Office of Film and Literature Classification (Australia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Classification Board (CB, o anche ACB da Australian Classification Board) è un ente australiano che si occupa di classificare e imporre restrizioni alla fruizione di film, videogiochi e pubblicazioni nel territorio nazionale. Fu creato nel 1995 come parte del Office of Film and Literature Classification (OFLC, "Ufficio di classificazione dei film e della letteratura"); nel 2006 l'OFLC è stato sciolto e il Classification Board opera come ente a sé.

Il Classification Board non censura direttamente il materiale ordinando tagli o modifiche ma può in pratica censurare media rifiutando la classificazione e rendendo la pubblicazione illegale per il noleggio, la proiezione o l'importazione in Australia.

Il sistema ha diversi livelli di categorie di restrizione, proibizione di vendita, proiezione o uso dei materiali a persone al di sotto di una certa età. Nel 2005, giochi per console e computer sono divenuti soggetti alla stessa classificazione e restrizione dei film (con l'eccezione dei livelli R18+ e X18+), in risposta ai dubbi mostrati da alcuni genitori[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1970 fu creato un sistema di classificazione ed un ente chiamato Australian Classification Board al fine di valutare tutti i film (e dal 1994 i videogiochi) presenti in Australia. Nei primi anni c'erano quattro valori nella classificazione:

  • G per General Exhibition (nessuna restrizione)
  • NRC per Not Recommended for Children ("non raccomandato per bambini"), poi divenuto PG (Parental Guidance)
  • M per Mature Audiences ("pubblico adulto")
  • R per Restricted Exhibition (restrizione)

Nel 1993, il Classification Board introdusse il valore MA15+ per segnalare un contenuto che era troppo forte per la classificazione M ma non così tanto da imporre la restrizione ai maggiori di 18 anni.[2] Nel 1994 venne introdotto l'Office of Film and Literature Classification (OFLC) come organismo di controllo del Classification Board. Nel 2005 l'OFLC fu sciolto e il Classification Board passò all'ufficio della procura di stato ("Attorney-General's Department"). La classificazione con i colori per film e videogiochi fu introdotta nel maggio 2005.[3]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema OFLC utilizza una serie di simboli e colori per classificare i prodotti per età di fruizione.

Símbolo Significato Impatto morale Vecchia classificazione
Australian OFLC E logo.png Esente da classificazione, in genere materiale didattico Sconosciuto o nessuno
Australian OFLC G tag logo.svg Generale, per tutte le età Molto basso [4]
PG classification tag from OFLC.svg Consigliato ai bambini solo se in presenza di adulti Basso OFLC Australia Rating - G8.png[4]
Australian OFLC M logo.svg Consigliato ad adolescenti dai 15 anni in poi Moderato OFLC Australia Rating - M15.png[4]
MA 15+ classification tag from OFLC.svg Vietato ai minori di 15 anni (a meno che non siano autorizzati da un adulto) Alto OFLC Australia Rating - MA15.png[4]
OFLC R 18 classification tag.svg Vietato ai minori di 18 anni Molto alto
OFLC X 18 classification tag.svg Contenuto pornografico, solo per i maggiori di 18 anni Estremo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Games get film ratings, in The Daily Telegraph, 1 – State, 6 luglio 2005, p. 11. (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2005).
  2. ^ Censorship Classifications, in Sydney Morning Herald, 1º luglio 1973, p. 87. URL consultato il 18 settembre 2010.
  3. ^ Annual Report 2004–2005
  4. ^ a b c d http://www.classification.gov.au/www/cob/rwpattach.nsf/VAP/(4CA02151F94FFB778ADAEC2E6EA8653D)~CLS+-+Amusement+Arcade+Games+Factsheet+Nov09+Update.DOC

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]