Tintura per capelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una parrucchiera impegnata nella tintura dei capelli di una cliente.

La tintura per capelli è una tecnica con la quale viene colorato o decolorato il colore naturale dei capelli umani. Viene utilizzata per molteplici scopi che possono andare dalla copertura dei capelli bianchi, al ripristino del colore originale, "scolorito" in seguito ad altri trattamenti. Frequentemente il suo utilizzo però è quello di creare un nuovo look, tramite il cambio del colore dei capelli. I prodotti coloranti possono consistere in creme, gel o shampoo colorante.

Tipi di tinture[modifica | modifica sorgente]

Colorazione temporanea[modifica | modifica sorgente]

E'un tipo di tintura, applicata nella forma di shampoo colorante, o lozione, che fa mantenere il colore ai capelli per un tempo breve che se ne va normalmente dopo il primo lavaggio. Nel caso delle colorazioni temporanee, vengono utilizzati prodotti con un elevato peso molecolare, che semplicemente si appoggiano sulla cuticola del capello e quindi vengono rimossi facilmente.

Colorazione semipermanente[modifica | modifica sorgente]

Rispetto alla colorazione temporanea, quella semipermanente deve resistere ad un numero di lavaggi superiore, normalmente dai 4 agli 8 lavaggi. Lo scopo principale è quello di colorare i capelli bianchi o dare maggiore tono al colore naturale, ma non possono schiarire i capelli. Di conseguenza l'applicazione di colorazioni semipermanenti non richiede alcuna modifica preliminare (richiesta invece nel caso della colorazione permanente).

Colorazione permanente[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una colorazione che modifica definitivamente il colore dei capelli, tramite una reazione chimica di ossidazione che permette alle molecole di colore di penetrare nel capello. La colorazione permanente oltre a rendere più scuro il colore dei capelli, permette anche di schiarire, ed è resistente a qualsiasi fattore esterno, compresi i lavaggi.

Il principio della colorazione consiste nella penetrazione da parte di molecole nei pori del fusto del capello (precedentemente aumentati di dimensione, dall'idratazione e dall'alcalinizzazione). A questo punto le molecole vengono ossidate e assumono colore, che viene trasmesso alla cheratina della cuticola e della corteccia.

Decolorazione[modifica | modifica sorgente]

La decolorazione è un processo chimico simile a quello della normale colorazione, ma che anziché "depositare" il colore all'interno del fusto del capello, fa in modo che vengano disperese le molecole di colore naturali, facendo conseguentemente "perdere" il colore originale dei capelli, che tenderà a schiarirsi. Più tempo il decolorante viene lasciato agire, più molecole andranno disperse, e più chiaro sarà il risultato finale. Si tratta di un trattamento indispensabile quando si vuole passare da un colore scuro ad uno più chiaro (per esempio, dai capelli neri al biondo). Esistono una serie di rimedi naturali che permettono di schiarire i capelli, senza arrivare alla decolorazione (possibile solo con la chimica)

Colori esotici[modifica | modifica sorgente]

Barba e capelli tinti di blu

La maggior parte delle tinture per capelli tendono a ricreare un colore naturale dei capelli, normalmente biondo, rosso, castano o nero. Tuttavia esistono prodotti designati appositamente per tingere i capelli di colori non naturali e quindi disponibili in qualunque tonalità. Fanno parte della cultura punk ma oggi questo tipo di prodotti sono venduti in tutti i negozi di forniture per parrucchieri. Il metodo di applicazione del colore è il medesimo di quello delle tinte normali.