Thor: Ragnarok

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thor: Ragnarok
Thor Ragnarok.png
Thor (Chris Hemsworth) in una scena del film
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2017
Durata 130 min
Genere azione, fantastico, avventura, fantascienza
Regia Taika Waititi
Soggetto Stan Lee, Larry Lieber e Jack Kirby (personaggio)
Sceneggiatura Eric Pearson, Craig Kyle, Christopher Yost
Produttore Kevin Feige
Produttore esecutivo Thomas M. Hammel, Stan Lee, Victoria Alonso, Louis D’Esposito, Brad Winderbaum
Casa di produzione Marvel Studios
Distribuzione (Italia) Walt Disney Studios Motion Pictures
Fotografia Javier Aguirresarobe
Montaggio Joel Negron, Zene Baker
Effetti speciali Jake Morrison
Musiche Mark Mothersbaugh
Scenografia Dan Hennah, Ra Vincent
Costumi Mayes C. Rubeo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Thor: Ragnarok è un film del 2017 diretto da Taika Waititi.

Basato sull'omonimo personaggio dei fumetti Marvel Comics, è il sequel di Thor: The Dark World e il diciassettesimo film del Marvel Cinematic Universe. Prodotto dai Marvel Studios e scritto da Eric Pearson, Craig Kyle e Christopher Yost, il film è interpretato da Chris Hemsworth, Tom Hiddleston, Cate Blanchett, Idris Elba, Jeff Goldblum, Tessa Thompson, Karl Urban, Mark Ruffalo e Anthony Hopkins. In Thor: Ragnarok, Thor deve combattere contro Hulk e fermare Hela, intenzionata a distruggere Asgard.

Lo sviluppo di un terzo film su Thor cominciò nel gennaio 2014, e nell'ottobre seguente venne confermato il ritorno di Hemsworth e Hiddleston. Nell'ottobre 2015 Waititi venne annunciato come regista e Ruffalo si unì al cast, riprendendo il ruolo di Hulk dai precedenti film del MCU; il film contiene infatti elementi tratti dal fumetto Planet Hulk. Nel maggio 2016 venne annunciato il resto del cast. Le riprese del film cominciarono nel luglio 2016 ai Village Roadshow Studios di Oxenford, in Australia, e terminarono nell'ottobre 2016.

Thor: Ragnarok è stato presentato il 10 ottobre 2017 a Los Angeles, ed è stato distribuito il 25 ottobre 2017 in Italia e il 3 novembre 2017 negli Stati Uniti, anche in 3D e IMAX. Il film ha incassato più di $738 milioni in tutto il mondo, diventando il nono maggior incasso del 2017, ed è stato accolto positivamente dalla critica cinematografica, che lo ha definito il migliore della trilogia di Thor, lodando la regia di Waititi, le interpretazioni del cast e l'umorismo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nei due anni successivi alla battaglia di Sokovia, Thor ha vagato per il cosmo alla ricerca delle Gemme dell'Infinito ed è ora prigioniero del demone Surtur. Quest'ultimo rivela a Thor che suo padre Odino non si trova più ad Asgard e che il regno degli dèi verrà presto distrutto da Ragnarök, una volta che Surtur avrà unito la sua corona con la Fiamma Eterna che brucia sotto Asgard. Thor si libera e sconfigge Surtur, credendo in questo modo di aver impedito Ragnarök.

Thor torna ad Asgard e scopre che suo fratello Loki è vivo e finge di essere Odino. Thor costringe così Loki ad accompagnarlo a trovare suo padre; grazie all'aiuto di Stephen Strange, Thor e Loki rintracciano Odino in Norvegia. Odino rivela ai figli di essere prossimo alla morte e che con la sua dipartita Hela, la sua primogenita, verrà liberata dalla prigione in un cui era stata rinchiusa millenni fa. Hela era il braccio destro di Odino e insieme a lui conquistò i Nove Regni, ma quando la sua brama di potere crebbe a dismisura Odino fu costretto a imprigionarla. Odino muore. Hela appare e distrugge il martello di Thor, Mjolnir; Thor e Loki cercano di fuggire su Asgard attraverso il Bifröst, ma Hela li insegue e li scaraventa nello spazio. Hela giunge ad Asgard e si proclama nuova regina, massacrando l'esercito della città e i Tre guerrieri, e resuscitando il suo esercito di morti e il suo cane Fenrir. Con l'aiuto dell'asgardiano Skurge, Hela decide di usare il Bifröst per andare alla conquista degli altri mondi, ma Heimdall ruba la spada che controlla il ponte e fugge.

Nel frattempo, Thor precipita sul pianeta Sakaar, un pianeta-discarica circondato da decine di wormhole. Thor viene catturato da una cacciatrice di taglie chiamata SR-142, che lo consegna al governatore del pianeta, il Gran Maestro. Thor incontra anche Loki, che è riuscito a entrare nelle grazie del Gran Maestro, e scopre che SR-142 è in realtà una delle Valchirie, leggendarie combattenti di Asgard sconfitte da Hela. Thor viene costretto dal Gran Maestro a combattere contro il suo vecchio amico Hulk; Thor riesce quasi a sconfiggerlo, ma il Gran Maestro manipola la gara in modo da far vincere Hulk. Dopo il combattimento, Thor cerca di convincere Hulk e SR-142 a fuggire con lui per salvare Asgard, ma nessuno dei due accetta. Thor fugge e raggiunge il Quinjet che portò Hulk su Sakaar; Hulk lo segue per riportarlo indietro e Thor attiva una registrazione video di Natasha Romanoff che fa trasformare Hulk in Bruce Banner per la prima volta dopo gli eventi di Sokovia.

Il Gran Maestro ordina a SR-142 e Loki di trovare Thor e Hulk, ma i due litigano e Loki fa rivivere alla donna i momenti in cui le sue compagne furono uccise da Hela. SR-142 decide di aiutare Thor e gli consegna Loki che, avendo perso la fiducia del Gran Maestro, decide di seguirli. SR-142 libera gli altri gladiatori che, guidati da Korg e Miek, danno inizio a una rivolta. Loki aiuta il gruppo a trovare un'astronave per fuggire ma cerca di tradire Thor, che anticipa le sue mosse e lo lascia stordito su Sakaar. Thor, Banner e SR-142 attraversano un wormhole e arrivano ad Asgard, dove Hela sta attaccando Heimdall e i cittadini inermi. Banner si trasforma nuovamente in Hulk per combattere Fenris, mentre Thor e SR-142 affrontano Hela. Loki e i gladiatori giungono in soccorso del gruppo e aiutano i cittadini di Asgard a fuggire a bordo di un'astronave rubata al Gran Maestro. Skurge, pentito delle sue azioni, si sacrifica per permettere all'astronave di fuggire. Durante il combattimento contro Hela Thor perde un occhio; in quel momento ha una visione di Odino e capisce che l'unico modo per sconfiggere Hela è scatenare Ragnarök. Thor manda Loki a recuperare la corona di Surtur e ad immergerla nella Fiamma Eterna; Surtur rinasce e distrugge Asgard, uccidendo così Hela. Thor e gli altri fuggono a bordo dell'astronave del Gran Maestro insieme ai cittadini di Asgard. Thor sale al trono come nuovo re di Asgard e decide di portare i suoi sudditi sulla Terra.

In una scena durante i titoli di coda, il gruppo viene fermato da un'immensa astronave che blocca loro il passaggio.[2] Nella scena dopo i titoli di coda, il Gran Maestro cerca di placare gli animi dei rivoltosi su Sakaar.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Kevin Feige, Taika Waititi e il cast del film al San Diego Comic-Con 2017.
  • Thor, interpretato da Chris Hemsworth:
    Il principe ereditario di Asgard, ispirato all'omonima divinità della mitologia norrena, che vaga per il cosmo portando ordine e cercando informazioni sulle Gemme dell'Infinito.[3][4] Il produttore esecutivo Brad Winderbaum descrisse Thor come un "pistolero solitario",[4] mentre il regista Taika Waititi aggiunse di aver preso spunto per il personaggio da Jack Burton di Grosso guaio a Chinatown.[5] Parlando del lavoro sul personaggio, Waititi affermò: "Amo gli eroi che affrontano delle vere disavventure e ne escono completamente cambiati. [...] Succedono molte cose a Thor nel film... per me, Ragnarok significa strappare via le basi del personaggio e ricostruirlo in un modo nuovo".[5] Hemsworth espresse interesse nel vedere il suo personaggio relazionarsi maggiormente con Bruce Banner in quanto i due non avevano interagito molto nei precedenti film, aggiungendo di sperare di vedere una storia per il duo simile a quella di Butch Cassidy e Sundance Kid.[6]
  • Loki, interpretato da Tom Hiddleston:
    Fratello adottivo e nemesi di Thor, ispirato all'omonima divinità.[7][8] Secondo Hiddleston, Loki "è divertente da interpretare, anche dopo 4 anni dalla prima volta [...] perché riesce a escogitare sempre nuovi modi per un imbroglione". Riguardo all'inclusione di Hulk, Hiddleston affermò che Loki "ha un conto in sospeso" con lui dopo gli avvenimenti di The Avengers.[9] Parlando del rapporto con Thor, Hiddleston affermò che "i sentimenti di Loki nei confronti della sua famiglia sono complicati. Non ha mai interpretato i suoi sentimenti verso Odino e Thor come ostili. Vuole semplicemente avere un'occasione di stare sul trono".[10]
  • Hela, interpretata da Cate Blanchett:
    Dea della Morte e primogenita di Odino, viene liberata dopo millenni di prigionia;[11] è ispirata alla divinità norrena Hel.[8][12] Blanchett spiegò che durante la sua prigionia Hela "è diventata sempre più arrabbiata" e che una volta libera "non ha alcuna intenzione di tornare dentro".[13] Il design di Hela è ispirato a quello visto nella serie Thor: Dio del Tuono di Jason Aaron, mentre il potere di Hela di "creare un numero infinito di armi" è ispirato al potere di Gorr, un altro personaggio apparso nella stessa serie.[14] Per prepararsi al ruolo Blanchett lavorò insieme alla stuntwoman Zoë Bell e studiò capoeira.[15]
  • Heimdall, interpretato da Idris Elba: la sentinella Asgardiana che vigila sul Bifröst, ispirato all'omonima divinità.[8]
  • Il Gran Maestro, interpretato da Jeff Goldblum:
    Uno degli Antichi dell'Universo e fratello del Collezionista, è un essere cosmico affascinato dal gioco e dal rischio, che ama manipolare forme di vita inferiori come gli umani e governa sul pianeta Sakaar.[8][11][16] Goldblum definì il personaggio "un edonista" e affermò che Waititi lo aveva incoraggiato a improvvisare spesso sul set affinché "facesse suo" il personaggio.[17]
  • Valchiria, interpretata da Tessa Thompson:
    Una guerriera Asgardiana ispirata alla figura mitologica di Brunilde; un tempo membro delle guardie personali di Odino, si nasconde su Sakaar e lavora per il Gran Maestro.[8][11] Thompson firmò un contratto per apparire in altri film del Marvel Cinematic Universe.[8][18] Riguardo al casting della Thompson, attrice afroamericana, come Valchiria, personaggio biondo e caucasico nei fumetti, il regista Taika Waititi dichiarò che "il colore della pelle o dei capelli non ha importanza. Non è parte fondante del personaggio [...] volevo semplicemente la persona migliore per questo ruolo e Tessa lo era".[19] Riguardo la fedeltà del personaggio con il materiale d'origine, Thompson affermò che ci sono numerose versioni di Valchiria nei fumetti e "sono tutte così diverse, per cui abbiamo avuto molta libertà.[14]
  • Skurge, interpretato da Karl Urban: un guerriero Asgardiano.[8][16] In preparazione al ruolo, Urban si è parzialmente rasato la testa e si è allenato duramente.[20]
  • Bruce Banner / Hulk, interpretato da Mark Ruffalo:
    Un geniale scienziato che, dopo essere stato esposto ai raggi gamma, si trasforma in un mostro quando è arrabbiato o sotto stress e combatte come gladiatore sul pianeta Sakaar.[11][21] Riguardo al rapporto che si forma nel film tra lo scienziato e Thor, Ruffalo lo paragonò a quello presente nel film Prima di mezzanotte tra i personaggi di Charles Grodin e Robert De Niro.[22] Ruffalo spiegò che Hulk "è molto più un personaggio rispetto al mostro verde pieno di rabbia visto nei film degli Avengers. Si dà delle arie. È come un dio".[11] In seguito Ruffalo aggiunse che dopo essere rimasto in "modalità Hulk permanente" per diversi anni, il personaggio avrebbe parlato, paragonando il suo vocabolario a quello di un bambino.[23] Waititi affermò che il personaggio sarebbe stato molto più cosciente e controllato di quanto non fosse nei precedenti film del MCU, e che questo elemento era stato deciso di comune accordo in quanto avrebbe influenzato il personaggio nelle apparizioni a venire.[24]
  • Odino, interpretato da Anthony Hopkins: il re di Asgard, padre di Thor e genitore adottivo di Loki, che lo ha bandito sulla Terra.[10] È ispirato all'omonima divinità.[8]

Benedict Cumberbatch riprende il ruolo di Stephen Strange da Doctor Strange.[25] Tadanobu Asano, Ray Stevenson e Zachary Levi riprendono i ruoli dei Tre guerrieri Hogun, Volstagg e Fandral dai precedenti film di Thor.[26][27] Scarlett Johansson appare in un cameo nei panni di Natasha Romanoff.[28] Waititi interpreta Korg, un gladiatore di Sakaar amico di Thor.[29][30] Waititi ha inoltre dato le movenze tramite motion capture a Surtur, doppiato in originale da Clancy Brown.[31] Rachel House interpreta Topaz, assistente del Gran Maestro.[32][33] Luke Hemsworth, Charlotte Nicdao, Sam Neill e Matt Damon appaiono in un cameo nei panni di un gruppo di attori che mettono in scena gli eventi di The Dark World, rispettivamente nelle vesti di Thor, Sif, Odino e Loki.[34][35] Stan Lee appare in un cameo nel ruolo del barbiere che taglia i capelli a Thor.[36]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Durante la promozione di Thor: The Dark World nell'ottobre 2013, Chris Hemsworth dichiarò che il suo contratto prevedeva un altro film di Thor e altri due film degli Avengers, ma che sarebbe stato felice di farne altri se il pubblico li avesse voluti.[37] Kevin Feige dichiarò che nel finale di The Dark World sono presenti degli indizi sul terzo film, aggiungendo: "abbiamo decisamente una storia che vogliamo raccontare".[38] Nel gennaio 2014, i Marvel Studios annunciarono che Craig Kyle e Christopher Yost avrebbero scritto la sceneggiatura per un terzo film di Thor, prodotto nuovamente da Feige.[39] Nel luglio seguente, Feige dichiarò che la storia principale era già stata delineata.[40] Nell'ottobre 2014 Hemsworth confermò che, dopo Avengers: Age of Ultron, il suo prossimo film del MCU sarebbe stato Thor 3.[41]

Taika Waititi al San Diego Comic-Con 2017.

Il film venne annunciato ufficialmente il 28 ottobre 2014, con una data di uscita fissata al 28 luglio 2017, e venne confermato il ritorno di Hemsworth e Tom Hiddleston.[3][7][42] Feige definì la pellicola "molto importante per la Fase Tre" e rivelò che sarebbe cominciata subito dopo gli eventi di Age of Ultron.[3] Nel febbraio 2015, la Marvel spostò la data di uscita al 3 novembre 2017.[43] Ad aprile 2015, Feige dichiarò che il film era ancora in fase di scrittura e che la Marvel era in attesa di un soggetto.[44] Nel giugno 2015, Feige dichiarò che il regista, un secondo sceneggiatore e il cast sarebbero stati annunciati "verso la fine dell'estate",[45] e che le riprese sarebbero cominciate nel giugno 2016.[46] Nello stesso mese il regista di The Dark World Alan Taylor negò qualsiasi suo possibile coinvolgimento nel sequel, affermando: "La mia esperienza con la Marvel è stata qualcosa di estremamente doloroso perché, mentre giravamo, avevo totale libertà creativa, ma poi, in post-produzione, è diventato un altro film. Spero di non dover mai rivivere qualcosa del genere e non la auguro a nessuno".[47] Al San Diego Comic-Con International 2015 Jaimie Alexander confermò che avrebbe ripreso il ruolo di Sif nel film.[48][49]

A ottobre venne riportato che Taika Waititi, Ruben Fleischer, Rob Letterman e Rawson Marshall Thurber erano in lizza per dirigere il film.[50] La Marvel presentò ai candidati registi le varie idee che avevano per il film e gli chiese di tornare con un'idea di come avrebbe dovuto essere secondo loro.[51] Waititi creò un sizzle reel per dare un'idea del tono del film usando spezzoni di varie pellicole,[52] tra cui Grosso guaio a Chinatown.[53] Nello stesso mese, Mark Ruffalo entrò in trattative per riprendere il ruolo di Bruce Banner / Hulk dai precedenti film del MCU,[21] e Waititi venne confermato come regista.[54][55][56] Sul perché avesse accettato di dirigere il film, avendo dichiarato nel 2012 di non essere interessato ai "grandi progetti, dove l'arte viene sacrificata in favore del profitto", Waititi rispose di considerarsi "solo un ospite nell'universo cinematografico Marvel, ma con la libertà creativa di fare ciò che voglio".[57] Sempre a ottobre il ministro degli esteri australiano Julie Bishop annunciò che le riprese si sarebbero tenute in Australia,[58] e poco dopo Ruffalo confermò la sua presenza nel film.[59] A novembre, Hemsworth spiegò che il film avrebbe avuto un tono più leggero rispetto ai precedenti film di Thor, similmente a Guardiani della Galassia".[60] Alla fine del mese, Stellan Skarsgård dichiarò che, se la Marvel l'avesse voluto, sarebbe stato felice di riprendere il ruolo di Erik Selvig.[61] Nel febbraio 2016 Skarsgard confermò che non sarebbe apparso nel film.[62]

Nel dicembre 2015 Stephany Folsom venne chiamata per riscrivere la sceneggiatura,[63] e Cate Blanchett entrò in trattative per un ruolo nel film.[12] Nello stesso mese Feige rivelò che Thor: Ragnarok si sarebbe svolto principalmente nello spazio, diversamente dagli altri film di Thor.[64][65] In seguito Feige tornò sull'argomento, affermando che "ci sono solo un paio di scene ambientate sulla Terra nel film. L'80-90% del film è ambientato nel cosmo. [...] Ci sono un sacco di pianeti al di fuori dei Nove Regni che vedremo nel film".[66]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

La pre-produzione del film cominciò nel gennaio 2016.[67] Ruffalo descrisse il film come un road movie e dichiarò che delle riprese aggiuntive si sarebbero tenute a Sydney.[22] Waititi rivelò di aver lavorato alla sceneggiatura, aggiungendoci tocchi di humor.[68] Riguardo all'aspetto da road movie del film, Waititi dichiarò di aver preso ispirazione da film come 48 ore, Shakespeare a colazione e Un biglietto in due.[11] Il mese seguente, Blanchett venne confermata nel ruolo di Hela[69] e Skasgard confermò che non avrebbe partecipato al film.[70] A marzo, Alexander dichiarò di non essere più certa della sua partecipazione per via delle riscritture della sceneggiatura e per gli impegni presi con la serie televisiva Blindspot.[71] Nell'aprile 2016 Tessa Thompson entrò nel cast nel ruolo del nuovo interesse amoroso di Thor,[18] mentre Natalie Portman confermò che non avrebbe ripreso il ruolo di Jane Foster dai precedenti film.[66][72] Nel maggio 2016 la Marvel confermò il casting di Blanchett e di Thompson, quest'ultima nel ruolo di Valchiria, e annunciò l'ingresso nel cast di Jeff Goldblum nel ruolo del Gran Maestro e di Karl Urban nel ruolo di Skurge. Venne inoltre confermato il ritorno di Idris Elba e Anthony Hopkins nei rispettivi panni di Heimdall e di Odino.[8] The Hollywood Reporter riportò inoltre che Alexander non sarebbe apparsa nel film a causa dei suoi impegni con la serie televisiva Blindspot,[16] tuttavia l'attrice commentò di non preoccuparsi di una sua eventuale assenza dal film.[73] Nel giugno 2016 venne confermato che le riprese sarebbero cominciate il 4 luglio seguente.[74] La Weta Workshop si occupò di creare gli oggetti di scena del film.[20]

Prima che i set creati per Doctor Strange venissero demoliti, Waititi ne approfittò e scrisse e diresse una scena con Thor e Dottor Strange, interpretato da Benedict Cumberbatch. Scott Derrickson, regista di Doctor Strange, definì la scena "praticamente perfetta" per mostrare l'inclusione di Strange nel più grande Marvel Cinematic Universe, e la scena è presente dopo i titoli di coda di Doctor Strange.[75] Per prepararsi al film Waititi si consultò con il fisico teoretico Clifford Johnson, che aveva già collaborato con la Marvel nella seconda stagione di Agent Carter, riguardo il viaggio nello spazio, e permise a Johnson di leggere alcune bozze della sceneggiatura.[76]

Waititi definì Thor: Ragnarok come uno "science fantasy anni '70/'80" e come uno dei film più "avventurosi e spaziali della Marvel", affermando inoltre di voler ignorare i precedenti film incentrati sul personaggio e di aver ricevuto molta libertà creativa dai Marvel Studios.[77] Tra le ispirazioni maggiori per l'aspetto visivo del film Waititi citò il co-creatore di Thor Jack Kirby.[4] Il produttore esecutivo Brad Winderbaum aggiunse che, oltre a Kirby, la produzione si era ispirata all'arco narrativo Ragnarok di Walter Simonson, "prendendo alcuni elementi divertenti sia sul piano stilistico che su quello narrativo", e a Thor: Dio del Tuono di Jason Aaron e Esad Ribić, che ha ispirato il design di Hela e alcuni dei suoi poteri.[4] Waititi descrisse il pianeta Sakaar, ripreso dalla storyline Planet Hulk, come un "luogo pazzesco e futuristico",[78] mentre Winderbaum lo descrisse come "l'isola delle anime perdute... è un pianeta bloccato nello spazio in mezzo a numerosi wormhole che sputano roba sul pianeta da eoni... è la discarica dell'universo".[79] Nel film è presente anche il Regno di Muspelheim, descritto dallo scenografo Dan Hennah come una sfera di Dyson che assorbe energia da una stella morente".[80]

Waititi affermò che nonostante gli eventi del film siano collegati a Avengers: Infinity War, il film non solo si sarebbe retto sulle sue gambe, ma avrebbe anche reinventato il franchise, spiegando: "Molto di quello che stiamo facendo è, in un certo modo, smantellare e distruggere la vecchia idea e ricostruirla in modo nuovo. Tutti quanti hanno un approccio leggermente nuovo ai loro personaggi, per cui sembra quasi il primo film di Thor".[11] In seguito Waititi aggiunse: "Ho visto gli altri film e li rispetto, ma non posso stare troppo tempo a pensare al film come al terzo di una trilogia perché sarei costretto a rispettare quello che c'è stato prima e quello che ci sarà dopo. [Thor: Ragnarok] deve essere un film standalone perché questa potrebbe essere l'unica occasione che ho per farlo. Voglio creare la mia versione di un film Marvel e voglio farlo nel modo migliore possibile".[5] Gli eventi del film hanno luogo quattro anni dopo quelli di Thor: The Dark World, due anni dopo quelli di Avengers: Age of Ultron e avvengono nello stesso periodo di Captain America: Civil War e Spider-Man: Homecoming. A tal proposito Winderbaum affermò che "nella Fase Tre le cose avvengono l'una sopra l'altra, non si incastrano come nella Fase Uno". Winderbaum paragonò l'impatto di Thor: Ragnarok sul MCU a quello avuto da Captain America: The Winter Soldier: Nella Fase Uno abbiamo stabilito tutta la cosmologia che riguarda Asgard, Odino e alcune regole che si pensava fossero immutabili e che non potessero cambiare mai. [Thor: Ragnarok] rompe queste regole in modo molto simile a quanto fatto da The Winter Soldier con lo S.H.I.E.L.D.".[4]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese cominciarono il 4 luglio 2016 ai Village Roadshow Studios di Oxenford, Gold Coast, nel Queensland,[74][81] utilizzando tutti e nove i teatri di posa degli studi,[82] con Javier Aguirresarobe come direttore della fotografia e Dan Hennah come scenografo.[81][83] Ulteriori riprese si tennero in diverse zone del Queensland e a Sydney.[22][67] All'inizio delle riprese venne riportato che Eric Pearson aveva collaborato alla sceneggiatura del film,[84] informazione confermata nel gennaio 2017 dalla stessa Marvel.[85] Alla fine del mese, al San Diego Comic-Con International, venne esposta una riproduzione dell'armatura da gladiatore di Hulk, rivelando che parte del film sarebbe stata ispirata alla storyline Planet Hulk.[86] Alcuni concept art rivelarono inoltre la presenza nel film di Surtur e del lupo Fenris.[87][88]

La produzione investì più di 100 milioni di dollari australiani nel Queensland, oltre ad assumere 750 persone del posto.[67] Intorno ad agosto il set del film fu teatro di una polemica quando oltre 100 operai impiegati nella costruzione dei set vennero licenziati, nonostante in molti avessero affermato che gli era stato garantito un lavoro fino a ottobre o novembre 2016, e venne riportato che i membri della troupe dalla Nuova Zelanda avevano ricevuto un trattamento privilegiato rispetto ai lavoratori australiani. Il premier del Queensland Palaszczuk affermò che i lavoratori erano stati licenziati poiché i lavori di costruzione del set erano "semplicemente finiti".[89] Parlando dei membri della troupe Waititi, che è di discendenza Maori, affermò di essersi impegnato ad assumere lavoratori indigeni e aborigeni australiani, oltre a neo zelandesi, affermando: "È una responsabilità che abbiamo nei confronti delle popolazioni indigene. Veniamo in un paese e portiamo dei soldi nell'economia e creiamo dei lavori, ma penso che la responsabilità maggiore sia nei confronti di chi ha meno opportunità".[90] Delle riprese si sono tenute dal 22 al 25 agosto 2016 nel distretto affaristico centrale di Brisbane, trasformato per l'occasione in New York.[17][91] Nel settembre 2016 Sam Neill rivelò di avere una parte del film.[35] Le riprese terminarono il 28 ottobre 2016;[92] nello stesso giorno Waititi rivelò che Miek sarebbe apparso nel film.[93]

Secondo Waititi, l'80% dei dialoghi del film è improvvisato, in modo da creare "un'atmosfera molto tranquilla e collaborativa" tra il cast e tentare di replicare il tono e la sensibilità dei precedenti film di Waititi, che affermò: "Il mio modo di lavorare è che spesso sto dietro la macchina da presa, o a fianco della macchina da presa, a urlare alle persone cose come 'Dì questo, dì questo! Dillo in questo modo!"[94]

Post-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2017 Rachel House rivelò di avere una parte del film.[95] Nel luglio 2017 si tennero tre settimane di riprese aggiuntive ad Atlanta.[96] Al San Diego Comic-Con International 2017 venne rivelato che House avrebbe interpretato Topaz, assistente del Gran Maestro,[33] e Waititi rivelò che Clancy Brown avrebbe dato voce in originale a Surtur.[31] Nello stesso mese vennero pubblicati i crediti del film, in cui Pearson era indicato come unico sceneggiatore del film e come co-autore della storia insieme a Kyle e Yost, accreditati in coppia. Folsom protestò con la Marvel per aver pubblicato i crediti, facendo notare che la Writers Guild of America (WGA) non aveva ancora determinato i crediti finali del film.[97] Nel settembre 2017 Folsom tornò sull'argomento, rivelando che la Marvel aveva tentato di accreditarla come co-autrice della storia, ma a causa delle regole imposte dalla WGA la richiesta era stata respinta.[98] Alla fine del mese la Marvel pubblicò i crediti aggiornati del film, rimuovendo i crediti per la storia e accreditando la sceneggiatura a Pearson, Kyle e Yost.[99] Nell'ottobre seguente venne rivelato che Tadanobu Asano, Ray Stevenson e Zachary Levi avrebbero ripreso i rispettivi ruoli di Hogun, Volstagg e Fandral dai precedenti film di Thor.[26][27]

Gli effetti visivi sono curati dagli studi di San Francisco e Vancouver della Industrial Light & Magic,[100] con il supporto di Base FX, Animatrik, Virtuos, Framestore; Method Studios Vancouver, Digital Domain, Rising Sun Pictures, Luma Pictures, D Negative, Iloura, Image Engine, Trixter, The Secret Lab, WhiskeyTree Inc, Fin Designs + Effects e Perception.[27]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2016 venne riportato che Mark Mothersbaugh avrebbe composto le musiche per il film.[101] La colonna sonora contiene delle rielaborazioni dei temi musicali di Patrick Doyle dal primo film e di Brian Tyler da The Dark World e Avengers: Age of Ultron e del tema The Lonely Man, composto da Joe Harnell per la serie televisiva L'incredibile Hulk.[27]

Nel film sono presenti inoltre i brani Immigrant Song dei Led Zeppelin e Pure Imagination dal film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato.[27]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2016, al San Diego Comic-Con International, venne esposta una riproduzione dell'armatura da gladiatore di Hulk.[86] Venne inoltre proiettato un breve mockumentary umoristico diretto da Waititi che mostra dov'erano Thor e Banner durante gli eventi Captain America: Civil War.[87] Il mockumentary venne in seguito pubblicato online e incluso nei contenuti speciali dell'edizione home video di Civil War.[102]

Il 10 aprile 2017 venne distribuito il teaser trailer del film.[103] Il teaser ottenne 136 milioni di visualizzazioni nelle prime ventiquattrore, divenendo il terzo trailer più visto di sempre in quel lasso di tempo dopo Fast & Furious 8 (139 milioni) e It (197 milioni); inoltre divenne il trailer di un film Disney più visto di sempre nelle prime ventiquattr'ore, superando La bella e la bestia (127 milioni) e Captain America: Civil War (96 milioni).[104] Nel luglio 2017, in occasione del San Diego Comic-Con International, venne distribuito il primo trailer del film.[23]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Mark Ruffalo e Chris Hemsworth all'anteprima del film a Sydney

La première di Thor: Ragnarok si tenne il 10 ottobre 2017 all'El Capitan Theatre di Los Angeles.[105] È stato distribuito il 25 ottobre 2017 in Italia e il 3 novembre 2017 negli Stati Uniti, anche in 3D, IMAX e IMAX 3D.[43][106][107]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Al 19 novembre 2017 Thor: Ragnarok ha incassato 247 382 170 $ nel Nord America e 490 700 000 $ nel resto del mondo, per un incasso complessivo di 738 082 170 $, a fronte di un budget di produzione di $180 milioni.[108][109]

Nord America

Alle anteprime del giovedì sera in Nord America il film ha incassato $14.5 milioni, mentre nel primo giorno di programmazione ha incassato $46.5 milioni in 4,080 schermi. Invece nel primo weekend il film ha incassato $122.7 milioni, diventando il quarto miglior weekend d'esordio del 2017.

Internazionale

Nel primo week-end di programmazione il film ha incassato internazionalmente $109.1 milioni. Al 29 ottobre 2017 i mercati maggiori erano Regno Unito ($16.2 milioni), Sud Corea ($15.7 milioni), Australia ($8.4 milioni), Brasile ($8.1 milioni) e Francia ($7.7 milioni).

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica cinematografica. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha un indice di gradimento del 92%, con un voto medio di 7,5 su 10 basato su 298 recensioni.[110] Su Metacritic ha un voto di 73 su 100 basato su 48 recensioni.[111]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Phil Owen e Umberto Gonzales, ‘Thor: Ragnarok': Marvel Boss Kevin Feige Explains That Mid-Credits Scene, su TheWrap, 2 novembre 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.
  2. ^ Secondo il produttore Kevin Feige, l'astronave che appare nella scena è la Sanctuary II ed è di proprietà di Thanos.[1]
  3. ^ a b c (EN) Strom Marc, Thor Brings Ragnarok to the Marvel Cinematic Universe in 2017, su Marvel.com, 28 ottobre 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2014).
  4. ^ a b c d e (EN) Tommy Cook, Here’s How ‘Thor: Ragnarok’ Ties into the Larger MCU, su Collider, 7 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  5. ^ a b c (EN) Tommy Cook, ‘Thor: Ragnarok': Why (and How) the Sequel Pivots Away from the Previous ‘Thor’ Movies, su Collider, 7 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  6. ^ (EN) Ethan Sacks, EXCLUSIVE: Chris Hemsworth predicts his hero will beat the Hulk in ‘Thor: Ragnarok’, in Daily News, 24 novembre 2015. URL consultato il 1º dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 1° dicembre 2015).
  7. ^ a b (EN) Anthony Breznican, Marvel Studios reveals Phase Three slate, including two-part 'Avengers' threequel, in Entertainment Weekly, 28 ottobre 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2014).
  8. ^ a b c d e f g h i (EN) Marc Strom, Marvel Studios Confirms Stellar New Cast Members of the Highly Anticipated 'Thor: Ragnarok', su Marvel.com, 20 maggio 2016. URL consultato il 20 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2016).
  9. ^ (EN) Matthew Mueller, Tom Hiddleston Teases Loki And The Hulk In Thor 3: Ragnarok, su Comicbook.com, 4 giugno 2016. URL consultato il 5 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2016).
  10. ^ a b (EN) Jim Vejvoda, Thor: Ragnarok: Odin Knew of Cosmic Threats That Thor and Loki Didn't, su IGN.com, 8 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  11. ^ a b c d e f g (EN) Tim Stack, Why does Thor have short hair? Where's his hammer? Thor: Ragnarok plot revealed!, su Entertainment Weekly, 9 marzo 2017. URL consultato il 10 marzo 2017.
  12. ^ a b (EN) Borys Kit, Cate Blanchett Joining 'Thor 3', in The Hollywood Reporter, 10 dicembre 2015. URL consultato il 10 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 1o dicembre 2015).
  13. ^ (EN) Thor: Ragnarok: Meet Cate Blanchett's Hela, the franchise's first female villain, su Entertainment Weekly, 9 marzo 2017. URL consultato il 10 marzo 2017.
  14. ^ a b (EN) Tommy Cook, How ‘Thor: Ragnarok’ Honors & Deviates from Its Comics Foundation, su Collider, 7 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  15. ^ (EN) Tim Stack, This Week's Cover: Thor gets a makeover in Ragnarok first look, su Entertainment Weekly, 8 marzo 2017. URL consultato il 10 marzo 2017.
  16. ^ a b c (EN) Borys Kit, Jeff Goldblum, Karl Urban Join Marvel's 'Thor: Ragnarok', in The Hollywood Reporter, 20 maggio 2016. URL consultato il 20 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2016).
  17. ^ a b (EN) Phil De Semlyen, Jeff Goldblum talks Thor: Ragnarok’s Grandmaster, in Empire, 6 giugno 2016. URL consultato il 6 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2016).
  18. ^ a b (EN) Anita Busch, Tessa Thompson Joins The Marvel Universe In ‘Thor: Ragnarok’, in Deadline.com, 11 aprile 2016. URL consultato l'11 aprile 2016 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2016).
  19. ^ (EN) Kristy Puchko, Director Taika Waititi on ‘Thor: Ragnarok’ and ‘Hunt For the Wilderpeople’, su Comic Book Resources, 15 luglio 2016. URL consultato il 16 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2016).
  20. ^ a b (EN) Scott Collura, Karl Urban Talks Prepping for Thor: Ragnarok, su IGN, 15 luglio 2016. URL consultato il 17 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2016).
  21. ^ a b (EN) Justin Kroll, Mark Ruffalo to Appear as Hulk in ‘Thor: Ragnarok’, in Variety, 15 ottobre 2015. URL consultato il 15 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2015).
  22. ^ a b c (EN) Phil De Semlyen, Mark Ruffalo says Thor: Ragnarok is a road movie across the universe, in Empire, 20 gennaio 2016. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2016).
  23. ^ a b (EN) Anthony Breznican e Christopher Rosen, Hulk speaks in awesome new trailer for Thor: Ragnarok, su Entertainment Weekly, 22 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  24. ^ (EN) Roth Cornet, Marvel still undecided about just HOW verbal Hulk will be in Thor: Ragnarok, su Hitfix, 31 gennaio 2016. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2016).
  25. ^ (EN) Anthony Breznican, Doctor Strange revelations: Secrets and Easter eggs from the new Marvel movie, su Entertainment Weekly, 5 novembre 2016. URL consultato il 5 novembre 2016.
  26. ^ a b (EN) Jenna Anderson, New 'Thor: Ragnarok' Still Teases Return of Warriors Three, su ComicBook.com, 27 settembre 2017. URL consultato il 28 settembre 2017.
  27. ^ a b c d e (EN) 'Thor: Ragnarok' Press Kit (PDF), Walt Disney Studios. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  28. ^ (EN) Joseph Schmidt, 'Thor: Ragnarok' Has a Secret Cameo From Another Avenger, su ComicBook.com, 26 ottobre 2017. URL consultato il 2 novembre 2017.
  29. ^ (EN) Esther Zuckerman, Taika Waititi will cameo in his Thor movie, su The A.V. Club, 1º febbraio 2017. URL consultato il 2 febbraio 2017.
  30. ^ (EN) Derek Lawrence, Thor: Ragnarok director Taika Waititi to portray Korg in film, su Entertainment Weekly, 18 aprile 2017. URL consultato il 18 aprile 2017.
  31. ^ a b (EN) Brandon Davis, Clancy Brown Cast As Surtur In Thor: Ragnarok, su ComicBook.com, 23 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  32. ^ (EN) Ryan Penagos [AgentM], Rachel House is called "Topaz" by Grandmaster. Quirky and great scene with Topaz, Valkyrie, Grandmaster. #ThorRagnarok #MarvelSDCC (Tweet), twitter.com, 22 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  33. ^ a b (EN) James White, Comic-Con 2017: Latest Trailer For Thor: Ragnarok, su Empire, 23 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  34. ^ (EN) Huw Fullerton, Thor: Ragnarok has some incredible unexpected cameos, su RadioTimes, 26 ottobre 2017. URL consultato il 28 ottobre 2017.
  35. ^ a b (EN) Nick Romano, Thor: Ragnarok adds Jurassic Park star Sam Neill, in Entertainment Weekly, 24 settembre 2016. URL consultato il 25 settembre 2016.
  36. ^ (EN) Adam Fitch, Stan Lee Has Already Filmed Cameos for Black Panther Avengers 4, & More, su CBR.com, 11 settembre 2017. URL consultato l'11 settembre 2017.
  37. ^ (EN) Chris Hemsworth Talks Ramping Up The Action For Thor: The Dark World, su Access Hollywood. URL consultato il 30 luglio 2014.
  38. ^ (EN) Marvel Studios boss Kevin Feige on the possibility of Thor 3, su IGN, 28 ottobre 2013. URL consultato il 30 luglio 2014.
  39. ^ (EN) Jeff Sneider, Marvel Hires One of Its Own Executives to Co-Write ‘Thor 3', in The Wrap, 29 gennaio 2014. URL consultato il 30 luglio 2014.
  40. ^ (EN) Steve Weintraub, Kevin Feige Talks Guardians of the Galaxy, Thor 3, Captain America 3, Doctor Strange, Casting Josh Brolin as Thanos, Comic-Con Plans, and More, su Collider, 22 luglio 2014. (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2014).
  41. ^ (EN) Adam Vary, What’s At Stake For Thor, Captain America, And The “Avengers” Franchise, su BuzzFeed, 27 ottobre 2014. URL consultato il 27 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2014).
  42. ^ Mirko D'Alessio, Annunciati tutti i film dei Marvel Studios fino al 2019, 28 ottobre 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  43. ^ a b (EN) Marc Strom, Marvel Studios Schedules New Release Dates for 4 Films, su Marvel.com, 10 febbraio 2015. URL consultato il 9 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2015).
  44. ^ (EN) Germain Lussier, Kevin Feige Phase 3 Updates: ‘Thor: Ragnarok,’ ‘Black Panther,’ ‘Inhumans’ and ‘Captain Marvel’, su /Film, 12 aprile 2015. URL consultato il 12 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2015).
  45. ^ (EN) Germain Lussier, Everything We Just Learned About The Future Of Marvel Movies, su io9, 29 giugno 2015. URL consultato il 30 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2015).
  46. ^ Adam Chitwood, Kevin Feige Reveals When Spider-Man, Thor 3, and More Start Filming, su Collider, 30 giugno 2015. URL consultato il 30 giugno 2015 (archiviato il 30 giugno 2015).
  47. ^ (EN) Mike Ryan, No, ‘Terminator: Genisys’ Director Alan Taylor Doesn’t Like That Spoilerish Trailer, Either, su Uproxx, 29 giugno 2015. URL consultato il 13 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2015).
  48. ^ (EN) Jamie Alexander Confirms Whether She'll Be Back For 'Thor: Ragnarok', mtv.com. URL consultato il 20 agosto 2015.
  49. ^ (EN) Meredith Woerner, Jaimie Alexander on being naked, tattooed and alone in Times Square for 'Blindspot', in Los Angeles Times (Los Angeles), 20 luglio 2015. URL consultato il 21 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2015).
  50. ^ (EN) Borys Kit, 'Thor 3' Finds Its Director, in The Hollywood Reporter, 2 ottobre 2015. URL consultato il 2 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2015).
  51. ^ (EN) Peter Sciretta, Kevin Feige on How a Marvel Movie Like ‘Doctor Strange’ Is Developed, & Why Time Travel Won’t Ruin the MCU, su /Film, 4 novembre 2016. URL consultato l'11 marzo 2017.
  52. ^ (EN) William Bibbiani, Sundance 2016, su Crave Online, 26 gennaio 2016. URL consultato l'11 marzo 2017.
  53. ^ (EN) Tim Stack, How Big Trouble in Little China inspired Thor: Ragnarok, su Entertainment Weekly, 10 marzo 2017. URL consultato l'11 marzo 2017.
  54. ^ (EN) Mike Fleming, Mark Ruffalo Bringing Hulk Into ‘Thor: Ragnarok’, in Deadline.com, 15 ottobre 2015. URL consultato il 16 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2015).
  55. ^ (EN) Borys Kit, Mark Ruffalo's Hulk to Appear in 'Thor: Ragnarok', in The Hollywood Reporter, 15 ottobre 2015. URL consultato il 16 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2015).
  56. ^ (EN) Anthony Breznican, Mark Ruffalo will bring the Hulk to Thor: Ragnarok, in Entertainment Weekly, 15 ottobre 2015. URL consultato il 16 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2015).
  57. ^ (EN) Julia Alexander, Thor: Ragnarok Director Talks Making One of Marvel's 'Biggest and Most Different' Movies, su Polygon, 15 luglio 2016. URL consultato il 16 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2016).
  58. ^ (EN) Patrick Frater, Marvel’s ‘Thor: Ragnarok’ and Fox’s ‘Alien’ To Shoot in Australia, in Variety, 21 ottobre 2015. URL consultato il 22 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2015).
  59. ^ (EN) Leigh Blickley, Mark Ruffalo Wants To See Bruce Banner And Hulk Face-Off On Screen, in The Huffington Post, 23 ottobre 2015. URL consultato il 24 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2015).
  60. ^ (EN) Mike Reyes, What the Thor Movies Need to Do Better, According to Chris Hemsworth, su Cinema Blend. URL consultato il 24 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 novembre 2015).
  61. ^ (EN) Ben Lee, Is Stellan Skarsgard coming back for Thor: Ragnarok? "They have an option on me", su Digital Spy, 16 novembre 2015. URL consultato il 30 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 30 novembre 2015).
  62. ^ (EN) Rob Leane, Stellan Skarsgård is in Avengers: Infinity War, but not Thor 3, su Den of Geek, 25 febbraio 2016. URL consultato il 25 ottobre 2016.
  63. ^ (EN) Borys Kit, 'Thor 3' Lands New Writer (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 2 dicembre 2015. URL consultato il 2 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2015).
  64. ^ (EN) Meagan Damore, Feige Teases Cosmic "Thor: Ragnarok," Thanos' Next Move & More Phase 3 Plans, su Comic Book Resources, 30 dicembre 2015. URL consultato il 2 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2016).
  65. ^ (EN) Chris Hewitt, Set Phase 3 To Stun, in Empire, Bauer Media Group, febbraio 2016, p. 21.
  66. ^ a b (EN) Brandon Davis, Kevin Feige Confirms No Natalie Portman In Thor: Ragnarok, su ComicBook.com, 13 maggio 2016. URL consultato il 13 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2016).
  67. ^ a b c (EN) Seanna Cronin, Thor: Ragnarok to film exclusively in Queensland, in Sunshine Coast Daily, 23 ottobre 2015. URL consultato il 23 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2015).
  68. ^ (EN) Steve Weintraub, Taika Waititi on ‘Hunt for the Wilderpeople’, ‘Thor: Ragnarok’ and Disney’s ‘Moana’, su Collider, 28 gennaio 2016. URL consultato il 29 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2016).
  69. ^ (EN) Suzanne Simonot, Samuel L. Jackson tipped to return to Gold Coast for Thor: Ragnarok, in Gold Coast Bulletin, 4 febbraio 2016. URL consultato il 15 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2016).
  70. ^ (EN) Rob Leane, Stellan Skarsgård is in Avengers: Infinity War, but not Thor 3, su Den of Geek, 25 febbraio 2016. URL consultato il 25 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2016).
  71. ^ (EN) Meagan Damore, "Thor's" Jaimie Alexander Addresses Whether Or Not She'll Return For "Ragnarok", su Comic Book Resources, 10 marzo 2016. URL consultato l'11 marzo 2016 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2016).
  72. ^ (EN) Borys Kit, 'Creed' Star Tessa Thompson Joining 'Thor 3', in The Hollywood Reporter, 11 aprile 2016. URL consultato il 12 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2016).
  73. ^ (EN) Jaimie Alexander, Don't worry ;) ...., su Twitter, 20 maggio 2016. URL consultato il 3 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2016).
  74. ^ a b (EN) Suzanne Simonot, Blockbuster to be born on Fourth of July as Marvel confirms Thor: Ragnarok start date, in The Advertiser, 6 giugno 2016. URL consultato il 24 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2016).
  75. ^ (EN) James Hunt, Exclusive: Scott Derrickson explains Doctor Strange’s ending, su Den of Geek, 28 ottobre 2016. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  76. ^ (EN) April Wolfe, Marvel Science: Meet the Physicist Called in to Consult on Superhero Movies, su Houston Press, 11 maggio 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  77. ^ (EN) Angie Han, ‘Thor: Ragnarok’ Will Be the Most “Out There” of the Marvel Movies, Teases Taika Waititi, su /Film, 17 ottobre 2016. URL consultato il 25 ottobre 2016.
  78. ^ (EN) Charles Villanueva, Planet Hulk's Sakaar Confirmed For 'Thor: Ragnarok', su MCU Exchange, 19 dicembre 2016. URL consultato il 10 settembre 2017.
  79. ^ (EN) Tommy Cook, Everything You Need To Know About ‘Thor: Ragnarok’, su Collider, 7 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  80. ^ (EN) Ethan Anderton, ‘Thor Ragnarok’ Set Visit: Everything We Learned About the Cosmic Sequel, su /Film, 7 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  81. ^ a b (EN) Meagan Damore, "Thor: Ragnarok" Director Taika Waititi Celebrates The Start Of Filming With New Photo, su Comic Book Resources, 5 luglio 2016. URL consultato il 5 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2016).
  82. ^ (EN) Suzanne Simonot, It’s a Marvel in the making as Thor: Ragnarok’s ‘majestical’ universe rises on Gold Coast, in Gold Coast Bulletin, 24 giugno 2016. URL consultato il 24 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2016).
  83. ^ (EN) Taika Waititi, Javier Aguirresarobe is our DP, su Twitter, 9 luglio 2016. URL consultato il 12 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2016).
  84. ^ (EN) Meagan Damore, “Thor: Ragnarok” Director Taika Waititi Celebrates the Start of Filming With New Photo, su Comic Book Resources, 5 luglio 2016. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  85. ^ (EN) Christine Dinh, Get Your First Look at Marvel Studios' 'Thor: Ragnarok' in a New Photo, su Marvel.com, 5 gennaio 2017. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  86. ^ a b (EN) Anthony Couto, SDCC: "Thor: Ragnarok" Props Confirm "Planet Hulk" Elements, in Comic Book Resources, 23 luglio 2016. URL consultato il 23 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2016).
  87. ^ a b (EN) Ethan Anderton, ‘Thor: Ragnarok’ Footage: Hulk vs Thor, Surtur the Demon & More [Comic-Con 2016], su /Film, 23 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2016).
  88. ^ (EN) Jim Vejvoda, Comic-Con 2016: Thor: Ragnarok Includes Surtur and Fenris, su IGN, 23 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2016).
  89. ^ (EN) Up to 80 Gold Coast locals have now been sacked from the Thor: Ragnarok movie set, in Gold Coast Bulletin, 1º agosto 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  90. ^ (EN) Allan Clarke, The Director Of The New Thor Movie Made Hiring Aboriginal People A Priority, su BuzzFeed, 2 agosto 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  91. ^ Andrea F. Berni, Thor: Ragnarok, ecco Thor e Loki in abiti civili sul set a Brisbane!, su BadTaste.it, 22 agosto 2016. URL consultato il 22 agosto 2016.
  92. ^ (EN) Thor: Ragnarok Wraps Filming With Live Video, su ComicBook.com, 27 ottobre 2016. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  93. ^ (EN) Graeme McMillan, 'Thor: Ragnarok' Director Confirms Key 'Planet Hulk' Character to Appear, su The Hollywood Reporter, 27 ottobre 2016. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  94. ^ (EN) Crystal Bell, Thor: Ragnarok Director Taika Waititi Says 'About 80%' of the Film Was Improvised, su MTV, 23 luglio 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  95. ^ (EN) Keisha Hatchett, Interview: Moana’s Rachel House on Marginalized Voices in Hollywood and the Need for More Female Directors, su The Mary Sue, 28 febbraio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  96. ^ (EN) Alex Leadbeater, Thor: Ragnarok Has Finished Its Three Weeks Of Reshoots, su Screen Rant, 22 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  97. ^ (EN) Jay Jayson, Thor: Ragnarok Screenwriter Criticizes Marvel Over Credits, su Screen Rant, 23 luglio 2017. URL consultato il 4 ottobre 2017.
  98. ^ (EN) Stephany Folsom [StephanyFolsom], Marvel gave me "story by" credit on Thor: Ragnarok and the writers' guild denied me the credit due to guild regulations. Are you kidding me? (Tweet), twitter.com, 12 settembre 2017.
  99. ^ (EN) Christine Dihn, Marvel Studios 'Thor: Ragnarok' Debuts New IMAX Poster, su Marvel.com, 20 settembre 2017. URL consultato il 4 ottobre 2017.
  100. ^ (EN) Thor: Ragnarok, su Industrial Light & Magic. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  101. ^ (EN) Umberto Gonzales, ‘Thor: Ragnarok': Devo’s Mark Mothersbaugh to Compose Score (Exclusive), su TheWrap, 22 agosto 2016. URL consultato il 22 agosto 2016.
  102. ^ Mirko D'Alessio, Thor: Ragnarok, ecco cosa faceva il Dio del Tuono durante gli eventi di Civil War, su BadTaste.it, 28 agosto 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  103. ^ (EN) Tim Adams, Thos: Ragnarok Teaser Leaves Asgard In Ashes, su CBR.com, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  104. ^ (EN) Borys Kit, 'Thor: Ragnarok' Trailer Is Marvel and Disney's Most Watched Ever in 24 Hours (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 11 aprile 2017. URL consultato il 12 aprile 2017.
  105. ^ (EN) Jenna Busch, Watch the Thor: Ragnarok Red Carpet World Premiere Live Stream, su SuperHeroHype.com, 10 ottobre 2017. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  106. ^ Ecco la data di uscita italiana di Captain America: Civil War e dei prossimi film Marvel!, su badtaste.it, 7 maggio 2015.
  107. ^ (EN) Angie Han, ‘Star Wars: Rogue One’, ‘Captain America: Civil War’, and More Get IMAX Releases, su /Film, 8 aprile 2015. URL consultato l'8 aprile 2015 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2015).
  108. ^ (EN) Thor: Ragnarok, su Box Office Mojo. URL consultato il 19 novembre 2017. Modifica su Wikidata
  109. ^ (EN) Dan Kois, The Superweirdo Behind ‘Thor: Ragnarok’, su The New York Times Magazine, 19 ottobre 2017. URL consultato il 27 ottobre 2017.
  110. ^ (EN) Thor: Ragnarok, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato il 18 novembre 2017. Modifica su Wikidata
  111. ^ (EN) Thor: Ragnarok, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 18 novembre 2017. Modifica su Wikidata

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]