X-Men: Legacy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
X-Men: Legacy
gruppo
GIXMN260.jpg
Disegni di Mico Suayan.
Lingua orig.Inglese
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.ottobre 1991
1ª app. inX-Men (vol. 2) n. 1
Editore it.Star Comics - Marvel Italia
app. it.agosto 1994
app. it. inGli Incredibili X-Men n. 50
X-Men: Legacy (vol. 2)
fumetto
TestiSimon Spurrier
DisegniTan Eng Huat
EditoreMarvel Comics
1ª edizionenovembre 2012
Periodicitàmensile
Albi20 (in corso)
Editore it.Panini Comics - Marvel Italia
Periodicità it.mensile
Albi it.7 (in corso)

X-Men: Legacy[1] nata come X-Men nel 1991[2][3] è stata la seconda testata dedicata agli X-Men, gruppo di supereroi mutanti creato da Stan Lee, pubblicata negli Stati Uniti dalla casa editrice Marvel Comics. Lanciata nell'ottobre 1991 come X-Men (vol. 2[4]) la serie ha cambiato più volte il nome della testata nel corso degli anni pur mantenendo la numerazione progressiva[5].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Sull'onda del grande successo degli X-Men nel 1991 l'Editor-In-Chief della Marvel Bob Harras decise di lanciare sul mercato una seconda testata dedicata agli eroi mutanti. Nonostante lo scetticismo dello sceneggiatore Chris Claremont che temeva una sovraesposizione del marchio il nuovo mensile intitolato semplicemente X-Men (la testata storica si intitolava all'epoca Uncanny X-Men) fu pubblicato ad ottobre con un lancio senza precedenti stabilendo un incredibile record di vendite tuttora imbattuto nel mondo dei fumetti superando gli 8 milioni di copie vendute[6]. Nonostante il grande successo, le divergenze tra Harras e Claremont continuarono e indussero quest'ultimo ad abbandonare la testata e la Marvel Comics dopo i primi tre numeri.

New X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un decennio in cui si succedettero alla guida vari team creativi nel luglio 2001 la testata fu rinominata New X-Men ed affidata allo sceneggiatore Grant Morrison nel tentativo di innovarne i contenuti. Mentre Uncanny X-Men metteva in evidenza le qualità supereroistiche dei suoi protagonisti, Morrison si concentrò soprattutto sull'aspetto didattico dello Xavier Institute riformato come istituto scolastico anche a seguito dell'uscita dei film dedicati agli eroi della Marvel, introducendo nuovi personaggi e contemporaneamente mescolando a "veterani" come Ciclope, Wolverine, Jean Grey e Bestia new entry quali l'ex criminale Emma Frost e l'ambiguo Xorn nel ruolo di insegnanti. Inoltre, il nuovo design delle uniformi ad opera di Frank Quitely e di altri disegnatori "sperimentali" rinnovarono il look dei protagonisti introducendo le attillate tute di pelle nera già adottate nella trasposizione cinematografica del fumetto.

Nel giugno 2004 sotto la guida di Chuck Austen, già autore di Uncanny X-Men e subentrato alla guida di New X-Men col n. 155, la testata riassunse il titolo originale di X-Men a partire dal n. 157 all'interno dell'evento ReLoad.

X-Men: Legacy[modifica | modifica wikitesto]

Dal febbraio 2008 con il n. 208 venne rinominata X-Men: Legacy ed incentrata sulle conseguenze degli eventi narrati nel crossover Messiah Complex. Già sceneggiata dal 2006 dall'inglese Mike Carey, la serie fece proprio il punto di vista narrativo di Xavier via via affiancato da un ventaglio di personaggi fra cui gli Accoliti, Gambit, Magneto, Sinistra ed il Club infernale. Accanto allo svolgimento delle trame principali riguardanti i mutanti, elemento caratterizzante della serie è stato l'utilizzo di flashback e sedute telepatiche per esplorare il passato dei personaggi risolvendo così alcuni interrogativi che ne costellavano la lunga quanto intricata storia.

A partire dal n. 226 (luglio 2009) Rogue, ora in grado di controllare i propri poteri, sostituì Xavier come protagonista e venne incaricata di fare da tutor ai giovani mutanti residenti ad Utopia. Dopo aver preso parte a Necrosha e Secondo avvento, la serie diede vita al crossover Age of X assieme a New Mutants (vol. 3) e come risultato si ebbe un ritorno alla formula "team-book" con l'aggiunta di Frenzy, Gambit, Legione, Magneto e Xavier.

Sfruttando l'iniziativa Regenesis a seguito dello Scisma degli X-Men in due fazioni guidate rispettivamente da Ciclope e Wolverine, la testata venne allineata con lo schieramento di quest'ultimo facendo trasferire Rogue e gli altri personaggi alla Jean Grey School for Higher Learning dove assunsero l'incarico di insegnanti per la nuova generazione di mutanti. Dopo sei anni passati al timone della testata, Mike Carey cedette il posto a partire dal n. 261 (gennaio 2012) ad un nuovo team creativo composto da Christos Gage (testi) con David Baldeon e Rafa Sandoval (disegni).

Al termine del crossover Avengers vs. X-Men a cui è stata collegata con vari tie-in, la testata venne chiusa con il n. 275 (ottobre 2012)[7] per poi riprendere la pubblicazione di una seconda serie, sfruttando il rilancio del MU con Marvel NOW!, a partire dal n. 1 (novembre 2012)[8] guidata da Simon Spurrier (testi) e Tan Eng Huat (disegni) con protagonista Legione, impegnato a trovare il proprio posto nella comunità mutante dopo la morte del padre[9][10].

Contributi[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatori Disegnatori

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Numeri Personaggi prima serie[11]
1-3 Arcangelo, Banshee, Bestia, Colosso, Ciclope, Forge, Gambit, Uomo Ghiaccio, Jean Grey, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
4-25 Bestia, Ciclope, Gambit, Jubilee, Professor X, Psylocke, Rogue, Wolverine
26-32 Bestia, Ciclope, Gambit, Jubilee, Professor X, Psylocke, Revanche, Rogue
33-39 Bestia, Ciclope, Gambit, Jubilee, Professor X, Psylocke, Rogue
40-49 Arcangelo, Bestia, Alfiere, Ciclope, Gambit, Uomo Ghiaccio, Jean Grey, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta
50-57 Arcangelo, Bestia, Alfiere, Cannonball, Ciclope, Gambit, Uomo Ghiaccio, Jean Grey, Professor X, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
58-60 Arcangelo, Bestia, Alfiere, Cannonball, Ciclope, Gambit, Uomo Ghiaccio, Jean Grey, Psylocke, Rogue, Tempesta, Wolverine
61-65 Cannonball, Ciclope, Jean Grey, Tempesta, Wolverine
66-71 Cannonball, Ciclope, Uomo Ghiaccio, Jean Grey, Tempesta, Wolverine
72-79 Bestia, Cannonball, Cecilia Reyes, Maggott, Marrow, Tempesta, Wolverine
80-99 Colosso, Gambit, Marrow, Nightcrawler, Professor X, Rogue, Shadowcat, Tempesta, Wolverine
100 Arcangelo, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Psylocke, Rogue, Shadowcat, Thunderbird, Wolverine
101-107 Arcangelo, Colosso, Nightcrawler, Professor X, Psylocke, Rogue, Thunderbird, Wolverine
108 Arcangelo, Bestia, Jean Grey, Nightcrawler, Professor X, Psylocke, Rogue, Wolverine
109-114 Bestia, Ciclope, Jean Grey, Professor X, Wolverine
115-121 Bestia, Ciclope, Emma Frost, Jean Grey, Professor X, Wolverine
122-145 Bestia, Ciclope, Emma Frost, Jean Grey, Professor X, Wolverine, Xorn
146-150 Bestia, Ciclope, Emma Frost, Jean Grey, Professor X, Wolverine
151-154 Tito Jerome Bohusk, E.V.A., Logan, Cassandra Nova-Xavier, Rover, Tom Skylark, Tre-In-Una[12]
155-156 Bestia, Ciclope, Emma Frost
157-164 Gambit, Havok, Uomo Ghiaccio, Fenomeno, Polaris, Rogue, Wolverine
165-180 Emma Frost, Gambit, Havok, Uomo Ghiaccio, Polaris, Rogue, Wolverine
181 Ciclope, Emma Frost, Gambit, Uomo Ghiaccio, Rogue
182-183 Ciclope, Emma Frost, Gambit, Havok, Uomo Ghiaccio, Mystica, Pulse, Rogue
184-187 Ciclope, Emma Frost, Havok, Uomo Ghiaccio, Mystica, Pulse, Rogue
188-191 Cable, Cannonball, Ciclope, Emma Frost, Uomo Ghiaccio, Mystica, Rogue
192-200 Cable, Cannonball, Uomo Ghiaccio, Lady Mastermind, Mystica, Sentinella Omega, Rogue, Sabretooth
201-204 Cannonball, Uomo Ghiaccio
205-207 crossover Messiah Complex
208-219 Professor X
220-225 Gambit, Professor X, Rogue
226-227 Danger, Gambit, Rogue, Trance
228-230 Bling!, Rogue, Trance
231-234 Blindfold, Colosso, Gambit, Husk, Magneto, Nightcrawler, Psylocke, Rogue, Trance
235-237 crossover Secondo avvento
238-241 Anole, Indra, Loa, Magneto, Rogue
242-243 Ciclope, Colosso, Danger, Magneto, Sentinella Omega, Psylocke, Random, Rogue, Satiro, Hope Summers
244 Blindfold, Madison Jeffries, Rogue
245-247 crossover Age of X
248-253 Frenzy, Gambit, Legione, Magneto, Professor X, Rogue
254-260 Frenzy, Gambit, Magneto, Rogue
261-275 Bestia, Cannonball, Frenzy, Gambit, Rachel Grey (Marvel Girl II), Rogue, Uomo Ghiaccio, Wolverine
Personaggi seconda serie
1- Legione

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legacy in italiano è traducibile come eredità, lascito.
  2. ^ X-Men :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  3. ^ X-Men (1991 - 2001) | Comic Books | Comics | Marvel.com, su marvel.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  4. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  5. ^ X-Men: Legacy vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  6. ^ Michael Mallory, X-Men: i personaggi e il loro universo. Vercelli, White Star, 2006, ISBN 9788854005907
  7. ^ "Nine Titles End in October as Marvel NOW! begins"
  8. ^ "Spurrier, Huat May Relaunch X-Men: Legacy in November"
  9. ^ "Spurrier, Huat Bring a Legion to X-Men: Legacy"
  10. ^ "Spurrier's X-Men: Legacy is Legion"
  11. ^ UncannyXmen.net - Issue Summaries
  12. ^ Arco narrativo Spettri dal Futuro, ambientato in un apocalittico futuro alternativo (Terra-15104)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics