Luke Cage (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luke Cage
LukeCageCreditsLogo.png
Logo della serie televisiva
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2016 – in produzione
Formato serie TV
Genere azione, supereroi, crimine
Stagioni 1 Modifica su Wikidata
Episodi 13 Modifica su Wikidata
Durata 46-62 min (episodio)
Lingua originale inglese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Cheo Hodari Coker
Soggetto Archie Goodwin, George Tuska, Roy Thomas, John Romita Sr. (fumetto)
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Adrian Younge, Ali Shaheed Muhammad
Produttore esecutivo Paul McGuigan (1x01), Cheo Hodari Coker, Jeph Loeb, Charles Murray, Alison Engel, Allie Goss, Kris Henigman, Cindy Holland, Alan Fine, Stan Lee, Joe Queseda, Dan Buckley, Jim Chory
Casa di produzione Marvel Television, ABC Studios
Prima visione
Distribuzione originale
Dal 30 settembre 2016
Al in corso
Distributore Netflix
Distribuzione in italiano
Dal 30 settembre 2016
Al in corso
Distributore Netflix
Opere audiovisive correlate
Altre Serie televisive del Marvel Cinematic Universe

Marvel's Luke Cage, nota semplicemente come Luke Cage, è una serie televisiva statunitense sviluppata da Cheo Hodari Coker per Netflix e basata sull'omonimo personaggio dei fumetti Marvel Comics. La serie è ambientata all'interno del Marvel Cinematic Universe (MCU), ed è il terzo di una serie di show che conducono al crossover The Defenders. La serie è prodotta dalla Marvel Television in associazione con gli ABC Studios, con Coker nel ruolo di showrunner.

Protagonista della serie è Mike Colter nei panni di Cage, un ex-carcerato dotato di superforza e dalla pelle indistruttibile che combatte il crimine per le strade di New York. Fanno parte del cast anche Simone Missick, Theo Rossi, Rosario Dawson e Alfre Woodard, a cui si aggiungono Mahershala Ali e Erik LaRay Harvey e nella prima stagione e Mustafa Shakir e Gabrielle Dennis nella seconda stagione. Lo sviluppo della serie è cominciato a fine 2013. Nel dicembre 2014 Colter è stato scelto come interprete di Cage, che è un personaggio ricorrente in Marvel's Jessica Jones. Nel marzo 2015 Coker è stato scelto come showrunner. La serie è girata a New York.

Tutti gli episodi della prima stagione sono stati pubblicati il 30 settembre 2016. La serie è stata accolta positivamente dalla critica televisiva, che ha lodato le performance di Colter, Missick, Ali e Woodard, l'atmosfera anni settanta e la musica, criticando tuttavia alcuni aspetti della storia e della sceneggiatura. Nel dicembre 2016 la serie è stata rinnovata per una seconda stagione, prevista per il 2018.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che un esperimento sabotato gli dona forza sovrumana e pelle indistruttibile, Luke Cage diventa un fuggitivo e cerca di ricostruire la sua vita ad Harlem, ma ben presto il passato torna a perseguitarlo.[1]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 13 2016 2016

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Carl Lucas / Luke Cage (stagione 1-in corso), interpretato da Mike Colter, doppiato da Metello Mori:
    Un uomo dotato di forza sovrumana e pelle indistruttibile che combatte il crimine.[2] Colter era inizialmente restio ad accettare la parte a causa di alcune rappresentazioni del personaggi nei fumetti, come la tiara che il personaggio indossava o i riferimenti alla blaxploitation anni '70, ma venne poi convinto quando gli venne spiegato che sarebbe stata una versione moderna del personaggio.[3] Colter ha firmato per apparire anche in Jessica Jones, senza aver letto alcuna sceneggiatura.[4] Colter ha affermato che l'iconica esclamazione di Cage, "Cristoforo Colombo" ("Sweet Christmas" in originale) verrà usata nella serie, affermando: "Ero spaventato da quella frase, ma in realtà ci sta davvero bene, non so perché, ma in bocca a Luke suona davvero bene".[3] Parlando del personaggio, Colter ha detto: "Il mio approccio con il personaggio è basato sulle sue qualità umane e sulle cose che fanno funzionare Luke Cage... è bello avere un personaggio che ha una storia così importante." Colter ha descritto Cage come un "eroe di quartiere, molto attaccato a New York e a Jessica Jones. È un personaggio più oscuro, grezzo e tangibile rispetto a Iron Man o Thor. Gli piace tenere le cose vicino a sé, operare in segreto. Ha queste abilità ma non è sicuro di come e quando usarle".[5]
  • Cornell "Cottonmouth" Stokes (stagione 1), interpretato da Mahershala Ali, doppiato da Alessandro Ballico:
    Il proprietario del nightclub "Paradise" di Harlem, invischiato in traffici illegali.[6] Ali ha descritto il personaggio come "un cattivo sullo stile del Padrino",[7] mentre il presidente di Marvel Television Jeph Loeb lo ha descritto come "l'altro eroe della storia".[8] Lo showrunner Cheo Hodari Coker, ex-giornalista musicale, ha affermato che il personaggio è stato molto influenzato dal rapper Biggie Smalls.[8][9] Ali, che crea una playlist per ogni personaggio che interpreta in modo da entrare nel ruolo, ha affermato che la playlist di Cottonmouth include Big L, Diamond D, Brand Nubian, D'Angelo, Mobb Deep, Kanye West, e Erykah Badu.[10]
  • Misty Knight (stagione 1-in corso), interpretata da Simone Missick, doppiata da Gaia Bolognesi: una detective di Harlem con un forte senso della giustizia, determinata a scoprire la verità su Luke Cage.[11][12] Missick affermato che Misty Knight "è indipendente. Non è una moglie. Non è una fidanzata. Non è né un personaggio di contorno né una spalla",[8] e ha descritto il personaggio come "una persona con un forte senso morale che è totalmente dedita a proteggere la sua comunità".[13]
  • Hernan "Shades" Alvarez (stagioni 1- in corso), interpretato da Theo Rossi, doppiato da Alberto Angrisano: un implacabile, minaccioso e furbo criminale di strada.[12][14]
  • Willis Stryker / Diamondback (stagioni 1), interpretato da Erik LaRay Harvey, doppiato da Stefano Alessandroni: un pericoloso trafficante d'armi ed una vecchia conoscenza di Cage.[15]
  • Claire Temple (stagione 1-in corso), interpretata da Rosario Dawson, doppiata da Francesca Fiorentini: un'infermiera notturna che lavora a Hell's Kitchen. Dawson riprende il suo ruolo dalle precedenti serie Marvel/Netflix.[14]
  • Mariah Dillard (stagione 1-in corso), interpretata da Alfre Woodard, doppiata da Serena Verdirosi: una potente donna della politica locale e cugina di Stoke che cerca di portare un radicale cambiamento nelle strade di Harlem.[1]
  • John McIver (stagione 2), interpretato da Mustafa Shakir: un leader naturale interessato ad Harlem.[16]
  • Tilda Johnson (stagione 2), interpretata da Gabrielle Dennis: una dottoressa olistica con un rapporto complicato con Harlem.[16] Un personaggio chiamato Tilda Johnson appare anche in Black Panther (2018), interpretata da Nabiyah Be.[17]

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Rafael Scarfe (stagione 1), interpretato da Frank Whaley, doppiato da Marco Guadagno: un caparbio detective del NYPD partner di Misty Knight.[12][18]
  • Bobby Fish (stagione 1-in corso), interpretato da Ron Cephas Jones, doppiato da Alessandro Messina: un vecchio amico di Pop e cliente abituale del suo negozio.[19]
  • Dr. Noah Burstein (stagione 1-in corso), interpretato da Michael Kostroff, doppiato da Enzo Avolio: è il dottore che, cercando di salvare Luke dalla morte attraverso un esperimento, gli dona i suoi poteri.
  • Priscilla Ridley (stagione 1-in corso), interpretata da Karen Pittman, doppiata da Claudia Razzi: l'ispettrice al comando del dipartimento di affari interni del NYPD.[20]
  • Domingo Colon (stagione 1), interpretato da Jacob Vargas.
  • Sugar (stagione 1), interpretato da Sean Ringgold: uno degli strozzini di Cottonmouth.[21]

Guest[modifica | modifica wikitesto]

Inoltre Rachel Taylor ha un cameo vocale nei panni di Trish Walker, migliore amica di Jessica Jones e presentatrice radiofonica, riprendendo il suo ruolo da Jessica Jones.[25] Stan Lee appare in una fotografia come nelle precedenti serie Marvel/Netflix.[25]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2013 i Marvel Studios rientrarono in possesso dei diritti di Luke Cage dalla Sony Pictures. Nell'ottobre 2013 Deadline rivelò che la Marvel era al lavoro su quattro serie televisive e una miniserie (per un totale di 60 episodi) da realizzare con un servizio di video on demand o un fornitore di prodotti via cavo, con Netflix, Amazon e WGN America interessati al progetto.[26] Alcune settimane dopo, la Marvel e la Disney annunciarono di aver concluso un accordo con Netflix per trasmettere delle serie televisive su Daredevil, Jessica Jones, Pugno d'acciaio e Luke Cage e una miniserie sui Difensori.[27] La serie è composta da 13 episodi da un'ora ciascuno.[28] Nel marzo 2015 Cheo Hodari Coker venne scelto come showrunner e produttore esecutivo della serie su Luke Cage, intitolata ufficialmente Marvel's Luke Cage.[29]

Nel gennaio 2015 il CEO di Netflix Ted Sarandos affermò che sono possibili più stagione della serie e che Netflix avrebbe guardato "l'accoglienza da parte dei fan della Marvel ma anche del pubblico più generalista" per stabilire se dare alla serie più stagioni.[30] Nel dicembre 2016 Netflix annunciò di aver rinnovato la serie per una seconda stagione,[31] prevista per il 2018.[16]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Mike Colter interpreta Luke Cage

A novembre 2014 Lance Gross, Mike Colter e Cleo Anthony erano i favoriti per il ruolo di Luke Cage, che appare in un ruolo ricorrente in Jessica Jones. Nel dicembre 2014 Mike Colter viene confermato nel ruolo.[32] Nell'agosto 2015 Alfre Woodard entra nel cast nel ruolo di Minetta.[33] Nel settembre 2015 si aggiungono al cast Theo Rossi nel ruolo di Shades,[14] Simone Missick nel ruolo di Missy,[11] e Mahershala Ali in quello di Cornell "Cottonmouth" Stokes.[34] Nel novembre 2015 venne annunciato che Rosario Dawson avrebbe ripreso il ruolo di Claire Temple da Daredevil.[14] Nel maggio 2016 venne rivelata la presenza nel cast di Erik LaRay Harvey nel ruolo di Willis Stryker / Diamondback[35]

Colter, Missick, Rossi, Dawson e Woodard ritornano nella seconda stagione.[16] Nel luglio 2017 entrarono nel cast della seconda stagione Mustafa Shakir nel ruolo di Colubro e Gabrielle Dennis nel ruolo di Tilda Johnson.[16]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Charles Murray, Kayla Cooper e Nathan Jackson fanno parte del team di sceneggiatori della serie.[36] Ogni episodio è intitolato come una canzone dei Gang Starr; Coker ha spiegato questa scelta affermando: "Volevo che i 13 episodi fossero come un album. È come quando esce un album di Prince, ti isoli dal mondo e ascolti tutto l'album. Ma ora, con la TV, si fa binge watching. Questa serie è fatta per essere vista tutta d'un fiato. La musica aiuta, ma è tutta una questione di ritmo".[8] Nella scelta dei titoli degli episodi Coker si è ispirato alla produttrice televisiva Shonda Rhimes, che intitola ogni episodio della sua serie Grey's Anatomy come una canzone pop. Coker scelse di usare le canzoni dei Gang Starr dopo un incontro con il presidente di Marvel TV Jeph Loeb, in modo da organizzare l'arco narrativo della serie.[37]

Loeb, anche produttore esecutivo della serie, ha descritto la serie come "la storia di un fuggitivo".[38] La serie inizia qualche mese dopo Jessica Jones ed è ambientata ad Harlem, che Colter ha descritto come un "mondo completamente diverso" rispetto alla Hell's Kitchen di Daredevil e Jessica Jones.[39] Il direttore della Marvel Comics Joe Quesada affermò che, a differenza di Daredevil e Jessica Jones, che mostrano una versione fittizia di Hell's Kitchen più in linea con il quartiere mostrato nei fumetti, l'Harlem di Luke Cage rappresenta la Harlem di "oggi", ed è più aderente alla New York moderna.

Parlando della serie in relazione a Jessica Jones, Colter ha affermato: "Siamo orgogliosi del fatto che ogni show sia unico, e Luke Cage non è assolutamente un sequel di Jessica Jones o uno spin-off, perché è stato concepito fin dall'inizio come serie, per cui non puoi parlare della storia di Jessica senza parlare di quella di Luke Cage".[40] Colter ha inoltre spiegato che, come le altre serie Marvel per Netflix, Luke Cage usa i flashback, ma "in un modo diverso rispetto alle altre serie, per raccontare una parte diversa della storia".[41]

Parlando del modo in cui gli sceneggiatori lavorano sul personaggio, Colter ha affermato: "Sono molto contento delle sceneggiature perché si prendono il loro tempo; non c'è niente che accade troppo in fretta. Mi piace il modo in cui gli sceneggiatori si stanno approcciando e stanno sviluppando i personaggio, perché è davvero interessante ed è orientato verso un pubblico più adulto, una cosa diversa rispetto al Marvel Cinematic Universe che avete visto sul grande schermo. Abbiamo una storia più dura, più focalizzata sul nostro eroe e sui personaggi che vivono a New York City... e penso sia questa la caratteristica delle serie di Netflix".[42] Nel luglio 2015 Loeb ha affermato che la serie riguarda "la storia di Luke Cage, da dove viene e, più importante, dove sta andando" dopo "averlo conosciuto non proprio nel mezzo, ma all'inizio della metà della sua storia" in Jessica Jones.[43]

Parlando dei possibili riferimenti della serie alle numerose questioni razziali, come Black Lives Matter, Colter ha affermato: "Le cose che accadono [a Luke] sembreranno vere a molte persone delle forze dell'ordine, e anche le persone che sono per strada si ritroveranno nel personaggio". Loeb ha spiegato che il personaggio di Luke Cage, "quando venne fuori negli anni settanta, era stato creato proprio per essere uno dei supereroi di colore. Dato tutto quello che sta accadendo ai giorni nostri, questa questione risuona ancora di più".[44]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

La serie è girata a New York, in diverse zone di Harlem e in teatro dip.[45] Manuel Billiter è il direttore della fotografia della serie, dove aver ricoperto lo stesso incarico in Jessica Jones. Billiter ha lavorato con il regista Paul McGuigan per stabilire il look della serie nei primi due episodi.[46] Il 10 giugno 2017 iniziano le riprese della seconda stagione, in onda nel marzo 2018 e il primo episodio sarà diretto da Lucy Liu.[47]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche della serie sono composte da Ali Shaheed Muhammad e Adrian Younge. Muhammad e Younge hanno composto le musiche con un'orchestra condotta da Miguel Atwood-Ferguson.[48] Il duo ha concepito le musiche come se fosse tredici diversi album, uno per ogni episodio; la musica è ispirata al gruppo di Muhammad A Tribe Called Quest, a Wu-Tang Clan e Ennio Morricone.[49] Un album con la colonna sonora della prima stagione venne pubblicato il 7 ottobre 2016.[50]

Colter ha affermato che la serie contiene sia canzoni note al pubblico che una colonna sonora originale, differenziandosi così dalle altre serie di Netflix grazie a un "tocco urbano e appassionato". Colter ha aggiunto: "Siamo ad Harlem, e vogliamo che il pubblico percepisca quel tipo di cultura. Harlem ha una lunga e ricca storia musicale e vogliamo omaggiarla. Vogliamo essere sicuri che gli artisti che usiamo, i suoni che usiamo, facciano capire al pubblico che siamo uptown, non a midtown".[44] Nel corso della serie sono presenti numeri musicali di Faith Evans, Raphael Saadiq, Charles Bradley, The Delfonics, Method Man e Jidenna. Inoltre sono utilizzati brani di Mahalia Jackson, Nina Simone, John Lee Hooker,[51] e Wu-Tang Clan.[52]

Tie-in[modifica | modifica wikitesto]

Luke Cage è la terza delle serie ordinate da Netflix dopo Daredevil e Jessica Jones ed è seguita da Iron Fist, che ha condotto alla miniserie The Defenders. Nel novembre 2013, il CEO della Disney Bob Iger ha rivelato che se i personaggi dovessero risultare popolari potrebbero essere portati anche sul grande schermo.[53] Nell'ottobre 2014 Kevin Feige ha confermato che esiste una forte possibilità di vedere i Difensori apparire in futuro in Avengers: Infinity War.[54] Nell'agosto 2014 Vincent D'Onofrio, interprete di Kingpin in Daredevil, ha dichiarato che la Marvel ha "dei grossi piani in serbo" per il futuro dopo le serie tv.[55]

Parte della prima stagione della serie ha luogo in contemporanea con gli eventi della seconda stagione di Daredevil, poiché come fatto notare da Charlie Cox, interprete di Daredevil, in quest'ultima serie Claire Temple appare con un taglio sul sopracciglio che si procura durante gli eventi di Luke Cage; Cox ha spiegato che "(i produttori) hanno pensato moltissimo alla timeline e hanno fatto in modo che qualunque cosa accada in Luke Cage... in qualche modo il giorno dopo lei si trova in ospedale a parlare con me (in Daredevil).[56]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2016 viene pubblicato un primo teaser trailer su Netflix.[57] Nel luglio 2016 viene pubblicato il primo trailer in occasione del San Diego Comic-Con International.[58]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata distribuita il 30 settembre 2016 su Netflix, in tutti i territori in cui il servizio è disponibile, anche in risoluzione 4K.[59]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes la serie ha un indice di gradimento del 95%, con un voto medio di 8.2/10 basato su 38 recensioni. Il commento del sito recita: "Una narrazione immersiva, socialmente consapevole e una interpretazione sicura e carismatica fanno di Marvel's Luke Cage un magnifico esempio del nuovo universo Marvel/Netflix".[60] Su Metacritic la serie ha un voto medio di 79 su 100 basato su 27 recensioni.[61]

Recensendo i primi sette episodi di Luke Cage, Allison Keene di Collider ha dato alla serie cinque stelle su cinque, lodando l'interpretazione del cast, il modo veritiero in cui Harlem è rappresentata e l'attenzione ai problemi sociali del quartiere.[22] Domic Patten di Deadline.com ha definito Luke Cage "uno degli show più socialmente rilevanti e intelligente che vedrete sul piccolo schermo quest'anno".[62]

Maureen Ryan di Variety ha scritto che Luke Cage ha "più che sufficienti momenti di piacere, parte dei quali dovuti alla performance risoluta e piena di sfumature di Colter" e ha lodato il resto del cast, anche se ha criticato la trama talvolta contorta e la tendenza della serie ad allungare troppo la narrazione".[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Alfre Woodard Joins 'Marvel's Luke Cage' For Netflix, su Marvel.com, 15 settembre 2015.
  2. ^ (EN) Mike Colter to Star as Luke Cage in Marvel's A.K.A. Jessica Jones, su marvel.com, 22 dicembre 2014.
  3. ^ a b (EN) First Audio of Marvel's Luke Cage Actor Mike Colter Saying Sweet Christmas, su Comicbook.com, 12 ottobre 2015. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  4. ^ (EN) NYCC: "Jessica Jones" & "Daredevil" Collide At Marvel/Netflix Panel, su Comic Book Resources, 10 ottobre 2015. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  5. ^ Interview: Mike Colter, ‘Luke Cage is a darker, grittier, more tangible hero', list.co.uk. URL consultato l'11 agosto 2015.
  6. ^ (EN) Marc Strom, Mahershala Ali Joins the Cast of the Netflix Original Series 'Marvel's Luke Cage'm, su Marvel.com, 3 settembre 2015. URL consultato il 4 settembre 2015.
  7. ^ (EN) Andrea Mandell, Mahershala Ali talks Obama, slavery and fame, in USA Today, 22 giugno 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  8. ^ a b c d (EN) George Marston, SDCC 2016: Marvel & Netflix's LUKE CAGE Panel, su Newsarama.com, 21 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  9. ^ (EN) Dominic Patten, Marvel Debuts “Relentless” ‘Luke Cage’, Netflix Gives ‘Daredevil’ Season 3 Pickup & ‘Iron Fist’ & ‘Defenders’ Teased – Comic- Con, in Deadline.com, 21 luglio 201. URL consultato il 28 agosto 2016.
  10. ^ (EN) Bené Viera, Mahershala Ali Quit House of Cards and Became Marvel’s New Villain, in GQ, 15 agosto 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  11. ^ a b (EN) Marvel’s ‘Luke Cage’ Casts Simone Missick In Key Role, su Deadline.com, 2 settembre 2015.
  12. ^ a b c (EN) Netflix Original Series 'Marvel's Luke Cage' Adds to the Cast, su Marvel.com, 16 settembre 2015. URL consultato il 16 settembre 2015.
  13. ^ (EN) Brett White, “Luke Cage’s” Simone Missick Walks A Mile In Misty Knight’s Shoes, su Comic Book Resources, 27 luglio 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  14. ^ a b c d (EN) Marvel’s ‘Luke Cage’: Theo Rossi Cast, Rosario Dawson To Reprise ‘Daredevil’ Role, su Deadline.com, 2 settembre 2015.
  15. ^ (EN) Meagan Damore, Look: New "Luke Cage" Photos Reveal Classic Marvel Comics Villain, su Comic Book Resources, 26 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  16. ^ a b c d e (EN) Marc Strom, Mustafa Shakir & Gabrielle Dennis Join Netflix Original Series 'Marvel's Luke Cage', su Marvel.com, 5 luglio 2017. URL consultato il 6 luglio 2017.
  17. ^ (EN) Nabiyah Be, su Sofar Sounds. URL consultato il 22 giugno 2017.
  18. ^ (EN) Nellie Andreeva, Marvel’s ‘Luke Cage’ Adds Frank Whaley, su Deadline.com, 9 settembre 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  19. ^ a b c (EN) Maureen Ryan, TV Review: ‘Marvel’s Luke Cage’, in Variety, 23 settembre 2016. URL consultato il 25 settembre 2016.
  20. ^ a b (EN) Over 20 Luke Cage Set Photos, Plus Another Cast Member Confirmed! - ComingSoon.net, su ComingSoon.net, 25 settembre 2015. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  21. ^ a b (EN) Luke Cage Cast And Crew Throw Wrap Party As Production Nears End On Season One, su MCU Exchange, 14 marzo 2016. URL consultato il 6 aprile 2016.
  22. ^ a b (EN) Allison Keene, ‘Luke Cage’ Review: Netflix Delivers the Hero We Need, su Collider, 7 settembre 2016. URL consultato l'8 settembre 2016.
  23. ^ (EN) Dominic Patten, Marvel’s ‘Luke Cage’ Bulks Up With Sonia Braga, su Deadline.com, 24 novembre 2015. URL consultato il 24 novembre 2015.
  24. ^ (EN) Daredevil’s Rob Morgan Back As Turk Barrett On Marvel’s Luke Cage, su BlackFilm.com, 20 ottobre 2015. URL consultato il 19 marzo 2016.
  25. ^ a b c (EN) Alexander Zalben, Marvel's Luke Cage: Every Easter Egg and Reference, su TV Guide, 30 settembre 2016. URL consultato il 2 ottobre 2016.
  26. ^ (EN) Nellie Andreeva, Marvel Preps 60-Episode Package Of Four Series & A Mini For VOD & Cable Networks, su Deadline, 14 ottobre 2013.
  27. ^ (EN) David Lieberman, Netflix Picks Up Four Marvel Live-Action Series & A Mini Featuring Daredevil, Jessica Jones, Iron Fist, Luke Cage For 2015 Launch, su Deadline, 7 novembre 2013.
  28. ^ (EN) Marvel's Netflix Series to Film in New York City, su Marvel.com, 26 febbraio 2014.
  29. ^ (EN) Cheo Hodari Coker Will Serve as Executive Producer and Showrunner of 'Marvel's Luke Cage' For Netflix, su Marvel.com, 31 marzo 2015.
  30. ^ (EN) Netflix announces 'Daredevil,' 'Bloodline,' 'Kimmy Schmidt' premiere dates, su zap2it, 7 gennaio 2015.
  31. ^ (EN) Ariana Bacle, Marvel's Luke Cage renewed for season 2, su Entertainment Weekly, 4 dicembre 2016. URL consultato il 4 dicembre 2016.
  32. ^ Mike Colter to Star as Luke Cage in Marvel's Jessica Jones, su marvel.com. URL consultato il 21 agosto 2015.
  33. ^ (EN) Marvel’s ‘Luke Cage’: Alfre Woodard Cast In Key Role On Netflix Series, su deadline.com, 21 agosto 2015.
  34. ^ (EN) Mahershala Ali Boards Marvel’s Luke Cage, su Comingsoon.net, 3 settembre 2015.
  35. ^ (EN) Meagan Damore, Look: New "Luke Cage" Photos Reveal Classic Marvel Comics Villain, su Comic Book Resources, 26 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  36. ^ (EN) Meagan Damore, SDCC: "Luke Cage" Cast Makes First-Ever Live Appearance, su Comic Book Resources, 21 luglio 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  37. ^ (EN) James Sullivan, In every episode of 'Luke Cage,' a tribute to Gang Starr, su The Boston Globe, 26 settembre 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  38. ^ (EN) Terri Schwartz, Marvel TV Head Jeph Loeb Talks Agent Carter, SHIELD Spinoff, Luke Cage and X-Men on TV, su IGN.com, 26 gennaio 2016. URL consultato il 12 marzo 2016.
  39. ^ (EN) Lucas Siegel, Mike Colter Reveals Where And When Marvel's Luke Cage Will Take Place, su Comicbook.com, 12 ottobre 2015. URL consultato il 12 marzo 2016.
  40. ^ (EN) Terri Schwartz, Marvel's Luke Cage Won't Feel Like a Sequel to Jessica Jones, su IGN.com, 17 gennaio 2016. URL consultato il 12 marzo 2016.
  41. ^ (EN) Meredith Woerner, Mike Colter, Marvel's new Luke Cage, talks about the soul of his new Netflix series, su Los Angeles Times, 29 dicembre 2015. URL consultato il 12 marzo 2016.
  42. ^ (EN) Daniel Krupka, Netflix's Luke Cage Is "Geared Towards An Adult Audience", ign.com, 3 marzo 2015. URL consultato il 5 settembre 2015.
  43. ^ (EN) Christina Radish, Jessica Jones: Latest Details on Netflix Marvel Series, su Collider, 29 luglio 2015. URL consultato il 5 settembre.
  44. ^ a b (EN) Meredith Woerner, Mike Colter, Marvel's new Luke Cage, talks about the soul of his new Netflix series, su Los Angeles Times, 29 dicembre 2015. URL consultato il 6 aprile 2016.
  45. ^ (EN) John Boone, We Asked Marvel's Head of Television About Everything From 'Agent Carter' to 'Iron Fist' — And He Answered, etonline.com, 15 luglio 2015. URL consultato il 5 settembre 2015.
  46. ^ (EN) Ross A. Lincoln, ‘Luke Cage’ Showrunner On Filming Netflix Show: “I Didn’t Want To Speak Harlem And Say Harlem Without Seeing Harlem”, in Deadline.com, 27 luglio 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  47. ^ Susan Cheng, Lucy Liu Is Directing The "Luke Cage" Season 2 Premiere, Buzzfeed, 11 luglio 2017. URL consultato l'11 luglio 2017 (archiviato l'11 luglio 2017).
  48. ^ (EN) Evan Minsker, A Tribe Called Quest's Ali Shaheed Muhammad and Adrian Younge Scoring Marvel’s "Luke Cage", su Pitchfork Media, 14 aprile 2016. URL consultato il 15 aprile 2016.
  49. ^ (EN) Angie Han, ‘Luke Cage’ Featurette Digs Into the Show’s Hip-Hop Influences, With Help From Method Man and A$AP Ferg, su /Film, 31 agosto 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  50. ^ (EN) 'Marvel's Luke Cage' Live Concert Announced, su Marvel.com, 23 settembre 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  51. ^ (EN) Fred Topel, ‘Luke Cage’ Showrunner Teases Big-Name Musical Guests for Season One, su /Film, 29 luglio 2016. URL consultato il 1º agosto 2016.
  52. ^ (EN) Jason Tanz, Why Netflix’s Luke Cage Is the Superhero We Really Need Now, su Wired, 16 agosto 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  53. ^ (EN) Why Disney Chose to Put Marvel's New TV Shows on Netflix, su Variety, 7 novembre 2013.
  54. ^ (EN) Peter Sciretta, Watch: All Of Your Marvel Phase 3 Questions Answered By Marvel Head Kevin Feige, su slashfilm.com, 28 ottobre 2014. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  55. ^ (EN) Nick Romano, Exclusive: 'Daredevil' Star Vincent D'Onofrio Talks Kingpin, su ScreenCrush, 20 agosto 2014. URL consultato il 5 settembre 2015.
  56. ^ (EN) Brett White, Charlie Cox Reveals Where "Luke Cage" Falls in the Marvel/Netflix Timeline, su Comic Book Resources, 23 agosto 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  57. ^ Marvel's Luke Cage - Teaser, su Netflix, 18 marzo 2016.
  58. ^ (EN) Megan Peters, Luke Cage Trailer Released, su ComicBook.com, 21 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  59. ^ (EN) Marvel’s Luke Cage Premiere Set for September on Netflix!, su Comingsoon.net, 11 marzo 2016.
  60. ^ (EN) Marvel's Luke Cage: Season 1, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  61. ^ (EN) Marvel's Luke Cage - Season 1, su Metacritic. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  62. ^ (EN) Dominic Patten, ‘Luke Cage’ Review: Mike Colter-Led Marvel Series Flexes Serious Muscle, in Deadline.com, 7 settembre 2016. URL consultato l'8 settembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione