Festival di Sanscemo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Festival di Sanscemo è stata una manifestazione canora nata il 7 aprile 1990, da un'idea di Paolo Zunino, dedicata al rock demenziale e umoristico. Il nome è, come si può intuire, una parodia di quello col quale è noto il Festival della canzone italiana.

Per molti anni il festival si è tenuto a Torino (città che a cavallo tra gli anni ottanta e i novanta aveva avuto un vero e proprio exploit di nuovi gruppi demenziali), e per due sole edizioni si è svolto a Genova, nel 2004, e a Milano, nel 2005, ultima edizione tenutasi finora.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Festival di Sanscemo è caratterizzato da un clima di totale irriverenza, che spesso sconfina nel trash, ma senza scadere nella volgarità eccessiva. Il pubblico ha la possibilità di fischiare e insultare i cantanti in gara e di lanciare verdure e ortaggi sul palco; anzi, non difficilmente il pubblico viene "scaldato" dal conduttore di turno, che lo incita a sfogarsi contro chi è appena salito sul palco.

È tradizione fissa del festival di Sanscemo lanciare sui cantanti in gara, ma anche sui presentatori, ogni sorta di genere alimentare, per disturbarne l'esibizione e costringerli a delle spettacolari schivate. L'alimento più utilizzato è la verdura (che viene distribuita al pubblico dall'organizzazione stessa del festival) e altri tipi di ortaggi, ma non è difficile veder volare anche pomodori, arance o fette di carne. Proprio per questo motivo, il logo del festival dal 1992 è un disco con un pomodoro spiaccicato creato da Silvano Guidone.

Le varie edizioni nel corso degli anni[modifica | modifica wikitesto]

Nelle varie edizioni si sono alternati tra i giurati personaggi come Simona Ventura nel 1994, Paolo Belli nel 1992 e lo staff di autori di Striscia la notizia.

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Presentatori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]