Maurizia Paradiso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maurizia Paradiso
Dati biografici
Nome di nascitaMaurizia Paradiso
Data di nascita25 giugno 1955 (62 anni)
Luogo di nascitaMilano
Italia Italia
Dati fisici
Pellebianca
Occhiazzurri
Capellibiondi
Seno naturalerifatto
Dati professionali
Film girati20

Maurizia Paradiso, alla nascita Maurizio (Milano, 25 giugno 1955), è una conduttrice televisiva, ex attrice pornografica e cantante italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maurizia Paradiso nasce a Milano il 25 giugno 1955 come Maurizio Paradiso, da una prostituta diciottenne che al momento della nascita era sposata con Luigi Paradiso, venditore ortofrutticolo del capoluogo lombardo. Tuttavia non vi sono certezze su chi sia il vero padre. Maurizia, nella sua autobiografia dal titolo I travestiti vanno in Paradiso, ha raccontato di avere avuto un'infanzia molto difficile, trascorsa accanto alla madre che si prostituiva. A sei anni inizia il suo calvario nel primo di una serie di collegi, nei quali subirà violenze psicologiche, fisiche e sessuali, da compagni e insegnanti. La madre arriva addirittura a chiedergli di sparare a una rivale di strada, meglio nota come "la Tigre".

Con l'adolescenza e l'esplosione prepotente della sua omosessualità, Maurizia inizia ad esibirsi en travesti nei locali milanesi con lo pseudonimo di Laura Kelly e in quel periodo comincia la cura a base di ormoni per cambiare sesso; a ventitré anni si è sottoposta ad un intervento per l'aumento del seno, al quale sono seguite altre operazioni, fino ad arrivare al definitivo cambiamento di sesso e di nome il 31 ottobre 1978.

Il successo negli anni ottanta e novanta[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni ottanta Maurizia Paradiso si è fatta strada nel mondo dello spettacolo grazie anche al suo acume e alla sua ironia. La sua prima esperienza cinematografica è il film Romance del 1986 al fianco di Walter Chiari e Luca Barbareschi, ma a renderla celebre sono le televendite erotiche di Rete A (dove lancia il suo celebre slogan "Amici de las noches!") e le trasmissioni Colpo grosso, in cui subentra a Umberto Smaila nel 1991, Vizi privati, pubbliche visioni (1993-1994) e anche la conduzione di un Festival di Sanscemo nel 1994. Nel 1993 esordisce inoltre come attrice pornografica nel film Il segreto di Maurizia, diretta da Frank Simon e prodotta da Riccardo Schicchi. Negli anni successivi, pur continuando a lavorare nel campo delle televendite, a condurre alcune trasmissioni su emittenti locali, a partecipare a pellicole pornografiche e al MiSex, il clamore e la curiosità legate al personaggio di Maurizia Paradiso si sono andati affievolendo.

Gli anni duemila[modifica | modifica wikitesto]

Nell'inverno del 2007 Maurizia Paradiso ha pubblicato il suo primo libro, un'autobiografia intitolata I travestiti vanno in Paradiso[1]. Nel 2009 durante una sua partecipazione al programma Chiambretti Night la Paradiso ha simulato, per sua stessa ammissione, uno svenimento[2] durante una concitata intervista su Moana Pozzi, alla quale partecipava anche Antonio Di Cesco, marito della Pozzi. In quell'occasione la Paradiso si è anche definita grande amica di Moana.[3] Nello stesso anno partecipa per l'ultima volta alle riprese di un film pornografico, I segreti di Moana, ultimo lavoro del regista Riccardo Schicchi[4].

Il 3 febbraio 2013 ha tentato di sottrarre l'incasso della prima edizione del Sex Festival di Milano, rivendicando il diritto a prendersi i soldi in quanto "direttrice artistica del festival". Fermata dallo staff del festival, è stata poi condotta in caserma dai carabinieri per accertamenti e infine denunciata per rapina impropria dall'organizzatore dell'evento[5][6]. Nello stesso anno comincia a lavorare presso l'emittente padovana La9, dove conduce i programmi Calcio in topless, rinnovato per più edizioni, e Sanremo rovinati, reportage dal Festival di Sanremo 2014. Nel 2014 Maurizia torna a esibirsi in show live nei locali milanesi con concerti dal titolo Maurizia canta Patty, un omaggio a Patty Pravo che ripercorre anche la carriera di Maurizia.

Nel febbraio del 2015 Maurizia annuncia di essere malata di leucemia, ricoverandosi presso l'Ospedale San Gerardo di Monza. Ha spiegato di aver scoperto la patologia dopo essersi ripetutamente sentita male durante le registrazioni del programma Calcio in topless[7]. Il 24 maggio il programma di Italia 1 Le Iene le dedica un servizio, in cui Maurizia dalla sua camera d'ospedale racconta al pubblico nei dettagli la patologia che l'ha colpita[8]. Dopo otto mesi di cure, il 26 settembre ritorna sulle scene ospite del Gay Village di Roma dove, intervistata da Vladimir Luxuria, annuncia di essere guarita e pronta a tornare in televisione con una nuova versione della sua storica trasmissione Vizi privati, in onda dal 5 ottobre su Retebrescia[9].

Nel febbraio del 2016 Maurizia è nuovamente intervistata da Le Iene ed è ospite del programma Domenica Live, condotto da Barbara d'Urso, per denunciare un ingente furto di denaro da lei subito mentre era sotto cure in ospedale[10].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha sposato Claudio Tajana, figlio di un noto politico svizzero. Divorziarono quando lei scoprì che il coniuge aveva investito un ragazzo senza andare in galera.[11]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia pornografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Il segreto di Maurizia, regia di Frank Simon (1993)
  • Octopussy Connection, regia di Frank Simon (1994)
  • Gran Bordello, regia di Frank Simon (1994)
  • Donna d'onore, regia di Frank Simon (1994)
  • Indovina chi viene a cena?, regia di Marzio Tangeri (1997)
  • Maurizia Connection (1997)
  • Maurizia scazzi a parte
  • Maurizia in paradiso, regia di Andrea Lucci (2000)
  • Maurizia Superstar, regia di Andrea Lucci (2000)
  • Fantastica Maurizia, regia di Andrea Lucci (2000)
  • Scompisciando con Maurizia
  • Stranaminchia
  • Tutti Sul Camper
  • Stanze Proibite - in Valtellina
  • Ansia
  • Fiche d'Italia
  • Banana meccanica, regia di Marcus Dolby (2002)
  • Televendite, regia di Marcus Dolby (2004)
  • Le trans cavalcate di Maurizia, regia di Marco Ferri (2004)
  • I segreti di Moana, regia di Riccardo Schicchi (2009)

Filmografia tradizionale[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Maurizia Paradiso
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale1990 – 2009
Album pubblicati1
Studio1

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1992 - Agitare prima dell'uso (pubblicato come Maurizia De Las Noces)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Dai dai dai (pubblicato come Trans Girl)
  • 2009 - Mi piace grosso
  • 2009 - Tira

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]