Ophelia Sarkissian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ophelia Sarkissian
Viper (in alto) e Punisher, disegni di John Romita Jr.
Viper (in alto) e Punisher, disegni di John Romita Jr.
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Madame Hydra
  • Viper II
  • Principessa guerriera bianca
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. febbraio 1969
1ª app. in Captain America (Vol. 1[1]) n. 110
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 10 aprile 1974
app. it. in Capitan America n. 26
Interpretata da
Voce italiana Myriam Catania [3]
Specie umana
Sesso Femmina
Etnia ungherese
Luogo di nascita Szekesfehervar, Ungheria
Data di nascita anni venti
Abilità
Affiliazione
Parenti

Ophelia Sarkissian, maggiormente nota come Madame Hydra o Viper II, è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testi) e Jim Steranko (disegni) pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Captain America (Vol. 1[1]) n. 110 (febbraio 1969).

Spietata supercriminale e terrorista nemica dei Vendicatori, degli X-Men e soprattutto di Capitan America, il suo nichilismo e la sua passione per il massacro le hanno spesso reso nemici anche altri criminali; le sue caratteristiche principali sono il colore verde di occhi, rossetto, abiti, gioielli e tinta dei capelli, e la vistosa cicatrice che le attraversava il lato destro del volto nei suoi primi anni di vita editoriale, ma in seguito rimossa.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Madame Hydra[modifica | modifica wikitesto]

Nata negli anni venti a Szekesfehervar, Ungheria Ophelia Sarkissian perde entrambi i genitori e la sorella da bambina e viene accolta, assieme ad altre 12 coetanee, in una struttura dell'HYDRA dove viene addestrata e cresciuta da Kraken[4], divenendo, nel giro di soli ventidue anni, la sua miglior studentessa[4]. In seguito, in circostanze non specificate, diviene la pupilla dell'avventuriera Seraph e conosce Logan[5]. Contemporaneamente riesce a salire sempre di più la scala gerarchica dell'HYDRA iniziando a scontrarsi con Capitan America e lo S.H.I.E.L.D. adottando il nome in codice di "Madame Hydra"[6].

Nella sua prima apparizione, Madame Hydra tenta di contaminare le scorte d'acqua di New York, combatte Capitan America e riesce a far prigioniero sia lui[6] che Rick Jones[7]; dopodiché sconfigge i Vendicatori col gas nel tentativo di seppellirli vivi, ma viene ostacolata da Capitan America e, apparentemente, muore investita dall'esplosione dei missili che lei stessa aveva lanciato contro Rick Jones e il supersoldato[8] sebbene in seguito si scopra che, all'ultimo momento, il "Fantasma dello Spazio" le si era sostituito e, dunque, essa sia sopravvissuta e si trovi in una località sconosciuta[9].

Viper[modifica | modifica wikitesto]

A seguito dell'esperienza Ophelia recide i legami con l'HYDRA[10] e aiuta il criminale Jordan Stryke a evadere, unicamente per poi ucciderlo e strappargli sia il nome in codice di "Viper" che il comando della Squadra dei Serpenti[11] coi quali rapisce il presidente della Roxxon Hugh Jones per asservirlo alla "Corona del Serpente", affronta Nomad e Namor[12] e diviene capo della malavita grazie alla sua spietatezza, al tradimento e all'astuzia. Impadronitasi dell'Helicarrier dello S.H.I.E.L.D. assieme a Boomerang e Silver Samurai per farlo schiantare sulla sede del Congresso, i suoi piani vengono ostacolati dall'Uomo Ragno, la Vedova Nera, Shang-Chi, e Nick Fury[13]. Nel successivo tentativo di rapire Michael Kramer, un uomo affetto da una malattia mortale creata in laboratorio che essa intende diffondere sul territorio americano, Viper affronta la Donna Ragno convincendosi di essere sua madre Merriem Drew, creduta morta nel 1931 ed in realtà alleatasi con il demone Chthon in cambio di una innaturale longevità; la terrorista rivela infatti di essere stata una pedina di Chthon per 50 anni e salva la vita della Donna Ragno sconfiggendo il demone[14] per poi catturarla con l'aiuto del Costrittore e torturarla al fine di scoprire se ciò che ipotizza sia vero o se la supereroina le stia in qualche modo facendo credere d'essere imparentata con lei: in tal modo emerge che è stato lo stesso Chthon a imprimere nella mente di Viper il falso ricordo di aver partorito Jessica come parte di un piano per mantenere le due donne asservite. Viper cattura in seguito Capitan America e pianifica di scatenare la sua nuova peste negli Stati Uniti[15].

Utilizzando Silver Samurai, Viper cerca di costringere il Team America a rubare un cristallo di cavorite, e si scontra con i Nuovi Mutanti[16]. Durante uno dei suoi atti terroristici, cerca di prendere il controllo della Società dei Serpenti assieme a Slither, Bitis (Davis Lawfers), Cervone, Fer-De-Lance e Black Racer, Cobra e Biacco. Dopo aver cercato di avvelenare le scorte d'acqua di Washington D.C. con un agente mutageno rettile, la donna ha nuovamente uno scontro con Capitan America alla Casa Bianca[17]. Nel frattempo tenta di assassinare il leader della Società dei Serpenti, Sidewinder, ma viene tradita da Cobra e arrestata. Successivamente liberata da Tyrannus, Viper lo tradisce e utilizza il suo agente mutageno su alcuni tossicodipendenti per combattere il Punitore[18] dopodiché entra in conflitto con gli X-Men in due differenti occasioni, la prima quando tenta di assassinare Mariko Yashida per conto del suo alleato e presunto amante Silver Samurai e, la seconda quando riesce quasi ad uccidere Rogue e Tempesta[19].

Per un certo periodo ha una relazione con Teschio Rosso al fine di sfruttarne le risorse per finanziare massacri senza alcun apparente beneficio economico[20], inoltre istituisce una squadra di sosia (dette "Pit-Vipers"), una delle quali, la numero 12, agendo di propria iniziativa, inizia una relazione col Punitore durante una conferenza internazionale sul crimine a Las Vegas[21] e passa informazioni allo S.H.I.E.L.D. rivelando il piano della vera Viper di rubare missili nucleari a Mosca[22]. Scoperto tutto ciò, è Viper stessa a uccidere la sosia traditrice[23].

Madripoor[modifica | modifica wikitesto]

Successivamente constringe col ricatto Wolverine a sposarla per rafforzare il suo impero del crimine a Madripoor e, nonostante fosse un matrimonio di convenienza, esige comunque di consumare l'unione. Nel momento in cui il suo corpo viene posseduto dallo spirito di Ogun e Wolverine la ferisce mortalmente nel tentativo di liberarla, Il mutante canadese la salva aiutandola a trovare assistenza medica e chiede in cambio il divorzio[24] sebbene, più tardi, venga rivelato che Viper abbia nutrito realmente dei sentimenti per Wolverine[25].

Tempo dopo, la donna diviene membro della nuova incarnazione del Club Infernale e lavora con Courtney Ross, utilizzando per breve tempo il titolo di "Principessa guerriera bianca"[26]. Collabora in seguito con la Mano stringendo nuovamente i rapporti con Silver Samurai e riassumento per un po' il nome di "Madame Hydra"; contemporaneamente fortifica il suo regime dittatoriale a Madripoor usandone le risorse per sostenere le sue azioni terroristiche a livello mondiale attraverso l'HYDRA, ma viene poi scalzata da Tony Stark, nuovo direttore dello S.H.I.E.L.D., e da Tyger Tiger, che si insinua al potere al posto suo[27].

Ritorno all'HYDRA[modifica | modifica wikitesto]

Successivamente all'ascesa e al declino di Osborn, Viper si ricongiunge al Barone von Strucker e al consiglio direttivo dell'HYDRA (Kraken, Madame Hydra VI, Hive e Gorgon) al fine di dare battaglia alle forze di Nick Fury e alla misteriosa organizzazione denominata Leviathan[28] che la cattura per ottenere informazioni su un oggetto sottratto agli Yashida da lei e dalla nuova Madame Hydra, la quale la tradisce e la uccide consegnando quanto richiesto[29]. Non molto tempo dopo, Hive la riporta tuttavia in vita in una nuova forma dotata di tentacoli ed essa riprende ufficialmente il nome "Madame Hydra"[4]; con la morte di tutti gli altri capi dell'organizzazione terroristica e la fuga di Norman Osborn dal Raft in seguito al periodo della paura, la donna prende il comando dell'H.A.M.M.E.R.[30] e ne sfrutta le risorse per ricostruire l'HYDRA divenendone la nuova leader[31] e riacquisendo fattezze umane grazie a una tecnologia chirurgica sperimentale[32]. In seguito rivela alla Donna Ragno e a Occhio di Falco di un furto ai danni di un deposito dello S.H.I.E.L.D. organizzato da Mister Negativo ma, mentre i Vendicatori se ne occupano, essa attacca un altro edificio dell'organizzazione spionistica liberando diversi prigionieri Skrull internativi dopo la fallimentare invasione segreta[33] e conduce poi un attacco contro la Torre dei Vendicatori approfittando della loro assenza venendo però sconfitta da Angelo e la sua controparte giovane di una precedente linea temporale[34].

Nel momento in cui il dottor Cornelius mette una taglia sulla testa di Wolverine essa fa in modo di attirarlo a sè e tenta di farlo uccidere da Sabretooth, assuefatto al suo volere tramite droghe; il suo piano viene tuttavia ostacolato da Lady Deathstrike, che la costringe alla fuga[35]. Tempo dopo accoglie Sin nella nuova HYDRA pur rimanendo scettica sui metodi usati da quest'ultima[36].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Viper non ha abilità sovrumane tuttavia possiede forza, velocità, riflessi, agilità, destrezza, coordinazione, equilibrio e resistenza degni di un'atleta olimpica, è un'eccellente schermitrice, una cecchina infallibile con armi di lunga gittata ed un'esperta nel combattimento corpo a corpo che si serve spesso di armi avvelenate (come frecce, fruste o coltelli) decorate con temi che richiamano i serpenti, nonché di zanne artificiali riempite di veleno, cui essa è immune. Solitamente porta con sé armi sperimentali quali: un anello che consente il teletrasporto, dei guanti dotati di artigli affilati come rasoi[19], pistole a raggi e simili. Inoltre è una brillante stratega, che combina la tattica con un’ampia esperienza di tecniche di combattimento ed oltre ad essere straordinariamente esperta nello spionaggio, i suoi maggiori punti di forza sono probabilmente la sua influenza, le immense risorse finanziarie a cui può attingere grazie alla sua posizione nel crimine organizzato e un'incredibile fortuna che le ha consentito di sfuggire alla morte in situazioni che sarebbero risultate fatali a molti altri. Spesso è stato lasciato a intendere che possegga una longevità soprannaturale[14].

Per un breve periodo, Chthon ha sostituito l’occhio destro di Viper con una sfera nera in grado di inviare le persone in una dimensione magica.

Altre Madame Hydra[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo in cui Ophelia si è servita del nome di Viper, l'HYDRA ha nominato almeno altre cinque donne sue successore[37] tuttavia solo la sesta Madame Hydra nella scala di successione viene mostrata[38], mentre quelle da II a V non sono conosciute.

Madame Hydra VI[modifica | modifica wikitesto]

Madame Hydra
Lingua orig. Inglese
Alter ego sconosciuto
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. agosto 1988
1ª app. in Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1[1]) n. 3
Editore it. Play Press
app. it. gennaio 1990
app. it. in Nick Fury contro lo S.H.I.E.L.D. n. 3
Sesso Femmina
Abilità
Affiliazione HYDRA

La sesta Madame Hydra esordisce ad opera di Bob Harras (storia) e Paul Neary (disegni) su Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1[1]) n. 3 (agosto 1988).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

La misteriosa ed innominata agente dell'HYDRA nota solo come "Madame Hydra VI" ha impressionato i suoi superiori a tal punto da da far sì che tale titolo le venisse assegnato dopo una sola missione[39]. Successivamente inizia a supervisionare la costruzione di una serie di missili sull'Helicarrier dello S.H.I.E.L.D. grazie all'aiuto del Life Model Decoy modello Delta (Deltite) di Jimmy Woo[37], che assieme ad altri modelli analochi si sta lentamente impadronendo dell'agenzia spionistica. Viene poi catturata ad Hong Kong da Nick Fury, Alexander Pierce e Al MacKenzie[40] e, accortasi che i Deltites non sono più controllabili si allea con gli agenti dello S.H.I.E.L.D.[41] contribuendo alla loro deattivazione[42].

In seguito viene consegnata alle autorità federali che, considerandola pazza e pericolosa la fanno internare alla Tyler Foundation for the Criminally Insane[42], manicomio dal quale essa continua a scrivere lettere d'amore per Pierce[43][44], tanto da sviluppare una vera e propria ossessione tale per cui, una volta evasa con l'aiuto dell'Artiglio Giallo[39], fa rapire Pierce sottoponendo al lavaggio del cervello affinché domini al suo fianco un'isola del Mare Cinese[45] l'uomo però viene soccorso dai suoi compagni e decondizionato[46] mentre Madame Hydra VI, per evitare di ritornare in manicomio, si fa esplodere[46].

In seguito, il nome in codice "Madame Hydra VI" viene inspiegabilmente assegnato a Valentina Allegra de la Fontaine[47].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

L'era di Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: L'era di Apocalisse.

Nella distopica realtà de L'era di Apocalisse, Viper è la moglie di Silver Samurai, assieme al quale si fa strada dall'Isola del Giappone combattendo orde di "Infiniti dell'Apocalisse" e sacrifica tragicamente la propria vita per salvare il marito. Proprio a causa della sua morte, in seguito, Silver Samurai accetta l'offerta di Magneto di unirsi agli X-Men.

Exiles[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Exiles (Marvel Comics).

In una delle dimensioni alternative visitate dagli Exiles (Terra 1720), Madame Hydra (Susan Storm Richards) è la padrona del mondo, il suo amante è Wolverine e il loro migliore assassino Slaymaster. Prima che gli Exiles possano mettere in atto la loro punizione però, Madame Hydra e i suoi fedeli fuggono nell'omniverso in cerca di altri mondi da conquistare[48].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ultimatum (Marvel Comics).

Nell'universo Ultimate Viper compare, assieme all'HYDRA, quando attacca gli uffici di Tony Stark per impossessarsi dell'armatura di Iron Man ma viere sconfitta dal suddetto con l'aiuto di Spider-Man, e presa in custodia dallo S.H.I.E.L.D.[49].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Viper è interpretata dall'attrice russa Svetlana Khodchenkova[50] in Wolverine - L'immortale, ruolo per il quale era stata precedentemente presa in considerazione anche Jessica Biel che, però, ha rifiutato[51]. Nel film il personaggio è una mutante in grado di produrre veleni e tossine e dotata di una costituzione fisica simile a quella di un rettile tale per cui è perfino in grado di fare la muta. Geniale scienziata, riesce a negare il fattore rigenerante di Wolverine attraverso un bio-robot impiantatogli nel corpo ed aiuta a costruire l'armatura di Silver Samurai e viene uccisa dopo una dura battaglia con Yukio.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Nick Fury (film)
  3. ^ a b Wolverine - L'immortale
  4. ^ a b c Secret Warriors (Vol. 1) n. 15 (giugno 2010)
  5. ^ Wolverine (Vol. 2) n. 126 (luglio 1998)
  6. ^ a b Captain America (Vol. 1) n. 110 (febbraio 1969)
  7. ^ Captain America (Vol. 1) n. 111 (marzo 1969)
  8. ^ Captain America (Vol. 1) n. 113 (maggio 1969)
  9. ^ The Avengers (Vol. 1) n. 107 (1973)
  10. ^ Captain America (Vol. 1) n. 170 (febbraio 1974)
  11. ^ Captain America (Vol. 1) n. 180 (dicembre 1974)
  12. ^ Captain America (Vol. 1) n. 181-182 (gennaio-febbraio 1975)
  13. ^ Marvel Team-Up (Vol. 1) n. 83-85 (luglio-settembre 1979)
  14. ^ a b Spider-Woman (Vol. 1) n. 42-44 (febbraio-giugno 1982)
  15. ^ Captain America (Vol. 1) n. 281-283 (maggio-luglio 1983)
  16. ^ New Mutants (Vol. 1) n. 5-6 (luglio-agosto 1983)
  17. ^ Captain America (Vol. 1) n. 341-344 (maggio-agosto 1988)
  18. ^ Daredevil Annual (Vol. 1) n. 4 (ottobre 1976)
  19. ^ a b X-Treme X-Men (Vol. 1) n. 11 (maggio 2002)
  20. ^ Captain America (Vol. 1) n. 419 (settembre 1993)
  21. ^ Punisher War Journal (Vol. 1) n. 45-47 (agosto-ottobre 1992)
  22. ^ Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 45 (marzo 1993)
  23. ^ Silver Sable and the Wild Pack (Vol. 1) n. 15 (agosto 1993)
  24. ^ Wolverine (Vol. 2) n. 125 (giugno 1998)
  25. ^ Astonishing Tales (Vol. 2) n. 6 (settembre 2009)
  26. ^ Uncanny X-Men (Vol. 1) n. 452 (gennaio 2005)
  27. ^ Invincible Iron Man Annual (Vol. 1) n. 1 (agosto 2010)
  28. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 2 (maggio 2009)
  29. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 14 (maggio 2010)
  30. ^ New Avengers (Vol. 2) n. 16.1 (novembre 2011)
  31. ^ Avengers (Vol. 4) n. 24 (maggio 2012)
  32. ^ New Avengers (Vol. 2) n. 18-19 (gennaio-febbraio 2012)
  33. ^ Avengers (Vol. 4) n. 30 (novembre 2012)
  34. ^ All-New X-Men (Vol. 1) n. 8 (maggio 2013)
  35. ^ Death of Wolverine (Vol. 1) n. 2 (novembre 2014)
  36. ^ All-New Captain America (Vol. 1) 4 (aprile 2015)
  37. ^ a b Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1) n. 3 (agosto 1988)
  38. ^ Official Handbook of the Marvel Universe (Vol. 3) n. 1 (luglio 1989)
  39. ^ a b Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 12 (giugno 1990)
  40. ^ Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1) n. 4 (settembre 1988)
  41. ^ Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1) n. 5 (ottobre 1988)
  42. ^ a b Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1) n. 6 (novembre 1988)
  43. ^ Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 1 (settembre 1989)
  44. ^ Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 9 (marzo 1990)
  45. ^ Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 13 (luglio 1990)
  46. ^ a b Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 14 (agosto 1990)
  47. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 3 (giugno 2009)
  48. ^ Exiles (Vol. 1) n. 91-94 (aprile-luglio 2007)
  49. ^ Ultimatum: Spider-Man Requiem (Vol. 1) n. 1 (agosto 2009)
  50. ^ (EN) Steve Weintraub, Svetlana Khodchenkova Talks Playing Viper, Landing the Role, Her Costume, Working with Hugh Jackman, and More on the Set of THE WOLVERINE, collider.com, 2013.
  51. ^ (EN) Hugh Jackman May Cross Paths With Jessica Biel In THE WOLVERINE!!, aintitcool.com, 13 luglio 2012.
  52. ^ (EN) Kurtis Findlay, "Avengers Images from C2E2", animatedsuperheroes.com, 26 aprile 2010. URL consultato il 16 agosto 2010.
  53. ^ (EN) Jim Reilly, Captain America: Super Soldier Announced, IGN, 5 ottobre 2010. URL consultato l'11 gennaio 2011.
  54. ^ (EN) LEGO Marvel Superheroes: Stan Lee Hulks Out - Comic-Con 2013, IGN, 20 luglio 2013. URL consultato il 20 luglio 2013.