Uncanny X-Men

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uncanny X-Men
gruppo
ReXmen1.jpg
Disegni di Chris Bachalo.
Lingua orig.Inglese
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.settembre 1963
1ª app. inThe X-Men n. 1
Editore it.Editoriale Corno
app. it.24 aprile 1973
app. it. inCapitan America n. 1
X-Men (vol. 1) / Uncanny X-Men (vol. 1)
fumetto
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
EditoreMarvel Comics
1ª edizionesettembre 1963 – dicembre 2011
Periodicitàmensile
Albi544 (completa) a gennaio 2016 venne pubblicato il n. 600 - nel conteggio sono compresi gli albi della seconda e della terza serie
Periodicità it.mensile
Seguito daUncanny X-Men (vol. 2)
Uncanny X-Men (vol. 2)
fumetto
EditoreMarvel Comics
1ª edizionegennaio 2012 – dicembre 2012
Periodicitàmensile
Albi20 (completa)
Preceduto daUncanny X-Men (vol. 1)
Seguito daUncanny X-Men (vol. 3)
Uncanny X-Men (vol. 3)
fumetto
TestiBrian Michael Bendis
DisegniChris Bachalo, Frazer Irving
EditoreMarvel Comics
1ª edizioneaprile 2013 – settembre 2015
Periodicitàmensile
Albi35 (completa)
Editore it.Panini Comics - Marvel Italia
1ª edizione it.settembre 2013
Periodicità it.mensile
Albi it.2 (in corso)
Preceduto daUncanny X-Men (vol. 2)
Seguito daUncanny X-Men (vol. 4)
Uncanny X-Men (vol. 4)
fumetto
EditoreMarvel Comics
1ª edizionemarzo 2016
Periodicitàmensile
Albi19 (in corso) maggio 2017
Preceduto daUncanny X-Men (vol. 3)

Uncanny X-Men[1] (inizialmente The X-Men), è la principale pubblicazione dedicata agli X-Men, gruppo di supereroi mutanti, edita negli Stati Uniti dalla Marvel Comics dal 1963.[2][3]

La testata è una delle più importanti all'interno della Marvel Comics ed è stata pubblicata ininterrottamente fino al 2011 per 543 numeri[2] ed è una di quelle con il logo più longevo (ideato da Jim Steranko) che verrà utilizzato anche per il merchandising e la serie tv[4]. Nel corso dei suoi oltre 40 anni di vita è stata più volte rilanciata per mano di alcuni dei più famosi autori e disegnatori della Marvel tra cui Stan Lee, Jack Kirby, Chris Claremont, John Byrne, Alan Davis e Jim Lee. Grazie alla popolarità e alla fama internazionale acquistata la Marvel decise di idearne numerosi spin-off come New Mutants, X-Factor, X-Force, X-Men (vol. 2[5]) e Astonishing X-Men.

Dopo la chiusura e poi ripartita con un nuovo n° 1 (novembre 2011)[6] mostrando le vicende degli X-Men rimasti su Utopia guidati da Ciclope. Durato poco più di un anno la seconda serie (vol.2) viene chiuso con il n° 20 (ottobre 2012)[7] per poi essere rilanciato nel febbraio 2013 per 36 numeri[8] dei quali l'ultimo corrispondeva al n°600 complessivo delle tre serie[9] e come tale era indicato in copertina (come se le tre serie fossero state in realtà una sola)[10] come parte dell'iniziativa Marvel NOW! a seguito del crossover Avengers vs. X-Men[11][12]. Successivamente si è avuta una quarta serie esordita nel gennaio 2016 all'interno dell'iniziativa editoriale All-New, All-Different Marvel e dedicata a mutanti del dopo Secret Wars, criminali spietati guidati da Magneto che difendono la causa mutante con ogni mezzo[13][14].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Prima serie: X-Men (vol. 1) / Uncanny X-Men (vol. 1) (1963-1981)[modifica | modifica wikitesto]

La prima dedicata al gruppo di personaggi, The X-Men (vol. 1[5]), ha esordito nel 1963 e venne edita fino al 1981; dal n. 114 di ottobre 1978 venne aggiunta alla testata il termine "uncanny" e divenne ufficialmente The Uncanny X-Men a partire dal n. 142 del febbraio 1981 e poco dopo venne fatta esordire una nuova serie intitolata X-Men (vol. 2) nell'ottobre 1991; dal 2002 la testata divenne Uncanny X-Men.[15][16]

Inizialmente pianificata per riportare al pubblico le dinamiche e le avventure dell'intero gruppo di X-Men la testata si è poi focalizzata solo su una parte di esso perdendo via via d'importanza. Tuttavia con il n. 500 (luglio 2008) la serie è tornata nuovamente a essere il titolo principale dedicato al gruppo pubblicando importanti storyline e i maggiori crossover. Fin dall'esordio, le trame di X-Men (vol. 2) sono quasi sempre rimaste scollegate dalla serie in modo che le squadre protagoniste degli albi (Gold Team su Uncanny X-Men e Blue Team su X-Men) avessero un ampio margine di azione senza incorrere in errori di continuity come le apparizioni contemporanee di uno o più personaggi. Tuttavia durante le gestioni Lobdell (1995-1996) e Davis (1998-2000) che scrissero ambedue i titoli, le serie funzionarono come un'unica serie bisettimanale con una storyline che proseguiva da una testata all'altra.

Seconda serie: Uncanny X-Men (vol. 2)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la chiusura della prima serie nel dicembre 2011, il mese successivo esordì la seconda, Uncanny X-Men (vol. 2) al fine di rilanciare la serie facendola ripartire dal primo numero con un nuovo team di autori; venne pubblicata per venti numeri e chiusa a dicembre dello stesso anno, sostituita dalla terza serie.[17]

Terza serie: Uncanny X-Men (vol. 3)[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del progetto di rilancio delle linea editoriale Marvel NOW!, esordì la terza serie che venne edita da aprile 2013 a settembre 2015 per 35 numeri quando venne ripresa la prima serie pubblicando il n. 600, comprensivo dei numeri pubblicati nelle tre serie per poi essere sostuita dalla quarta serie.[18][15][19]

Quarta serie: Uncanny X-Men (vol. 4)[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del progetto di rilancio delle linea editoriale All New All Different Marvel esordì a marzo 2016 la quarta serie dedicata agli X-Men successivi agli eventi narrati nella miniserie Secret Wars.[19]

Trame[modifica | modifica wikitesto]

Gli anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

In questo periodo parecchi cambiamenti concorsero a rinnovare la testata, a cominciare dall'arco narrativo intitolato Massacro Mutante che fornì l'occasione per disfarsi di tutti quei personaggi che non erano riusciti ad accattivarsi le simpatie del pubblico. A dispetto di questa decimazione, nuovi character entrarono in scena come la ex-modella ed agente segreto britannico Psylocke, la giovane Jubilee e la misteriosa Madelyne Pryor, clone della defunta Jean Grey che divenne presto il nuovo interesse amoroso di Ciclope. Sempre grazie a Claremont, Tempesta mostrò un atteggiamento più aggressivo che ben si rispecchiava con il suo nuovo look punk, assunse la carica di leader degli X-Men e trasferì l'intero gruppo nell'outback australiano. Nel mentre, gli originali cinque X-Men complice la resurrezione di Jean, si riunirono e fondarono X-Factor, agenzia deputata al soccorso di mutanti in pericolo e Scott ritornò in tempo dal figlio e dalla moglie per vedere la donna trasformarsi nella Regina dei Goblin e dare inizio alla maxi-saga Inferno.

Gli anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che Psylocke utilizzò il portale mistico Seggio Periglioso, molti X-Men vennero rispediti sulla terra affetti però da gravi forme di amnesia. Nel caso di Betsy, la donna fu catturata dall'organizzazione asiatica della Mano e la sua psiche scambiata con quella della ninja Kwannon; tornata fra gli X-Men cominciò a flirtare con Ciclope scatenando le ire di Jean ma la situazione si risolse quando sulla scena comparve la misteriosa Revanche che altri non era se non la psiche di Kwannon inserita nel corpo di Betsy. Utilizzata la saga Attrazioni fatali come punto d'inizio della degenerazione di Xavier nel malvagio Onslaught, gli autori Marvel diedero il via all'omonimo crossover che portò al rinnovo di tutte le testate fumettistiche. Non appena l'universo fu tornato alla normalità, gli X-Men si scontrarono con il Re delle Ombre e furono coinvolti nel ritorno di Apocalisse e nella saga dei Dodici, mutanti capaci di distruggere il proprio corpo ma anche di aiutarlo a ricercare un nuovo ospite per il suo spirito. Dopo che Ciclope si fuse con lui per salvare la vita del figlio, prese il via l'arco narrativo Alla Ricerca di Ciclope che portò ad una più profonda ridefinizione del character e dei personaggi a lui vicini.

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'arco narrativo L'alba della distruzione, Jean assemblò un manipolo di X-Men composto da Northstar, Frenzy, Pira Ardente, Spettro, Dazzler ed Omerta con lo scopo di sconfiggere Magneto, ora a capo dell'isola di Genosha, e liberare Xavier. Tempo dopo, una differente squadra guidata da Arcangelo e Nightcrawler, formatasi all'epoca in cui Grant Morrison dirigeva New X-Men, introdusse il personaggio di Stacy X; si scoprì, quindi, che Havok era ancora vivo e curato amorevolmente da Annie Ghazikhanian un'infermiera della quale s'innamorò a tal punto da abbandonare Polaris all'altare, facendo in modo che la ragazza uscisse di senno ed aggredisse gli invitati. In questo periodo, Tempesta tagliò i ponti con gli X-Men "ufficiali" e, preso un piccolo gruppo di essi, lasciò la scuola; durante le prime missioni degli X-Treme X-Men, Psylocke fu ferita a morte e Bestia subì una mutazione secondaria ad opera di Sage che modificò il suo aspetto da primate a felino. Riappacificatasi con la nuova direzione dell'istituto composta da Ciclope ed Emma Frost, Tempesta fondò la squadra tattica X.S.E. e con l'aiuto di una rediviva Rachel Grey andò in soccorso di X-23, intrappolata nella Terra Selvaggia, sconfisse il nuovo Club infernale e assistette alla resurrezione di Psylocke. Il team continuò a cambiare fino all'avvento del crossover mutante Messiah Complex, evento nel quale tutte le X-squadre si trovarono coinvolte e che portò poi alla loro nuova dislocazione a San Francisco. Lì si scontrarono con la Setta Infernale e la Sorellanza guidate entrambe dalla Regina Rossa, ovvero lo spirito corrotto di una defunta Madelyne Pryor rivelatosi in seguito la manifestazione della sua personalità di Regina dei Goblin, che durante un esperimento tramite la liberazione di energia psionica riuscì a riportare Psylocke nella realtà di Terra-616 dopo il suo soggiorno con gli Exiles. Coinvolti negli eventi di Dark Reign, gli X-Men al completo si trovarono a combattere contro i Vendicatori guidati da Osborn e gli X-Men governativi di Emma Frost prima che Ciclope decidesse di trasferire il quartier generale sull'isola di Utopia fatta affiorare poco fuori le coste americane, costruita dalle rovine di uno degli Asteroidi M di Magneto. E proprio il vecchio nemico degli X-Men ritornò in scena durante la storyline Nazione X venendo accettato fra le file del crescente esercito di Ciclope al quale cercò di dimostrare la propria lealtà riportando sulla Terra Kitty Pryde poco prima che Bastion desse inizio al suo piano per eliminare la messia mutante Hope Summers nel corso del crossover Secondo avvento. Dopo l'abbandono di Bestia in favore dei Vendicatori Segreti e la morte di Nightcrawler per mano di Bastion, compaiono i primi nuovi mutanti dopo l'M-Day e nell'arco narrativo Le cinque luci si assiste al viaggio di Hope per stabilizzarne le mutazioni e riportarli ad Utopia. A seguito di ciò, un'improvvisa epidemia virale si abbatte su Utopia ad opera della Sublime Corporation impegnata a confezionare inalatori spray capaci di donare poteri mutanti agli umani prima di essere fermati. Durante il crossover Fear Itself dove si assiste all'ascesa del Serpente, il Fenomeno dopo aver impugnato uno dei mistici martelli caduti dal cielo dà l'assalto a S.F. costringendo Colosso a stringere un patto con il demone Cyttorak per diventare il nuovo Fenomeno e riuscire a sconfiggerlo.

Seconda serie (2011-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la conclusione di Scisma, la testata riparte con un nuovo n. 1 nel novembre 2011 sfruttando l'iniziativa Regensis. Essendo divenuto il titolo principale fra quelli schierati con Ciclope (gli altri sono Generation Hope, X-Men (vol. 3) e New Mutants[20]), al suo interno viene mostrata per la prima volta la "squadra estinzione" guidata dallo stesso Ciclope che ha il compito di mantenere la pace a livello mondiale e propagandare la potenza mutante[21]. Durante il crossover Avengers vs. X-Men la testata produce numerosi tie-in per poi chiudere i battenti con il n. 20 (ottobre 2012) lasciando il posto ad un nuovo team creativo.[22]

Di volta in volta la squadra estinzione affronta nemici come Sinistro, che sfruttando i motori della creazione del Celestiale dormiente in S.F. crea una specie interamente costituita da se stesso in cui la sua coscienza si sposta da individuo a individuo al momento della sua morte. La seconda minaccia è rappresentata dalla località nota come Tabula Rasa risultato dell'esperimento condotto da Arcangelo e Bestia Nera durante la sua ascesa al trono di Apocalisse ostacolata da X-Force. All'interno di questo luogo la squadra identifica un ecosistema sviluppatosi artificialmente e diversamente dal resto del mondo, in cui i nativi del luogo vengono soggiogati dall'Uomo Immortale che si rivela poi essere uno dei due ultimi sopravvissuti degli antichi abitanti di Tabula. Assieme al secondo, ribattezzatosi "Apice buono", la squadra riesce ad allontanare la minaccia dell'estinzione dei nativi. Poco prima di entrare a far parte dei tie-in del crossover Avengers vs. X-Men, la squadra estinzione effettua un ultimo team-up con i Vendicatori per ricatturare i prigionieri sfuggiti allo S.W.O.R.D. riuscendo nell'impresa e portando dietro le sbarre del Carcere-X il robot alieno Unit che però corrompe i sistemi di Danger prendendone il sopravvento e diventando, di fatto, il carceriere. Durante i primi numeri legati ad AVX, la testata approfondisce i combattimenti fra membri dei diversi schieramenti come Colosso-Hulk Rosso, Namor-Cosa per poi dedicarsi interamente alla nascita della metropoli vittoriana sotterranea nota come Londra Sinistra guidata da Sinistro ed abitata dalla sua specie. Una volta scoperta la sua esistenza i Cinque della Fenice, ossia Ciclope, Emma, Colosso, Magik e Namor decidono di distruggerla venendo però inizialmente sconfitti da sei cloni di Madelyne Pryor che riescono a rubar loro i frammenti della Fenice fino a quando Emma non la convince che loro sono ospiti più adatti. Sconfitto definitivamente Sinistro dopo averne incenerito il corpo, il focus della testata si sposta alle relazioni fra i Cinque facendo così scoprire che Emma e Namor hanno avuto una relazione telepatica alle spalle di Ciclope e Magik ha manipolato il fratello facendogli accettare il potere di Cyttorak per corrompergli l'anima. Al Carcere-X Unit abbandona la Terra eliminando la sua programmazione dal sistema di Danger che decide di liberare tutti i prigionieri prima di abbandonare Utopia; Magik e Colosso si danno battaglia fino a quando la prima non lo sconfigge, eliminando il potere di Cyttorak con la sua Spada dell'anima, e ricordandogli di non provare pena per lei mentre lui le promette che se dovessero mai incontrarsi di nuovo non esiterebbe ad ucciderla; infine, visitato da un redivivo Sinistro nella prigione speciale in cui è detenuto, Ciclope gli promette che non gli sfuggirà.

Terza serie - Marvel NOW! (2013-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Sfruttando l'iniziativa Marvel NOW! a seguito del crossover AVX, nel febbraio 2013 la Marvel rilancia la testata per la seconda volta in pochi mesi affidandola a Brian Michael Bendis e Chris Bachalo che si alternerà ai disegni con Frazer Irving. Questo nuovo volume si concentra sul gruppo di mutanti guidato da Ciclope, che fra le sue fila conta i restanti membri della squadra estinzione più alcuni nuovi giovani, impegnato a promuovere una rivoluzione e educare la nuova generazione di mutanti alla Nuova Scuola Xavier[11]. Questi studenti sono la cronocineta Tempus, il guaritore Triage, il piattaforma Benjamin e Palle d'Oro, in grado di produrre sfere dorate. Dopo un'avventura contro i demoni del Limbo con le Naidi di Stepford e un Angelo proveniente dal passato, si unirà ai mutanti anche il tecnopate Hijack.

Quarta serie - All New All Different X-Men (2015-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Con lo slogan All-New All-Different X-Men nel 2015 la Marvel avviò il rilancio della serie partendo dalla scomparsa del gruppo originale composto da Ciclope, Bestia, Jean Grey, Uomo Ghiaccio, Angelo più le nuove aggiunte Havok e Polaris e dal loro soccorso da parte di un nuovo team di mutanti messo insieme da Xavier composto da Tempesta, Wolverine, Nightcrawler, Banshee, Colosso e Thunderbird. Dopo il salvataggio la vecchia guardia lasciò il posto ai nuovi membri guidati da Ciclope che cominciarono così ad essere coinvolti in storie sempre più avvincenti culminanti nella Saga di Fenice, nel primo incontro con gli alieni Shi'ar e la morte, apparente, di Jean Grey e Bestia. Dopo aver scoperto che i due erano ancora in vita il team entrò in contatto con il potente mutante Proteus, figlio della scienziata ed ex-amante di Xavier, Moira MacTaggert. Grazie all'inventiva di Claremont nuovi personaggi fecero la loro comparsa come Kitty Pryde, Dazzler ed Emma Frost oltre alle organizzazioni come il Club infernale che portarono alla Saga di Fenice Nera e alla successiva nuova morte di Jean Grey oltre che al primo paradosso temporale mutante consistente nell'arco narrativo intitolato Giorni di un futuro passato.

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatori Disegnatori

Personaggi componenti del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Numeri Personaggi prima serie[23]
1-26 Warren Worthington III (Angelo), Bestia, Ciclope, Jean Grey (Marvel Girl), Professor X, Uomo Ghiaccio
27-29 Angelo, Bestia, Ciclope, Marvel Girl, Mimo, Professor X, Uomo Ghiaccio
30-39 Angelo, Bestia, Ciclope, Marvel Girl, Professor X, Uomo Ghiaccio
40-42 Angelo, Bestia, Changeling, Ciclope, Marvel Girl, Uomo Ghiaccio
43-59 Angelo, Bestia, Ciclope, Marvel Girl, Uomo Ghiaccio,
60-64 Angelo, Bestia, Ciclope, Marvel Girl, Polaris, Uomo Ghiaccio
65-66 Angelo, Bestia, Ciclope, Havok, Marvel Girl, Polaris, Professor X, Uomo Ghiaccio
94 Angelo, Banshee, Ciclope, Colosso, Havok, Marvel Girl, Nightcrawler, Polaris, Professor X, Sole Ardente, Tempesta, Thunderbird, Uomo Ghiaccio, Wolverine
95 Banshee, Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Thunderbird, Wolverine
96-109 Banshee, Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Wolverine
110-117 Banshee, Ciclope, Colosso, Jean Grey (Fenice), Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Wolverine
118-124 Banshee, Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Tempesta, Wolverine
125-128 Banshee, Ciclope, Colosso, Fenice, Nightcrawler, Tempesta, Wolverine
129-137 Ciclope, Colosso, Fenice, Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Wolverine
138 Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Wolverine
139-148 Angelo, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Kitty Pryde (Sprite), Tempesta, Wolverine
149 Colosso, Nightcrawler, Professor X, Sprite, Tempesta, Wolverine
150 Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Sprite, Tempesta, Wolverine
151 Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Wolverine
152-170 Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Sprite, Tempesta, Wolverine
171-175 Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Kitty Pryde (Ariel), Rogue, Tempesta, Wolverine
176-187 Colosso, Nightcrawler, Professor X, Rogue, Kitty Pryde (Shadowcat), Tempesta, Wolverine
188-196 Colosso, Nightcrawler, Professor X, Rachel Summers, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
197-199 Ciclope, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Rachel Summers, Rogue, Shadowcat, Wolverine
200 Ciclope, Colosso, Magneto, Nightcrawler, Professor X, Rachel Summers (Fenice II), Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
201 Ciclope, Colosso, Magneto, Nightcrawler, Fenice II, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
202-208 Colosso, Magneto, Nightcrawler, Fenice II, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
209-212 Colosso, Magneto, Nightcrawler, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
213 Colosso, Magneto, Nightcrawler, Psylocke, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
214 Colosso, Dazzler, Magneto, Nightcrawler, Psylocke, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
215 Colosso, Dazzler, Longshot, Magneto, Nightcrawler, Psylocke, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
216-218 Dazzler, Longshot, Magneto, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
219-224 Dazzler, Havok, Longshot, Magneto, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
225-247 Colosso, Dazzler, Havok, Longshot, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
248 Colosso, Dazzler, Havok, Longshot, Psylocke, Tempesta
249-250 Colosso, Dazzler, Havok, Psylocke
251-253 Colosso, Dazzler, Jubilee, Psylocke, Wolverine
254-259 Banshee, Dazzler, Forge, Jubilee, Polaris, Psylocke, Wolverine
260 Banshee, Dazzler, Forge, Jubilee, Psylocke, Wolverine
261-269 Banshee, Forge, Jubilee, Psylocke, Wolverine
270-276 Banshee, Forge, Gambit, Jubilee, Psylocke, Tempesta, Wolverine
277-280 Banshee, Forge, Gambit, Jubilee, Professor X, Psylocke, Tempesta, Wolverine
281-286 Warren Worthington III (Arcangelo), Colosso, Fenice, Professor X, Tempesta, Uomo Ghiaccio
287-304 Alfiere, Arcangelo, Colosso, Fenice, Professor X, Tempesta, Uomo Ghiaccio
305-315 Alfiere, Arcangelo, Fenice, Professor X, Uomo Ghiaccio, Tempesta
316-317 Alfiere, Arcangelo, Bestia, Ciclope, Gambit, Fenice, Jubilee, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Uomo Ghiaccio, Wolverine
318-335 Alfiere, Arcangelo, Bestia, Cannonball, Ciclope, Gambit, Fenice, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Uomo Ghiaccio, Wolverine
336-340 Alfiere, Arcangelo, Bestia, Cannonball, Ciclope, Gambit, Fenice, Joseph, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Uomo Ghiaccio, Wolverine
341-342 Alfiere, Arcangelo, Bestia, Cannonball, Ciclope, Gambit, Fenice, Joseph, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
343-349 Alfiere, Bestia, Gambit, Joseph, Rogue
350-351 Alfiere, Arcangelo, Bestia, Cannonball, Ciclope, Gambit, Fenice, Joseph, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
352-353 Alfiere, Bestia, Cannonball, Ciclope, Fenice, Joseph, Maggott, Marrow, Psylocke, Cecilia Reyes, Rogue, Tempesta, Uomo Ghiaccio, Wolverine
354-360 Alfiere, Bestia, Cannonball, Ciclope, Uomo Ghiaccio, Fenice, Maggott, Marrow, Cecilia Reyes, Rogue, Tempesta, Wolverine
361-373 Colosso, Gambit, Marrow, Nightcrawler, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
374-376 Arcangelo, Bestia, Ciclope, Colosso, Gambit, Fenice, Marrow, Nightcrawler, Professor X, Psylocke, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Uomo Ghiaccio
377-380 Arcangelo, Bestia, Colosso, Gambit, Fenice, Marrow, Nightcrawler, Professor X, Psylocke, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Uomo Ghiaccio, Wolverine
381-390 Bestia, Cable, Gambit, Fenice, Rogue, Tempesta
392-393 Ciclope, Dazzler, Frenzy, Fenice, Northstar, Omerta, Professor X, Pira Ardente, Spettro, Wolverine
394 Arcangelo, Ciclope, Fenice, Wolverine
395-399 Arcangelo, Chamber, Nightcrawler, Uomo Ghiaccio, Wolverine
400-409 Arcangelo, Chamber, Nightcrawler, Stacy X, Uomo Ghiaccio, Wolverine
410-414 Arcangelo, Nightcrawler, Professor X, Stacy X, Uomo Ghiaccio, Wolverine
415-422 Arcangelo, Husk, Nightcrawler, Northstar, Professor X, Uomo Ghiaccio, Wolverine
423-426 Arcangelo, Havok, Husk, Fenomeno, Nightcrawler, Northstar, Polaris, Professor X, Uomo Ghiaccio, Wolverine
427-437 Arcangelo, Havok, Husk, Jubilee, Fenomeno, Nightcrawler, Northstar, Polaris, Professor X, Uomo Ghiaccio, Wolverine
438-443 Arcangelo, Husk, Nightcrawler, Polaris, Professor X, Uomo Ghiaccio, Wolverine
444-448 Alfiere, Cannonball, Rachel Grey (Marvel Girl II), Nightcrawler, Sage, Tempesta, Wolverine
449-454 Alfiere, Marvel Girl II, Nightcrawler, Sage, Tempesta, Wolverine
455-456 Alfiere, Marvel Girl II, Nightcrawler, Tempesta, Wolverine
457-468 Alfiere, Marvel Girl II, Nightcrawler, Psylocke, Tempesta, Wolverine
469-474 Alfiere, Cannonball, Marvel Girl II, Nightcrawler, Psylocke
475-486 Darwin, Havok, Marvel Girl II, Nightcrawler, Polaris, Professor X, Warpath
487-491 Calibano, Hepzibah, Nightcrawler, Professor X, Tempesta, Warpath
492-494 crossover Messiah Complex
495-499 Angelo, Ciclope, Colosso, Emma Frost, Hepzibah, Nightcrawler, Uomo Ghiaccio, Warpath, Wolverine
500-507 Angelo, Bestia, Ciclope, Colosso, Dazzler, Emma Frost, Karma, Naiadi di Stepford, Nightcrawler, Pixie, Tempesta, Wolverine
508-514 Angelo, Bestia, Ciclope, Colosso, Dazzler, Domino, Dr. Nemesis, Emma Frost, Madison Jeffries, Karma, Naiadi di Stepford, Nightcrawler, Northstar, Pixie, Psylocke, Kavita Rao, Yuriko Takiguchi, Tempesta, Wolverine
515-519 Angelo, Bestia, Ciclope, Colosso, Dr. Nemesis, Emma Frost, Madison Jeffries, Magneto, Naiadi di Stepford, Nightcrawler, Psylocke, Kavita Rao, Wolverine
520-522 Angelo, Ciclope, Colosso, Dr. Nemesis, Fantomex, Emma Frost, Madison Jeffries, Magneto, Naiadi di Stepford, Nightcrawler, Psylocke, Kavita Rao, Wolverine
523-525 crossover Secondo avvento
526-529 Angelo, Ciclope, Colosso, Cypher, Dazzler, Dr. Nemesis, Fantomex, Emma Frost, Madison Jeffries, Northstar, Psylocke, Kavita Rao, Cecilia Reyes, Rogue, Shadowcat, Hope Summers, Tempesta, Uomo Ghiaccio, Wolverine,
530-534 Angelo, Ciclope, Dazzler, Fantomex, Emma Frost, Northstar, Pixie, Kavita Rao, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
535-544 Ciclope, Colosso, Emma Frost, Magik, Magneto, Namor, Pixie, Shadowcat, Hope Summers, Uomo Ghiaccio, Wolverine
Personaggi seconda serie
1-3 Ciclope, Colosso, Danger, Emma Frost, Magik, Magneto, Namor, Hope Summers, Tempesta
4-8 Ciclope, Colosso, Danger, Magik, Magneto, Namor, Psylocke, Hope Summers, Tempesta
9-10 Ciclope, Colosso, Danger, Emma Frost, Magik, Magneto, Namor, Hope Summers, Tempesta
11-14 Ciclope, Colosso, Danger, Emma Frost, Magik, Magneto, Namor, Psylocke, Hope Summers, Tempesta
15-17 Ciclope, Colosso, Danger, Emma Frost, Magik, Magneto, Namor, Psylocke, Tempesta
18-20 Ciclope, Colosso, Danger, Emma Frost, Magik,
Personaggi terza serie
1 Ciclope, Emma Frost, Magik, Magneto, Tempus, Triange
2-3 Benjamin, Ciclope, Emma Frost, Goldballs, Magik, Magneto, Tempus, Triange
4-7 Angelo (passato),Benjamin, Ciclope, Emma Frost, Goldballs,Magik, Magneto, Naidi di Stepford, Tempus, Triage
8-14 Angelo,Benjamin, Ciclope, Emma Frost, Goldballs, Hijak, Magik, Magneto, Naidi di Stepford, Tempus, Triage
15 Emma Frost, Jean Grey (passato), Magik, Naidi di Stepford, Shadowcat, Tempus
16 Magneto
17 Benjamin, Goldballs, Hijak, Naidi di Stepford, Tempus, Triage
18-22 Benjamin, Ciclope, Emma Frost, Goldballs, Magik, Naidi di Stepford , Tempus, Triange
23-28 Benjamin, Ciclope, Dazzler, Hijak, Emma Frost, Goldballs, Kitty Pryde Magik, Naidi di Stepford, Tempus, Triage
29 Benjamin, Dazzler, Hijak, Emma Frost, Goldballs, Kitty Pryde,Naidi di Stepford, Tempus, Triage, Xavier
30 Benjamin, Ciclope, Dazzler, Hijak, Emma Frost, Goldballs, Kitty Pryde Magik, Naidi di Stepford, Tempus, Triage, Xavier
31 Ciclope, Havok

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Traduzione italiana corrente: Gli Incredibili X-Men
  2. ^ a b Uncanny X-Men vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  3. ^ Uncanny X-Men (1963 - 2011) | Comic Books | Comics | Marvel.com, su marvel.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  4. ^ Andrea Fiamma, Jim Steranko: l'arte di scomparire, in Fumettologica, 31 maggio 2016. URL consultato il 1º giugno 2016.
  5. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  6. ^ Uncanny X-Men (2011 - 2012) | Comic Books | Comics | Marvel.com, su marvel.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  7. ^ Uncanny X-Men vol 2 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  8. ^ Uncanny X-Men vol 3 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  9. ^ Uncanny X-Men vol 1 # 600 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  10. ^ Uncanny X-Men (2013 - Present) | Comic Books | Comics | Marvel.com, su marvel.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  11. ^ a b (EN) Bachalo Confirms "Uncanny X-Men" Relaunch, in CBR.com, 8 novembre 2012. URL consultato il 23 febbraio 2017.
  12. ^ (EN) Bendis Mutates "Uncanny X-Men", in CBR.com, 11 dicembre 2012. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  13. ^ Uncanny X-Men (2016 - Present) | Comic Books | Comics | Marvel.com, su marvel.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  14. ^ Uncanny X-Men vol 4 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  15. ^ a b Uncanny X-Men vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 14 novembre 2017.
  16. ^ X-Men :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 14 novembre 2017.
  17. ^ Uncanny X-Men vol 2 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 14 novembre 2017.
  18. ^ Uncanny X-Men vol 3 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 14 novembre 2017.
  19. ^ a b Uncanny X-Men vol 4 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 14 novembre 2017.
  20. ^ "Marvel Unveils Cyclops' Full Roster"
  21. ^ "NYCC: X-Men: Regenesis"
  22. ^ "X-POSITION: Gillen Wraps Uncanny X-Men"
  23. ^ UXN - Uncanny X-Men: all issues, su uncannyxmen.net. URL consultato il 29 giugno 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics