Serie a fumetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una serie a fumetti è un formato di pubblicazione di fumetti caratterizzato dalla distribuzione periodica di albi in edicola, fumetteria o liberia.

Le serie possono configurarsi senza una conclusione prefissata, oppure come miniserie o serie limitate, cioè con un predeterminato numero di albi. Tra le serie più longeve si possono citare Detective Comics, esordita nel 1937 e che nel 2017 ha superato i 900 numeri,[1] The Amazing Spider-Man, esordita nel 1963 e che ha chiuso dopo aver raggiunto i 700 numeri nel 2012[2] o Diabolik, esordito nel 1962 e pubblicato ancora nel 2017 dopo oltre 800 numeri[3]. Gli albi sono solitamente distribuiti sotto forma di volumetti brossurati o spillati. Nel mercato statunitense è comune che serie di albi proposti in formato spillato o da edicola vengano poi riproposti raccolti in volume cartonato, noto come trade paperback (o TP).

Tipicamente le serie a fumetti ospitano storie di continuity dei protagonisti, e possono essere pubblicate in contemporanea più serie aventi per protagonista il medesimo personaggio, cosa normale ad esempio con le maggiori casi editrici quali Marvel Comics, che nel 2009 pubblicava The Amazing Spider-Man, Ultimate Spider-Man e Spider-Man Noir, tutte con protagonista l'Uomo Ragno. Spesso inoltre le major tendono a creare storie crossover, che fanno cioè interagire tra loro personaggi di serie diverse e iniziare un arco narrativo in una serie e farlo terminare in un'altra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Detective Comics vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 27 settembre 2017.
  2. ^ Amazing Spider-Man vol 1 :: ComicsBox, su www.comicsbox.it. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  3. ^ Diabolik - uBC "Enciclopedia online del fumetto", su www.ubcfumetti.com. URL consultato il 16 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti