X-Men: Phalanx

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Phalanx
fumetto
Disegni di Andy Kubert
Disegni di Andy Kubert
Titolo orig. Phalanx Covenant
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Testi
Disegni
Editore Marvel Comics
1ª edizione settembre – ottobre 1994
Collanaed. * X-Men
  • Uncanny X-Men
  • X-Factor
  • X-Force
  • Wolverine
  • Cable
Periodicità mensile
Albi 9 (completa)
Formato 17 × 26 cm
Pagine 32-48
Editore it. Marvel Italia
Collanaed. it. * Gli Incredibili X-Men
  • X-Men Universe
Periodicità it. mensile
Formato it. 17 × 26 cm
Rilegatura it. spillato/brossurato
Pagine it. 48

X-Men: Phalanx (The Phalanx Covenant) è una maxisaga che intreccia tutte le testate mutanti fra il settembre e l'ottobre 1994, pubblicato dalla Marvel Comics. Uno dei tratti principali è il ruolo marginale giocato dagli stessi X-Men all'interno della storia e l'entrata in scena di una nuova generazione di mutanti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che alcuni attivisti anti-mutanti hanno utilizzato un virus tecno-organico alieno della stessa specie di Warlock per trasformarsi in esseri cibernetici, comincia la caccia ai mutanti tentando di assorbirne i poteri e assoggettarne il volere alla mente comune che governa tutti loro, vale a dire l'essere sintetico Magus programmato per assimilare tutti gli homo superior con lo scopo di mettere fine alla loro minaccia al genere umano.

Principalmente la storia si sviluppa su tre parallele sottotrame:

  • Segni di Vita: X-Factor, Excalibur ed X-Force scoprono che i Phalanx stanno liberandosi dal controllo centralizzato diventando sempre più indipendenti e pericolosi. Il Phalanx Douglock parte in missione con Forge, Wolfsbane e Cannonball con lo scopo di fermare i suoi simili intenzionati a contattare altri alieni per un'invasione su grande scala.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics