Massimo Mazzucco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Mazzucco

Massimo Mazzucco (Torino, 20 luglio 1954) è un regista e blogger italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua attività come fotografo di moda. È poi entrato in contatto col mondo del cinema e nel 1982 ha realizzato il suo primo lungometraggio, Summertime. Nel 1986 cura la regia di Romance, uno degli ultimi film di Walter Chiari. In seguito Mazzucco ha girato Obiettivo Indiscreto (1992), un film ambientato nel mondo della moda interpretato da Luca Barbareschi e Sam Jenkins, e del quale ha curato anche la sceneggiatura insieme a Sergio Altieri.

Ha successivamente realizzato L'ombra abitata (1994), tratto da un romanzo di Alberto Ongaro con Michael York e Florinda Bolkan. Nel 1994 si è trasferito a Los Angeles, dove ha lavorato come sceneggiatore e consulente narrativo. A Los Angeles ha poi anche girato il film Aaron Gillespie Will Make You a Star, una commedia critica verso il mondo dei "guru" della recitazione che a Hollywood vivrebbero sui sogni dei ragazzi desiderosi di successo nel cinema. Dal 2013 vive in Calabria.[1]

L'attività su Internet[modifica | modifica wikitesto]

Mazzucco gestisce dal 2003 il sito web Luogocomune.net, impegnato nella divulgazione di teorie del complotto, come quelle che contestano il rapporto della Commissione sugli attentati dell'11 settembre 2001 (comprese le critiche alla versione ufficiale dell'attentato al Pentagono). Il sito dà spazio anche a altre teorie del complotto sugli argomenti più vari, come l'assassinio di John F. Kennedy, lo sbarco dell'uomo sulla Luna, le scie chimiche, oltre all'ipotesi (da cui il regista si è dissociato dopo esserne stato accreditato come sostenitore da alcune fonti) che la Terra sia in realtà cava, ed abitata al suo interno.[2][3][4][5][6]

Altri temi trattati spaziano dalla storia delle religioni[7] alla marijuana[8], dalla cura del cancro con metodi non riconosciuti dalla comunità scientifica[9], alla massoneria.[10]

Mazzucco ha esposto le sue interpretazioni dei fatti avvenuti l'11 settembre in un libro e in un film diffusi via Internet, ambedue intitolati 11 settembre 2001 - Inganno Globale. Il libro è stato criticato per i numerosi errori,[11] come ad esempio il numero dei piani delle Torri Gemelle,[12] che sono stati per lo più corretti nell'edizione successiva.[13][14]

Ha pubblicato in Rete anche un secondo film, Il nuovo secolo americano, che indaga su ipotetici retroscena politici degli attentati. Successivamente ha realizzato il filmato L'altra Dallas - Chi ha ucciso RFK?, sull'omicidio di Robert Kennedy e, sul medesimo argomento, ha pubblicato un libro omonimo. Nel 2008 ha prodotto e distribuito I Padroni del mondo - UFO, militari e pericolo atomico, in cui sostiene che le notizie sull'esistenza degli UFO sarebbero tenute nascoste dai militari statunitensi.[15]

Nel 2010 ha autoprodotto il video Cancro - Le cure proibite. Vi si menzionano varie e ipotetiche cure alternative al cancro prive di riscontri scientifici di efficacia e pertanto non riconosciute dalla comunità scientifica. Nel 2011 ha scritto e realizzato il video La vera storia della Marijuana. Nel settembre 2013 è uscito un nuovo film - documentario, intitolato 11 settembre - La Nuova Pearl Harbor, che ha una durata di cinque ore.

Posizioni critiche[modifica | modifica wikitesto]

Attentati dell'11 settembre 2001[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, Massimo Mazzucco ha realizzato un documentario denominato "11 settembre 2001 - Inganno globale"[16] in cui vengono posti alcuni interrogativi sulla caduta delle torri gemelle. Le questioni sollevate dal documentario hanno dato vita ad un dibattito e sono state criticate nelle puntate di Matrix e in Internet dal giornalista Paolo Attivissimo, che ha esaminato e contestato tutte le affermazioni proposte.[17] Attivissimo ha individuato nel filmato manipolazioni di dati, omissioni e tagli, mancanza di documentazione a supporto e contraddizioni interne. Mazzucco ha ribattuto alle critiche con un filmato di risposta,[18] trasmesso da Matrix il 14 settembre 2007. Questo è stato ulteriormente sottoposto ad analisi da Attivissimo due giorni dopo, con successiva nuova replica di Mazzucco.

Nel 2013 Massimo Mazzucco ha realizzato un nuovo documentario, "11 settembre - La nuova Pearl Harbor"[19], in cui vengono riproposti gli interrogativi del precedente documentario ma, come si ricava dal titolo, questa volta vengono collegati ad un supposto modus operandi simile alla Teoria del complotto sull'attacco di Pearl Harbor.

Il sostegno alle teorie mediche di Simoncini[modifica | modifica wikitesto]

Dal settembre 2008 Mazzucco dà spazio sul proprio sito a una terapia alternativa anticancro, la cui efficacia non è dimostrata e contrasta con le conoscenze mediche attuali. La supposta cura, che consiste nella somministrazione endovena di bicarbonato di sodio, è proposta da Tullio Simoncini, ex medico radiato dall'ordine e condannato per omicidio colposo e truffa aggravata proprio per aver cagionato la morte di un uomo a cui erano state fatte tali iniezioni dietro pagamento di una cospicua somma di denaro[20].

Mazzucco, che è anche stato responsabile della registrazione del sito www.tulliosimoncini.com,[21] dal quale l'ex-medico pubblicava le sue teorie, riferisce inoltre di aver curato la madre da un presunto basalioma (dichiarando però esplicitamente di non conoscerne la vera natura) mediante le applicazioni di tintura di iodio suggerite da Simoncini, che aveva ritenuto trattarsi di un fungo basando la sua diagnosi esclusivamente sull'analisi visiva di alcune fotografie. In calce, chiarisce che l'articolo ha il solo scopo di documentare l'esperienza e «non costituisce necessariamente un incitamento» a seguire il metodo Simoncini.

Nel gennaio 2009 Mazzucco ha pubblicato una video-intervista a una paziente di Simoncini, intitolando l'articolo «Cura il cancro per email»: nell'intervista la donna sosteneva di essere guarita dal tumore grazie alle cure del dottore. Nel corso del dibattito che segue alla pubblicazione dell'articolo viene tuttavia dimostrato, sulla base dei documenti mostrati nell'intervista, che la paziente aveva subito degli interventi chirurgici precedenti alla terapia col bicarbonato, contrariamente a quanto affermato nel video stesso, vanificandone quindi il valore come testimonianza favorevole alle teorie del Simoncini.[22][23][24]

Allunaggi[modifica | modifica wikitesto]

Mazzucco è sostenitore della teoria del complotto lunare ovvero la tesi che reputa falsi gli allunaggi delle missioni Apollo e che ritiene che ciò che è stato mostrato in tv durante tali missioni (dal 1969 al 1972) sia stata una finzione realizzata in uno studio cinematografico. Questa tesi è sostenuta principalmente nel documentario "American Moon"[25] del 2017 in cui vengono posti diversi interrogativi sulla veridicità delle missioni Apollo e su alcuni documenti ufficiali della NASA. In American Moon vengono intervistati dei noti fotografi di fama mondiale (Oliviero Toscani, Nicola Pecorini, Toni Thorimbert, Peter Lindbergh, Aldo Fallai) a cui l'autore sottopone la valutazione delle fotografie originali della NASA.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Regista e produttore[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Documentari/DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • 11 settembre 2001 - Inganno globale (2006)
  • Il nuovo secolo americano (2007)
  • L'altra Dallas - Chi ha ucciso RFK? (2008)
  • I padroni del mondo - UFO, militari e pericolo atomico (2009)
  • Cancro - Le cure proibite (2010)
  • La vera storia della Marijuana (2011)
  • 11 settembre - La nuova Pearl Harbor (2013)
  • American Moon (2017) - Pagina del documentario su IMDB. Trailer del film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Contro il cafone collettivo, Luogocomune.net, 12 agosto 2015.
  2. ^ Terra cava e complottismo, Il Disinformatico. (archiviato il 14 ottobre 2011).
  3. ^ Copia del documento inviato da Mazzucco ad Attivissimo: La concezione endosferica del mondo (DOC), attivissimo.net. (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2007).
  4. ^ Massimo Mazzucco torna all’attacco con deliri sulla Concordia. O no?, Webent, 29 gennaio 2012.
  5. ^ La questione della "terra cava", Luogocomune.net - Forum, 17 luglio 2008.
  6. ^ John B., Dove va il complottismo italiano?, Giornalettismo, 23 dicembre 2008.
  7. ^ chiesa e religione, su luogocomune.net. URL consultato il 19 marzo 2018.
  8. ^ La vera storia: perché la marijuana fu proibita, su luogocomune.net. URL consultato il 19 marzo 2018.
  9. ^ Cancro: è possibile salvarsi?, su luogocomune.net. URL consultato il 19 marzo 2018.
  10. ^ Massoneria - scheda storica, su luogocomune.net. URL consultato il 19 marzo 2018.
  11. ^ 11/9 - Note al DVD Inganno Globale, su www.attivissimo.net. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  12. ^ Il libro "Inganno Globale" ed il metodo scientifico, su 11 Settembre. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  13. ^ Il Libro "Inganno Globale" edizione 2007, su 11 Settembre. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  14. ^ Per esempio, a pag.79, si riscontra un errore di identificazione laddove l'autore confonde una delle vittime del volo United Airlines 93, Mark Bingham, con Scott Bingham, un ricercatore inglese che ottenne la pubblicazione dei filmati delle telecamere di sorveglianza del Pentagono, cfr. Inganno Globale seconda edizione corregge gli errori. Soltanto quelli segnalati dai debunker
  15. ^ (EN) I Padroni del Mondo | Arcoiris TV, su Arcoiris TV. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  16. ^ 11 Settembre 2001 - Inganno Globale, su www.imdb.com. URL consultato l'11 marzo 2018.
  17. ^ 11/9 - Note al DVD Inganno Globale, su www.attivissimo.net. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  18. ^ luogocomune2, Replica a Paolo Attivissimo (reloaded), 22 agosto 2013. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  19. ^ September 11: The New Pearl Harbor, su www.imdb.com. URL consultato l'11 marzo 2018.
  20. ^ Di Gianvito, Medico condannato: omicidio colposo, in Corriere della Sera, 21 maggio 2006. URL consultato il 1º gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2008).
  21. ^ whois di tulliosimoncini.com
  22. ^ (IT) Il cancro? Lo curi con il bicarbonato. Via mail | Giornalettismo, in Giornalettismo, 11 febbraio 2009. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  23. ^ Salvo Di Grazia, MedBunker - Le scomode verità: Simoncini: Lorna NON è guarita con il bicarbonato, su MedBunker - Le scomode verità, sabato 21 febbraio 2009. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  24. ^ Antibufala: bicarbonato per curare il cancro, su Il Disinformatico. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  25. ^ American Moon, su www.imdb.com. URL consultato l'11 marzo 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14721653 · ISNI (EN0000 0000 5242 6047 · LCCN (ENnr2004029633 · GND (DE1104403609 · BNF (FRcb16763654r (data)