Pornostar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti qui riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.
Jenna Jameson, una pornostar tra le più famose e di successo.

Il termine pornodivo/a o pornostar si riferisce ad attrici e attori particolarmente celebri, quindi divi o stelle (star in lingua inglese), attivi nel settore della pornografia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La figura del pornodivo/a ha iniziato ad emergere negli anni settanta, con il sorgere dell'affare della pornografia legalizzata in diverse nazioni. Linda Lovelace fu una delle prime attrici di genere pornografico a diventare famosa per la sua interpretazione di La vera gola profonda. Dopo Lovelace, diversi altri attori si conquistarono i favori del pubblico di genere: si possono ricordare, tra gli altri, John Holmes, Veronica Hart, Amber Lynn e Ginger Lynn. In Italia, la svedese Marina Lotar fu la prima pornodiva, poi nei primi anni ottanta salirono alla ribalta, tra le altre, Moana Pozzi, Ilona Staller (Cicciolina), Lilli Carati, Barbarella.

In molti casi, queste pornodive erano tanto celebrate che i loro nomi divennero familiari anche al pubblico disinteressato alla pornografia. In seguito, il mercato del porno ha continuato a crescere e diversificare la propria offerta con la conseguenza che molti pornodivi sono noti solo a un pubblico di nicchia. Tuttavia, restano casi di attrici e attori particolarmente note al pubblico generale, come Jenna Jameson nonché, in Italia, Selen, Eva Henger e Rocco Siffredi. La fama di questi personaggi ha consentito loro di conquistarsi uno spazio nell'ambiente dello spettacolo anche dopo aver abbandonato il porno.

Pornodive[modifica | modifica sorgente]

Certamente le pornodive hanno sempre avuto più importanza dei colleghi maschi poiché le pellicole porno, quindi videocassette e videodischi digitali, hanno come utenti paganti in maggioranza uomini, pur esistendo una produzione rivolta ai gusti sessuali delle donne. I cineasti, per motivi commerciali, si attivano nella ricerca di belle donne formose e procaci che possano attrarre il pubblico maschile e ai pornoattori richiedono prestanza meramente sessuale non bellezza estetica, almeno per il genere destinato ad un pubblico di uomini eterosessuali.

Le pornodive di solito, dopo esser diventate famose in pellicole e video, lavorano e guadagnano prevalentemente esibendosi in spettacoli erotici dal vivo che comprendono anche rapporti sessuali, almeno nelle nazioni dove ciò è permesso dalla legge. Le riviste specializzate valutano le pornodive secondo le loro prestazioni in cui sono maggiormente esperte, arrivando a dare veri e propri voti quindi stilando graduatorie; dunque il pubblico abituale conosce e apprezza determinate protagoniste per la loro abilità nel praticare rapporti sessuali vaginali, sesso anale, sesso orale, masturbazione o sesso di gruppo. Legalmente la carriera di pornoattrice è permessa alle donne che hanno raggiunto la maggiore età ossia 16 o 18 anni relativamente alle diverse nazioni.

Le pornodive nell'opinione pubblica[modifica | modifica sorgente]

La pornostar Aletta Ocean

Le donne che intraprendono una carriera da pornoattrice sono criticate da diversi settori dell'opinione pubblica perché le considerano affini alle prostitute e dannose per l'emancipazione femminile, ma altri pensano esattamente il contrario ossia che le pornodive, quindi le interpreti di successo, siano donne seducenti sessualmente liberate e disinibite che con il proprio lavoro riescono a garantirsi un buon guadagno. Infatti i compensi economici per le pornodive sono in continuo rialzo pur non essendo minimamente paragonabili a quelli delle dive del cinema tradizionale.

I critici accusano le pornoattrici in generale e le pornodive in particolare, di svilire il ruolo della donna a puro oggetto di sfogo sessuale considerando che esse si accoppiano, ostentando godimento, contemporaneamente con gruppi di uomini che le penetrano negli orifizi anatomici ed eiaculando poi su qualunque parte dei loro corpi. Le pornodive respingono tali accuse dichiarando che si esibiscono in rappresentazioni cinematografiche che seguono semplici criteri di spettacolarità e non vogliono rispecchiare la realtà.

Porn star Jenna Haze

Difatti, durante molte interviste televisive, le pornodive hanno asserito che raramente raggiungono l'orgasmo davanti alle cineprese, ma devono fingere godimento per esigenza del pubblico per lo più maschile. Il dibattito tra opposti punti di vista è sempre alquanto vivace in virtù dell'espressione: comune senso del pudore, usata nella legislazione italiana, che muta sia in Italia che altrove con il passar degli anni. Si consideri comunque che la pornografia è ancora vietata nella maggioranza delle nazioni e in alcune di esse, secondo leggi vigenti, le pornoattrici sono (o potrebbero essere) legalmente perseguibili come prostitute e i pornoattori perseguibili come prosseneti ossia lenoni.

Pornodive principali[modifica | modifica sorgente]

Tra le interpreti principali del cinema pornografico internazionale meritano una citazione particolare le famose (in ordine alfabetico): Nikki Andersson, Angelica Bella, Erika Bella, Belladonna, Anita Blond, Luana Borgia, Selen, Lisa Ann, Julia Ann, Nikki Benz, Roberta Gemma, Tabatha Cash, Julia Chanel, Cindy Crawford (omonima della celebre top model), Tanner Mayes, Vanessa del Rio, Ava Devine, Rossana Doll, Nina Hartley, Eva Henger, Jenna Jameson, Chloe Jones, Hyapatia Lee, Amber Lynn, Jenna Haze, Tori Black, Sasha Grey, Gina Lynn, Ginger Lynn, Pamela Miti, Moana Pozzi, Jessica Rizzo, Silvia Saint, Annette Schwarz, Kelly Stafford, Krystal Steal e soprattutto Ilona Staller (meglio conosciuta come Cicciolina), che raggiunse in Italia una grande popolarità negli anni settanta e ottanta, diventando anche deputata al Parlamento italiano.

Alcune pornostar hanno iniziato la carriera come attrici di film "normali" o pellicole "sexy", per poi passare al genere "porno"; tra loro ricordiamo: Marina Frajese (che poi cambia nome in Marina Lotar), Lilli Carati, Paola Senatore e Karin Schubert. Altre, almeno in Italia, hanno fatto il percorso inverso, passando dai film hard a pellicole sexy; tra loro ricordiamo: Loredana Bontempi e Ramba (Malù).

Pornodivi principali[modifica | modifica sorgente]

Tra gli uomini, celebri sono: Tony Tedeschi, Nacho Vidal, Mr. Pete, Hakan Serbes, Jean-Pierre Armand, Tom Byron, John Holmes, Ron Jeremy, Francesco Malcom, Peter North, Christoph Clark, Gabriel Pontello, Rocco Siffredi, Emmanuel Pfister, Lexington Steele, Joey Silvera, Randy West, Jeff Stryker e Franco Trentalance, Philippe Dean. I paesi dell'Est sono stati un vivaio di interpreti sfruttatissimi nel cinema hard: Robert Rosenberg, (Repubblica Ceca), Choky Ice, Frank Major, James Brossman, Nick Lang (Ungheria), Titus Steel, Karl Ben, Ruka Stone (Croazia).

Problema delle malattie infettive[modifica | modifica sorgente]

Le malattie sessualmente trasmissibili costituiscono un problema per la salute degli attori pornografici. Per ridurre il più possibile questo problema, le case di produzioni cinematografiche e gli stessi attori, prima di effettuare le riprese, per prevenire il rischio contagio, chiedono agli interpreti certificati medici recenti e nominali attestanti l'assenza di malattie trasmissibili sessualmente. Nonostante questo, malattie ad alta infettività hanno comunque una certa diffusione tra gli attori di film porno: tra gli ultimi casi di contagio (e di test contraffatti), vi è l'epidemia di sifilide diffusa dall'attore Mr. Marcus; sporadicamente si registrano anche casi di contagio da HIV.

In passato, quando v'era meno consapevolezza rispetto al problema delle malattie sessualmente trasmissibili ed i test diagnostici erano meno accurati (maggior numero di falsi negativi, periodo finestra più lungo), i controlli sanitari non erano "obbligatori": sono accaduti molti contagi che hanno coinvolto anche alcuni attori assai famosi. Le morti per AIDS hanno colpito anche interpreti storici del porno e tra questi anche John Holmes.

Autobiografie[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]