Ricchezza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una montagna di monete che simboleggiano la ricchezza

Si intende per ricchezza economica, tipicamente connessa alla larga disponibilità di beni materiali e denaro. La ricchezza è chiamata a misurare il benessere economico di un soggetto fisico (persone, famiglie, eccetera) o giuridico (società, impresa, Stato, eccetera) ed è un parametro utilizzato in economia che stima la quantità di beni tangibili e intangibili nella piena disponibilità del soggetto che abbiano valore di mercato e siano in grado di produrre reddito.[1]

Il termine (originariamente significante il regnare, quindi il potere)[2] è riferibile a ogni abbondanza, ad esempio per indicare l'abbondanza di virtù umane in una singola persona (ricchezza morale).

Distribuzione della ricchezza nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo rapporto sulla ricchezza del 2019 la società svizzera Credit Suisse ha suddiviso la popolazione mondiale adulta in diverse fasce sulla base della ricchezza netta, analizzandone consistenza numerica e distribuzione geografica.

  • Il 56,6% degli adulti appartiene alla fascia che possiede meno di 10 000 USD per adulto, la fascia più povera nello studio, e raccoglie il 1,8% della ricchezza mondiale appartenente ai nuclei familiari.
  • Una fascia intermedia, con un patrimonio tra i 10 000 e i 100 000 dollari statunitensi per adulto (33 530 dollari statunitensi in media), include il 32,6% degli adulti e possiede il 15,5% della ricchezza mondiale.
  • Il 9,8% ha una ricchezza superiore ai 100 000 USD, e una ricchezza complessiva pari al 38,9% di quella mondiale.
  • La fascia con un patrimonio superiore a un milione di dollari statunitensi per adulto, è rappresentata dal 0,9% della popolazione adulta mondiale, che detiene il 43,9% della ricchezza complessiva (rispetto al 34% nel 2000). Tra gli adulti che rientrano in questa fascia, 3,7 milioni hanno un patrimonio tra i 5 e 10 milioni di USD, mentre altri due milioni superano quest'ultima soglia. Salendo, si stimano 168 030 individui con un patrimonio netto superiore ai 50 milioni, 55 920 superiore ai 100 e 4 830 ai 500. Tra i super-ricchi con un patrimonio di oltre 50 milioni di dollari ben il 48% vive negli Stati Uniti, mentre l'Italia si ferma al dodicesimo posto della graduatoria internazionale.

Sempre secondo gli studi della società elvetica, rispetto al 2018 la crescita della ricchezza detenuta dagli individui è stata modesta e la crescita della disuguaglianza si è attenuato, dopo il picco del 2016[3].

Elenco (2019)[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei paesi a secondo la ricchezza media degli adulti, in USD. È indicato, inoltre, la mediana dei patrimoni degli adulti. La mediana rifletta anche le differenze all'interno di un paese e quindi indica più precisamente la situazione delle persone in questo paese. Questi dati, provenienti dagli studi della Credit Suisse, in parte sono stime.

Rango Paese Patrimonio medio delle persone adulte in USD (2019) Mediana dei patrimoni in USD (2019)
1 Svizzera 564653 227891
2 Hong Kong 489258 146887
3 Stati Uniti 432365 65904
4 Australia 386058 181361
5 Islanda 380868 165961
6 Lussemburgo 358003 139789
7 Nova Zelanda 304124 116433
8 Singapore 297873 96967
9 Canada 294255 107004
10 Danimarca 284022 58784
11 Regno Unito 280049 97452
12 Paesi Bassi 279077 31057
13 Francia 276121 101942
14 Austria 274919 94070
15 Irlanda 272310 104842
16 Norvegia 267348 70627
17 Svezia 265260 41582
18 Belgio 246135 117093
19 Giappone 238104 110408
20 Italia 234139 91889
21 Germania 216654 35313
22 Taiwan 210525 70191
23 Spagna 207531 95360
24 Israele 196568 58066
25 Finlandia 183124 55532
26 Corea del Sud 175015 72198
27 Qatar 147745 69671
28 Malta 143566 76016
29 Kuwait 131269 46218
30 Portogallo 131088 44025
31 Slovenia 122508 50380
32 Emirati Arabi Uniti 117060 35315
33 Cipro 116207 28803
34 Grecia 96110 40000
35 Bahrein 87108 30946
36 Estonia 78458 24915
37 Bahamas 76507 20129
38 Arabia Saudita 67032 16599
39 Slovacchia 66171 40432
40 Repubblica Ceca 64663 20854
41 Barbados 64658 20497
42 Croazia 62804 29183
43 Lettonia 60347 13348
44 Cina (Repubblica popolare) 58544 20964
45 Aruba 58033 21750
46 Polonia 57873 22600
47 Seychelles 57835 22572
48 Cile 56972 19231
49 Libano 55226 12198
50 Montenegro 53484 24242
51 Mauritius 50796 20875
52 Lituania 50254 22261
53 Tonga 47889 19709
54 Grenada 45272 12218
55 Brunei 44541 13634
56 Ungheria 44321 17666
57 Oman 43291 14723
58 Romania 43074 19582
59 Bulgheria 42686 18948
60 Trinidad e Tobago 41094 14888
61 Panama 39980 13259
62 Samoa 37066 13286
63 Sta Lucia 36586 13418
64 Costa Rica 33683 11793
65 Dominica 33306 9447
66 Messico 31553 9944
67 Albania 31366 14731
68 Malaysia 31270 8940
69 Uruguay 30320 11084
70 El Salvador 29870 10148
71 Bosnia ed Erzegovina 27873 13037
72 Russia 27381 3683
73 Giordania 26475 10947
74 Kazakistan 26317 6642
75 Serbia 25046 10737
76 Antigua e Barbuda 24964 6961
77 Turchia 24398 6568
78 Brasile 23550 5031
79 Maldive 23297 8555
80 Tailandia 21853 3526
81 Sudafrica 21380 6476
82 Giamaica 20878 6798
83 Sri Lanka 20628 8283
84 San Vincenzo e Grenadine 20088 5508
85 Armenia 19517 8309
86 Libia 19473 8330
87 Ecuador 19144 6399
88 Perù 17843 4989
89 Namibia 17220 5502
90 Guinea Equatoriale 17023 5545
91 Bielorussia 16590 1499
92 Iraq 16540 7331
93 Colombia 16411 5325
94 Turkmenistan 15691 6974
95 Figi 15598 6126
96 Egitto 15395 4900
97 Gabon 15113 6035
98 Vanuatu 15090 6098
99 Botswana 14684 4550
100 India 14569 3042
101 Tunisia 13853 5395
102 Iran 13437 5254
103 Isole Salomone 12933 5260
104 Marocco 12929 4010
105 Moldavia 12804 5855
106 Georgia 12609 5226
107 Filippine 12063 2663
108 Aserbaigian 11865 5150
109 Paraguay 11865 3887
110 Vietnam 11712 3679
111 Bolivia 11672 3843
112 Guyana 11349 3829
113 Belize 10864 3166
114 Indonesia 10545 1977
115 Argentina 10256 3164
116 Kenya 9791 3553
117 Algeria 9348 3267
118 Nicaragua 9279 3005
119 Ucraina 8792 1223
120 Laos 6720 2002
121 Bangladesh 6643 2787
122 Papua Nuova Guinea 6485 2120
123 Mongolia 6135 2654
124 Suriname 6089 1562
125 Kirghizistan 5758 2412
126 Cambodia 5395 2029
127 Comore 5155 1679
128 Timor Est 5143 2453
129 Yemen 4926 1467
130 Nigeria 4881 1249
131 Zimbabwe 4734 1843
132 Ghana 4292 1706
133 Senegal 4265 1632
134 Eritrea 4134 1910
135 Pakistan 4096 1766
136 Nepal 3870 1510
137 São Tomé e Príncipe 3654 1545
138 Angola 3649 1370
139 Tagikistan 3602 1589
140 Ruanda 3435 1259
141 Birmania 3323 1556
142 Etiopia 3085 1360
143 Tanzania 3069 1282
144 Gibuti 2936 1120
145 Camerun 2840 1036
146 Repubblica del Congo 2701 913
147 Sambia 2565 784
148 Mauretania 2397 976
149 Guinea 2185 802
150 Siria 2179 884
151 Liberia 2169 820
152 Benin 2166 845
153 Gambia 2141 693
154 Mali 1955 773
155 Guinea-Bissau 1647 655
156 Madagascar 1610 626
157 Uganda 1603 612
158 Afghanistan 1463 640
159 Burkina Faso 1440 589
160 Malawi 1313 468
161 Lesotho 1313 384
162 Togo 1241 469
163 Ciad 1167 435
164 Niger 1126 463
165 Repubblica Democratica del Congo 1084 382
166 Mozambico 880 352
167 Repubblica Centrafricana 749 244
168 Haiti 723 214
169 Sierra Leone 693 278
170 Burundi 609 250
171 Sudan 534 218
Mondo 70849 7087

La ricchezza in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo un’indagine statistica del 2014 effettuata dalla Banca d'Italia, il valore medio della ricchezza netta delle famiglie italiane era di 218.000 euro, ma il 30% più povero delle famiglie italiane, con 7.000 euro di ricchezza media, deteneva meno dell'1% della ricchezza complessiva, mentre il 5% più ricco poteva vantare mediamente un patrimonio netto di 1.280.000 euro e rappresentava più del 30% della ricchezza. Le famiglie benestanti, che controllavano il 45% circa della ricchezza italiana, disponevano in media - fra beni mobili e immobili - di un patrimonio netto pari a 405.000 euro.[4] I dati dimostrano che in Italia la distribuzione della ricchezza è fortemente asimmetrica, fatto che si può constatare anche mediante il confronto tra il valore della media e quello della mediana (138.000 euro).

Tra il 2012 e il 2014 la ricchezza media è diminuita dell'11% e il coefficiente di Gini della concentrazione della ricchezza netta è sceso di tre punti, arrivando a toccare il 61%. Ciò è dovuto soprattutto alla diminuzione del valore degli immobili posseduti dalle famiglie più ricche e la diminuzione dell'ammontare delle passività finanziarie, che ha causato un aumento del patrimonio delle famiglie al di sotto della mediana. Invece, tra il 1995 e il 2014 la ricchezza media è aumentata dell'8% e la mediana di circa il doppio.

La tabella che segue riporta i dati forniti dalla Banca d'Italia sulla ricchezza netta delle famiglie italiane nel 2014 e mostra, in percentuale, quante famiglie con una determinata caratteristica si collocano nelle dieci fasce di ricchezza netta (espresse in euro). Si consideri che le caratteristiche individuali, come l'età o il titolo di studio, sono riferite al "capofamiglia", inteso come il maggior percettore di reddito all'interno della famiglia[5].

Capofamiglia <1 000 1 000-6 500 6 500-39 700 39 700-92 000 92 000-138 000 138 000-183 500 183 500-232 900 232 900-313 500 313 500-495 700 >495 700
Sesso Maschi 9,7 8,4 9,0 9,4 9,9 10,4 10,1 10,6 11,5 11,1
Femmine 12,4 11,5 11,7 11,1 10,1 9,2 9,9 8,9 7,3 8,0
Età 0-34 20,4 20,3 14,5 10,5 7,3 5,7 5,2 5,6 5,3 5,2
35-44 16,6 10,4 14,2 10,9 8,2 9,0 7,9 9,9 7,6 5,3
45-54 10,9 8,2 8,3 9,8 11,0 9,1 11,7 9,3 10,4 11,3
55-64 6,7 7,5 6,5 7,4 10,0 11,9 10,7 12,5 12,6 14,4
oltre 64 6,7 7,8 9,3 10,8 11,0 11,3 11,0 10,4 10,9 10,7
Titolo di studio Senza titolo 20,2 11,5 15,0 26,1 12,1 7,0 4,0 2,7 0,8 0,7
Licenza elementare 11,4 10,2 10,2 11,9 12,5 13,2 11,8 7,3 7,2 4,3
Licenza media 14,0 11,6 11,0 9,1 10,1 10,5 9,8 10,1 7,7 6,1
Diploma 6,8 7,5 8,6 9,3 10,6 8,8 11,0 11,8 12,7 12,9
Laurea 5,4 6,0 8,1 6,9 4,5 7,4 7,6 12,0 17,0 25,2
Settore Agricoltura 13,3 7,5 6,7 10,7 6,2 12,9 4,1 11,3 8,9 18,3
Industria 8,7 10,7 11,2 11,7 10,0 10,9 10,5 8,0 9,2 9,0
PA, servizi pubblici 5,2 7,5 11,8 6,6 12,1 9,4 10,6 11,9 11,8 13,0
Altro 12,9 11,8 11,1 9,9 8,3 8,1 9,1 10,1 9,6 9,2
Nessuno 11,0 8,2 8,5 10,5 10,8 11,1 10,7 9,8 9,9 9,5
Condizione professionale DIPENDENTE 12,0 12,5 11,2 9,5 9,9 9,8 10,1 9,4 9,0 6,6
Impiegato 5,7 8,4 10,2 9,2 11,8 10,5 11,8 12,2 13,0 7,2
Dirigente, direttivo 1,3 3,7 5,6 7,1 6,7 7,2 12,4 12,6 18,2 25,1
Operaio 18,9 17,4 13,0 10,2 9,1 9,8 8,4 6,7 4,2 2,4
INDIPENDENTE 3,4 1,3 10,9 10,0 7,1 6,0 6,7 13,3 14,3 27,0
Imprenditore/L. professionista 3,2 1,1 10,8 8,7 3,5 6,2 5,8 11,3 14,7 34,9
Altri autonomi 3,5 1,5 11,0 11,1 10,0 5,9 7,5 15,0 14,0 20,5
NON OCCUPATO 11,0 8,2 8,5 10,5 10,8 11,1 10,7 9,8 9,9 9,5
Pensionato 6,8 7,4 8,9 10,7 11,1 11,9 11,6 10,9 10,7 10,0
Altri non occupati 39,6 13,4 5,8 9,4 8,6 6,0 4,3 2,7 4,4 5,8
Area geografica Nord 9,4 9,8 10,5 7,6 8,5 9,3 10,8 10,6 10,9 12,5
Centro 9,1 7,9 7,9 7,7 8,1 10,4 10,8 13,1 13,8 11,2
Sud e Isole 13,3 9,8 10,4 15,0 13,3 10,8 8,4 7,2 6,2 5,5

Ricchezza e religione[modifica | modifica wikitesto]

Diverso è l'approccio delle maggiori religioni alla ricchezza: ad esempio per il Cristianesimo la ricchezza è una condizione che conduce alla perdizione (celebre è il passo in Mt 19:24 o Lc 18:25)[6], mentre per le religioni indiane, come l'induismo, nascere benestante è una ricompensa per i meriti nelle vite precedenti[7]. Per questa ragione in India l'ostentazione della ricchezza è un fatto accettabile, mentre nei paesi cristiani è riprovevole; in entrambi i casi è comunque importante l'elemosina per accedere alla ricompensa dopo la morte[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Demauroparavia.it: lemma "Ricchezza", su old.demauroparavia.it (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2008).
  2. ^ https://www.etymonline.com/word/rich
  3. ^ (EN) Global Wealth Report 2019, Credit Suisse, 2019, 5-15. URL consultato il 18 marzo 2020.
  4. ^ Cfr. i dettagli al sito: https://www.repubblica.it/economia/2012/01/08/news/i_patrimoni_italiani_in_poche_mani_quasi_la_met_al_10_delle_famiglie-27751433/
  5. ^ I bilanci delle famiglie italiane nell'anno 2014 (PDF), Banca d'Italia, 3 dicembre 2015, 5, 62. URL consultato il 24 aprile 2017.
  6. ^ [1]
  7. ^ Edoardo Bratina Vite e dottrine dei filosofi, La Reincarnazione, documentata dalla religione, filosofia e scienza, ETI, Trieste 1972.
  8. ^ AA.VV., Enciclopedia delle religioni, Garzanti, 2004.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 10843 · GND (DE4049185-7
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia