Wasp (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wasp
Universo Universo Marvel
Nome orig. Wasp
Lingua orig. Inglese
Alter ego

Janet Van Dyne

Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. giugno 1963
1ª app. in Tales to Astonish Vol. 1, n. 44
Editore it. Editoriale Corno
app. it. in L'Uomo Ragnon.28 - Il ritorno di Kraven 1971 – I serie
Sesso Femmina
Abilità
  • riesce a rimpicciolirsi alla statura di una vespa e a diventare grandissima
  • se rimpicciolita vola grazie a ali d'insetto impiantate chirurgicamente
  • discreta abilità nella lotta corpo a corpo
  • emette scariche elettriche
Parenti
  • Vernon Van Dyne (padre, deceduto)
  • Henry Pym (ex-marito)

Wasp, il cui vero nome è Janet Van Dyne, è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee e Ernie Hart (testi), Jack Kirby (disegni) nel 1963, pubblicato dalla Marvel Comics. È apparsa per la prima volta in Tales to Astonish Vol.[1] 1, n. 44.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Janet Van Dyne è la figlia dello scienziato Vernon Van Dyne. Quando il padre venne ucciso si gettò fra le braccia del socio del padre, Hank Pym. Hank, che in realtà era il neo supereroe Ant-Man, le rivelò la sua identità e la modificò geneticamente, dandole il potere di tramutarsi in una minuscola donna con i poteri di una vespa (Wasp, appunto) e diede istruzioni su come usare le particelle Pym, così facendo riuscì assieme a Hank a consegnare il colpevole alla giustizia.

Janet era l'unica donna tra i fondatori dei Vendicatori e fu proprio lei a dare il nome alla squadra; la sua presenza fu fondamentale nello stemperare gli animi, infatti Iron Man, Thor e Hank avevano tre personalità molto forti e spesso erano in disaccordo tra loro. Fortunatamente questo problema venne accantonato dall'arrivo di Capitan America: fu proprio Janet a riconoscere la gloriosa uniforme a stelle e strisce sotto la lacera divisa da soldato che Rogers indossava il giorno del suo ritrovamento.

All'inizio della sua carriera Janet usava un costume, dotato di maschera, molto simile a quello di Ant-Man, ma in seguito cominciò lei stessa a disegnarsi i costumi, tutti sgargianti e che le lasciavano il volto scoperto, diventando così un personaggio pubblico di fama internazionale, capace di influenzare la moda al pari di attrici famose.

Tra mille avventure lei e Hank finalmente si sposarono, sebbene il matrimonio sia stato interrotto da Ringmaster ed il suo circo criminale. L'essere divenuta la compagna di Henry Pym la rese il bersaglio preferito di Ultron, un robot che Hank stesso aveva ideato dai propri schemi mentali e che provava per lui un odio edipico. Ultron usò i tracciati cerebrali di Wasp per crearsi una compagna robotica, Jocasta.

Nonostante atteggiamenti frivoli, e malgrado gli espliciti apprezzamenti a parecchi dei suoi colleghi (fra i quali Thor era il prediletto), Janet è sempre stata un'eroina molto motivata e una compagna fedele per Hank Pym, fino a quando questi, a causa dello stress accumulato e di alcuni problemi d'instabilità mentale, non cominciò a picchiarla. Il divorzio fu inevitabile, ma questa brutta esperienza fece maturare notevolmente Janet, tanto da spingerla ad assumere il ruolo di capo dei Vendicatori (davanti a personalità forti come Capitan America e Iron Man), rivelandosi una della migliori leader della storia della squadra.

La sua leadership fu determinante in modo particolare quando i Signori del male, comandati dal Barone Helmut Zemo riuscirono ad occupare la base dei Vendicatori. Sotto la guida di Janet, gli eroi riuscirono a venir fuori da uno dei momenti più neri della loro storia.

Poco dopo il divorzio ebbe una breve relazione con Tony Stark, non sapendo che in realtà lui fosse Iron Man, uno dei migliori amici di Hank. Una volta venuta a conoscenza del segreto, troncò la relazione; nonostante quello che aveva passato, non avrebbe mai fatto questo al suo ex marito. Dopo parecchio tempo (durante il quale entrambi ebbero alcuni flirt) i due tornarono insieme, ma senza risposarsi. Le cose sembravano funzionare tra loro fino a quando lei non tradì Hank con l'arciere Occhio di Falco; la loro storia però non proseguì perché poco tempo dopo Clint morì in seguito agli eventi narrati in Vendicatori divisi, che portarono allo scioglimento dei Vendicatori.

Vendicatori Divisi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Vendicatori Divisi.

Quando i Vendicatori si sciolsero, Wasp venne gravemente ferita da She-Hulk che, alla vista della base dei Vendicatori ormai distrutta, divenne furiosa ed incontrollabile; in realtà Jen impazzì a causa dei poteri di Scarlet che la indussero ad aggredire Janet e gli altri compagni. Al risveglio dal coma, trovò al suo capezzale Hank, che non l'aveva abbandonata nemmeno per un momento: questa sua premura commosse Janet a tal punto che, dopo essersi ripresa, decise di andare a insegnare a Oxford con lui.

House of M[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of M.

Wasp aveva preso parte alla spedizione a Genosha con i Vendicatori e gli X-Men per decidere del fato di Scarlet, le cui azioni hanno successivamente portato agli eventi sviluppati in House of M: in questa realtà Janet era diventata una stilista di moda molto famosa, tanto che i suoi vestiti erano indossati dai reali di Genosha e del Wakanda.

Civil War[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Durante Civil War Janet ha deciso di schierarsi dalla parte di Iron Man, a favore della registrazione.

Potenti Vendicatori[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Potenti Vendicatori.

Dopo Civil War Janet entrerà a far parte del gruppo di Vendicatori guidati da Ms. Marvel e finanziati da Iron Man per cacciare i superumani non registrati ed altre minacce. Janet sta cercando di far coincidere i suoi doveri di super eroina con la sua carriera di stilista: inoltre sembra che si sia lasciata definitivamente con Hank, nonostante egli continui ad essere premuroso nei suoi confronti.

Secret Invasion[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Secret Invasion.

La premura di Hank, purtroppo, aveva un perché: la formula per trasformarsi in gigante che il falso Hank (in realtà un agente skrull) le aveva donato era un composto chimico che, durante la battaglia finale con gli alieni nel centro di New York, ha trasformato Janet in una enorme arma biologica in grado di uccidere gli esseri umani. Con enorme rammarico, Thor è stato costretto ad ucciderla, giurando sul suo onore di vendicarla. Nonostante questo si scopre che il suo spirito continua a vivere trasformatosi nel sottoverso il quale si trova sotto il microverso e il palazzo infinito è il suo contorno. In suo onore, l'ex marito Hank ha assunto l'identità di Wasp, ricordando tutti i momenti più importanti della loro storia.

Il ritorno[modifica | modifica sorgente]

In seguito, si scopre che Janet era in realtà viva all'interno di una sorta di microverso a Central Park, in cui era giunta rimpicciolendosi durante lo scontro con gli Skrull, mentre tutti pensavano che fosse morta. Riuscita ad avvertire i Vendicatori con una richiesta di aiuto, questi organizzano una squadra composta da Giant-Man, Capitan America, Thor e Iron Man, i quali la recuperano non prima di essere stati fatti prigionieri da Lord Gouzar, un signore della guerra del microverso in cui Janet era rimasta intrappolata.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Janet è capace di rimpicciolirsi, diventare gigantesca ed emettere energia bioelettrica grazie alle particelle Pym, inoltre può comandare le formiche. Le sue ali impiantate all'altezza delle scapole le permettono di volare, se ridotta alla grandezza di una formica, e di raggiungere i 40 chilometri orari.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

Ultimate[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimates.

Wasp appare anche nell'universo Ultimate, con alcune caratteristiche differenti: fisicamente appare come una ragazza di origine asiatica, e oltre ad essere una scienziata esperta in informatica, è una mutante; infatti fu grazie ad alcuni esperimenti fatti su un campione del suo sangue che suo marito Hank Pym sviluppò la formula per accrescere le proprie dimensioni; tuttavia solo Hank e Nick Fury sono a conoscenza di quest'informazione, per i media i suoi poteri sono, al pari di quelli di Giant-Man, di natura scientifica.

Anche in questa realtà Janet viene picchiata da Hank e, a seguito della violenza subita, i due divorziano e lei comincia una relazione con Capitan America: vi è una notevole differenza di età e di abitudini tra i due (Jan, frivola ed indipendente, ritiene Steve in alcune occasioni noioso e retrogrado) e riprende a frequentare in segreto il suo ex marito.

In seguito alla terza stagione degli Ultimates, durante il crossover Ultimatum, viene trovata morta a causa dell'onda distruttiva di Magneto e Blob ne approfitta per mangiarne le interiora. Successivamente Ant-Man afferma che esiste un progetto, chiamato "Jocasta", che potrebbe riportarla in vita rendendola robotica, prima di suicidarsi con le copie suicida di Madrox.

Marvel Zombi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Marvel Zombi.

Nell'universo Marvel Zombi Janet, infettata dal virus, diviene un'assassina ingorda, incapace di dividere il proprio pasto con nessuno. Viene decapitata da Hank Pym quando scopre che quest'ultimo teneva prigioniero T'Challa la Pantera Nera nel suo laboratorio; tuttavia la sua testa sopravvive e dopo aver liberato il re del Wakanda vengono entrambi contattati dagli Accoliti di Magneto, unici umani non infetti dal virus zombie. Janet verrà dotata di un corpo meccanico dal mutante Forge.

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Wasp è apparsa nei film a cartoni animati Ultimate Avengers, Ultimate Avengers 2, The Avengers: United They Stand e "Avengers - I più potenti eroi della Terra"

Janet fa una breve apparizione nel videogame Captain America & The Avengers del 1991, non come personaggio giocabile ma come aiutante.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il termine volume è usato nei paesi di lingua inglese per indicare le serie, pertanto vol. 1 sta per prima serie, vol. 2 per seconda serie e così via.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics