. ^ (EN) Justin Kroll, Fantastic Four’ Cast Revealed, su Variety, 19 febbraio 2014. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  10. ^ (EN) Justin Kroll, Toby Kebbell to Play ‘Fantastic Four’ Villain Doctor Doom (EXCLUSIVE), su Variety, 1º aprile 2014. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  11. ^ (EN) Jim Vejvoda, Miles Teller On What Appealed To Him About The Fantastic Four Reboot, su IGN, 8 marzo 2014. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  12. ^ (EN) Tim Blake Nelson in Final Talks to Join 'The Fantastic Four' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 30 aprile 2014.
  13. ^ (EN) Fox's 'Fantastic Four' Reboot Adds 'The Wire's' Reg E. Cathey (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 8 maggio 2014. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  14. ^ Fantastic Four - I fantastici quattro (2015), su IMDb.
  15. ^ 'Fantastic Four' director Josh Trank disses his own movie | EW.com, su www.ew.com. URL consultato l'8 novembre 2015.
  16. ^ Sarah Begley, Fantastic Four Director Blames Movie's Bad Reviews on Fox, su time.com. URL consultato l'8 novembre 2015.
  17. ^ a b Il megaflop di "Fantastic Four", su Il Post. URL consultato l'8 novembre 2015.
  18. ^ (EN) Marco Beltrami to Score ‘The Fantastic Four’ Reboot, filmmusicreporter.com, 6 gennaio 2015. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  19. ^ (EN) Steve 'Frosty' Weintraub, Exclusive: Josh Trank and Simon Kinberg Talk FANTASTIC FOUR; Plus First Images From Set, collider.com, 27 gennaio 2015. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  20. ^ a b (EN) Silas Lesnick, The Fantastic Four Trailer is Here!, comingsoon.net, 27 gennaio 2015. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  21. ^ Filmato audio 20th Century Fox, FANTASTIC 4 – I FANTASTICI QUATTRO, su YouTube, 27 gennaio 2015. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  22. ^ (EN) Release Date Set for Fantastic Four Reboot, superherohype.com, 8 dicembre 2012. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  23. ^ (EN) Fantastic Four, The Secret Service and Assassin’s Creed Get New Release Dates, superherohype.com, 12 novembre 2013. URL consultato il 27 gennaio 2015.
  24. ^ Fantastic 4 – I Fantastici Quattro, il primo trailer italiano!, su badtaste.it, 27 gennaio 2015. URL consultato il 2 febbraio 2015.
  25. ^ Fantastic 4 - I fantastici quattro (scheda film), su mymovies.it. URL consultato il 2 febbraio 2015.
  26. ^ (EN) Fantastic Four, su Box Office Mojo. URL consultato il 25 marzo 2016. Modifica su Wikidata
  27. ^ (EN) Fantastic Four (2015), su Rotten Tomatoes. URL consultato il 15 novembre 2015.
  28. ^ (EN) Fantastic Four, su Metacritic. URL consultato il 24 settembre 2015.
  29. ^ (EN) Michael O'Sullivan, Review: ‘Fantastic Four’ reboot sets franchise back, in more ways than one, in The Washington Post, 6 agosto 2015. URL consultato l'8 novembre 2015.
  30. ^ Pierre Hombrebueno, È Batman v Superman contro Captain America: Civil War ai Teen Choice Awards 2016, Best Movie, 25 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.
  31. ^ (EN) Razzie Awards 2016 Winners Announced, comingsoon.net, 27 febbraio 2016. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  32. ^ (EN) Jack Shepherd, Fantastic Four 2 is still going ahead despite negative reviews but could have a different cast, indipendent.co.uk, 16 settembre 2015. URL consultato l'11 novembre 2015.
  33. ^ (EN) Fantastic Four 2 (2017), su IMDb. URL consultato l'11 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENno2016035472 · WorldCat Identities (ENno2016-035472