Runaways (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Runaways
Runaways Logo.png
PaeseStati Uniti d'America
Anno2017 – in produzione
Formatoserie TV
Genereazione, supereroi
Stagioni1
Episodi10
Durata45-53 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreJosh Schwartz
Stephanie Savage
SoggettoRunaways creati da
Brian K. Vaughan
Adrian Alphona
Produttore esecutivoJosh Schwartz, Stephanie Savage, Jeph Loeb, Jim Chory
Casa di produzioneMarvel Television
ABC Signature Studios
Fake Empire Productions
Prima visione
Data21 novembre 2017
DistributoreHulu
Opere audiovisive correlate
AltreSerie televisive del Marvel Cinematic Universe

Marvel's Runaways, nota semplicemente come Runaways, è una serie televisiva statunitense creata da Josh Schwartz e Stephanie Savage per Hulu e basata sugli omonimi personaggi della Marvel Comics. La serie è ambientata all'interno del Marvel Cinematic Universe, in continuità con i film e le altre serie televisive del franchise. La serie è prodotta da Marvel Television, ABC Signature Studios e Fake Empire, con Schwartz e Savage nel ruolo di showrunner.

La serie è interpretata da un cast corale composto da Rhenzy Feliz, Lyrica Okano, Virginia Gardner, Ariela Barer, Gregg Sulkin e Allegra Acosta nei panni dei Runaways, sei adolescenti che si uniscono per combattere i loro genitori, interpretati da Ryan Sands, Angel Parker, Brittany Ishibashi, James Yaegashi, Kevin Weisman, Brigid Brannagh, Annie Wersching, Kip Pardue, James Marsters e Ever Carradine. Inizialmente era previsto un film prodotto dai Marvel Studios basato sui Runaways, ma nell'agosto 2016 Marvel Television annunciò la serie televisiva, creata da Schwartz e Savage.

La serie ha debuttato il 21 novembre 2017 con i primi 3 episodi.

A gennaio 2018, la serie è stata rinnovata per una seconda stagione di 13 episodi.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sei adolescenti si alleano per combattere i loro genitori, membri di un'organizzazione criminale chiamata Orgoglio.[2]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Prima TV Italia
Prima stagione 10 2017-2018 inedita

Personaggi ed interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Runaways[modifica | modifica wikitesto]

  • Alex Wilder, interpretato da Rhenzy Feliz: un nerd solitario esperto di hackeraggio che vorrebbe riunirsi con i suoi amici d'infanzia.[3]
  • Nico Minoru, interpretata da Lyrica Okano: una Wiccan che nasconde le sue insicurezze dovute alla morte improvvisa della sorella maggiore dietro il suo aspetto gotico. Possiede un’asta che le permette di realizzare ogni suo pensiero.[3]
  • Karolina Dean, interpretata da Virginia Gardner: una modella sopraffatta dalle alte aspettative riposte in lei dai genitori. Appartenente ad una sfera religiosa apparentemente normale, scopre di poter emanare calore attraverso l’aspetto cangiante del suo corpo e di poter volare.[3]
  • Gertrude "Gert" Yorkes, interpretata da Ariela Barer: una riot grrrl e sfacciata attivista sociale. Possiede una connessione psichica con una cucciola di dinosauro[3], un Deinonychus a cui darà il nome Vecchi Merletti (Old Laces in originale) prendendo spunto dal film "Arsenico e vecchi merletti" di Frank Capra.
  • Chase Stein, interpretato da Gregg Sulkin: giocatore di lacrosse e rubacuori del liceo, nasconde un talento per l'ingegneria.[3]
  • Molly Hernandez (il cognome originale nei fumetti è Hayes), interpretata da Allegra Acosta: il membro più giovane dei Runaways, è una ragazzina ottimista e vivace ed è la sorella adottiva di Gert. È dotata di superforza, ma dopo averla utilizzata ha bisogno di riposo, al punto di addormentarsi nonappena ha terminato di usare i poteri.[3]

Orgoglio[modifica | modifica wikitesto]

  • Catherine Wilder, interpretata da Angel Parker: un'avvocato di successo molto legata al figlio Alex.[4]
  • Geoffrey Wilder, interpretato da Randy Sands: padre di Alex, è un uomo imponente che ha dovuto compiere dei grossi sacrifici per arrivare al successo.[4]
  • Tina Minoru, interpretata da Brittany Ishibashi: una brillante amministratrice delegata che pretende sempre il meglio dalla figlia Nico.[4]
  • Robert Minoru, interpretato da James Yaegashi: padre di Nico, è un uomo affettuoso spesso succube del carattere forte della moglie. Intraprende una relazione extraconiugale con Janet.[4]
  • Dale Yorkes, interpretato da Kevin Weisman: padre di Gert, è un brillante bio-ingegnere molto legato alla famiglia.[4]
  • Stacey Yorkes, interpretata da Brigid Brannagh: madre di Gert, è una bio-ingegnere con la testa tra le nuvole.[4]
  • Leslie Dean, interpretata da Annie Wersching: una donna carismatica, madre di Karolina.[4]
  • Frank Dean, interpretato da Kip Pardue: padre di Karolina, è un attore in difficoltà con la sua carriera.[4]
  • Victor Stein, interpretato da James Marsters: un genio dell'ingegneria con grosse aspettative nei confronti di suo figio Chase e con un temperamento decisamente violento.[4]
  • Janet Stein, interpretata da Ever Carradine: una "mamma modello" che ha sacrificato molto per seguire le ambizioni professionali del marito. Intraprende una relazione extraconiugale con Robert.[4]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Destiny Gonzalez, interpretata da Nicole Wolf: una giovane ragazza che viene sacrificata da Orgoglio.
  • Eiffel, interpretata da Danielle Campbell: capo delle cheerleaders e studente popolare della Atlas Academy.

Guest[modifica | modifica wikitesto]

  • Jonah, interpretato da Julian McMahon: fondatore dell’Orgoglio e amante di Leslie, nonché padre biologico di Karolina.[5]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Un film basato su Runaways è stato a lungo in sviluppo presso i Marvel Studios. Nel maggio 2008 Brian Vaughan venne assunto per scrivere una sceneggiatura.[6] Nel maggio 2010 Drew Pearce venne assunto per scrivere la sceneggiatura,[7] tuttavia nell'ottobre seguente la Marvel mise in pausa lo sviluppo del film.[8] Nel settembre 2013 Pearce spiegò che il film di Runaways era stato messo da parte a favore di The Avengers.[9] Nell'ottobre 2014, dopo aver annunciato i film della Fase Tre del Marvel Cinematic Universe, Feige affermò di avere una "sceneggiatura [di Runaways] nascosta nella nostra cripta delle sceneggiature", aggiungendo: "Ci piacerebbe vedere Runaways un giorno. Nelle nostre discussioni su film e serie televisive è l'argomento di cui parliamo sempre, perché abbiamo una bozza molto solida. Ma ancora una volta, non possiamo fare tutto".[10]

Tra il 2015 e il 2016 Josh Schwartz e Stephanie Savage, la cui casa di produzione Fake Empire Productions aveva un contratto di esclusiva con gli ABC Studios, proposero alla Marvel Television la loro idea per una serie televisiva di Runaways.[11][12] Nell'agosto 2016 Marvel Television, ABC Signature Studios e Fake Empire Productions annunciarono la serie per la piattaforma di video on demand Hulu, che ordinò l'episodio pilota più sceneggiature aggiuntive per una potenziale stagione completa.[11][12] Nel maggio 2017 Hulu annunciò di aver ordinato una prima stagione completa di 10 episodi della serie.[13] Nel gennaio 2018, la serie viene rinnovata per una seconda stagione di 13 episodi.

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Schwartz l'aspetto più interessante del fumetto e della serie è che "quando sei un adolescente, tutto sembra essere una questione di vita o di morte, e la posta in gioco in questa storia è davvero [una questione la vita o la morte]". Loeb descrisse la serie come The O.C. nel Marvel Cinematic Universe, e affermò che ci sarebbero stati delle allusioni alla situazione socio-politica, spiegando: "Si tratta di prendere eventi che accadono nel mondo reale e trasferirli nell'universo Marvel e farli diventare delle avventure d'azione o delle commedie [...] è un modo per commentare quello che accade nel mondo reale". Schwartz aggiunse: "Questo è un tempo in cui l'autorità è messa in discussione, e questa è una storia in cui degli adolescenti sono in quell'età in cui cominciano a vedere i loro genitori come figure fallibili e umane. Solo perché qualcuno ha l'autorità, non vuol dire che sono qui per fare del bene".[14] La serie è narrata da due punti di vista differenti, quello degli adolescenti e quello dei genitori, che si incroceranno nel corso della prima stagione.[15]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

La serie è interpretata da un cast corale. I Runaways sono interpretati da Rhenzy Feliz nel ruolo di Alex Wilder, Lyrica Okano nel ruolo di Nico Minoru, Virginia Gardner nel ruolo di Karolina Dean, Ariela Barer nel ruolo di Gert Yorkes, Gregg Sulkin nel ruolo di Chase Stein e Allegra Acosta nel ruolo di Molly Hernandez.[3] Orgoglio è composto da Randy Sands nel ruolo di Geoffrey Wilder, Angel Parker nel ruolo di Catherine Wilder, Brittany Ishibashi nel ruolo di Tina Minoru, James Yaegashi nel ruolo di Robert Minoru, Kevin Weisman nel ruolo di Dale Yorkes, Brigid Brannagh nel ruolo di Stacey Yorkes, Annie Wersching nel ruolo di Leslie Dean, Kip Pardue nel ruolo di Frank Dean, James Marsters nel ruolo di Victor Stein e Ever Carradine nel ruolo di Janet Stein.[4]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese della serie cominciarono nel febbraio 2017 a Los Angeles, con il titolo di lavorazione Rugrats.[16]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche della serie sono composte da Siddhartha Khosla.[17] La colonna sonora è caratterizzata dall'uso di sintetizzatori analogici degli anni ottanta, che secondo Khosla rispecchiano l'aspetto "alternativo" della serie.[18] Alex Patsavas è il supervisore musicale della serie.[19]

Tie-in[modifica | modifica wikitesto]

Parte del cast durante il New York Comic Con 2017

La serie è ambientata all'interno del Marvel Cinematic Universe, in continuità con i film e le altre serie televisive del franchise.[15] Nel luglio 2017, parlando del rapporto con il MCU, Loeb affermò che la serie, pur includendo riferimenti agli altri prodotti del franchise, si sarebbe concentrata più sulla storia dei giovani protagonisti, in modo da poter offrire uno sguardo sul mondo dei supereroi dal punto di vista degli adolescenti, in modo simile a quanto fatto al cinema con Spider-Man: Homecoming.[15]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer della serie venne distribuito nell'ottobre 2017, in occasione del New York Comic Con.[20]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha debuttato il 21 novembre 2017 sul servizio di streaming on demand Hulu.[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) Runaways viene rinnovata per una seconda stagione!, in Hall of Series, 09 gennaio 2018. URL consultato il 09 gennaio 2018.
  2. ^ (EN) Marvel's Runaways' Headed to Hulu, su Marvel.com, 17 agosto 2016. URL consultato il 17 agosto 2016.
  3. ^ a b c d e f g (EN) Marc Strom, 'Marvel's Runaways' Finds Its Cast, su Marvel.com, 2 febbraio 2017. URL consultato il 3 febbraio 2017.
  4. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Christine Dinh, 'Marvel's Runaways' Sets Remaining Cast For Television Project With Hulu, su Marvel.com, 9 febbraio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  5. ^ (EN) Joe Otterson, Marvel-Hulu Series ‘Runaways’ Casts Julian McMahon (EXCLUSIVE), su Variety, 15 agosto 2016. URL consultato il 16 agosto.
  6. ^ (EN) Borys Kit, Project 'Runaways' in works at Marvel, su The Hollywood Reporter, 22 maggio 2008. URL consultato il 1º maggio 2015.
  7. ^ (EN) Mike Fleming, Jr., Marvel Taps 'No Heroics' Creator For 'Runaways' Duty, su Deadline.com, 27 maggio 2010.
  8. ^ (EN) Mike Fleming, Jr., Marvel Studios Slows Down 'Runaways', su Deadline.com, 22 ottobre 2010. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  9. ^ (EN) Marvel's 'Runaways' Shelved in Post-'Avengers' Marvel Movieverse, su The Hollywood Reporter, 24 settembre 2013.
  10. ^ (EN) Watch: All Of Your Marvel Phase 3 Questions Answered By Marvel Head Kevin Feige, su /Film, 28 ottobre 2014.
  11. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, Hulu Orders ‘Marvel’s Runaways’ Series From Josh Schwartz & Stephanie Savage, su Deadline.com, 17 agosto 2016. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  12. ^ a b (EN) Elizabeth Wagmeister, ‘Marvel’s Runaways’ Coming to Hulu from ‘Gossip Girl’ Creators, su Variety, 17 agosto 2016. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  13. ^ (EN) Ryan Schwartz, Marvel's Runaways Snags Official Series Order at Hulu, su TV Line, 3 maggio 2017. URL consultato il 3 maggio 2017.
  14. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, How Marvel’s Hulu Series ‘Runaways’ Is A Response To Trump America – TCA, su Deadline.com, 27 luglio 2017. URL consultato il 2 agosto 2017.
  15. ^ a b c (EN) Lesley Goldberg, Hulu's 'Runaways' "Lives in the Same World" as Other Marvel Fare, su The Hollywood Reporter, 27 luglio 2017. URL consultato il 28 luglio 2017.
  16. ^ (EN) Working Titles For Black Panther, Runaways, and Cloak & Dagger Revealed, su MCU Exchange, 7 gennaio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2017.
  17. ^ (EN) Siddhartha Khosla to Score Marvel’s ‘Runaways’, su Film Music Reporter, 12 maggio 2017. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  18. ^ (EN) Jon Burlingame, Composers for Marvel’s TV Universe Strike a Different Chord, su Variety, 23 agosto 2017. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  19. ^ (EN) Matt Fowler, Marvel's Runaways is The O.C. of the MCU, su IGN.com, 1º agosto 2017. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  20. ^ (EN) Haleigh Foutch, ‘Runaways’ Trailer: It’s Teens vs. Evil Parents in Hulu’s New Marvel Series, su Collider, 6 ottobre 2017. URL consultato il 7 ottobre 2017.
  21. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, Marvel's Runaways, Mindy Project Final Run, Others Get Hulu Premiere Dates, su TV Line, 20 luglio 2017. URL consultato il 20 luglio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]