Episodi di Daredevil (terza stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Daredevil (serie televisiva).

La terza e ultima stagione della serie televisiva Daredevil, composta da 13 episodi, è stata interamente pubblicata dal servizio on demand Netflix simultaneamente il 19 ottobre 2018 in tutti i territori in cui Netflix è disponibile. Gli antagonisti principali della stagione sono Wilson Fisk e Benjamin "Dex" Poindexter.

n. Titolo originale Titolo italiano Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
1 Resurrection Resurrezione 19 ottobre 2018 19 ottobre 2018
2 Please Ti prego
3 No Good Deed Il castigo
4 Blindsided Sorprese
5 The Perfect Game La partita perfetta
6 The Devil You Know Una vecchia conoscenza
7 Aftermath Conseguenze
8 Upstairs/Downstairs Sopra e sotto
9 Revelations Rivelazioni
10 Karen Karen
11 Reunion L'unione
12 One Last Shot Un ultimo tentativo
13 A New Napkin Un pezzo di carta

Resurrezione[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Resurrection
  • Diretto da: Marc Jobst
  • Scritto da: Erik Oleson

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato gravemente ferito da un edificio crollato su di lui, Daredevil si salva grazie al sistema fognario di New York City che lo scarica su una spiaggia. Successivamente un tassista, dopo averlo trovato, lo porta da Padre Lantom che affida Matt alle cure di suor Maggie al Saint Agnes Orphanage, luogo in cui Matt è cresciuto. Mentre si riprende lentamente, Matt ha una crisi di fede per cui afferma che avrebbe preferito mettere la sua vita in pericolo e continuare a combattere come Daredevil che tornare alla sua vita civile.

Nel frattempo gli amici di Matt, Karen Page e Foggy Nelson, ignari di tutto, iniziano a perdere la speranza che il loro amico possa essere ancora vivo.

In prigione, il criminale Wilson Fisk decide di fare un accordo con l'FBI per proteggere il suo amore Vanessa Mariana. Il caso viene assegnato all'agente dell'FBI Ray Nadeem, il quale lotta per risolvere i propri problemi finanziari e per ricevere una promozione.

Ti prego[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Please

Le informazioni di Fisk portano all'arresto dei leader sfuggenti del sindacato albanese, e Nadeem convince i suoi superiori a lasciarlo continuare a lavorare con Fisk, nonostante i suoi problemi finanziari che potrebbero renderlo un facile bersaglio della corruzione.

La notizia della collaborazione di Fisk con l'FBI si diffonde rapidamente e, per rappresaglia, viene attaccato in prigione da un altro detenuto. Nadeem accetta di spostare Fisk fuori di prigione e in detenzione domiciliare, ma il loro convoglio viene attaccato dagli albanesi lungo la strada e la maggior parte degli agenti dell'FBI vengono uccisi. Fisk viene salvato dall'agente "Dex" Poindexter, che ha abilità di tiro incredibilmente accurate.

Matt salva un padre e una figlia da un'aggressione; in seguito rintraccia i tentati rapitori e li picchia, facendoli arrestare. Karen è incaricata di scrivere un articolo sul tentativo di rapimento, che ha coinvolto la nota Neda Kazemi.

Dopo aver sentito la storia della morte del fratello di Karen, Kevin, (false voci affermavano che fosse stato il padre stesso a ucciderlo), Neda racconta a Karen l'accaduto, dicendo di essere stata salvata da un uomo con la maschera, e ciò porta Karen a credere che Matt sia ancora vivo, ma Foggy, che sta pensando di abbandonare la sua carriera di avvocato per aiutare suo fratello Theo a gestire l'azienda di famiglia, è scettico di questo.

Il castigo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: No good deed

Fisk viene condotto nella suite dell'attico di un hotel che l'FBI usa come rifugio. La notizia della sua liberazione dalla prigione diventa pubblica, suscitando proteste fuori dall'hotel e l'interesse dei giornalisti, tra cui Karen, che apprende che l'hotel era appartenuto al padre di Neda, Rostom, che lo vendette a una società rappresentata dall'avvocato di Fisk, Benjamin Donovan.

Foggy si reca presso il procuratore distrettuale Blake Tower per offrire il suo aiuto nel riportare Fisk in prigione, ma Tower è riluttante ad andare contro i desideri dell'FBI, soprattutto perché è in corsa per la rielezione.

Matt indaga sull'albergo e inizia ad ad avere allucinazioni di Fisk come un "diavolo sulla spalla". Matt interroga l'avvocato Donovan e viene a conoscenza dell'accordo di Fisk con l'FBI per la salvaguardia di Vanessa. Giura di fermare Fisk e riportarlo in prigione, rivelando a Foggy che è vivo ma solo per avvertire lui e Karen di stare lontano da Fisk.

Durante una valutazione psicologica di routine per determinare la sua idoneità al dovere, Dex parla del supporto emotivo che riceve dalla sua ragazza Julie. Tuttavia, in seguito sembra essere qualcuno che sta perseguitando.

Sorprese[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Blindsided

I superiori di Dex indagano sulla sua uccisione dei due albanesi durante l'attacco di transito, che lui sostiene fosse per legittima difesa. Nonostante Fisk lo abbia visto ucciderli a sangue freddo, lo nasconde confermando falsamente la storia di Dex all'FBI.

Foggy, insoddisfatto delle richieste di Matt, dice a Karen che Matt è vivo, ed è poi convinto dalla sua ragazza Marci Stahl a candidarsi come procuratore distrettuale contro Tower per assicurarsi che Fisk sia assicurato alla giustizia e riportato in prigione. Foggy ottiene il sostegno del NYPD, che vede Fisk come un assassino di poliziotti.

Karen continua le sue indagini e scopre che un detenuto, Felix Manning, è stato coinvolto nella società che ha acquistato l'hotel in cui l'FBI ospita Fisk.

Matt impersona Foggy per infiltrarsi nella prigione che ospita Jasper Evans, e scopre che questi è stato pagato da Fisk per simulare un attacco al fine di convincere l'FBI a spostarlo. Con l'aiuto degli albanesi, Matt combatte i detenuti e le guardie che lavorano per Fisk e che cercano di ucciderlo, e fugge dalla prigione, ma viene spinto fuori da un molo da un tassista sconosciuto.

La partita perfetta[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The perfect game

Quando Fisk viene a sapere che Matt è sopravvissuto all'indicente col taxi, dice all'FBI che ha pagato una persona per riciclare denaro sporco e modificare delle prove: un avvocato di nome Matt Murdock.

Karen si confronta con l'effettivo riparatore di Fisk, Manning, ma la minaccia con la sua conoscenza della sua famiglia, compresa la morte di suo fratello.

Nadeem interroga sia Karen che Foggy riguardo Matt, ed entrambi cercano di indirizzarlo verso Fisk e i suoi crimini. Karen rivela a Foggy di aver ucciso James Wesley.

Fisk rivede un file di Manning su Dex e scopre che da bambino ha ucciso il suo allenatore di baseball. Attraverso la terapia gli è stato insegnato ad essere più empatico, così da nascondere le sue tendenze psicopatiche e il suo disturbo borderline della personalità. Quando lavorava per una hotline di prevenzione del suicidio, ha incoraggiato un chiamante a uccidere qualcun altro piuttosto che se stesso. Fu lì che incontrò e si innamorò di Julie, che ora trova lavoro presso l'hotel. Durante un incontro le rivela per caso troppe informazione e lei sospetta che l'abbia perseguitata duranti gli anni.

Fisk vede il potenziale per Dex di diventare il nuovo cattivo, così che il pubblico possa concentrare l'attenzione su di lui e deviarla da Fisk, in modo che egli possa attuare il suo piano.

Una vecchia conoscenza[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The devil you know

Foggy assicura a Karen di essere ancora una brava persona anche dopo aver ucciso Wesley per autodifesa.

Dex affronta Fisk, che conferma di esserci lui dietro l'assunzione di Julie in hotel, e che aveva intenzione di dimostrare a Dex che la vita con Julie non avrebbe funzionato, dato che lei non avrebbe mai capito Dex. Fisk, tuttavia, gli dice che lui capisce Dex, alla luce dell'omicidio di suo padre da ragazzo.

Matt visita Karen per chiedere il suo aiuto nella ricerca di Evans e si offre di testimoniare contro Fisk. Foggy organizza un incontro tra Nadeem e Karen al New York Bulletin, dove intervisterà Evans a proposito dei piani di Fisk. In cambio Nadeem, considerando la testimonianza di Evans, assolverà Matt da tutte le accuse.

Sconvolto per Julie, Dex considera di suicidarsi, ma viene interrotto da Fisk, che propone un'alternativa. Dex quindi va al Bulletin vestito da Daredevil, combatte contro Matt e uccide Evans prima che possa parlare. Dex si confronta con l'FBI, incluso Nadeem, portando l'FBI a credere che Daredevil li abbia aggrediti.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Aftermath

Daredevil è attaccato dal pubblico e dai media e Karen non è in grado di convincere Nadeem che quello non era il vero Daredevil o che c'era Fisk dietro l'attacco. Quando cerca di fare lo stesso con il suo capo, Mitchell Ellison, le ordina di rivelare chi è Daredevil o di licenziarsi. Karen in seguito chiede a suo padre se può passare un po' di tempo a casa con lui, ma lui dice che non è il momento adatto.

Foggy crede di aver capito cosa sta pianificando Fisk. Matt, arrabbiato per aver messo in pericolo i suoi amici e preoccupato per l'abilità del finto Daredevil, visita Melvin Potter, l'uomo che ha creato l'abito di Daredevil. Potter conferma che Fisk lo ha costretto a creare una copia della tuta e rivela che il pretendente era un agente dell'FBI. Potter quindi cerca di incastrare Matt come il Daredevil che ha attaccato il Bollettino, ma Matt riesce a sfuggire agli agenti dell'FBI in arrivo.

Dopo aver indagato su Evans, Nadeem inizia a credere che Fisk li stia manipolando, ma non ne ha la prova. A casa, viene affrontato da Matt che spiega che l'attaccante era un finto Daredevil e un agente dell'FBI.

Sopra e sotto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Upstairs/Downstairs

Nadeem si rende conto che Dex è l'attaccante. Dex tenta di riconciliarsi con Julie, credendo di aver bisogno di lei per sostituire la sua terapeuta, morta quando era più giovane. Con riluttanza Julie accetta di iniziare a parlare con lui, ma in seguito Fisk la uccide per scatenare la rabbia di Dex. Credendo che Julie lo abbia abbandonato, Dex continua a deteriorarsi mentalmente.

Matt e Nadeem irrompono nell'appartamento di Dex, ma non riescono a trovare prove del fatto che fosse l'attaccante, solo alcune registrazioni delle sue sessioni di terapia che rivelano le sue tendenze psicopatiche. Dex arriva a casa e li cattura, ferendo Nadeem, ma i due riescono a fuggire.

Foggy pensa di poter provare che Fisk sta ancora lavorando come criminale e che questo lo farà tornare in prigione. Decide di sollevare questi punti in un dibattito con Tower e lasciare che Karen ne scriva un articolo, ma invece lei va a confrontarsi con Fisk. Rivela di sapere che ha ucciso suo padre e di aver ucciso Wesley, confermando accidentalmente che Matt è Daredevil.

Matt in seguito sente la sorella Maggie pregare e dire che è sua madre.

Rivelazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Revelations

Lottando con il fatto che sia Maggie che padre Lantom gli stessero nascondendo la verità, Matt va in un club di boxe abbandonato dove suo padre era solito combattere.

Manning minaccia la famiglia di Foggy, a meno che non si scusi pubblicamente per aver parlato contro Fisk al dibattito. Karen decide di fuggire da Fisk, e Maggie si offre di aiutarla a nascondersi.

Nadeem racconta ai suoi superiori, Tammy Hattley e Winn, della cospirazione dell'FBI che coinvolge Fisk e Dex. In una serie di eventi, Hattley uccide Winn con la pistola di Nadeems, rivelando che lavora per Fisk. Quindi produce prove con le quali può incastrare Nadeem per l'omicidio di Winn, ricattandolo per lavorare per Fisk con l'aiuto di Manning. Spiega che Fisk aveva manipolato Nadeem nell'ultimo anno ed era necessario, alla base del suo piano, che Nadeem aiutasse a pagare le cure di sua cognata. Fisk ha fatto in modo che Nadeem e Dex arrestassero diversi leader di gang di New York e li portassero in un ristorante dove Fisk si offre di proteggerli dalle accuse dell'FBI in cambio di un pagamento.

Fisk costringe Nadeem ad attirare Matt all'incontro, ma Matt sa che è una trappola e invece va in hotel ad aspettare Fisk. Mentre è lì, sente gli agenti dell'FBI fedeli a Fisk dire che hanno scoperto che Karen si sta nascondendo alla Clinton Church.

Karen[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Karen

Nel flashback, una Karen adolescente rimanda il college perché sa che suo padre e suo fratello Kevin non sarebbero in grado di gestire il ristorante di famiglia dopo la morte di sua madre per cancro. Si annoia della sua vita in una piccola città e inizia a usare e vendere droghe con il suo ragazzo Todd. Un giorno Kevin rivela a Karen di averla iscritta nuovamente al college, così Paxton, il padre, decide di festeggiare con una cena in famiglia, ma questo porta a una discussione, e Karen scappa con Todd. Dopo essersi ubriacati e drogati insieme, tornano alla roulotte dove vive Todd per scoprire che Kevin la sta bruciando. Todd attacca Kevin e Karen ferisce Todd con la sua pistola per fermarlo. Lei e Kevin partono in macchina ma durante una discussione hanno un incidente e si schiantano, e Kevin muore. Lo sceriffo locale copre il coinvolgimento di Karen, e suo padre le chiede di andarsene.

Nel presente, Karen partecipa a un servizio alla Clinton Church quando Dex, vestito da Daredevil, arriva e uccide padre Lantom, con l'intenzione di uccidere Karen. Scegliendo tra il salvataggio di Karen e l'attesa di Fisk all'hotel, Matt corre verso la chiesa dove affronta Dex, che batte duramente Matt prima che Karen faccia cadere Dex da un balcone del secondo piano, dopodiché scappa.

L'unione[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Reunion

Dex fa assumere a Nadeem il controllo della scena del crimine alla chiesa e l'FBI cerca Matt e Karen. Grazie all'aiuto di Maggie riescono a restare nascosti.

Il Dipartimento di Giustizia lascia cadere tutte le accuse contro Fisk, che annuncia la sua libertà al pubblico con un discorso che proclama Daredevil come nemico pubblico. Con Vanessa sulla via del ritorno a New York City, Fisk va a recuperare il dipinto che gli ha dato quando si sono incontrati per la prima volta: è in possesso di Esther Falb, una sopravvissuta dell'Olocausto la cui famiglia era la proprietaria originale del dipinto. Fisk decide di lasciarglielo tenere.

Foggy considera di leggere una dichiarazione con cui si scusa con Fisk per quanto detto, fino a quando non riceve una chiamata da Matt che chiede di aiutarli a fuggire dalla chiesa: Foggy va e consegna Karen al NYPD -non controllata da Fisk- cosa che Nadeem consente, distraendo l'FBI abbastanza a lungo da permettere a Matt di scappare. Matt, Foggy e Karen pianificano le loro prossime mosse contro Fisk e sanno che avranno bisogno di aiuto.

Più tardi, Nadeem e la sua famiglia vengono attaccati da agenti dell'FBI fedeli a Fisk. Matt aiuta Nadeem a combatterli e gli rivela la sua identità.

Un ultimo tentativo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: One last shot

Fisk si riunisce con Vanessa, che convince Fisk a lasciarla entrare nella parte criminale della sua vita. Senza chiedere a Fisk, Dex recupera il dipinto da Falb e Vanessa nota un po' del suo sangue sulla cornice.

Matt accetta di portare a termine il piano di Foggy, lavorando insieme come avvocati come una volta: assumono Nadeem come cliente e si organizzano con Tower per far testimoniare Nadeem contro Fisk davanti a una gran giuria. Foggy in cambio si offre di ritirarsi dalla gara per il procuratore distrettuale, inoltre mettono in salvo la famiglia di Nadeem. Nel frattempo, Karen convoca una conferenza stampa per annunciare cosa sta facendo Nadeem, in modo che il pubblico ne sia consapevole dato che la sua testimonianza sarebbe stata sigillata, e per avvertire la gente che il Daredevil in azione non è quello vero. Matt e Foggy festeggiano dopo l'udienza, Foggy suggerisce che vorrebbe continuare a lavorare con Matt in questo modo.

Tuttavia Fisk controlla la giuria e quindi la testimonianza non ha alcun effetto. Nadeem è convinto che Fisk non possa essere fermato e torna a casa sua. Fisk decide che sarebbe meglio non uccidere Nadeem ora che è un personaggio pubblico, ma Vanessa lo convince altrimenti. Mandano Dex, che uccide Nadeem, sacrificatosi in modo da non mettere più in pericolo la sua famiglia.

Un tovagliolo nuovo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: A new napkin

Con il piano di Foggy sventato, Matt ritorna al suo piano originale e intende uccidere Fisk. Rapisce e interroga Manning, apprendendo che Vanessa ha ordinato la morte di Nadeem e Fisk ha ordinato quella di Julie. Matt racconta a Dex della morte di Julie, così Dex indaga e trova il suo corpo insieme ad altri corpi uccisi da Fisk.

Foggy incontra Seema, la moglie di Nadeem, alla ha inviato un videomessaggio come dichiarazione morente, descrivendo in dettaglio tutti i crimini di Fisk. Fisk e Vanessa si sposano in hotel, ma il loro ricevimento viene interrotto quando Karen distribuisce il video di Nadeem sui social media, seguito dall'arrivo di Dex, che attacca Fisk e Vanessa. Matt presto si unisce alla lotta. Fisk sconfigge Dex, lasciandolo paralizzato, mentre Matt sopraffà e batte Fisk ma sceglie di risparmiargli la vita. Fisk accetta di tornare in prigione e lasciare Karen e Foggy in pace se Matt non rivela il coinvolgimento di Vanessa nella morte di Nadeem.

Con l'arresto di Fisk, si tiene un funerale per Lantom. Foggy suggerisce a Matt e Karen di ricominciare a lavorare insieme e aprire un nuovo studio a nome di "Nelson, Murdock & Page". Dex in seguito subisce un intervento chirurgico sperimentale per sistemare la colonna vertebrale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione