Ant-Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film, vedi Ant-Man (film).
Ant-Man
Cover del numero 1 di Ant-Man.
Cover del numero 1 di Ant-Man.
Universo Universo Marvel
Nome orig. Ant-Man
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Henry Pym
  • Scott Lang
  • Chris McCarthy
  • Eric O'Grady
  • Mitchell Carson
Autori
Editore Marvel Comics
Sesso Maschio
Abilità
  • accrescere o diminuire le dimensioni corporee
  • sparare raggi dal casco cibernetico
  • controllare formiche
  • volare con lo zaino jet

Ant-Man è il nome di uno dei diversi personaggi dei fumetti Marvel Comics, diversi dei quali sono stati membri dei Vendicatori. È apparso la prima volta nel 1962.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Ant-Man debutta per la prima volta nel 1962 su Tales to Astonish 35, albo scritto da Stan Lee e disegnato da Jack Kirby, sequel ufficiale di una precedente storia di successo incentrata su Henry Pym realizzata dallo stesso duo. Il personaggio ottiene subito delle reazioni positive dal pubblico, tanto che la Marvel Comics decide di dedicare la collana Tales to Astonish al personaggio. La testata continua a proporre negli anni successivi le avventure dell'eroe, ma inizia a perdere lettori. Stan Lee, per correre ai ripari, decide allora di inventarsi un coprotagonista per Ant-Man: Wasp. Nel 1963 fa il suo primo debutto Janet Van Dyne, sulle pagine di Tales to Astonish 44. L'eroina inizia ad avere un successo elevato, ma nonostante ciò, coi numeri successivi, le vendite calano. Stan Lee allora decide di riproporre Ant-Man con un'altra identità da supereroe: Giant-Man. Nel 1969, la Marvel decide di cambiare i protagonisti della serie dopo 36 numeri di Ant-Man e Wasp. Le avventure dei due vengono dunque spostate su The Avengers.

La Marvel tuttavia crede ancora nel potenziale del personaggio e decide di riproporlo con una storia pubblicata su Iron Man n.44, scritta da Roy Thomas e disegnata da Ross Andru. Il duo colpisce i lettori e la Marvel decide di pubblicare le avventure di Henry Pym su Marvel Feature, testata bimestrale americana, a partire dal numero 4, con ai testi Mike Friedrich e Roy Thomas, e ai disegni Herb Trimpe. Le vendite tuttavia crollano e la casa editrice è costretta ad eliminare i suoi progetti sul personaggio.

Nel 1979, la Casa delle Idea tenta ancora una volta a lanciare il personaggio ed ingaggia David Micheline a scrivere una storia sull'eroe. Lo scrittore decide di sostituire Henry Pym con un altro personaggio, creando così Scott Lang. Micheline scrive dunque due storie disegnate da John Byrne e Bob Layton pubblicate su Marvel Premiere n. 47 e 48, testata dedita a lanciare nuovi personaggi. I due numeri otttengono un successo mediocre, ma i progetti di dedicare all'eroe una propria testata vengono accantonati. Tuttaiva, nonostante i vari fallimenti, Stan Lee propone alla Marvel Comics di realizzare un film sul personaggio, ma vista l'uscita della pellicola Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi, i progetti vanno a monte.

Nel 1999, la Saban Entertainment produce un cartone animato su I Vendicatori, che include nel cast dei personaggi il primo Ant-Man, Henry Pym, che come nei fumetti, è il leader del gruppo. La serie è durata soltanto 13 episodi e la critica l'ha definita uno dei peggiori cartoni animati prodotti dai Marvel Studios.

Nel 2005, dopo diversi anni, la Marvel conferma la pubblicazione di una serie a fumetti MAX! sul primo Ant-Man, Henry Pym, curata da Daniel Way (testi) e Clayton Crain (disegni e copertine). Per delle complicazioni, la casa editrice è tuttavia costretta ad eliminare il progetto prima dell'uscita del primo numero. Nel 2006, il regista Edgar Wright propone ai Marvel Studios di realizzare un film su Ant-Man e la Casa delle Idee decide di pubblicare diversi fumetti che raccontano le origini in chiave moderna di Hank Pym. Nello stesso anno, tuttavia, pubblica anche una collana dedicata ad un terzo uomo formica, The Irredeemable Ant-Man, scritta da Robert Kirkman e disegnata da Phil Hester. La testata vede come protagonista il neo eroe Eric O'Grady. Dopo ben 12 numeri, la Marvel ne pubblica un seguito durato 3 numeri, Ant-Man & Wasp, con protagonista anche Henry Pym, realizzato interamente da Tim Seeley. Il primo uomo formica ottiene anche un ruolo fondamentale nel cartone animato Avengers - i più potenti eroi della Terra. Nel 2014 il film viene ufficializzato dai Marvel Studios, ma Edgar Wright, per divergenze artistiche, abbandona il progetto, venendo sostituito da Peyton Reed. Michael Douglas e Paul Rudd vengono ingaggiati per interpretare rispettivamente Henry Pym e Scott Lang.

Nel 2015, vista l'uscita del film Ant-Man, viene lanciata una testata con protagonista Scott Lang intitolata allo stesso modo, curata da Nick Spencer (testi), Ramon Rosanas e Brent Shoonover (disegni) e Mark Brooks e David Marquez (copertine). Dopo l'evento Secret Wars, la serie viene rilanciata con un nuovo nome, Astonishing Ant-Man, curata sempre da Spencer e Rosanas. In Italia, le avventure del personaggio vengono proposte dalla Panini Comics su Marvel Heroes: Ant-Man e Marvel Heroes: Lo Stupefacente Ant-Man. La stessa casa editrice ha riproposto le vecchie avventure dei personaggi in diverse ristampe, come ad esempio Io Sono Ant-Man e Marvel Masterworks - Ant-Man e Giant-Man.

Nello stesso anno viene ufficializzato il sequel del film, intitolato Ant-Man & the Wasp, con protagonisti gli stessi Paul Rudd e Evangeline Lilly. Nel 2016 viene annunciata la produzione di una serie animata basata sul personaggio, realizzata da Ugo Bienvenu e Kevin Manach.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Ant-Man: Henry Pym[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Henry Pym.

Il primo uomo a rivestire i panni di Ant-Man è il dottor Henry Pym, un brillante scienziato. Riuscì ad inventare un siero miniaturizzante in grado di ridurlo alle dimensioni di una formica, e contemporaneamente anche l'antidoto per tornare normale. Ideò anche un elmetto che consentiva di comunicare con le formiche e una tuta in grado di proteggere dalle radiazioni. Quando alcuni agenti del KGB tentarono di impossessarsi del suo laboratorio Pym si auto-somministrò il siero e creò le particelle di Pym, con indosso tuta ed elmetto, si mise a capo di un esercito di formiche riuscendo ad avere la meglio sugli avversari. Fu così che cominciò a rivestire i panni di Ant-Man.

Ben presto l'eroe fu affiancato da Janet Van Dyne (che divenne sua moglie) nelle vesti di Wasp. I due furono tra i fondatori del gruppo dei Vendicatori (nome ideato proprio da Wasp). In seguito Pym rivestì diverse altre identità come Giant-Man, Golia, Calabrone, Wasp II e Ultron. Il suo equipaggiamento per rimpicciolirsi si basava inizialmente sull'utilizzo di due sieri attaccati alla cintura del costume, poi sostituiti da delle pillole rimpicciolenti ed ingrandendi, e da un casco cibernetico capace, non solo di comunicare con le formiche, ma anche di modificare la statura.

Il secondo Ant-Man: Scott Lang[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Scott Lang.

Il secondo Ant-Man è Scott Lang, un uomo che si trova costretto a rubare il costume originale di Henry Pym e le "particelle riducenti" che gli conferiscono i poteri nel tentativo di salvare la dottoressa Erica Sondheim, unica persona al mondo in grado di salvare sua figlia, in fin di vita, dalle grinfie di un boss della Cross Technological Enterprises che l'aveva rapita. Una volta compiuta la sua missione e salvata la dottoressa, Scott Lang cerca di restituire il materiale sottratto a Pym; con sua meraviglia, quest'ultimo gli fa dono dell'attrezzatura, conferendogli di fatto l'identità e i poteri di Ant-Man e dandogli la sua benedizione per la sua nuova carriera di supereroe.

Con gli anni, Scott sostituisce i sieri di crescita sul casco cibernetico e, con le sue doti da ingegnere, riesce a conferire all'elmetto anche la capacità di sparare scariche elettriche. Lang, diventa così un supereroe e trova anche lavoro presso le Stark Enterprises. Dopo aver lavorato per Tony Stark decide di crearsi una propria ditta, la ElettroLang.

Scott continua la sua attività di avventuriero in costume con alti e bassi, diventando un membro ufficiale dei Vendicatori e degli Eroi in vendita e membro di riserva dei Fantastici Quattro. Dopo essere stato apparentemente ucciso da Scarlet Witch, Scott si è unito alla Fondazione Futuro di Mr. Fantastic e, dopo questa sua permanenza, si è trasferito a Miami per fondare le Ant-Man Security Solutions.

Anche la figlia di Scott, Cassie Lang è stata una supereroina: adottando inizialmente l'identità di Ant-Girl, Stature sostiene l'atto di registrazione di Iron Man durante la guerra civile, subito dopo aver abbandonato la fazione di Capitan America. Durante la crociata dei bambini, Cassie diventa un Young Avenger, ma viene uccisa dal Dottor Destino. Sarà in seguito quest'ultimo a riportare in vita la ragazza, la quale si è in seguito trasferita a Miami assieme alla madre Peggy Rae, e al patrigno Blake Burdick.

Il terzo Ant-Man: Eric O'Grady[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Eric O'Grady.

Anche se è stato il quarto ad indossare l'armatura (dopo Chris McCarthy), Eric viene considerato a tutti gli effetti il terzo Ant-Man. O'Grady era un agente dello S.H.I.E.L.D., a cui è stata dedicata una serie regolare, The Irredeemable Ant-Man, cominciata nell'ottobre 2006 ed una miniserie, "Ant-Man and the Wasp".

È una delle nuove reclute di Camp Hammond, avendo preso parte all'Iniziativa dei 50 Stati avviata dopo la guerra civile fra supereroi.

O'Grady è stato reclutato da Norman Osborn per una nuova squadra di Thunderbolts. Dopo il suo reclutamento nei Secret Avengers, è morto. È stato poi resuscitato da Hood ed è entrato a far parte degli Illuminati col nome di Black Ant.

Il quarto Ant-Man: Mitchell Carson[modifica | modifica wikitesto]

Carson era un agente S.H.I.E.L.D., nonché uno dei migliori amici di O'Grady. Dopo essere stato tradito da lui, Mitchell diventa Ant-Man con l'intento di catturare Eric, ma fallendo e venendo sfigurato parzialmente al volto.

È stato imprigionato da Iron Man subito dopo aver tentato di uccidere il terzo Ant-Man. Attualmente, il suo stato è sconosciuto.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

I vari Ant-Man possiedono capacità simili, dipendendo esse dalla tecnologia di cui sono attrezzati, che è sostanzialmente la stessa, diventare molto piccolo o gigantesco a volontà. Dispongono di un "pungiglione", un raggio di energia di bassa intensità sufficiente a stordire un uomo; hanno la capacità di rimpicciolirsi e sono dotati di un caschetto capace di metterli in comunicazione con le formiche e di dar loro degli ordini. Col casco cibernetico, Scott Lang riusciva anche a lanciare raggi laser tramite le antenne, mentre O'Grady era dotato di uno zaino jet che gli consentiva di volare. La tuta è composta di molecole instabili, affinché si rimpicciolisca o si ingrandisca assieme al possessore. Pym aveva dotato la tuta di due sieri dalla quale fuoriuscivano le particelle Pym, poi sostituiti con delle pillole.

Le particelle Pym, possono inoltre, aumentare o diminuire la massa e la forza corporea, proprio come Visione. Inoltre, possomo anche utilizzarsi per ridurre determinate parti del corpo, interne ed esterne.

Avversari[modifica | modifica wikitesto]

Malgrado le sue poche testate a fumetti, Ant-Man ha goduto di diverse nemesi. La principale è Ultron, intelligenza artificiale costruita da Henry Pym, che ha come scopo quello di distruggere gli Avengers.

Scott Lang invece ha contato di meno nemici rispetto al primo Ant-Man, ma il principale è il Dottor Destino, che ha ucciso la figlia di Scott senza provare alcuna pietà.

Eric O'Grady ha invece affrontato diverse volte un suo vecchio amico Mitchell Carson, il quarto Ant-Man, poi voltosi al crimine.

  • Ultron: è un'intelligenza artificiale creata da Henry Pym, il primo Ant-Man, basandosi sull'androide Dragon Man. Il suo unico scopo è quello di uccidere suo padre ed il gruppo di supereroi che ha creato, gli Avengers, oltre al principale obiettivo di distruggere la razza umana dall'esistenza.
  • Calabrone: è soltanto un'altra identità che Pym ha assunto nel corso della sua carriera da eroe. Il Calabrone è forse il più grande nemico del primo Ant-Man, assieme a Ultron.
  • Testa d'Uovo: scienziato che tradì il suo governo per avere soldi venne assoldato dalle gang criminali per sconfiggere una loro spina nel fianco: Ant-Man. Dopo diversi fallimenti, è stato uno dei pochi ad aver quasi sconfitto il primo Ant-Man, Hank Pym.
  • Loki (Caine): uomo che, dopo aver assunto l'identità di Loki si è scontrato contro Pym, Wasp e Hulk.
  • Equinox: avversario di Henry Pym (come Calabrone) e Wasp.
  • Porcospino: Alex Gentry era uno scienziato che vendeva armi al governo, ma, dopo aver creato un'armatura da Porcospino, decise di tenersela per sé, commettendo crimini.
  • Fante di cuori: un Avenger che era in continuo conflitto con Scott Lang. Ha sacrificato la sua vita per salvare Cassie Lang, ma è stato in seguito resuscitato da Scarlet Witch per uccidere Lang.
  • Crossfire: Parente stretto di Darren Cross, nonché impiegato della Cross Technological Enterprises, si è confrontato alcune volte con la Ant-Man Security Solutions di Scott Lang.
  • Darren Cross: nemesi principale del secondo Ant-Man, Scott Lang. Uomo d'affari che soffriva di rari problemi cardiaci e che utilizza le particelle Pym per ridursi o ingrandirsi a piacimento.
  • Mitchell Carson: nemesi storica del terzo Ant-Man, Eric O'Grady. Agente S.H.I.E.L.D. tremendamente ossessionato dall'uccidere ilsuo vecchio amico Eric per avergli sottratto l'armatura da Ant-Man che aveva guadagnato dall'agenzia spionistica.
  • Whirlwind: mutante ossessionato da Wasp, nonché uno dei primi nemici di Henry Pym. Si è anche scontrato con Scott Lang attraverso l'utilizzo della Hench App.
  • Power Broker: uomo che trasforma comuni persone in superumani. È l'inventore della Hench App ed uno dei nemici più letali del secondo Ant-Man, Scott Lang.
  • Dimitrios: virus tecnologico costruito da Pym per sconfiggere Ultron. Attraverso l'utilizzo di un'armatura di Iron Man, Dimitrios ha tentato di dominare l'universo.
  • Collezionista: è un nemico del primo Ant-Man e di Wasp. Ha rapito diverse volte i due con l'intento di aggiungerli alla sua maestosa collezione, ma senza ottenervi un risultato.
  • Voice: uno dei primi nemici Hank Pym come Ant-Man. Attraverso il contatto diretto con delle radiazioni, la sua voce è mutata e da quel momento può far fare alle persone ciò che vuole. Dopo aver perso i suoi poteri è riuscito a riottenerli grazie a Madame X.
  • Madame X: inizialmente nota come Comandante X, lavorava per il governo russo ed il suo unico obiettivo era quello di scoprire come funzionano le particelle Pym di Ant-Man. Dopo essere stata sconfitta è ritornata tempo dopo, tentando di sconfiggere gli Avengers West Coast.
  • A.I.M.: società nemica di Henry Pym, ha tentato diverse volte di farlo entrare nel gruppo e di rubargli l'attrezzatura.
  • Equinox: nemico che ha quasi ucciso Hank Pym, quest'ultimo aiutato dall'Uomo Ragno e da Wasp.
  • Uomo Radioattivo: scienziato che, dopo essere stato catturato da Iron Man e Giant-Man, entra nella seconda formazione dei Signori del Male, con l'intento di farla pagare a Pym. Ha provato a vendicarsi una seconda volta entrando nella terza formazione del gruppo, guidata da Testa d'Uovo, fallendo.
  • Cavaliere Nero (Nathan Garrett): criminale avversario di Giant-Man, con la quale ha combattuto soltanto un paio di volte.
  • Il Mago: mago esperto che organizzava feste d'intrattenimento per derubare gli ospiti. È stato imprigionato da Henry Pym e Janet Van Dyne due volte. Suo figlio, è un nemico di Scott Lang ed ha adottato lo stesso nome da battaglia del padre.
  • Taskmaster: una delle nemesi principali di Scott Lang. Ha combattuto contro di lui diverse volte, ma senza mai spuntarla. Ha recentemente utilizzato la Hench App per vendicarsi di Ant-Man.
  • Scarabeo: ha tentato di uccidere Tony Stark, venendo però sconfitta dal secondo Ant-Man.
  • Grizzly: nemico del terzo Ant-Man, che lo aveva spedito in prigione durante l'assedio. Recentemente è entrato nell'Ant-Man Security Solutions di Scott Lang come guardia del corpo.
  • Il Signore del Tempo: inventore licenziato dal capo perché ritenuto troppo vecchio per lavorare, decide di costruire un arma capace di far invecchiare le persone, vendicandosi così della società. Hank Pym è riuscito tuttavia a farlo ritornare sulla retta via.
  • Slug: mafioso di Miami che si è scontrato inizialmente contro Giant-Man e Tigra ed in seguito contro Scott Lang e Mary Morgenstern.
  • Dottor Destino: nemico dei Fantastici Quattro che ha ucciso Cassie Lang. È stato sconfitto una volta dal secondo Ant-Man. Durante la storyline AXIS, ha riportato in vita Stature, togliendo dalla lista dei suoi peccati, la morte di una ragazza.
  • Loki: storico nemico dei Vendicatori, sconfitto dal primo Ant-Man. Loki ha fatto credere ad Hank Pym di essere lo scienziato supremo della Terra, manipolandolo. Tutto ciò ha solo peggiorato il complesso d'inferiorità di Pym.
  • Il Sinistro Mietitore: ha tentato di vendicarsi della morte del fratello Wonder Man attaccando i Vendicatori capitanati da Hank Pym (Golia), venendo tuttavia sconfitto da Pantera Nera. In un'occasione si è anche alleato con Ultron.
  • Lord Gouzar: cavaliere del Microverso che odia Wasp. È stato sconfitto da quest'ultima due volte, aiutata una volta da Giant-Man e dai Vendicatori Thor, Iron Man e Capitan America ed in seguito da Wonder Man e Scarlet Witch.
  • Criti Noll (Skrull): skrull che ha impersonato il Calabrone durante la Guerra Civile dei supereroi. Sulla Terra, ha avuto più successo dell'originale Hank Pym ed è la causa della morte (apparente) di Janet Van Dyne. Nonostante tutto ciò, è morto durante l'Invasione Segreta.
  • Kang Il Conquistatore: è sconfitto diverse volte da Henry Pym. Kang ha manipolato diverse volte il cervello dello scienziato durante gli avvenimenti della caduta di Iron Manm ed ha recentemente smarrito nello spazio-tempo la figlia di Wasp e Havok, Katie Summers.
  • Calabrone (Rita de Mara): donna che ha rubato l'armatura da Calabrone ad Hank Pym e l'ha usata per entrare nei Signori del Male del Barone Zemo, subito dopo aver lottato contro Wasp, il capo del gruppo di quel periodo.
  • Golia (Erik Josten): uomo capace di ingrandirsi a suo piacimento, inizialmente conosciuto come Power Man. Ha lottato diverse volte contro il primo Golia, Henry Pym, entrando nei Signori del Male. Una volta è stato sconfitto da Giant-Man e Visione.
  • Scarabeo Scarlatto: scarabeo che a contatto delle radiazioni è diventato intelligente come un umano. È stato sconfitto diverse volte dal primo Ant-Man e fronteggiato una volta da Scott Lang.

Comprimari[modifica | modifica wikitesto]

  • Wasp: è l'interesse sentimentale di Henry Pym. Lo ha accompagnato in diverse missioni e, qualche volta, ha anche aiutato Scott Lang.
  • Visione: È il nipote di Henry Pym, essendo stato creato da Ultron.
  • Vendicatori: è un gruppo di eroi creato da Henry Pym e Janet Van Dyne, assieme a Iron Man, Hulk e Thor.
  • Bill Foster: assistente di Henry Pym in laboratorio e futuro Golia Nero.
  • Occhio di Falco: uno dei migliori amici di Pym e Lang. Utilizzando le Particelle Pym è diventato Golia per un breve periodo.
  • Fantastici Quattro: gruppo di avventurieri aiutato numerose volte dal secondo Ant-Man.
  • Ant-Man Security Solutions: società inventata da Scott Lang, composta da Grizzly, il nuovo Giant-Man e Machinesmith.
  • Wasp III: figlia di Henry Pym e della sua prima moglie, Maria Trovaya.
  • Tigra: interesse sentimentale di Hank Pym.
  • Jocasta: creazione di Hank Pym coi tracciati cerebrali di Janet Van Dyne.
  • Peter Parker: assistente di laboratorio di Henry Pym per un breve periodo.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ant-Man (film), Captain America: Civil War e Ant-Man and the Wasp.

È stato annunciato alla Comic Con 2012 di San Diego (California) dalla Marvel la produzione di un film: Ant-Man dedicato al personaggio, diretto da Edgar Wright, probabilmente in previsione di un suo inserimento nel successivo film dei Vendicatori.[1] Un anno dopo, Wright ha annunciato il completamento della sceneggiatura.[2] Il 10 settembre 2013 è stata ufficializzata la data di uscita del film, fissata al 31 luglio 2015. Il 19 dicembre 2013 è stato annunciato che Paul Rudd vestirà i panni di Scott Lang mentre a gennaio 2014 Michael Douglas entra nel cast nei panni di Henry "Hank" Pym. Il 23 maggio 2014 Edgar Wright lascia la regia del cine-comic a causa di divergenze creative con la Marvel[3] ma la data d'uscita rimane fissata al 31 luglio 2015. Il 7 giugno 2014 la regia viene definitivamente affidata a Peyton Reed, con il contributo di Adam McKay alla sceneggiatura.[4] Il personaggio compare anche in Captain America: Civil War del 2016. Il sequel del primo film, è stato in seguito ufficializzato nel 2015, uscirà nel 2018 diretto sempre da Peyton Reed e sarà intitolato Ant-Man and the Wasp.

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Hank Pym è apparso anche nei film animati Ultimate Avengers, Ultimate Avengers 2 e Next Avengers - Gli eroi di domani. Il personaggio appare anche nel videogioco Marvel: La Grande Alleanza ma non nei panni di Ant-Man; tuttavia, fa riferimento al suo casco cibernetico (quello che permette a Pym di comunicare con le formiche). Appare anche come personaggio giocabile nel gioco Marvel Avengers Alliance ed era il personaggio di un'operazione speciale.

Appare anche come guest-star nella serie animata I Fantastici 4 - I più grandi eroi del mondo, come uno dei protagonisti di The Marvel Super Heroes, I Vendicatori, Super Hero Squad Show, Avengers - I più potenti eroi della Terra, Ultimate Spider-Man, Avengers Assemble e Disk Wars Avengers.

Anche Lang è apparso in alcuni cartoni animati, tra cui Avengers: I più potenti eroi della Terra (dov'è apparso anche Eric O'Grady in un cameo e Avengers Assemble. Il personaggio è disponibile nei videogiochi Marvel Avengers Alliance, Marvel Avengers Alliance 2 e Marvel Contest of Champions.

Nel 2016 viene confermato che la Marvel Animation produrrà una serie animata sul personaggio, tuttavia non ci sono ancora dettagli al riguardo.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni originali[modifica | modifica wikitesto]

Hank Pym[modifica | modifica wikitesto]

  • Tales to Astonish (1962) n. 27, 35-69
  • The Avengers (1963) n. 1-15, 28-503
  • Marvel Feature (1971) n. 4-10
  • Avengers (1995) n. 379-381 (miniserie su Giant-Man)
  • Avengers West Coast (1986) n. 1-38, 49-91
  • Solo Avengers (1988) n. 8
  • Ant-Man's big Christmas (2000) n. 1
  • Mighty Avengers (2007) n. 15, 17, 21-36
  • Avengers Academy (2010) n. 1-39
  • Ant-Man & Wasp (2011) n. 1-3
  • Avengers Origins: Ant-Man & the Wasp (2012) n. 1
  • Ant-Man Season One (2012) n. 1
  • Age of Ultron (2013) n. 1-10
  • Avengers A.I. (2013) n. 1-12
  • Marvel's Ant-Man Prelude (2015) n. 1-2
  • Ant-Man Larger than Life (2015) n. 1
  • Rage of Ultron (2015) n. 1
  • Uncanny Avengers (2016) n. 4, 9-11

Scott Lang[modifica | modifica wikitesto]

  • Marvel Premiere (1979) n. 47-48
  • Avengers (1963) n. 195-197, 223, 275
  • Marvel Team Up (1981) n. 103
  • Marvel Two in One (1982) n. 8
  • Marvel Comics Presents (1988) n. 11, 81, 131, 137
  • Amazing Spider-Man Annual (1990) n. 24
  • Fantastic Four n. (1994) 384-407
  • Heroes for Hire (1997) 5-19
  • Avengers (1999) n. 62-84, 500
  • Defenders (2012) n. 10-12
  • FF (2013) n. 1-16
  • Ant-Man Infinite Comic (2015) n. 1
  • Ant-Man (2015) n. 1-5, Annual 1
  • Ant-Man: Last Days (2015) n. 1
  • Astonishing Ant-Man (2015) n. 1-12

Eric O'Grady[modifica | modifica wikitesto]

  • Irredeemable Ant-Man (2005) n. 1-12
  • Ant-Man & Wasp (2011) n. 1-3

Serie a fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1962, Hank Pym ottiene la sua prima serie a fumetti nel serial 'Tales to Astonish' a partire dal numero 35, fino al 69, con una storia introduttiva sul numero 27. Negli anni settanta, le sue avventure vengono narrate su Marvel Feature, dal numero 5 al 10. Negli anni 90 viene pubblicato uno one shot intitolato Ant-Man's Big Christmas e diventa il protagonista di una miniserie intitolata 'Giant-Man' pubblicata su 'Avengers'. In tempi recenti, le storie del primo uomo formica sono continuate su Ant-Man & the Wasp, Ant-Man Season One e su Avengers Origins: Ant-Man and the Wasp. Con l'uscita del film, diversi altri fumetti dedicati al personaggio sono stati pubblicati, come Marvel's Ant-Man Prelude e Ant-Man Larger than Life.

Nel 1979, Scott Lang ottiene due storie sul serial Marvel Premiere, curate da David Michelinie, John Byrne e Bob Layton. Oltre alle sue comparse in altre testate, il personaggio appare come protagonista in un numero di Marvel Two-In-One e Marvel Team Up. Nel 2015, vista l'uscita del film, Scott Lang ottiene una sua serie a fumetti intitolata 'Ant-Man' e durata soli 5 numeri più uno speciale Annual. Nello stesso anno, ottiene anche un adattamento cinematografico a fumetti, uno one-shot intitolato 'Ant-Man: Last Days' e un'altra serie a fumetti, 'Astonishing Ant-Man', per il momento la più longeva.

Nel 2006, Eric O'Grady debutta come supereroe in una serie a fumetti durata dodici albi, intitolata Irredeemable Ant-Man, gestita da Robert Kirkman e Phil Hester. Col tempo, le sue storie vengono spostate in una miniserie, 'Ant-Man & the Wasp'.

Pubblicazioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Hank Pym[modifica | modifica wikitesto]

  • Ant-Man Season One (2013) n. 1
  • Ant-Man Preludio (2015) n. 1
  • Marvel Masterworks: Ant-Man e Giant-Man (2015) n. 1 (ristampa delle storie pubblicate su Tales to Astonish)
  • Io Sono Ant-Man (2015) n. 1 (ristampa delle storie più importanti)
  • Age of Ultron (2013) n. 1-6
  • Avengers Rage of Ultron (2015) n. 1
  • Marvel Omnibus: Avengers - Il processo di Henry Pym (2016) n. 1

Scott Lang[modifica | modifica wikitesto]

  • Io Sono Ant-Man (2015) n. 1 (ristampa delle storie più importanti)
  • Ant-Man Preludio (2015) n. 1
  • Ant-Man (2015) n. 1-4
  • Lo Stupefacente Ant-Man (2016) n. 1- in corso

Eric O'Grady[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Incorreggibile Ant-Man (2013) n. 1-2
  • Io Sono Ant-Man

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comic-Con 2012: annunciata la Fase 2 dell'universo Marvel | BadTaste.it - Il nuovo gusto del cinema!
  2. ^ Edgar Wright: script Ant-Man completato - Lo Spazio Bianco, nel cuore del fumetto
  3. ^ Edgar Wright abbandona la regia di Ant-Man, Badtaste.it, 23 maggio 2014
  4. ^ (EN) Director Peyton Reed and Writer Adam McKay Join Marvel's Ant-Man, su marvel.com, 7 giugno 2014.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics