Barone Strucker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wolfgang von Strucker
MarvelMix98.jpg
Nick Fury (sinistra) e Il Barone Strucker (destra), disegni di Paul Renaud.
UniversoUniverso Marvel
Lingua orig.Inglese
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.gennaio 1964
1ª app. inSgt. Fury and his Howling Commandos (Vol. 1[1]) n. 5
Editore it.Le Maschere
app. it.1966
app. it. inIl Serg. Fury e i suoi commandos n. 5
Interpretato da
Voci italiane
Specieumano
SessoMaschio
Etniatedesca
Luogo di nascitaCastello Strucker, Baviera
Poteri
AffiliazioneHYDRA

Il Barone Wolfgang von Strucker è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Sgt. Fury and his Howling Commandos (Vol. 1[1]) n. 5 (gennaio 1964).

Il Barone Strucker è un ex-gerarca nazista divenuto leader e fondatore dell'HYDRA, organizzazione terroristica nemica dello S.H.I.E.L.D., di Nick Fury, dei Vendicatori, degli Stati Uniti e, in generale, della libertà. Tramite un siero sperimentale il suo invecchiamento è stato rallentato ed è tornato dalla morte in numerose occasioni.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Nato sul finire del XIX secolo al castello Strucker, Baviera, in una famiglia di origini prussiane trasferitavisi dopo la guerra franco-prussiana; da giovane Wolfgang von Strucker diviene il campione di duello accademico di Heidelberg procurandosi le vistose cicatrici che caratterizzano il suo volto[4]. Alla morte del padre, in qualità di unicogenito, come da tradizione, viene insignito del titolo di barone.

Arruolatosi nell'esercito durante la prima guerra mondiale, Strucker combatte per la Germania e, nel 1933, dopo l'ascesa di Adolf Hitler, si unisce al Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori Tedeschi, compiendo per il Führer numerose missioni che gli valgono la reputazione di carnefice sanguinario[5]. Nel 1936, durante una delle suddette missioni, assieme a Nikolaus Geist e il mentalista egiziano Amahl Farouk, Strucker tenta di rovesciare la famiglia reale britannica per mettere sul trono un re filo-nazista, ma il suo complotto viene sventato dall'avventuriero canadese Logan e dai membri di Excalibur Kitty Pryde e Rachel Summers, provenienti dal futuro[6].

Nel 1937 l'intelligence tedesca lo manda ad assassinare il senatore statunitense Fulton, ma viene anticipato dal mercenario Dominic Fortune[7].

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della seconda guerra mondiale, il Barone Strucker viene nominato capo dello Squadrone della Morte da Hitler in persona[5] e, nel 1941 si reca a Madripoor per aiutare la Mano a trasformare la giovane Natasha Romanoff in una ninja assassina al loro servizio; tuttavia viene ostacolato da Logan, Capitan America e Ivan Petrovitch[8]. Diverso tempo dopo si reca in Latveria alla ricerca di un dispositivo capace di controllare l'energia cosmica chiamato "Afferra-Tempeste" (Sturm-Fånger) venendo però ostacolato dai membri di X-Force venuti dal futuro[9].

Dopo che gli Stati Uniti entrano in guerra e gli Howling Commandos si fanno un problema sempre maggiore per l'Asse, Hitler ordina a Strucker di umiliare pubblicamente il loro leader, Nick Fury, invitandolo a un duello di scherma sull'isola di Norsehaven. Quando l'uomo si presenta sul luogo, Strucker riesce a drogarlo di nascosto e, sebbene Fury resista tenacemente, alla fine riesce a sconfiggerlo e a mandare una registrazione in Germania come materiale di propaganda per distruggerne la reputazione[5]. In seguito, Strucker affronta gli Howling Commandos in numerose occasioni formando appositamente la Blitzkrieg Squad[10] che, tuttavia, si rivela inefficiente.

In seguito Hitler, stancatosi dei suoi fallimenti, lo incarica di supervisionare l'occupazione della cittadella francese di Cherbeaux[11], che però fallisce clamorosamente in quanto il barone, impegnato ad affrontare nuovamente Fury, permette agli Howling Commandos di evacuarla, cosa che porta Hitler a farlo condannare a morte dalla Gestapo[11].

Il Teschio Rosso tuttavia, prevedendo l'imminente disfatta del Führer, fa fuggire Strucker dalla Germania con l'incarico di trovare un centro di potere alternativo[12].

HYDRA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: HYDRA.

Rifugiatosi in Giappone, Strucker si allea con la Mano e il movimento sovversivo destinato a diventare, sotto la sua guida, l'HYDRA; organizzazione il cui potere in costante crescita la porta, di lì a poco, a staccarsi dalla Mano e istituire la propria sede principale su un'isola dell'Oceano Pacifico: l'Isola dell'Hydra. A questo punto Strucker fa ritorno in patria e ottiene il perdono di Hitler agendo come un fedele nazista davanti agli occhi di tutti ma, in realtà, manovrando l'HYDRA nell'ombra[13].

Nel 1944 ha un incontro ravvicinato con una razza extraterrestre empatica che uccide e deruba della loro tecnologia al fine di servirsene per l'HYDRA, mentre nel 1945, dopo il crollo del regime, mette in animazione sospesa i due più potenti superumani nazisti, Master Man e Warrior Woman[14] al fine di potersene servire nuovamente in futuro; inoltre si occupa di preservare, e in seguito resuscitare, il Teschio Rosso quando questi viene sepolto vivo nel suo bunker durante uno scontro con Capitan America. Rapisce inoltre una ragazza di nome Gabrielle Haller, nella cui memoria è incisa la mappa per un giacimento d'oro nazista, tuttavia essa viene salvata dai giovani Charles Xavier e Erik Magnus[15].

Sottopostosi all'iniezione di una formula sperimentale volta a rallentarne l'invecchiamento di modo da poter continuare a dirigere l'HYDRA, il Barone Strucker diviene una delle principali figure dello spionaggio mondiale, scontrandosi frequentemente con lo S.H.I.E.L.D., con Logan (ora noto come Agente 10) e con gli agenti Richard e Mary Parker[16]. Negli anni successivi si sposa tre volte: dalla sua prima moglie ha un figlio, Werner, mentre dalla seconda due gemelli, Andrea e Andreas, geneticamente manipolati dall'HYDRA per sviluppare superpoteri; infine la sua terza moglie è la centosessantasettenne Elsbeth, finanziatrice dell'organizzazione fin dal 1957[17].

Morte e resurrezione[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni, Strucker tiene segreta la sua leadership sull'HYDRA, e si affida a un agente di facciata: Arnold Brown, il cosiddetto "Supremo Hydra". Dopo aver passato decenni ad agire dietro alle finte identità di don Antonio Caballero, Emir Ali Bey, e l'agente S.H.I.E.L.D John Bronson, Strucker decide di rivelarsi al mondo intero come leader dell'HYDRA preparandosi a rilasciare nell'atmosfera terrestre le Spore Mortali, un virus capace di uccidere l'intera popolazione mondiale. Per prevenire tutto ciò, Fury si introduce nella sua base e lo ferisce costringendolo, per sfuggirgli, a entrare in una stanza dove ha luogo una reazione termonucleare che lo incenerisce[18].

In seguito compaiono diversi Life Model Decoy con le sue fattezze, uno dei quali dà vita all'affare Deltite uccidendo numerosi agenti S.H.I.E.L.D., prendendo possesso dell'agenzia spionistica e costringendo Fury a una lunga latitanza prima di poterla ripulire[19]. Diversi anni dopo Teschio Rosso ordina agli scienziati dell'HYDRA di resuscitare Strucker poiché accortosi che, senza la sua guida, l'organizzazione ha perso smalto. Una volta resuscitato il barone Strucker presenta tracce di Spore Mortali all'interno del suo organismo, cosa che lo rende quasi impossibile da ferire poiché il suo sangue è troppo tossico[20].

Thunderbolts[modifica | modifica wikitesto]

Strucker, insieme al Barone Zemo, posiziona poi Scarabeo nella nuova formazione dei Thunderbolts e, per far loro guadagnare la fiducia del mondo, gli manda contro avversari precedentemente pagati, quali la Squadra Distruttrice, i Fathom Five e i Great Game[21]. Successivamente viene tradito dalla sua terza moglie, Elsbeth, che prende il controllo dell'HYDRA assieme a Gorgon, e lo fa decapitare da quest'ultimo[22], sebbene in seguito si scopra che a venire giustiziato è stato solo un suo clone, mentre il vero barone, tratto in salvo dal figlio Andreas[23], torna ad assistere i piani di dominazione di Zola nonostante questi sia colpevole dell'omicidio di sua figlia Andrea[24].

Durante l'invasione segreta degli Skrull, Strucker viene aggredito da alcuni alieni che tentano di prenderne il posto per dominare l'HYDRA, ma riesce a liberarsene e ucciderli facendo esplodere la sua stessa base[25].

Secret Warriors[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Secret Warriors.

Poco tempo dopo tale incidente, Fury scopre che lo S.H.I.E.L.D. è (ed è sempre stato) sotto il controllo dell'HYDRA, ragione per la quale decide di prendere dei provvedimenti assemblando i Secret Warriors[26]. Strucker, per tutta risposta, convoca a sé i membri principali dell'HYDRA: Kraken, Viper, Madame Hydra, Hive ed il resuscitato Gorgon al fine di rispondere agli attacchi degli uomini di Fury e mostrare al mondo la vera natura dell'HYDRA[25]. Per incrementare le forze a sua disposizione, inoltre, il barone si allea con Norman Osborn, il corrotto direttore dell'H.A.M.M.E.R., senza curarsi minimamente del fatto che questi abbia ucciso suo figlio Andreas[27].

Al termine dello scontro con le forze di Fury, sia Strucker che il suo mortale nemico vengono catturati da Kraken, il quale tuttavia si rivela essere solo un impostore dietro la cui maschera si cela Jake Fury, fratello di Nick d'accordo con quest'ultimo fin dal principio. Appreso che in realtà è stato lo S.H.I.E.L.D. a controllare l'HYDRA per tutto il tempo, il barone, prima di avere il tempo d'aprire bocca, viene ucciso con un colpo di pistola in piena testa da Nick Fury[28] ma, anni dopo, ricompare misteriosamente ancora in vita in veste di mercenario[29].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Il Barone Strucker è dotato di un'elevata intelligenza e di competenze fisiche al vertice delle capacità umane[5]. È un esperto nel combattimento corpo a corpo e nell'uso delle armi da fuoco nonché un eccellente schermidore[5]. Oltretutto è un fenomenale stratega, specie per quanto riguarda le azioni militari, ed una delle migliori spie dell'universo Marvel[30], con eccellenti doti attoriali e di simulazione.

Il suo invecchiamento è stato rallentato da un siero sviluppato dagli scienziati dell'HYDRA e, dopo la sua resurrezione[20], le Spore Mortali (Death Spore) si sono fuse con il suo DNA cosa che gli ha fornito una sorta di fattore rigenerante conferendogli anche una limitata invulnerabilità poiché, se qualcuno lo ferisse, il suo sangue velenoso lo ucciderebbe rilasciando automaticamente le Spore nell'aria.

Oltre alle armi tradizionali, il Barone Strucker porta inoltre sempre con sé l'Artiglio di Satana (Satana Claw), artefatto che ne aumenta la forza fisica consentendogli inoltre di generare delle potenti emissioni di energia.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Terra Charnel[modifica | modifica wikitesto]

Nella realtà alternativa di Terra-9939, Charnel, sesto Barone Strucker è il despota dell'intero pianeta, rappresentato come un necromante cibernetico al capo di un'intera legione di demoni-droni. Charnel ha paralizzato la Cosa, trasformato Mister Fantastic in stucco e sterminato gli asgardiani ma, successivamente viene ucciso dal mercenario Death's Head. Anni dopo, la scienziata suprema dell'AIM Monica Rappaccini si serve di tale realtà, ormai desolata, come rifugio segreto[31].

Marvel Mangaverse[modifica | modifica wikitesto]

Nel Mangaverse, Strucker è un potente stregone capo dell'HYDRA che attacca la Stark Island e cerca di evocare Dormammu attraverso il portale della Zona negativa ma fallisce e viene ucciso in un duello magico da Dottor Strange.

Marvel Noir[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie Iron Man Noir, Strucker è il secondo in comando del Barone Zemo[32].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Il Barone Strucker interpretato da Thomas Kretschmann nel film Captain America: The Winter Soldier.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b Nick Fury (film)
  3. ^ a b Marvel Cinematic Universe
  4. ^ Official Handbook of the Marvel Universe (Vol. 1) n. 2, febbraio 1983.
  5. ^ a b c d e Sgt. Fury and his Howling Commandos (Vol. 1) n. 5, gennaio 1964.
  6. ^ X-Men: True Friends (Vol. 1) n. 1-3, settembre-novembre 1999.
  7. ^ Hulk! (Vol. 1) n. 23, ottobre 1980.
  8. ^ Uncanny X-Men (Vol. 1) n. 268, settembre 1990.
  9. ^ X-Force (Vol. 1) n. 64, marzo 1997.
  10. ^ Sgt. Fury and his Howling Commandos (Vol. 1) n. 14, gennaio 1965.
  11. ^ a b Sgt. Fury and his Howling Commandos (Vol. 1) n. 28, marzo 1966.
  12. ^ Marvel Universe (Vol. 1) n. 1, giugno 1998.
  13. ^ Captain Savage and his Leatherneck Raiders (Vol. 1) n. 2-4, marzo-luglio 1968.
  14. ^ Namor the Sub-Mariner (Vol. 1) n. 9, dicembre 1990.
  15. ^ Uncanny X-Men (Vol. 1) n. 161, settembre 1982.
  16. ^ Untold Tales of Spider-Man (Vol. 1) n. 1, luglio 1997.
  17. ^ Wolverine (Vol. 3) n. 23, febbraio 2005.
  18. ^ Strange Tales (Vol. 1) n. 156-158, maggio-luglio 1967.
  19. ^ Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. (Vol. 1) n. 1-6, giugno-novembre 1988.
  20. ^ a b Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 21-23, marzo-maggio 1991.
  21. ^ New Thunderbolts (Vol. 1) n. 1-12, dicembre 2004-novembre 2005.
  22. ^ Wolverine (Vol. 3) n. 25, aprile 2005.
  23. ^ New Thunderbolts (Vol. 1) n. 17, marzo 2006.
  24. ^ Citizen V and the V Battalion (Vol. 1) n. 3, agosto 2001.
  25. ^ a b Secret Warriors (Vol. 1) n. 2, maggio 2009.
  26. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 1, aprile 2009.
  27. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 7, ottobre 2009.
  28. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 27, luglio 2011.
  29. ^ All-New, All-Different Marvel, Point One (Vol. 1) n. 1, ottobre 2015.
  30. ^ Secret Warriors (Vol. 1) n. 25, maggio 2011.
  31. ^ Ant-Man & Wasp (Vol. 1) n. 3, marzo 2011.
  32. ^ Iron Man Noir (Vol. 1) n. 1, giugno 2010.
  33. ^ (EN) J.M. DeMatteis's CREATION POINT, jmdematteis.com, 16 aprile 2012. URL consultato il 3 gennaio 2015.
  34. ^ (EN) Ilka Peemöller, THOMAS KRETSCHMANN Darum mag er seine Ex jetzt lieber als früher, BZ Berlin, 24 febbraio 2014. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  35. ^ (EN) Anthony Couto, Baron von Strucker Actor Discusses His Avengers 2 Role, Multi-Picture Deal, IGN, 3 marzo 2014. URL consultato il 4 marzo 2014.
  36. ^ (EN) Drew McWeeny, Review: Captain America meets his match in the smart and stylish 'Winter Soldier', HitFix, 21 marzo 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.
  37. ^ (EN) Lucas Siegel, Report: Baron von Strucker Joins AVENGERS: AGE OF ULTRON Cast, newsarama.com, 15 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2015.