Fluffer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.
Un fluffer sul set

Il fluffer è una figura professionale impiegata nella realizzazione di film pornografici; il suo ruolo è quello di stimolare e mantenere alta l'eccitazione sessuale degli attori.[1][2]

Negli ultimi decenni questo mestiere è caduto in disuso, poiché a differenza degli anni settanta e ottanta in cui le riprese erano realizzate su celluloide, lo staff necessita di meno tempo per la preparazione delle scene.[3] Per la stessa funzione oggi vengono inoltre utilizzati medicinali che combattono la disfunzione erettile come il Viagra.[4][5]

I dubbi sulla reale esistenza di questa posizione lavorativa sono sfatati dalle interviste delle pornostar che, invece, dichiarano esistano tutt'oggi per le scene di sesso di gruppo.[6]

Il film indipendente The Fluffer del 2001 ha come protagonista un ragazzo che, guardando un film porno, si innamora dell'attore protagonista e riesce a farsi assumere come fluffer. Nel film compaiono in vari cameo molti volti noti dell'industria pornografica.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) What Does fluffer Mean? | Slang by Dictionary.com, su Everything After Z by Dictionary.com. URL consultato il 27 aprile 2019.
  2. ^ Fluffer Definizione significato | Dizionario inglese Collins, su www.collinsdictionary.com. URL consultato il 27 aprile 2019.
  3. ^ Redazione sanihelp.it, fluffer - enciclopedia erotica, su Sanihelp.it. URL consultato il 27 aprile 2019.
  4. ^ Corriere.it, su archiviostorico.corriere.it, 09-07-2001 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  5. ^ Pubblico Passaggio, su pubblicopassaggio.it, 16-09-2012.
  6. ^ Jeremy Glass, The Naked Truth About How Porn Shoots Operate, su Thrillist, 11 novembre 2014. URL consultato il 27 aprile 2019.
  7. ^ The Fluffer. URL consultato il 27 aprile 2019.