Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Spider-Man (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spider-Man
Supaidāman.png
Il protagonista nella sigla iniziale
Titolo originaleSupaidāman
PaeseGiappone
Anno1978-1979
Formatoserie TV
Generefantascienza
Stagioni1
Episodi41
Durata30 minuti
Lingua originalegiapponese
Crediti
Interpreti e personaggi
Voci e personaggi
ProduttoreToei Animation
Prima visione
Dal17 maggio 1978
Al14 marzo 1979
Rete televisivaTokyo Channel 12

Spider-Man (スパイダーマン Supaidāman?) è una serie televisiva live action tokusatsu giapponese prodotta dalla Toei Animation nel 1978, basata sull'omonimo personaggio dei fumetti Marvel Comics, l'Uomo Ragno.[1] In questa serie, Spider-Man pilota un robot gigante chiamato Leopardon. Fu proprio il robot Leopardon ad aver dato l'idea alla Toei di inserire i mecha giganti nelle serie Super Sentai. La serie è disponibile in streaming sul sito ufficiale della Marvel.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per sconfiggere il professor Monster, alla guida dell'armata Evil Cross, il motociclista Takuya Yamashiro si trasforma in un eroe dotato di un costume quasi identico a quello di Spider-Man, questa volta con a sua disposizione il robot gigante Leopardon e una macchina volante super attrezzata.

Caratteristiche della serie[modifica | modifica wikitesto]

La serie è composta da 41 puntate, della durata di circa mezz'ora.

In questa serie sono totalmente assenti i caratteri e personaggi classici del supereroe originale, che sono stati rimpiazzati con elementi futuristici tipici delle produzioni giapponesi. Inoltre in questa serie, gli occhi della maschera del protagonista sono più assottigliati, formando i tipici "occhi a mandorla" e il protagonista porta sul polso un bracciale nel quale il costume è custodito e salta fuori quando un pulsante è premuto, cadendo sul suo corpo, trasformandolo in Spider-Man. A differenza degli altri eroi tokusatsu come Kamen Rider, Spider-Man non ha una mossa finale, ma usa il robot Leopardon per distruggere i mostri del Dr. Monster.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Spider-Man on TV, in IGN. URL consultato il 02-08-2012.
  2. ^ (EN) Japanese Spider-Man Movie Hub at Marvel.com
  3. ^ (JA) Manga versions of Toei's Spider-Man, su www5c.biglobe.ne.jp. URL consultato il 1º luglio 2018.
  4. ^ (EN) Toei Spiderman Series Overview, su Japan Hero. URL consultato il 1º luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2007).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]