Loki (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Loki
LokiTvSeries.png
Logo della serie televisiva
Titolo originaleLoki
PaeseStati Uniti d'America
Anno2021 – in produzione
Formatoserie TV
Genereazione, supereroi
Stagioni1
Episodi6
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreMichael Waldron
RegiaKate Herron
SoggettoStan Lee, Larry Lieber , Jack Kirby (fumetto)
SceneggiaturaMichael Waldron
Interpreti e personaggi
FotografiaAutumn Durald
Produttore esecutivoKevin Feige, Michael Waldron, Stephen Broussard, Kate Herron
Casa di produzioneMarvel Studios
Prima visione
Rete televisivaDisney+
Opere audiovisive correlate
AltreSerie televisive del Marvel Cinematic Universe

Loki è una serie televisiva statunitense scritta da Michael Waldron e diretta da Kate Herron per Disney+ e basata sull'omonimo personaggio della Marvel Comics.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il villain mutevole Loki ritorna nel ruolo del Dio dell'Inganno in una nuova serie ambientata dopo gli eventi di Avengers: Endgame.[1]

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Fanno parte del cast anche Sophia Di Martino,[2] Owen Wilson,[3] Gugu Mbatha-Raw,[4] Wunmi Mosaku[5] e Richard E. Grant in ruoli non ancora specificati e Cailey Fleming nel ruolo di una "giovane Sylvie"[6].

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

A settembre 2018, i Marvel Studios stavano sviluppando diverse serie per il servizio di streaming Disney+, incentrato sui personaggi secondari dei film Marvel Cinematic Universe che non avevano recitato nei loro film, come Loki; gli attori che interpretavano i personaggi nei film dovevano riprendere i loro ruoli per le serie. Ci si aspettava che la serie fosse composta da 6-8 episodi ciascuno e che avesse un "budget considerevole in concorrenza con quelli di una grande produzione in studio". La serie sarebbe stata prodotta dai Marvel Studios, piuttosto che dalla Marvel Television, che ha prodotto le precedenti serie televisive nel MCU. Si riteneva che il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige stesse assumendo un "ruolo pratico" nello sviluppo di ogni serie,[7] concentrandosi sulla "continuità della storia" con i film e sul "trattamento" degli attori che avrebbero ripreso i loro ruoli dalle pellicole.[8] Il CEO della Disney Bob Iger ha confermato a novembre che una serie incentrata su Loki era in fase di sviluppo e che Tom Hiddleston avrebbe dovuto riprendere il suo ruolo dalla serie cinematografica.[9]

Michael Waldron è stato assunto come sceneggiatore e produttore esecutivo della serie nel febbraio 2019. Era anche pronto a scrivere l'episodio pilota. Ci si aspettava che la serie seguisse Loki mentre "compare nella storia umana come un improbabile influenzatore di eventi storici". Un mese dopo, Feige ha dichiarato che Loki ha più di mille anni nei film MCU, quindi la serie avrebbe esplorato ciò che ha fatto durante la sua lunga vita. Ha aggiunto che l'interesse per i Marvel Studios nel realizzare la serie era di lavorare di più con Hiddleston ed esplorare il personaggio di Loki al di là di lui come personaggio di supporto nei film.[10] Nell'agosto 2019, Hiddleston ha spiegato di aver saputo del suo ruolo da cameo in Avengers: Endgame (2019) quando ha filmato la morte di Loki per Avengers: Infinity War (2018), ma ha considerato quest'ultimo come la fine emotiva del suo arco del personaggio. Ha poi appreso i piani per una serie su Loki circa sei settimane prima che Infinity War fosse rilasciato e ha tenuto la serie segreta fino al suo annuncio ufficiale più tardi quello stesso anno. Ha espresso l'entusiasmo di poter cambiare Loki in modi diversi prendendo una versione precedente del personaggio e "vedendolo imbattersi in avversari più formidabili, come non ha mai visto".[11] Sempre quel mese, Kate Herron è stata annunciata quale responsabile della regia e della produzione esecutiva della serie, che è stata confermata per sei episodi.

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Hiddleston durante la promozione della serie al San Diego Comic-Con 2019

La serie si svolge dopo Avengers: Endgame, che ha visto Loki rubare il Tesseract durante gli eventi del 2012 di The Avengers, che ha creato una sequenza temporale alternativa dai principali film del MCU[12]. Nella serie Loki usa il Tesseract per viaggiare nel tempo e alterare la storia umana. Nell'agosto 2019, Herron dichiarò che la serie avrebbe "portato Loki in una parte completamente nuova del MCU" mentre Waldron disse che avrebbe "esplorato le domande che tutti noi abbiamo: dove è andato Loki dopo aver raccolto il Tesseract? Il sole splenderà mai più su di lui? " Il produttore esecutivo Stephen Broussard ha affermato che, oltre all'elemento del viaggio nel tempo, la serie avrebbe una "qualità maniacale".[13] Secondo Feige la serie si collegherà al film del 2021 Doctor Strange in the Multiverse of Madness.

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Hiddleston riprenderà il suo ruolo di Loki, con il suo coinvolgimento confermato nel febbraio 2019 dal presidente di Walt Disney Studios Alan F. Horn.[14] Nel novembre 2019, Sophia Di Martino è stata annunciata in un ruolo non specificato "altamente contestato", riferito come una incarnazione femminile di Loki[15]. Nel gennaio 2020, Owen Wilson si è unito al cast come "un personaggio di spicco". A marzo Cailey Fleming è entrata a far parte del cast nel ruolo di una "giovane Sylvie". L'11 marzo si è unito al cast Richard E. Grant.[16]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono iniziate nel gennaio 2020,[17] con il titolo provvisorio River Cruise,[18] con la regia di Herron. Autumn Durald è il direttore della fotografia per la serie.

Promozione e trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Loki debutterà nella primavera del 2021 su Disney+.[19] Uno spot di The Falcon and the Winter Soldier, WandaVision e Loki è stato mostrato durante il 54º Super Bowl. Nella pubblicità si vede Loki dire «I'm going to burn this place to the ground» («Raderò al suolo questo posto»).[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Loki: ecco la sinossi ufficiale della serie che vedremo su Disney+, su nerdpool.it.
  2. ^ ‘Loki’: Sophia Di Martino to Co-Star With Tom Hiddleston in Marvel Series (EXCLUSIVE), su variety.com.
  3. ^ ‘Loki’: Owen Wilson Joins Marvel Series On Disney+, su deadline.com.
  4. ^ ‘Loki’: Gugu Mbatha-Raw Joins Marvel Series On Disney+, su deadline.com.
  5. ^ Leaked Footage Reveals New Look At The Set Of Marvel Studios’ ‘Loki’, su fullcirclecinema.com.
  6. ^ More Evidence Hints at Enchantress Appearing in Loki, su mcucosmic.com.
  7. ^ Loki, Scarlet Witch, Other Marvel Heroes to Get Own TV Series on Disney Streaming Service (EXCLUSIVE), su variety.com.
  8. ^ Marvel Duo Falcon & Winter Soldier Teaming For Disney Streaming Series, su deadline.com.
  9. ^ ‘Rogue One’ Prequel Series In Works For Disney’s Streaming Service, Now Named Disney+, su deadline.com.
  10. ^ Kevin Feige On Planning the ‘Infinity War’ Ending, ‘Captain Marvel,’ And Honoring Stan Lee, su youtube.com.
  11. ^ Tom Hiddleston kept his 'Loki' secret for a very long time, su yahoo.com.
  12. ^ How Loki's New Timeline Plays Out After Avengers: Endgame, su comicbook.com.
  13. ^ What's Next For The Marvel Cinematic Universe After 'Avengers: Endgame', su marvel.com.
  14. ^ Disney Film Chief Alan Horn Talks Fox Merger, 'Star Wars' and Pixar Post-John Lasseter, su hollywoodreporter.com.
  15. ^ ‘Loki’: Sophia Di Martino Joins Tom Hiddleston in Marvel Limited Series For Disney+, su deadline.com.
  16. ^ RICHARD E. GRANT ENTRA A FAR PARTE DEL CAST DI LOKI, su serial.everyeye.it.
  17. ^ Weekly Must List Pick: Tom Hiddleston on coming to Broadway with an act of Betrayal, su ew.com.
  18. ^ Loki Working Title Revealed for Marvel Studios Series, su comicbook.com.
  19. ^ LOKI: LA SINOSSI UFFICIALE DELLA SERIE DISNEY+ CONFERMA L'AMBIENTAZIONE E I PRIMI DETTAGLI, su movieplayer.it.
  20. ^ (EN) Devan Coggan, Disney+ drops surprise look at Loki, WandaVision, and The Falcon and the Winter Soldier, su ew.com, 2 febbraio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]