Kate Bishop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kate Bishop
lang=it
Kate Bishop assieme a Stature, Patriot e alcuni Vendicatori, disegni di Jim Cheung
UniversoUniverso Marvel
Lingua orig.Inglese
Alter egoOcchio di Falco II
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.aprile 2005
1ª app. inYoung Avengers (Vol. 1[1]) n. 1
Editore it.Panini Comics
app. it.febbraio 2006
app. it. inGiovani Vendicatori n. 1
Specieumana
SessoFemmina
Etniastatunitense
Luogo di nascitaManhattan, New York
Abilità
AffiliazioneGiovani Vendicatori

Katherine Elizabeth "Kate" Bishop, nota anche come Occhio di Falco (Hawkeye), è un personaggio dei fumetti, creato da Allan Hinberg (testi) e Jim Cheung (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Young Avengers (Vol. 1[1]) n. 1 (aprile 2005).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Manhattan, New York, da Derek e Eleanor Bishop[2], in una delle famiglie più ricche e potenti degli Stati Uniti, Kate cresce tra gli agi assieme alla sorella maggiore, Susan[2], divenendo a tratti una ragazzina viziata e snob[3], carattere in realtà costruitosi per mascherare il dolore dovuto alla perdita dell'amatissima madre a soli quattordici anni[2], fatto a seguito del quale il padre, per natura emotivamente distante, si allontana sempre di più dalle due figlie tentando di esorcizzare il dolore con una seconda moglie, Heather[4], ex-compagna di liceo di Kate con soli tre anni in più di lei[4].

La sola parente verso cui nutre affetto nonostante la grande differenza di carattere è la superficiale sorella maggiore[2], tanto da accettare di fare da damigella d'onore al suo matrimonio[3]; una sera tuttavia, tornando a casa da sola dopo aver le prove della cerimonia, Kate viene aggredita (e presumibilmente stuprata) nei pressi di Central Park[5]. Inizialmente traumatizzata, Kate riesce a trarre forza dall'esperienza prendendo coscienza del valore della vita e decidendo di allenarsi intensivamente per diventare un'eroina e far sì che quanto accadutole non si ripeta ne debba accadere ad altri[5].

Giovani Vendicatori[modifica | modifica wikitesto]

Vari mesi dopo, durante il matrimonio della sorella, la Cattedrale di San Patrizio viene presa d'assalto da alcuni terroristi e il tentativo di soccorso dei neo-assemblati Giovani Vendicatori finisce per provocare un incendio ove essi stessi rimangono intrappolati[3]. Proprio Kate, dimostrando grande risolutezza e intraprendenza, risolve la situazione evacuando sia i civili che gli inesperti supereroi[3] rimanendo tanto colpita da seguirli fino all'ormai abbandonata magione dei Vendicatori, che essi usano come base improvvisata, pretendendo di unirsi alla squadra[2]. Inizialmente il gruppo non la prende sul serio ma, poco dopo, la magione è attaccata da Kang il Conquistatore[6] ed essa contribuisce a sconfiggerlo guadagnandosi ufficialmente un posto nel team[7].

Nel momento in cui Capitan America e Iron Man incitano il gruppo allo scioglimento rifiutandosi di riconoscerli o addestrarli senza prima avere l'autorizzazione dei loro genitori[7], Kate li sprona a ignorare tale monito finanziandoli e trovando loro una nuova base in uno stabile abbandonato di proprietà delle industrie paterne[8]. Nel corso delle avventure con la squadra diviene molto amica di Stature e sviluppa una certa attrazione per Patriot tanto che, quando questi rimane ferito gravemente, essa incolpa Capitan America per essersi rifiutato di addestrarli a dovere, cosa che colpisce profondamente l'eroe a stelle e strisce, il quale incarica Jessica Jones di consegnare alla ragazza l'arco dell'allora creduto morto Occhio di Falco (la sola altra persona a essersi mai erta in tal modo contro di lui) affinché ne porti avanti la memoria[9]. Kate accetta divenendo dunque la seconda Occhio di Falco.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Civil War (fumetto).

Durante la guerra civile dei superumani Kate e i Nuovi Vendicatori sono inizialmente listati tra i 142 supereroi che hanno deciso di registrare la propria identità al governo[10] ma, apparentemente, in seguito decidono di cambiare schieramento entrando in clandestinità. Finita la guerra prendono infatti parte al funerale di Capitan America[11] venendo poi inseguiti dal nuovo Capitan America nominato da Stark (il presunto deceduto Clint Barton)[12]. Ignorando l'identità dell'uomo, Kate lo accusa di stare disonorando la memoria dell'eroe indossandone il costume, dicendo che essa ha assunto il nome di "Occhio di Falco" per onorarne la memoria ma non ne ha imitato la divisa poiché sarebbe stata una vergogna e che, se Barton fosse vivo, si sarebbe chiamata in un altro modo[12].

Commosso, l'eroe la lascia fuggire e, tornato da Stark, gli restituisce il costume di Capitan America, colpevolizzandolo per quanto è successo e per il suo ruolo a sostegno dell'Atto di Registrazione dei Superumani[12]. In un secondo momento, Clint (assunta l'identità di Ronin) avvicina Kate, cedendole ufficialmente il nome di Occhio di Falco[13].

Secret Invasion e Assedio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Secret Invasion e Assedio (fumetto).

Nel corso delle prime fasi dell'invasione segreta, Kate e i Giovani Vendicatori respingono la prima ondata di Skrull nel cuore di New York[14]. In seguito il gruppo si unisce alla squadra anti-skrull capeggiata da Nick Fury prendendo parte alla battaglia finale[15].

Durante l'assedio ad Asgard di Norman Osborn, Kate e i Giovani Vendicatori si alleano con Secret Warriors e Nuovi Vendicatori per fermarlo[16]. In tale occasione la ragazza rischia la vita rimanendo intrappolata assieme a Patriot sotto un cumulo di macerie provocato da Sentry[17].

Età degli eroi[modifica | modifica wikitesto]

Sopravvissuta all'esperienza, Kate viene nuovamente avvicinata da Clint Barton il quale, pur avendo riassunto l'identità di Occhio di Falco, le conferma che può continuare a servirsi del suddetto nome in codice ironizzando che "il mondo è abbastanza grande per entrambi"[18], Successivamente si reca a Latveria assieme ai Vendicatori per scoprire cose ne è stato di Wanda Maximoff[19].

Tempo dopo il padre le taglia i fondi costringendola a guadagnarsi da vivere autonomamente[4], motivo per il quale inizia a lavorare come investigatrice privata, dapprima assieme a Clint[20] e poi in proprio[21], trasferendosi da New York a Los Angeles ed iniziando un'aspra rivalità con Madame Masque[22].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Kate Bishop è dotata di ottime capacità coordinative e di una mira straordinaria, abilità che la rendono una formidabile arciere[2]. Grande esperta di combattimento corpo a corpo, Kate è una campionessa di boxe e jujitsu finemente addestrata anche nell'arte della scherma e in diverse altre tecniche di spada[3][5].

Come Occhio di Falco, è dotata di un arco balistico ipertecnologico[9] di una faretra più ampia del normale e di una serie di frecce speciali costruitele da Pantera Nera[12].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

La Crociata dei Bambini[modifica | modifica wikitesto]

Nel futuro alternativo visto in La Crociata dei Bambini, Kate Bishop (Occhio di Falco) è un membro dei Vendicatori nonché moglie di Tom Shepherd (Quicksilver) da cui ha avuto due gemelli[23].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Ultimate, Kate Bishop è una tredicenne goth compagna di classe di Miles Morales che, seppur ricorrente, è a lungo rimasta innominata[24]. Dopo aver passato un anno insieme alla Brooklyn Visions Academy lei e Miles, ora quattordicenni, diventano una coppia[25]. Come tutta la sua famiglia Kate è un membro dell'HYDRA fermamente convinta che, in fondo, le ideologie dell'organizzazione possano migliorare il mondo[26], motivo per il quale, quando il giovane le rivela la sua identità segreta, essa è combattuta tra l'amore che prova per lui e la fedeltà alla causa, decidendo di riflettere e stare senza vederlo per varie settimane[27] cercando conforto rivela tale segreto alla sorella maggiore, Misha, che però lo riferisce subito al padre[26] il quale di conseguenza tende una trappola a Miles, recatosi a casa dei Bishop poiché preoccupato per Kate, catturando lui e la sua famiglia[28] per poi torturarli assieme al Dottor Destino[29] nonostante la contrarietà di Kate. Dopo essersi liberato e aver sconfitto sia Destino che i Bishop, Miles si lascia con Kate[30].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b c d e f Young Avengers (Vol. 1) n. 2, maggio 2005.
  3. ^ a b c d e Young Avengers (Vol. 1) n. 1, aprile 2005.
  4. ^ a b c Hawkeye Annual (Vol. 4) n. 1, settembre 2013.
  5. ^ a b c Young Avengers Special (Vol. 1) n. 1, febbraio 2006.
  6. ^ Young Avengers (Vol. 1) n. 3, giugno 2005.
  7. ^ a b Young Avengers (Vol. 1) n. 5, agosto 2005.
  8. ^ Young Avengers (Vol. 1) n. 6, settembre 2005.
  9. ^ a b Young Avengers (Vol. 1) n. 12, agosto 2006.
  10. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 1, aprile 2007.
  11. ^ Fallen Son: The Death of Captain America (Vol. 1) n. 2, giugno 2007.
  12. ^ a b c d Fallen Son: The Death of Captain America (Vol. 1) n. 3, luglio 2007.
  13. ^ Young Avengers Presents (Vol. 1) n. 6, agosto 2008.
  14. ^ Secret Invasion (Vol. 1) n. 3, agosto 2008.
  15. ^ Secret Invasion (Vol. 1) n. 7, dicembre 2008.
  16. ^ Siege (Vol. 1) n. 1-2, marzo-aprile 2010.
  17. ^ Siege: Young Avengers (Vol. 1) n. 1, giugno 2010.
  18. ^ I Am An Avenger (vol. 1) n. 1, novembre 2010.
  19. ^ Avengers: The Children's Crusade (Vol. 1) n. 1-9, settembre 2010-maggio 2012.
  20. ^ Hawkeye (Vol. 4) n. 1-11, ottobre 2012-agosto 2013.
  21. ^ Hawkeye (Vol. 4) n. 14, gennaio 2014.
  22. ^ Hawkeye (Vol. 4) n. 15-20, marzo-ottobre 2014.
  23. ^ Avengers: The Children's Crusade - Young Avengers (Vol. 1) n. 1, maggio 2011.
  24. ^ Rich Johnston, Ultimate Spider-Man’s New Girlfriend Revealed… Face It Tiger, You Just Hit The Bullseye, Bleeding Cool.
  25. ^ Ultimate Comics Spider-Man (Vol. 2) n. 23, luglio 2013.
  26. ^ a b Miles Morales: Ultimate Spider-Man (Vol. 1) n. 7, novembre 2014.
  27. ^ Miles Morales: Ultimate Spider-Man (Vol. 1) n. 2, giugno 2014.
  28. ^ Miles Morales: Ultimate Spider-Man (Vol. 1) n. 10, febbraio 2015.
  29. ^ Miles Morales: Ultimate Spider-Man (Vol. 1) n. 11, marzo 2015.
  30. ^ Miles Morales: Ultimate Spider-Man (Vol. 1) n. 12, aprile 2015.