Harry Osborn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harold "Harry" Osborn
James Franco 4, 2013.jpg
James Franco, l'interprete del personaggio nella trilogia dedicata a Spider-Man
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • New Goblin
  • American Son
Soprannome Harry Osborn
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. Dicembre 1965
1ª app. in Amazing Spider-Man (Vol. 1[1]) n. 31
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 1º aprile 1971
app. it. in L'Uomo Ragno (I serie) n. 25
Interpretato da
Voci italiane
Specie Umano
Sesso Maschio
Abilità come Green Goblin
  • Forza fisica, resistenza, agilità, equilibrio, riflessi e velocità sovrumane
  • Guarigione accelerata
  • Uso di una varietà di armi, tutte quante letali
  • Uso di guanti meccanici che emettono diversi tipi di raggi e scariche elettriche
  • Uso di un aliante piccolo e agilissimo per il volo
  • Intelligenza acuta (in The amazing Spider-Man 2)
  • Dispone di ampie risorse economiche

come American Son

  • Capacità simili a quelle dell'armatura di Iron Man

Harold "Harry" Osborn noto come Harry Osborn, conosciuto come Goblin II e successivamente come American Son, è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testo) e Steve Ditko (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua apparizione come Harry Osborn avviene in The Amazing Spider-Man (Vol. 1[1]) n. 31 (dicembre 1965).

È il miglior amico di Peter Parker sia nei fumetti che nei film di Spider-Man. Egli è figlio di Norman Osborn, il primo Goblin.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Norman Osborn ed Emily Lyman (che morì quando era piccolo), Harry vive in maniera agiata, poiché il padre è presidente della Oscorp, industria perlopiù militare. Norman gli rinfaccerà sempre i sacrifici fatti per mantenerlo e garantirgli una buona istruzione e questo lo renderà sempre succube della potenza del padre.

Il padre Norman, divenuto Goblin, muore trafitto dal suo stesso aliante durante uno scontro con l'Uomo Ragno, battaglia nel quale Harry assiste come spettatore nell'ombra. Tempo dopo, Harry scoprirà la vera identità dell'Uomo Ragno, e utilizzerà l'arsenale e i costumi del padre, per diventare il secondo Goblin. Nella storia Il bambino dentro si evidenzia il suo continuo tentativo di giustificare l'operato criminoso del padre e di autoconvincersi che il padre in fondo lo amasse, mentre è dimostrato che Norman lo considerava solo un inetto e un fallito. Il continuo abuso di droghe di Goblin lo porta ad avere allucinazioni in cui il padre lo spinge a continuare la sua guerra contro l'Uomo Ragno, ma Harry in genere riesce a resistere, anche in virtù dell'amore per la moglie Liz Allan e per il figlio Normie. Harry soccomberà in soccorso dell'Uomo Ragno per intossicazione di droghe di Goblin portando fuori Peter da un palazzo minato, dopo aver riconosciuto che quest'ultimo, in fondo, è il suo migliore amico.

Soltanto un altro giorno[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Soltanto un altro giorno.

Dopo gli eventi del crossover Soltanto un altro giorno è stato rivelato che Harry è riuscito a sopravvivere grazie alle capacità curative del siero che scorre nelle sue vene. La sua assenza negli anni è stata spiegata con un viaggio in Europa. Come tutti, ha scordato l'identità segreta dell'Uomo Ragno a causa della magia di Mefisto. Dopo alcune diffidenze iniziali, Peter ha riallacciato dei rapporti di amicizia ottimali con Harry, amicizia e fiducia che il giovane Osborn ha contraccambiato facendo ricostruire la casa nel Queens di zia May (precedentemente rasa al suolo da Charlie Weiderman, il secondo Molten).

Fidanzato e promesso sposo di Lily Holyster, ha poi cambiato idea una volta scoperto che lei è il supercriminale chiamato Minaccia.

Dark Reign: American Son[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Dark Reign.

Durante Dark Reign, Norman chiede a Harry di entrare a far parte degli Oscuri Vendicatori, per diventare un supereroe chiamato American Son, ma il figlio rifiuta. In seguito, Lily torna da lui decendogli di essere incinta, allora Harry decide di accettare la proposta del padre. Peter si reca alla torre dei Vendicatori travestito da Venom, per scoprire le vere intenzioni di Norman, ma viene tradito da Harry. Osborn, dopo averlo catturato e torturato, gli spiega che Harry non è lì per far parte della squadra, ma per diventare un martire. Intanto, Harry cerca di curare Minaccia dal siero di Goblin, ma la ragazza reagisce violentemente e spiega che il bimbo è in realtà figlio di Norman Osborn. Allora Harry indossa l'armatura di American Son, libera l'Uomo Ragno e affronta il padre. Lily si trasforma in una nuova Minaccia, molto simile al Goblin originale, ma viene sconfitta da Spidey. Poco dopo, Harry sconfigge il padre ma decide di risparmiarlo e torna alla sua vita.

In seguito, Harry viene sfrattato ed è costretto a vivere nel bar che gestisce, allora Peter decide di ospitarlo a casa sua ed Harry comincia un relazione segreta con Amy Reilly, la cugina di Peter.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Versione Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione Ultimate ha un aspetto diverso (soprattutto nella caratteristica pettinatura della versione classica) ma segue, più o meno, lo stesso percorso: dopo che il padre è abbattuto dallo S.H.I.E.L.D. e ibernato, si trasforma in Hobgoblin, affronta Peter e dopo essere stato sconfitto, viene preso in custodia da Nick Fury. Durante la saga Morte di un Goblin, Norman Osborn scappa dalla sua prigione; Harry decide di andare alla televisione e dichiarare che suo padre è un pazzo che lo ha trasformato in un mostro. Hobgoblin, Ultimate Spider-Man e gli agenti dello S.H.I.E.L.D. affrontano Ultimate Goblin. Ma il folletto verde si rivela superiore e uccide Harry rompendogli il cranio. Dopo essersi accorto del suo gesto, Norman supplica Carol Danvers di ucciderlo e gli viene sparato un colpo alla testa.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Spider-Man (film), Spider-Man 2, Spider-Man 3 e The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro.

Nella trilogia di Sam Raimi Harry Osborn è stato interpretato dal giovane James Franco.

Come nelle riviste a fumetti, anche qui è il figlio dell'industriale Norman Osborn (interpretato da Willem Dafoe) e il migliore amico di Peter Parker (Tobey Maguire). Nel primo film si diploma insieme ai suoi compagni di classe, esce per un po' di tempo con Mary Jane Watson (Kirsten Dunst) e, al termine, giura vendetta nei confronti di Spider-Man (credendolo responsabile della morte del padre, senza sapere che era il temibile Goblin).

Nel secondo film sostituisce il padre come nuovo presidente della Oscorp. Finanzia il progetto sulla fusione del dottor Otto Octavius, che diventerà il Dottor Octopus nell'incidente avvenuto durante una conferenza. Il suo rapporto con Peter si è un po' raffreddato, arrivando a schiaffeggiarlo al Planetario perché convinto che conosce e difende Spider-Man. Alla fine, dopo aver dato ad Octavius una dose massiccia di Tritio per il suo esperimento, scopre sia la doppia identità di Peter che il nascondiglio e l'attrezzatura da Goblin del padre.

Nel terzo film crede ancora che Peter abbia ucciso suo padre e, sottoponendosi agli incrementari di prestazioni psicofisiche (gli stessi utilizzati dal padre), diventa il nuovo Goblin. Nello scontro che ne segue Harry perde tutti i suoi ricordi più recenti, tornando per un breve periodo amico di Peter e Mary Jane. Più tardi riacquista la memoria e progetta nuovamente di vendicarsi su Peter (reso più potente e aggressivo grazie al costume alieno), ma viene nuovamente sconfitto e rimane sfigurato in un'esplosione. Nello scontro finale (quella contro l'Uomo Sabbia e Venom) Harry inizialmente si rifiuta di aiutare Peter (liberatosi del costume alieno e pentitasi di avergli fatto del male l'ultima volta che si sono incontrati), ma il suo maggiordomo Bernard gli rivela che suo padre si è ucciso da solo e allora corre ad aiutare l'amico nel salvataggio di Mary Jane (presa in ostaggio e usata come esca). Soccomberà in soccorso di Peter, pur in situazioni diverse: nel fumetto viene intossicato dalle droghe di Goblin portando fuori Peter da un palazzo minato, mentre nel film viene trafitto da Venom con il suo stesso aliante, facendo da scudo a Peter, morendo sotto gli occhi di lui (perdonandolo) e Mary Jane.

In The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro il personaggio è interpretato da Dane DeHaan.[2]

Qui Harry è uno degli antagonisti principali assieme a Electro.

All'inizio viene riavvicinato dal padre (interpretato da Chris Cooper), in punto di morte, che lo spedì in collegio quando era ancora bambino e non gli prestò la minima attenzione amorevole negli anni avvenire. Prima di spirare Norman lo informa che la sua pericolosissima malattia è ereditaria e attualmente incurabile; affida al figlio un chip contenente tutto il suo lavoro, così che possa magari riuscire a trovare una cura. Più avanti si manifestano i primi segni della malattia sul collo di Harry, che scopre una possibilità per poter guarire, ossia il veleno dei ragni ibridati con DNA umano (tra cui quello che ha morso l'amico Peter Parker (Andrew Garfield) nel primo film), e allora cerca di persuadere Peter/Spidey a farsi donare il suo sangue, perché ha il veleno del ragno nelle sue vene. Peter è titubante a darglielo per due motivi: che possa trasformarsi in un essere mostruoso (come è successo con il dottor Curt Connors/Lucertola) oppure che il suo sangue possa ucciderlo prima della malattia, anziché guarirlo. In seguito al rifiuto dell'eroe, Harry cova rancore verso di lui.

Grazie all'aiuto della sua segretaria Felicia (Felicity Jones), scopre che il veleno dei ragni era stato estratto e custodito nei Progetti Speciali della Torre Oscorp, ma i dirigenti e il consiglio di sicurezza lo lincenziano (accusandolo ingiustamente di aver coperto l'incidente di Max Dillon/Electro), in modo da poter andare avanti con la ricerca e la vendita di armi biologiche. Però Harry, nella sua smodata voglia di vivere, si allea con Electro e prende il veleno, guarendo dalla malattia ma subendo una radicale mutazione fisica e mentale; poi, indossando un'armatura con un sistema di guarigione artificiale e un aliante fornito di varie armi, diventa il terrificante Goblin.

In seguito alla sconfitta di Electro, scopre la verità su Peter e per vendetta uccide la sua ragazza Gwen Stacy (Emma Stone). Rinchiuso in un manicomio criminale Harry ha gli effetti della mutazione genetica altalenanti (in modo simile al caso del dottor Connors) ma contento di aver gettato Peter nello sconforto, ha inoltre l'intenzione di creare un gruppo di supercriminali con l'aiuto del Signor Fierst.

Nel film Harry ha un pessimo rapporto con il padre. Divenuto Goblin il suo aspetto fisico è simile a quello di un folletto verde, e utilizza armi simili a quelle del Goblin del primo Spider-Man di Sam Raimi, mentre non usa nessuna maschera. Sempre nel film Harry segue inconsapevolmente le orme del suo spregevole padre: Norman aveva organizzato l'omicidio dei genitori di Spider-Man, Richard e Mary Parker, cercando prima di avere il controllo sul lavoro dell'ex amico e collega (hanno lavorato insieme sui ragni ibridati, in modo che gli esseri umani possano guarire dalle malattie) e usare le ricerche per farne delle armi biologiche da fornire ad una legione non meglio specificata. Come se non bastasse, fece accusare ingiustamente Richard Parker di averlo tradito e aver voluto lucrare sulle ricerche. Come ha fatto il padre, anche Harry uccide una persona cara a Peter, la bionda Gwen Stacy, e vuole fabbricare un esercito di criminali.

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ The Amazing Spider-Man 2, Dane DeHaan si allena per la sua parte | BadTaste.it - Il nuovo gusto del cinema!

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics