Spider-Man 3 (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spider-Man 3
videogioco
Logo spiderman 3 videogioco.jpg
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 2, PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, Game Boy Advance, Wii, Nintendo DS, PlayStation Portable
Data di pubblicazionePlayStation 2:
Giappone 17 ottobre 2007
Flags of Canada and the United States.svg 4 maggio 2007
Zona PAL 4 maggio 2007
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 4 maggio 2007

PlayStation 3:
Giappone 17 ottobre 2007
Flags of Canada and the United States.svg 4 maggio 2007
Zona PAL 18 maggio 2007
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 20 settembre 2007
Xbox 360, Windows:
Flags of Canada and the United States.svg 4 maggio 2007
Zona PAL 4 maggio 2007
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 4 maggio 2007
Game Boy Advance:
Flags of Canada and the United States.svg 4 maggio 2007
Zona PAL 2 maggio 2007
Wii, Nintendo DS:
Giappone 19 marzo 2008
Flags of Canada and the United States.svg 4 maggio 2007
Zona PAL 4 maggio 2007
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 4 maggio 2007
PlayStation Portable:
Flags of Canada and the United States.svg 16 ottobre 2007
Zona PAL 2 novembre 2007
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 4 dicembre 2007
Xbox Live:
Flags of Canada and the United States.svg 15 gennaio 2013
Zona PAL 15 gennaio 2013
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 15 gennaio 2013

GenereAvventura dinamica
TemaSpider-Man
OrigineStati Uniti
SviluppoVicarious Visions (PS2, PSP, Wii, DS), Beenox (PC), Treyarch (PS3, Xbox 360)
PubblicazioneActivision
DirezioneMark Nau
ProduzioneAnna Donlon, Gregory John
ProgrammazioneMartin Donlon, Jason Bare, Michael Vance
Direzione artisticaDavid Dalzell
SceneggiaturaAl Septien, Turi Meyer
MusicheTobias Enhus
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock 2, DualShock 3, Sixaxis, gamepad, tastiera, controller wireless, Wii Remote, Nunchuk, touch screen
Motore graficoVicarious Visions Alchemy (PS2, GBA, Wii, DS e PSP)
SupportoDVD, Blu-ray Disc, cartuccia, Nintendo Optical Disc, UMD, download
Distribuzione digitaleXbox Live
Fascia di etàCEROB · ESRBT · OFLC (AU): M · PEGI: 12
Preceduto daSpider-Man 2

Spider-Man 3 è un videogioco sviluppato da Treyarch, Beenox e Vicarious Visions, a seconda delle versioni, basato sul supereroe dei fumetti della Marvel Comics, l'Uomo Ragno. Si tratta dell'adattamento videoludico del film omonimo diretto da Sam Raimi. Spider-Man 3 è stato pubblicato il 4 maggio 2007 per le piattaforme Microsoft Windows, PlayStation 3, Wii, Xbox 360, PlayStation 2, Nintendo DS e Game Boy Advance, e nell'ottobre dello stesso anno per PlayStation Portable.

Sono uscite simultaneamente due versioni del videogioco, quella normale e una chiamata Spider-Man 3: Collector's Edition disponibile esclusivamente per PlayStation 3 che include diversi contenuti speciali.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco, come il capitolo precedente, presenta una New York City in 3D completamente free roaming; si possono scegliere i crimini da combattere, le missioni da compiere e le mosse da utilizzare. Nel gioco l'Uomo Ragno si trova ad affrontare l'Uomo Sabbia, nuovo supercriminale comparso in città, e il suo ex migliore amico Harry Osborn che, seguendo le orme del padre, è diventato il nuovo Goblin. Infine Spidey se la dovrà vedere con il proprio lato oscuro che verrà fuori con il famoso e potente costume nero.

Nella città sono visualizzate le missioni da compiere, le gare da affrontare, i posti da visitare, e nella mappa sono evidenziate in rosso le parti della città con un alto tasso di criminalità; se ci si impegna a sconfiggere il crimine, la reputazione migliora e si è ricompensati da milioni di fan, in caso contrario si è odiati dalla gente e si viene coperti di vergogna; inoltre il crimine si diffonde maggiormente e il compito diventa ancora più difficile.

L'Uomo Ragno col costume nero è più veloce, più potente e può fare delle spettacolari serie di combo; inoltre i suoi sensi di ragno sono potenziati e diventa più reattivo e letale.

Nella versione PlayStation 3 del gioco è stato aggiunto un personaggio completamente diverso, ovvero il nuovo Goblin, che utilizza un mezzo locomotore controllabile con il Sixaxis con cui può sfrecciare tra i palazzi a folle velocità lanciando le bombe-zucca. In più il videogioco offre molti nemici oltre quelli del film, che variano a seconda della versione, tra cui: Shriek, Morbius, Kraven, Lizard, lo Scorpione, Rhino, Kingpin e Luke Carlyle.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Microsoft Windows, PlayStation 3 e Xbox 360[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata circa un anno dopo gli eventi del gioco precedente, la storia inizia con una nuova banda, i Dinamitardi, più simile a un'organizzazione avanzata, che fa esplodere il Carlyle Building, quando Spider-Man arriva per salvare le persone intrappolate e si occupa dei cattivi.

Spider-Man sembra aver trovato finalmente l'equilibrio tra la sua vita civile e quella da supereroe, grazie anche all'amore di Mary Jane. Gli inconvenienti però non mancano, come l'arrivo del fotografo rivale Eddie Brock al Daily Bugle, l'odio nei suoi confronti da parte del suo amico Harry Osborn, convinto che abbia ucciso suo padre, e l'arrivo in città di nuove bande. Così mentre Peter riceve diversi incarichi al Daily Bugle dal suo capo, J. Jonah Jameson, come dover fotografare alcune misteriose lucertole giganti avvistate in città, come Spider-Man deve affrontare le tre nuove bande che terrorizzano la città: Gli Apocalypse, le Dolcezze all'Arsenico e le Code di Drago. Scontrandosi con gli Apocalypse sventa i loro attacchi alla metropolitana, alla centrale elettrica e sconfigge il loro leader, e sventa anche i piani delle Dolcezze all'Arsenico, sconfiggendoli durante un attacco a un teatro, e più tardi alla loro fabbrica e nascondiglio - un magazzino pieno di fuochi d'artificio e di ostaggi - e delle Code di Drago, che hanno cercato di dirottare un furgone pieno di antiche statue cinesi. Spider-Man deve anche occuparsi del ritorno dei Dinamitardi, che minacciano di far saltare in aria la metropolitana, ma è in grado di sventare il loro piano appena in tempo.

Dopo una lunga giornata di lotta contro il crimine, Petet accompagna Mary Jane a Central Park per parlare. Mentre conversano a proposito di Harry, un simbionte alieno all'interno di una meteora si schianta lì vicino e si attacca alla scarpa di Peter, mentre Harry, nel nascondiglio di suo padre, si sottopone al siero del supersoldato, diventando il Nuovo Goblin. Nel frattempo, il dottor Curt Connors, professore di scienze all'università di Peter, si inietta un siero con DNA di lucertola nella speranza di far ricrescere il braccio destro mancante, ma invece si trasforma in una lucertola gigante, conosciuta come Lizard. Mentre studia il laboratorio di Connors, Peter trova una registrazione video del dottore e scopre cosa è successo, ma viene attaccato di colpo da Lizard, che scappa nelle fogne. Dandogli la caccia, Spider-Man viaggia attraverso le fogne della città alla ricerca del dottore, e lungo la strada incontra numerose persone che Connors ha trasformato in altre lucertole col siero. Dopo aver combattuto le lucertole ed essere fuggito da una trivella gigante, Spider-Man alla fine affronta Lizard nella sua tana e scopre il suo piano per liberare le lucertole in città e prendere il controllo. Sebbene Spider-Man sventa il suo piano e lo sconfigge, lui e le altre lucertole riescono a fuggire nelle fogne e nascondersi.

Ritornato all'università Peter, in abiti civili, viene improvvisamente attaccato da Harry, che vuole ucciderlo per vendicare la morte di suo padre. Dopo una battaglia in tutta la città, alla fine Peter sconfigge Harry e lo colpisce involontariamente, prima di portarlo in ospedale per riprendersi. Nel frattempo, un detenuto fuggito di nome Flint Marko cerca di scappare dalla polizia e cade in una zona piena di sabbia, dove gli scienziati stanno facendo esperimenti sulle particelle, che fonde Marko con la sabbia trasformandolo nell'Uomo Sabbia. Si scopre anche che Marko è in realtà il vero assassino dello zio Ben, cosa che lascia Peter sconvolto.

Il giorno seguente, Spider-Man sventa di nuovo i piani dei Dinamitardi, che hanno piazzato bombe in tutto il distretto finanziario e successivamente hanno attaccato anche una centrale nucleare, durante la quale scopre che il loro leader è Luke Carlyle, uno degli uomini d'affari più ricchi di New York. Dopo questi fallimenti, i Dinamitardi effettuano un attacco finale al Daily Bugle, rapendo J. Jonah Jameson, ma Spidey è in grado di disarmare le bombe piazzate nel giornale e quindi insegue il loro elicottero per salvare Jameson. Dopo averlo portato in salvo, Spider-Man combatte e riesce a distruggere il velivolo, ma Carlyle e i suoi uomini fuggono. Allo stesso tempo, Spider-Man inizia a lavorare con la detective Jean DeWolfe, che gli chiede aiuto contro alcuni corrieri di armi e poliziotti corrotti, in cambio di informazioni sul caso del dinamitardo pazzo, su cui anche lei sta indagando. Spidey scatta foto di alcuni d'affari sporchi per DeWolfe e la salva persino da alcuni poliziotti corrotti che hanno tentato di ucciderla mettendola in un'auto per gettarla in mare. Alla fine diventano amici, anche se DeWolfe lo nega.

Nel frattempo Mac Gargan, alias lo Scorpione, l'ex soggetto di un esperimento militare fallito che lo ha lasciato con una coda di scorpione meccanica non rimovibile (che Spider-Man aveva precedentemente incontrato in una stazione della metropolitana anni fa, prima che fuggisse), viene coinvolto in un esperimento dal Dr. Stillwell, lo scienziato capo di una società scientifica di nome MechaBioCon (MBC), che ha mentito a Gargan, dicendogli che lo avrebbe aiutato a rimuovere la coda e invece sfrutta solo le sue abilità per i suoi scopi malvagi. Stillwell fornisce a Scorpione un'armatura che potenzia le sue abilità e, per assicurarsi che soddisfi le sue esigenze, ha anche creato un dispositivo di controllo mentale, che viene installato nel casco di Gargan e può essere attivato a distanza in qualsiasi momento. Dopo che Stillwell ha spedito Scorpione sotto controllo mentale a liberare Rhino (che Spider-Man aveva già combattuto un anno fa) da un furgone della polizia, Spider-Man assiste alla fuga di quest'ultimo e vede Gargan ferito che viene prelevato da un furgone MBC, venendo così a conoscenza dell'esistenza della società. Spider-Man in seguito decide di indagare sulla MBC e di saperne di più sulla sua connessione con Scorpione, quindi si infiltra nella loro sede offshore. Una volta lì, Spider-Man procede a farsi strada attraverso tutti i robot di sicurezza e le guardie e alla fine si imbatte in uno scienziato di nome Dr. Andrews, che si interessa davvero a Gargan e rivela a Spider-Man che lo stanno trattenendo altrove, presso la sede centrale della MBC a Manhattan. Dopo essere scappato a malapena dal posto, Spider-Man ritorna in città e si infiltra nella sede centrale, per trovare e salvare Gargan. Dopo essersi nuovamente fatto strada tra le guardie e i sistemi di sicurezza, Spidey trova finalmente Scorpione, ma Stillwell attiva il dispositivo di controllo mentale e lo scatena per uccidere Spider-Man. Il tessiragnatele ha un breve combattimento con Gargan, prima che riesca a scappare in città, ma Spider-Man lo insegue fino a un ponte, dove distrugge i satelliti che alimentano il dispositivo, liberando Scorpione dal controllo mentale. Gargan ringrazia Spider-Man per il suo aiuto e inizia a pianificare la sua vendetta sulla MBC, mentre l'eroe torna a casa.

Quella notte, dopo che Peter si è addormentato sfinito col costume addosso, il simbionte che si era portato dietro si avvicina a lui e lo avvolge completamente; risvegliandosi all'aperto nel cuore della città si ritrova con un nuovissimo costume nero. Questa nuova tuta simbiotica aumenta considerevolmente la sua forza e agilità, ma rende anche Spider-Man più aggressivo e meno propenso a comportarsi da eroe. Colpito dai poteri del simbionte, Peter individua l'Uomo Sabbia, che ha appena rapinato una banca, e lo insegue nella metropolitana, combattendo contro di lui. Spider-Man riesce a sconfiggere Flint Marko, ma il simbionte condiziona Peter e lo spinge a spazzarlo violentemente via con l'acqua di un condotto in una fogna, apparentemente uccidendolo. Il giorno seguente, al Bugle, a Peter e ad Eddie viene assegnato lo stesso incarico: immortalare Spider-Man che ruba qualcosa per screditarlo, e chi lo fa per primo ottiene una promozione. Brock tenta di imbrogliare pagando qualcuno che si travesta da Spider-Man simulando un reato, ma appare il vero Spider-Man che, influenzato dal costume nero, rompe la telecamera di Brock e lo aggredisce. Brock gli dice di avere più macchine fotografiche che hanno immortalato il suo gesto, ma Spider-Man le distrugge tutte e si dilegua, mentre Brock giura vendetta.

Spider-Man ritorna poi nelle fogne per continuare a cercare Lizard, e si imbatte in Kraven il Cacciatore e la sua compagna Calypso, che stanno dando la caccia a Lizard, considerandolo un trofeo esemplare, e hanno già ucciso numerose altre lucertole che si trovavano sulla loro strada. Proprio mentre Kraven ha catturato Lizard e si prepara ad ucciderlo, Spider-Man interviene e combatte contro Kraven, che usa varie pozioni magiche fornite da Calypso, mentre Lizard scappa, ma viene rapidamente messo alle strette dalla donna che usa una delle sue pozioni per trasformarlo in una mostruosa lucertola colossale, nel tentativo di renderlo un avversario più degno. Dopo aver sconfitto Kraven, che riesce a fuggire, Spider-Man continua a inseguire Lizard e alla fine viene costretto ad affrontarlo in una pericolosa battaglia. Spider-Man sconfigge il Lizard trasformato, che ritorna ad essere il Dr. Connors, e lo porta in ospedale; tuttavia, dopo il violento scontro, Spider-Man rimane preoccupato dall'eccesso di violenza datogli dal costume nero.

Qualche tempo dopo, Spider-Man sventa ancora una volta i piani delle Dolcezze all'Arsenico, che hanno cercato di rubare alcuni gioielli da un museo e in seguito hanno costretto un uomo innocente a sposare la loro leader. Tornando al Daily Bugle, Peter riceve un nuovo incarico: scattare foto del discorso della polizia in tribunale sulla guerra alle gang recentemente vinta e sull'arresto dei leader delle tre bande. Peter va in tribunale e scatta le foto, ma poi nota Wilson Fisk, alias Kingpin, il boss del crimine di New York, che aveva assunto tutte e tre le bande. Kingpin interrompe il discorso e libera i tre leader della banda, prima di andarsene con loro nel caos che ne deriva. Dopo aver sconfitto gli scagnozzi di Kingpin in tribunale, Peter torna al Bugle e dà le foto che ha fatto a Robbie Robertson, che poi gli dice dove trovare Fisk. La sera stessa, Spider-Man affronta Kingpin nel suo rifugio, dove sconfigge di nuovo tutti i suoi sicari, così come i tre leader delle bande, prima di combattere contro Kingpin stesso. Spider-Man riesce a sconfiggerlo, ma il simbionte lo condiziona ancora una volta e così lancia violentemente Kingpin fuori da una finestra, apparentemente uccidendolo; questo fa capire definitivamente a Spider-Man che il costume nero ha un'influenza negativa sul suo comportamento, anche se lui non se ne è ancora sbarazzato.

Più tardi quella sera, dopo un appuntamento finito male con Mary Jane, in cui il simbionte fa diventare Peter antipatico e possessivo, Mary Jane decide di troncare la loro relazione. Rendendosi conto che il simbionte lo ha cambiato sempre di più, Spider-Man si reca nel campanile di una chiesa vicina per riflettere, per poi tentare di togliersi di dosso il costume. Grazie alle vibrazioni prodotte dalla campana, che si mette a suonare, Peter rimuove con successo il simbionte, ma, a sua insaputa, Eddie Brock era nella chiesa e lo ha spiato guardandolo smascherarsi. Mentre Spider-Man ritorna a casa, il simbionte scende lungo il campanile e si attacca a Brock, trasformandolo in Venom.

Tornato alla normalità, Spider-Man visita un Connors ancora in fase di guarigione in ospedale, che gli chiede di aiutarlo a correggere i suoi errori riportando tutte le altre persone tramutate in lucertola alla normalità. Spider-Man ritorna nel laboratorio nascosto nelle fogne per recuperare alcuni ingredienti, che Connors utilizza per creare un antidoto. Spidey porta quindi la sostanza nelle fogne e lo posiziona in alcuni contenitori (messi lì prima da Connors quando era ancora Lizard), che rilasciano l'antidoto nell'aria, riportando tutti i cittadini trasformati alla normalità. Infine Spider-Man visita di nuovo Connors e lo rassicura dicendo che è un uomo buono, prima di andarsene.

Spider-Man in seguito visita anche Mac Gargan e lo aiuta a infiltrarsi nel quartier generale della MBC attraverso un tunnel, per ottenere la sua vendetta su Stillwell. Tuttavia, dopo aver superato il sistema di sicurezza e le guardie, i due scoprono che Stillwell ha assunto Rhino come sua guardia del corpo personale e ha rapito il dottor Andrews per attirare Scorpione. Stillwell quindi invia Rhino per uccidere sia Gargan che Spider-Man, ma i due lavorano insieme e riescono a sconfiggere Rhino, prima di affrontare Stillwell, che sta ancora tenendo in ostaggio Andrews. Gargan si prepara a uccidere Stillwell per tutto il dolore che gli ha causato, ma Andrews interviene e lo aiuta a capire che questo non risolverà nulla. Rendendosi conto che non sarà mai più l'uomo di una volta, Gargan se ne va, mentre Spider-Man lascia Stillwell alla polizia.

Tempo dopo, una sera, Brock rintraccia Flint Marko ancora vivo nel parco e gli propone di uccidere Spider-Man insieme. Marko però non vuole uccidere l'eroe, ma solo fare sì che non lo intralci. Brock però non accetta il suo rifiuto e lo ricatta: o lo aiuterà a uccidere Spider-Man o sua figlia Penny morirà. Non avendo altra scelta, Marko accetta e i due rapiscono Mary Jane per attirare Spider-Man in un cantiere. Mentre Spider-Man lotta contro i due supercriminali, Harry, dopo essersi ripreso dalle ferite, capisce finalmente la situazione e decide di aiutare il suo vecchio amico e, dopo essersi cambiato nei panni del Nuovo Goblin, arriva anche lui al cantiere. Mary Jane alla fine cade dal taxi sospeso fra le ragnatele di Venom, ma Harry la porta in salvo, prima di ingaggiare un combattimento con l'Uomo Sabbia, trasformatosi in un gigante con la sabbia assorbita dal cantiere, mentre Spider-Man continua la sua battaglia con Venom. Harry sconfigge Marko e poi cerca di aiutare Spider-Man, ma Venom lo uccide. Spider-Man si scontra con Venom nella battaglia finale e riesce a indebolirlo con le vibrazioni sonore, ma Venom si riprende ed entrambi si lanciano giù dall'edificio lottando. Spider-Man sopravvive attaccandosi al muro mentre Venom precipitando rimane impalato su alcuni pali d'acciaio e muore.

In seguito, Peter si riabbraccia con Mary Jane e si rimettono insieme mentre Marko, ancora vivo, si riunisce con Penny, recuperata dalla polizia. Infine si scusa con Spider-Man e lo ringrazia, prima di andarsene con sua figlia. Il giorno successivo, Spider-Man, nonostante il lutto per Harry, riprende la sua infinita battaglia contro il crimine, affermando che l'unico modo per onorare e ricordare coloro che ama è non rinunciare mai a essere Spider-Man.

PlayStation 2, PlayStation Portable e Wii[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene la trama di questa versione del gioco sia molto simile a quella della precedente (poiché entrambe seguono la trama del film), questa versione presenta meno personaggi e trame secondarie presentando solo tre storie, oltre a quella del film, riadattate, più complesse e più collegate alla trama in generale. La prima trama secondaria ruota attorno alla banda dei Dinamitardi, di cui Spider-Man deve sventare i vari piani, culminando con l'attacco al Daily Bugle e il rapimento e salvataggio di J. Jonah Jameson, dopo il quale vengono sconfitti per sempre (mentre nell'altra versione i Dinamitardi fuggono dopo che Spider-Man salva Jameson e continuano a sferrare piccoli attacchi alla gente di New York, presenti come eventi casuali sulla mappa). La seconda trama secondaria riguarda sempre la trasformazione del Dr. Curt Connors in Lizard e del tentativo di Spider-Man di curarlo, scontrandosi con altre lucertole, così come con Kraven il Cacciatore, che sta anche lui cercando il dottore per ucciderlo e trasformarlo in un trofeo: in questa versione la moglie di Kraven, Calypso, non è presente, e Connors diventa una lucertola colossale dopo essersi iniettato dell'altro siero personalmente per diventare più forte. La terza e ultima trama è incentrata su Spider-Man che si ritrova a fare un servizio fotografico per il Bugle riguardo un presunto "vampiro" avvistato all'Empire State University. Dopo essersi imbattuto bruscamente nella creatura e avergli scattato la foto, Spider-Man lo rincontra la notte dopo mentre svolge delle ricerche sul simbionte in laboratorio e si scontra con lui, mettendolo KO. Chiede poi l'aiuto di Connors, ormai guarito, che riconosce nel vampiro il famoso biochimico Michael Morbius, trasformatosi a causa di un'alterazione nel suo sangue e disperato per la sua condizione. La vicenda culminerà con la battaglia contro la moglie di Morbius, la vampira Shriek, l'unica responsabile della sua trasformazione, e i suoi seguaci. Inoltre il Simbionte e Shriek sono collegati in qualche modo perché lei attinge i suoi poteri da un meteorite alieno che l'ha portata gradualmente alla pazzia. Le modifiche alla trama principale invece includono il fatto che il costume nero di Spider-Man si sblocca molto prima nel corso della storia; inoltre può essere messo e tolto a piacimento, ma ogni volta che lo si tiene troppo a lungo pian piano consumerà la barra della salute fino a uccidere il protagonista e si faticherà sempre di più a toglierlo, e prima di poterlo indossare di nuovo dovrà passare almeno un minuto. Inoltre la prima battaglia con l'Uomo Sabbia è più vicina alla fine del gioco, mentre la battaglia aerea con il Nuovo Goblin e la battaglia finale contro l'Uomo Sabbia e Venom sono state leggermente cambiate in alcuni punti, ad esempio la sorte di Eddie Brock, che invece di morire perde i sensi dopo non essere riuscito a controllare il simbionte, che lo abbandona.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Peter Parker/l'Uomo Ragno Tobey Maguire Marco Vivio
Harry Osborn/Goblin James Franco Luca Sandri
Eddie Brock/Venom Topher Grace Renato Novara
Flint Marko/l'Uomo Sabbia Thomas Haden Church Marco Balzarotti
J. Jonah Jameson J. K. Simmons Raffaele Fallica
Mary Jane Watson Kari Wahlgren Cinzia Massironi
Curt Connors/Lizard Nathan Carlson Leonardo Gajo
Joseph Robbie Robertson Charlie Robinson Marco Balbi
Jean DeWolfe Vanessa Marshall Elda Olivieri
Betty Brant Rachel Kimsey Cinzia Massironi
Mac Gargan/lo Scorpione Dee Bradley Baker Diego Sabre
Luke Carlyle Neil Ross Luigi Rosa
Calypso Silvana Fantini
Kraven Neil Kaplan Raffaele Fallica
Michael Morbius Sean Donnellan Silvio Pandolfi
Kingpin Bob Joles Marco Balbi
Rhino Leonardo Gajo
Narratore Claudio Ridolfo
Mr. Chen Keone Young Gianni Gaude

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb16655113w (data)