Kingpin (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kingpin
Kingpin, il re del crimine, disegnato da Humberto Ramos
Kingpin, il re del crimine, disegnato da Humberto Ramos
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Wilson Fisk
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. luglio 1967
1ª app. in Amazing Spider-Man n. 50 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. dicembre 1971
app. it. in L'Uomo Ragno n. 44 – I serie
Sesso Maschio
Abilità
  • Forza sovrumana
  • Esperto combattente di arti marziali
  • Grande intelligenza e capacità tattiche
Parenti
  • Vanessa (moglie, deceduta)
  • Richard Fisk (figlio, deceduto)

Kingpin, il cui vero nome è Wilson Fisk, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e John Romita Sr. (disegni) nel 1967, pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione è in Amazing Spider-Man (prima serie) n. 50 (luglio 1967).

È un supercriminale tra i più feroci e pericolosi dell'universo Marvel, che spesso si è scontrato con dei supereroi, in particolare l'Uomo Ragno, Devil e Punisher. Inizialmente faceva parte del gruppo di nemici dell'Uomo Ragno, sul finire degli anni settanta Frank Miller lo inserì nelle storie di Daredevil, dandogli l'attuale caratterizzazione di leader criminale intelligente, subdolo e manipolatore, spietato con gli avversari ma affettuosissimo con i congiunti, e rendendolo la nemesi principale del "Diavolo Rosso". La sua imponente figura venne modellata sul personaggio di Casper Gutman, interpretato da Sydney Greenstreet in Il mistero del falco.

Da notare che nell'universo Marvel Kingpin è un titolo assegnato a chi ha una posizione di dominio nel mondo del crimine, anche sulla scena internazionale, sebbene il riferimento sia particolarmente all'area metropolitana di New York. Dello stesso titolo si sono fregiati, per poco tempo, anche il Gufo e lo stesso Devil.

Kingpin si è classificato al decimo posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti, fatta dall'IGN. Potrebbe definirsi una versione Marvel di Lex Luthor.

Muore per mano di Superior Spiderman (il Dottor Octoptus nel corpo di Peter Parker) nella distruzione di Shadowland, bruciato e schiacciato dai detriti.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Da giovane Fisk era sempre preso di mira dagli altri ragazzi della sua età a causa della sua mole, che lo rendeva goffo e impacciato. Spinto dalla rabbia incominciò ad allenarsi in scontri di lotta libera e di sumo. Trasformò il grasso in muscoli, sebbene l'aspetto sia rimasto più da obeso che atletico, trasformandosi in una macchina da combattimento in grado di tenere testa anche a supereroi dotati di superforza (come l'Uomo ragno).

Interessandosi alla malavita decise di impegnarsi nelle scienze politiche, che secondo il suo punto di vista lo avrebbero aiutato a dirigere bande criminali. Inizialmente cominciò come brutale picchiatore agli ordini del Kingpin dell'epoca, Don Rigoletto, ma una volta ucciso questi s'impossessò della sua attività criminosa, allargando il suo impero criminale a macchia d'olio.

Fisk conobbe una donna chiamata Vanessa e da lei ebbe un figlio (Richard); quest'ultimo ebbe un rapporto conflittuale col padre, tant'è che una volta adulto divenne il boss rivale chiamato La Rosa (Marvel Comics).

Kingpin tentò varie volte di eliminare chiunque ostacolasse il regno del crimine che aveva instaurato, ma le sue azioni furono sventate sempre dall'Uomo Ragno, da Devil o da Punisher.

Soprattutto l'uomo senza paura divenne una costante spina nel fianco, tanto che, per liberarsi di lui, spesso Kingpin ha assunto pericolosi assassini come Bullseye, Elektra, o Typhoid Mary.

Rinascita[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Devil: Rinascita.

Kingpin fu sul punto di spezzare Devil quando venne a sapere della sua identità segreta (venduta dall'ex amante dell'eroe, Karen Page, per una dose di eroina). Decise quindi di attaccare l'uomo dietro la maschera tramite terzi: prima gli fece bloccare il conto in banca, poi lo fece radiare dall'albo degli avvocati con una falsa accusa di corruzione e infine fece saltare in aria il suo appartamento, costringendolo ad una vita da senzatetto per le fredde strade di Hell's Kitchen. Murdock fu sul punto d'impazzire, ma, grazie alla ritrovata madre Maggie (fattasi suora) e al ritrovato amore per la pentita Karen, riuscì a reagire e a risollevarsi.

Da allora Fisk ha sempre cercato di eliminare Devil cercando di spezzarne lo spirito prima di ucciderlo definitivamente, in una sorta di duello psicologico.

The Murdock Paper[modifica | modifica sorgente]

Dopo che Maya Lopez gli sparò alla faccia rendendolo cieco per un certo periodo, i suoi alleati gli si rivoltarono contro massacrandolo e costringendolo a scappare da New York. Devil prese così il posto di "Kingpin" per un certo periodo. Wilson Fisk fu incarcerato per opera di Murdock ma, quando la stampa venne a sapere della doppia identità di Devil, Fisk disse all'F.B.I. di avere le prove che confermavano l'identità di Devil, e che le avrebbe consegnate solo in cambio della scarcerazione. Grazie alle prove date da Kingpin, Matt Murdock fu arrestato e portato a Riker's Island, ma i federali non mantennero la parola e rinchiusero nello stesso carcere anche Fisk.

Civil War[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Durante Civil War Fisk, dando disposizioni dal carcere in cui era detenuto, ha aiutato in un'occasione i ribelli guidati da Capitan America per i propri obiettivi: Stark cercò di barattare la sua scarcerazione con l'informazione relativa al nascondiglio degli oppositori alla registrazione, Fisk finse di accettare rivelando però il luogo dove in realtà si rifugiava il boss rivale Testa di martello (che stava tentando di impossessarsi dei suoi territori approfittando della sua assenza), spacciandolo per la base segreta dei ribelli.

Alla conclusione della guerra, venuto a conoscenza della vera identità dell'Uomo Ragno, paga un killer per uccidere Peter Parker (ma per sbaglio colpisce invece la zia May Parker), dando il via agli eventi che portano alla saga intitolata Back in Black durante la quale l'Uomo Ragno, tornerà a vestire il costume nero. Dopo lunghe ricerche Peter riesce a risalire a Fisk e, una volta raggiuntolo in prigione, comincia a massacrarlo: al termine del pestaggio Parker gli giura che, qualora May dovesse morire, lui tornerà per ucciderlo, con la consapevolezza che potrebbe farlo in qualunque momento, umiliando Fisk davanti a tutti i prigionieri di Riker's.

Durante una rivolta carceraria, Fisk e Murdock furono costretti a collaborare per respingere l'assalto di alcuni rivoltosi che volevano ucciderli entrambi, ma quando Kingpin liberò Bullseye, Matt si ribellò, facendo in modo che i due criminali non riuscissero a evadere.

Una volta fuori, Devil riuscì a depistare l'opinione pubblica e a riappropriarsi della sua doppia vita grazie all'aiuto di Vanessa Fisk, in punto di morte a causa di un cancro. Vanessa chiese a Matt di ripagarla facendo uscire suo marito Wilson dal carcere. Così Matt Murdock divenne l'avvocato difensore di Wilson Fisk, riuscendo a farlo scarcerare come promesso, a patto che lasciasse gli Stati Uniti. Per onorare la volontà dell'amata moglie defunta, Wilson Fisk ha mantenuto la promessa e si è ritirato in Europa in totale solitudine.

Il Ritorno del Re[modifica | modifica sorgente]

Sulla spiagge della Spagna Wilson conosce Marta, una giovane donna con due figli; tra i due scoppia l'amore e Fisk, per la prima volta nella sua vita, decide di vivere una vita normale e felice, lontano dalla criminalità e dalle lotte con i supereroi, fino a quando una notte la setta ninja nota come la Mano, guidata da Lady Bullseye, uccide la donna e i bambini, per spingerlo nuovamente a combattere contro Murdock.

Ma Fisk ha invece contattato l'ex-nemico giurato per proporgli un'alleanza allo scopo di eliminare definitivamente i comuni nemici; Wilson inoltre pare intenzionato a non sopravvivere alla battaglia.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Fisk non possiede poteri speciali. Ha però una forza fisica sovrumana, mimetizzata dal suo aspetto corpulento e apparentemente obeso (la maggior parte della sua massa corporea è costituita invece da muscoli); forza sufficiente a lanciare una persona attraverso una stanza e sfondare il cemento a pugni. Kingpin è un maestro in molte arti marziali, tra cui sumo, jūjutsu, hapkido ed il Tannendo; tanto abile da aver affrontato un giovane Uomo Ragno e aver quasi vinto. Oltre a essere forte, è anche molto intelligente. È un maestro di tattica e di manipolazione delle persone.

Solitamente Fisk porta un giubbotto antiproiettile sotto il vestito. Il suo bastone nasconde un'arma a laser, abbastanza potente da vaporizzare una pistola a breve distanza. La spilla da cravatta contiene una microcarica di gas soporifero. Negli anni, passando da nemico dell'Uomo Ragno a nemico di Devil, Kingpin ha abbandonato l'uso di armi fantascientifiche per diventare più simile a un vero mafioso.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

Kingpin è stato uno dei personaggi principali di Batman/Daredevil – Il re di New York[1] che vedeva Devil e Batman alleati fra loro per la seconda volta. In quell'occasione, si trova a contendere il proprio impero criminale con lo Spaventapasseri, giunto per l'occasione a New York. In questa storia si troverà a combattere corpo a corpo con Batman, dimostrandosi un avversario duro da affrontare.

Nel secondo crossover tra Batman e l'Uomo Ragno, Kingpin invece si allea con uno dei più potenti nemici dell'Uomo Pipistrello, Ra's Al Ghul, perché ha saputo che forse lui può aiutarlo con la moglie, affetta da un morbo incurabile.

In Marvel vs. DC lo si vede mentre tenta di acquistare il più importante quotidiano dell'universo DC, il Daily Planet. Ci penserà però Superboy a fargli cambiare idea.

Quando l'universo Marvel e quello DC si sono fusi creando l'universo Amalgam, anche Kingpin ne subisce gli effetti. Appare nella storia Assassins, fondendosi con l'Enigmista e dando vita a "Big Question".

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Cartoni animati[modifica | modifica sorgente]

Kingpin è apparso in numerose serie animate dedicate all'Uomo Ragno:

Kingpin è inoltre apparso nella serie animata Spider-Woman. Kingpin sarebbe anche dovuto apparire in Spectacular Spider-Man, ma per problemi legali è stato tagliato; come boss della malavita di New York appare invece Lapide.

Nella serie animata di Scuola di polizia appare una sua parodia, con il suo stesso nome (nell'edizione italiana cambiato in Lo Sciccoso), e che condivide con lui l'astuzia, l'ingegno criminale e l'eleganza nel vestire.

Televisione[modifica | modifica sorgente]

L'attore John Rhys-Davies ha interpretato il personaggio nel film TV Processo all'incredibile Hulk (1990), nonostante sia riconoscibile Kingpin non viene chiamato così ma con il suo vero nome, Wilson Fisk.

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Daredevil (film).
Kingpin in Daredevil

Kingpin è uno dei villain principali nel film Daredevil (2003), di Mark Steven Johnson. Nel film è interpretato dall'attore Michael Clarke Duncan e, a differenza dell'originale cartaceo, il personaggio diventa di colore.

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Spider-Man 3 (videogioco), Spider-Man: Il Regno delle Ombre e The Amazing Spider-Man (videogioco).

Kingpin appare come villain dei seguenti videogiochi:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Batman/Daredevil: King of New York, DC Comics, 2000; prima ed. italiana: Le battaglie del secolo n.20, Panini Comics, gennaio 2001.


Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics