Giuseppe De Donno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe De Donno (Mantova, 2 luglio 1967Curtatone, 27 luglio 2021) è stato un medico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato al liceo classico, dopo essersi laureato in medicina e chirurgia all'università di Modena con il massimo dei voti, De Donno completò i suoi studi attraverso diversi corsi di perfezionamento in fisiopatologia e allergologia respiratoria raggiungendo la specializzazione in pneumologia nel 1996, quando già lavorava nel reparto Malattie dell'Apparato Respiratorio del Policlinico dell'università modenese. Nel 2018 divenne quindi primario di pneumologia dell'ospedale mantovano "Carlo Poma", di cui era già stato dirigente della struttura di pneumologia a partire dal 2013.[1]

De Donno salì all'attenzione delle cronache durante la pandemia di COVID-19, quando fu tra i primi a promuovere la sperimentazione del plasma iperimmune, avviata nell'ospedale mantovano e poi estesasi anche ad altri ospedali, come il "San Matteo" di Pavia,[2] come cura alla malattia, ottenendo risultati che secondo alcuni potevano essere considerati eclatanti successi[3][4] ma suscitando anche diverse polemiche circa l'utilizzo di tale rimedio e sui suoi effettivi risultati.[5] Dopo che a maggio 2020 l'AIFA autorizzò uno studio nazionale, battezzato "Tsunami", per valutare l'efficacia e il ruolo del plasma, ponendo come "Principal Investigator" l'azienda ospedaliero-universitaria di Pisa e il "San Matteo",[6] De Donno, nel corso di un'audizione al Senato della Repubblica, si scagliò contro tale decisione, lamentando una minor esperienza da parte dell'ente pisano.[7] I risultati dello studio, riportati nell'aprile 2021, rivelarono la mancata evidenza di un beneficio del plasma in termini di riduzione del rischio di peggioramento respiratorio o morte nei primi trenta giorni.[8] Inoltre, già a novembre 2020, uno studio realizzato dall'Hospital Italiano de Buenos Aires e pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine aveva sostenuto che l'utilizzo del plasma iperimmune sui pazienti gravi per Covid-19 non sortiva alcun effetto.[9][10]

Il 14 maggio 2021 la rivista medica The Lancet pubblicò i risultati dello studio scientifico condotto in 177 ospedali pubblici del Regno Unito su 11 558 pazienti[11][12] per valutare l'efficacia del metodo proposto da De Donno. La conclusione dello studio fu che "nei pazienti ricoverati con COVID-19, l'impiego di plasma autoimmune (high-titre convalescent plasma) non ha migliorato il tasso di sopravvivenza né altre insorgenze cliniche prespecifiche".[13]

Dopo essersi dimesso dal suo ruolo di primario al "Carlo Poma" agli inizi di giugno 2021, De Donno iniziò l'attività di medico di base il 5 luglio dello stesso anno. Poco meno di un mese dopo, il 27 luglio, De Donno venne rinvenuto morto nella sua casa di Curtatone; si ritiene che l'uomo si fosse suicidato impiccandosi.[14] Benché la sua morte sia stata presa a pretesto da diversi sostenitori di teorie del complotto per sollevare tesi a favore di posizioni antivacciniste, la famiglia del medico ha negato che De Donno fosse mai stato favorevole a queste ultime posizioni, invitando a non strumentalizzare la memoria dell'uomo.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dott. Giuseppe De Donno, su armoniamantova.it, Armonia Mantova. URL consultato il 2 agosto 2021.
  2. ^ Donatella Zorzetto, A Pavia nasce Support-E, progetto per il plasma iperimmune contro Covid-19, in La Repubblica, 27 ottobre 2020. URL consultato il 2 agosto 2021.
  3. ^ Tommaso Papa, Covid, plasma sugli anziani: un successo la sperimentazione mantovana, in Il Giorno, 17 febbraio 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  4. ^ Andrea Capocci, De Donno e il plasma iperimmune: terapie alternative e incertezze della statistica, in il manifesto, 29 luglio 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  5. ^ Simone Pierini, Il plasma iperimmune non funziona: «Stessa mortalità e progressione del Covid tra i malati». Il più grande studio mondiale, in Il Mattino, 9 settembre 2020. URL consultato il 2 agosto 2021.
  6. ^ Autorizzato studio nazionale Tsunami su efficacia e ruolo del plasma dei pazienti convalescenti da COVID-19, AIFA, 15 maggio 2020. URL consultato il 2 agosto 2021.
  7. ^ Giusy Caretto, Plasma, perché Aifa e Iss hanno scelto Pisa e non Mantova-Pavia? Le accuse di De Donno, in Start Magazine, 15 maggio 2020. URL consultato il 2 agosto 2021.
  8. ^ Covid 19: pubblicati i risultati dello studio TSUNAMI sul plasma da convalescente, Centro Nazionale Sangue, 8 aprile 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  9. ^ (EN) V. A. Simonovich et al., A Randomized Trial of Convalescent Plasma in Covid-19 Severe Pneumonia, in New England Journal of Medicine, vol. 384, n. 7, pp. 619-629. URL consultato il 2 agosto 2021.
  10. ^ Daniele Banfi, Covid-19: il plasma non funziona nei pazienti più gravi, Fondazione Umberto Veronesi, 26 novembre 2020. URL consultato il 2 agosto 2021.
  11. ^ (EN) Protocol ISRCTN 50189673 - Randomised evaluation of COVID-19 Therapy (Recovery) (PDF), su recoverytrial.net, Recovery, 14 maggio 2020, pp. 619-629. URL consultato il 2 agosto 2021.
  12. ^ (EN) Randomised Evaluation of COVID-19 Therapy (RECOVERY) Identifier: NCT04381936, su ClinicalTrials.gov, aggiornato il 30 luglio 2021, 11 maggio 2020.
  13. ^ (EN) Convalescent plasma in patients admitted to hospital with COVID-19 (RECOVERY): a randomised controlled, open-label, platform trial, in The Lancet, vol. 397, n. 10289, 29 maggio 2021, pp. 2049-2059, DOI:10.1016/S0140-6736(21)00897-7.
    «In patients hospitalised with COVID-19, high-titre convalescent plasma did not improve survival or other prespecified clinical outcomes.».
  14. ^ Michele Bocci e Giuliano Foschini, Giuseppe De Donno, morto a 54 anni il medico che avviò la cura anti-covid da plasma iperimmune, in La Repubblica, 27 luglio 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  15. ^ Medico suicida, la famiglia di De Donno zittisce i No vax, in Quotidiano Nazionale, 1º agosto 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie