Decimazione (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Decimazione
fumetto
Disegni di Randall Green
Disegni di Randall Green
Titolo originale Decimation
Testi Chris Claremont
Disegni
Editore Marvel Comics
1ª edizione gennaio 2005
Collana 1ª ed. Decimation: House of M
Periodicità mensile
Albo unico
Formato 17 cm × 26 cm
Pagine 24
Editore it. Panini Comics - Marvel Italia
1ª edizione it. agosto 2006
Collana 1ª ed. it. Gli Incredibili X-Men n. 194
Periodicità it. mensile
Albo it. unico
Formato it. 17 cm × 26 cm
Rilegatura it. spillato/brossurato
Pagine it. 24
Testi it. Andrea Plazzi

Decimazione (Decimation) è il titolo con il quale è indicato il ciclo di storie che narra delle conseguenze della saga a fumetti House of M, al termine della quale Scarlet pronuncia le parole «Basta mutanti» (No More Mutants) riducendone drasticamente la popolazione su Terra-616 e cancellando diversi universi paralleli in cui esistono. In accordo con quanto riportato sulle pagine di X-Men (seconda serie) n. 191 (novembre 2006), il termine di House of M e il primo giorno di decimazione coincidono con il 2 novembre, da allora in poi denominato M-Day.

Le testate coinvolte si riconoscono dalla grafica di copertina che riporta una striscia nella banda laterale sinistra analoga a quella presente sugli albi coinvolti in House of M, con la differenza che questa è disegnata in maniera tale da essere parzialmente lacerata.

Mutanti rimasti dopo l'M-Day[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio del 2006 è stata pubblicata una lista completa dei mutanti che hanno conservato i poteri nell'albo intitolato X-Men: The 198 Files: tale numero comprende solo quei soggetti che il governo americano è riuscito a catalogare, nulla impedisce che in futuro mutanti di cui si erano perse le tracce non possano tornare in scena. La lista comprende[1]:

Attivi[modifica | modifica sorgente]

  1. Adam X[2]
  2. Alchimia[1]
  3. Alfiere[1]
  4. Arcangelo[1]
  5. Anole[1]
  6. Arclight[1]
  7. Astra[3]
  8. Asylum[4]
  9. Aurora[1]
  10. Bestia[1]
  11. Bestia Nera[1]
  12. Big Bertha[1]
  13. Black Box[1]
  14. Black Swan[5]
  15. Blaquesmith[6]
  16. Blindfold[1]
  17. Bling![1]
  18. Blink[7]
  19. Bliss[8]
  20. Tito Bohusk[9]
  21. Boom-Boom[1]
  22. Abigail Brand[10]
  23. Tatiana Caban[1]
  24. Cable[1]
  25. Cannonball[1]
  26. Chamber[11]
  27. Lila Cheney[1]
  28. Ciclope[1]
  29. Cipher[12]
  30. Gabriel Cohuelo[13]
  31. Colosso[1]
  32. Corazza[1]
  33. Crosta[14]
  34. Cypher
  35. Daken[15]
  36. Darwin[16]
  37. Dazzler[1]
  38. Johnny Dee[17]
  39. Debrii
  40. Domino[1]
  41. Doorman[18]
  42. Dr. Nemesis[19]
  43. Dragoness[1]
  44. Dust[1]
  45. Elixir[1]
  46. Empath[1]
  47. Emplate[20]
  48. Erg[1]
  49. Ernst[1]
  50. Exodus[1]
  51. Firestar[1]
  52. Flatman[1]
  53. Forge[1]
  54. Forzuto[1]
  55. Fratellino[21]
  56. Frenzy[1]
  57. Emma Frost[1]
  58. Decimus Furius[22]
  59. Gambit[1]
  60. Gamesmaster[23]
 
  1. Gargouille[24]
  2. Gateway[1]
  3. Genesis[25]
  4. Genocidio[26]
  5. Gentle[27]
  6. Gibbon
  7. Gorgon[28]
  8. Graymalkin[29]
  9. Grembo Nero[30]
  10. Havok[1]
  11. Molly Hayes[1]
  12. Glob Herman[1]
  13. Husk[1]
  14. Ichisumi[22]
  15. Indra[31]
  16. Martinique Jason[32]
  17. Madison Jeffries[1]
  18. Martha Johansson[1]
  19. Joseph[3]
  20. Justice[1]
  21. Karma[1]
  22. Kid Omega[1]
  23. Alyosha Kravinoff[33]
  24. Kylun[1]
  25. Lady Mastermind[1]
  26. Jeb Lee[22]
  27. Legione[34]
  28. Lifeguard[1]
  29. Lightbright[35]
  30. Litterbug[1]
  31. Loa[1]
  32. Lois London[7]
  33. Lorelei[1]
  34. M[1]
  35. Teon Macik[36]
  36. Magik[37]
  37. Magma[1]
  38. Magneto
  39. Major Victory[38]
  40. Mandrill[39]
  41. Marvel Girl[1]
  42. Masque[8]
  43. Match[1]
  44. Meggan[40]
  45. Melter[41]
  46. Mentallo[1]
  47. Mercury[1]
  48. Micromax[1]
  49. Layla Miller[42]
  50. Mimo[43]
  51. Mindblast[44]
  52. Mister Immortal[18]
  53. Mister X[1]
  54. Monolito Vivente[1]
  55. Mysterio[45]
  56. Mystica[1]
  57. Namor[46]
  58. Namora[47]
  59. Naiadi di Stepford[1]
  60. Neofita[24]
 
  1. Neonato tedesco[48]
  2. Kiden Nixon[1]
  3. Northstar[1]
  4. Leon Nuñez[49]
  5. Nuwa[50]
  6. Omega[51]
  7. Idie Okonkwo[52]
  8. Outlaw[1]
  9. Persuasione[1]
  10. Pixie[1]
  11. Polaris
  12. Portal[53]
  13. Klara Prast[54]
  14. Professor X
  15. Projector[24]
  16. Psylocke[1]
  17. Puff Adder[55]
  18. Pulce[1]
  19. Pulse[56]
  20. Quicksilver
  21. Random[1]
  22. Mikhail Rasputin[1]
  23. Rhapsody[1]
  24. Franklin Richards[1]
  25. Valeria Richards
  26. Ricochet[1]
  27. Rictor[57]
  28. Riptide[58]
  29. Rockslide[1]
  30. Rogue[1]
  31. Sabra[1]
  32. Sabretooth[1]
  33. Scarlet[57]
  34. Sage[1]
  35. Satiro[1]
  36. Scalphunter[1]
  37. Shadowcat[1]
  38. Shatterstar[1]
  39. Frederick Slade[59]
  40. Gregor Smerdyakov[60]
  41. Sebastian Shaw[1]
  42. Siryn[1]
  43. Skein[1]
  44. Skids[1]
  45. Sole Ardente[1]
  46. Bobby Soul[21]
  47. Squirrel Girl[1]
  48. Stinger[61]
  49. Sugar Man[62]
  50. Hope Summers[63]
  51. Sunspot[1]
  52. Surge[1]
  53. Svanitore[64]
  54. Tempesta[1]
  55. Tempo[1]
  56. Thunderbird[1]
  57. Toad[1]
  58. Toro[65]
  59. Trance[1]
  60. Laurie Tromette[66]
 
  1. Typhoid Mary[67]
  2. Unuscione[68]
  3. Uomo Collettivo[1]
  4. Uomo Ghiaccio[1]
  5. Uomo Multiplo[1]
  6. Ursa Major[1]
  7. Vanguard[1]
  8. Vindaloo[24]
  9. Amelia Voght[1]
  10. Warpath[1]
  11. Evangeline Whedon[1]
  12. Whirlwind[1]
  13. Pete Wisdom[1]
  14. Wiz Kid[69]
  15. Wolfsbane[1]
  16. Wolverine[1]
  17. Eimin Worthington[70]
  18. Uriel Worthington[70]
  19. X-23[1]
  20. X-Man[71]

Deceduti[modifica | modifica sorgente]

  1. Banshee[72]
  2. Beatiful Dreamer
  3. Blockbuster[73]
  4. Jamie Braddock
  5. Calibano
  6. Cyber[74] (presunto)
  7. Diamond Lil
  8. Fornace
  9. Ghoul[75]
  10. Icarus
 
  1. Jazz
  2. Mad Jim Jasper[76]
  3. Sanjar Javeed
  4. Matt Landru[77]
  5. Malice (presunta)
  6. Mammomax
  7. Meld
  8. Microbe[78]
  9. Mille-in-Una[79]
  10. Mr. M (deceduto/evoluto)
 
  1. Namorita[78]
  2. Nekra[80]
  3. Nightcrawler
  4. Omega Red
  5. Onyxx
  6. Paradigm[81]
  7. Peepers
  8. Prism
  9. Quill
  10. Sack
 
  1. Scrambler
  2. Selene
  3. Senyaka[82]
  4. Shinobi Shaw
  5. Testimone[58]
  6. Kenji Uedo
  7. Valanga (presunto)
  8. Vulcan[72] (presunto)
  9. Wallflower
  10. Wither
 
  1. Wolf Cub
  2. Zeeshan[83]

Durante Necrosha Selene e la sua corte hanno utilizzato una combinazione di magia nera e virus T.O. per rianimare Calibano e utilizzare il suo potere di tracciamento del gene-X per far risorgere altri mutanti.

  1. Marcus Andrews (Rem-Ram)
  2. Banshee
  3. Barnacle
  4. Sienna Blaze
  5. Beef
  6. Berzeker
  7. Bevatron
  8. Bolt
  9. Calibano
  10. Catseye
 
  1. Fabian Cortez
  2. Cypher
  3. Deadbolt
  4. Delgado
  5. Destiny
  6. Gianna Esperanza (Static)
  7. Mortimer Everett (Barnacle)
  8. Feral
  9. Firefist
 
  1. Andrew Graves (Spoor)
  2. Hemingway
  3. Hurricane
  4. Jetstream
  5. Kath Katu (Katu)
  6. Harry Leland
  7. Lifeforce
  8. Maggott
  9. Leon Matheson
  10. Seamus Mellencamp
 
  1. Muraglia
  2. Pyro
  3. Proteus
  4. Risque
  5. Roulette
  6. Scaleface
  7. Shinobi Shaw
  8. Skin
  9. Spyne
  10. Stella Nera
 
  1. Super Sabre
  2. Synch
  3. Tarot
  4. Testata Mutante Negasonica
  5. Thunderbird
  6. Torre
  7. Unus
  8. Un milione di mutanti che abitavano Genosha

Depotenziati[modifica | modifica sorgente]

  1. Abisso[84]
  2. Aero
  3. Agent Zero
  4. Angel Dust
  5. Armena
  6. Artie
  7. Becco[9]
  8. Black Tom
  9. Blind Faith
  10. Blob
  11. Bloodlust[85]
  12. Boost
  13. Bora
  14. Brass
  15. Bugman
  16. Caiman
  17. Callisto
  18. Conquistador
  19. DJ (deceduto)
  20. Dryad (deceduto)
 
  1. El Aguila
  2. Fatale
  3. Feral (deceduta)
  4. Flambé
  5. Forearm
  6. Freakshow
  7. Gazer[86] (deceduto)
  8. Gloom
  9. Golden Child
  10. Hack
  11. Harpoon
  12. Hazard
  13. Hub
  14. Hybrid
  15. Jubilee
  16. The Juicers
  17. Key
  18. King Bedlam
  19. Kiwi Black
  20. Lara the Illusionist
 
  1. Hannah Levy
  2. Alexander Lexinton (deceduto)
  3. Lightning Rod
  4. Longneck
  5. Mary Zero
  6. Mesmero[87]
  7. Mist Mistress
  8. Monsoon
  9. Danielle Moonstar
  10. Murmur
  11. Murmur II
  12. Netword (deceduta)
  13. Nightwind
  14. Overrider
  15. Paralyzer
  16. Phantazia
  17. Postman
  18. Preview
  19. Prodigy
 
  1. Purge
  2. Quill
  3. Radian
  4. Radius
  5. Reaper
  6. Redneck (deceduto)
  7. Rubbermaid (deceduta)
  8. Angel Salvadore[9]
  9. Scanner
  10. Shatter
  11. Randall Shire
  12. Shola
  13. Slick
  14. Slipstream
  15. John Spector
  16. Spettro
  17. Spoilsport
  18. Stacy X (deceduta)
  19. Strobe
  20. Tag (deceduto)
 
  1. Tantra
  2. Tarot (deceduta)
  3. Tattoo (deceduta)
  4. Tether
  5. Thornn
  6. Tremolo
  7. Unus[88] (deceduto)
  8. Vaga
  9. Wicked
  10. Wildside
  11. Wind Dancer
  12. Windshear
  13. Kuan-Yin Xorn (deceduto)
  14. Shen Xorn (deceduto)
  15. Zach

Status mutante[modifica | modifica sorgente]

Accertati[modifica | modifica sorgente]

  • Jamie Braddock (deceduto). Le torture subite per mano di Dr. Crocodile ne hanno risvegliato la mutazione latente.
  • Madame Web (deceduta). Anche se non è stata mai stata accostata ufficialmente alla specie mutante, nel corso degli anni è stata indicata come tale.
  • Naiadi di Stepford. In realtà frutto del progetto Arma XIV di Arma Plus, sono stati prodotti 1000 cloni di uno stesso individuo da ovuli sottrati ad Emma Frost. Dopo gli eventi della mini-serie L'ultimo canto di Fenice, ne rimangono solo tre.
  • Magik. La si è vista utilizzare i suoi dischi di teletrasporto durante l'arco narrativo Alla ricerca di Magik nella serie New X-Men, ciò conferma lo status di mutante.
  • Cyber. Dopo la morte del corpo, la sua psiche si è incarnata in quello del mutante Milo Gunderson.
  • Shatterstar. Si suppone che abiti ancora il corpo del mutante Bejamin Russel di cui potrebbe essere un gemello, un clone o solamente un aspetto differente della sua personalità.
  • Monolito Vivente. Dopo una lunga disputa, si è giunti alla conclusione che benché il suo DNA si stato ritoccato da Sinistro per garantirgli le abilità di Havok, è in realtà un mutante con abilità di assorbimento energetico.
  • Stryfe (deceduto). Lo si è visto in possesso dei suoi poteri in un prossimo e possibile futuro di Terra-616 dove viene avvicinato da Alfiere e poi utilizzato come nuovo ospite di Apocalisse.
  • Cable. Ha trovato il modo di mimare i propri poteri attraverso impianti cibernetici, tuttavia è riuscito a conservare una piccola parte di telecinesi per mantenere sotto controllo il virus T.O.
  • Franklin Richards. Depotenziato prima dell'M-Day, ha mantenuto attivi i propri geni mutanti che hanno fatto riaffiorare la sua mutazione[89].
  • Gli 11 bambini di Inferno. Ormai adulti, sono stati mostrati appartenere ad una branca dell'esercito americano abbandonato nel Limbo dopo un esperimento andato male[90].

Stato sconosciuto[modifica | modifica sorgente]

  • Madre Nera (deceduta) e Clay (deceduto) sono tutti tornati in scena, senza mostrare i propri poteri.
  • Professor X, Quicksilver e Magneto sono stati ripotenziati, tuttavia grazie ai diversi metodi impiegati per riottenere i poteri non si è certi del loro status genetico.
  • I nove membri dei Clan Akkaba.
  • Fantomex. Benché sia stato dichiarato essere un mutante (sia da parte degli editori che per voce del personaggio stesso), le sue origini lo classificano come ibrido umano-mutante-Sentinella.
  • Romulus. È un lupoide, specie che ha subìto una evoluta convergente che l'ha portata ad assumere aspetto umanoide partendo però dai lupi invece che dalle scimmie. Non ha mai confermato di essere un mutante benché abbia molte abilità in comune altri mutanti lupoidi.

Depotenziati[modifica | modifica sorgente]

  • Harpoon. Ha utilizzato arpioni tecnologici durante Messiah Complex.
  • Black Tom. Ha utilizzato la tecnologia Black Air per mimare i propri poteri nella serie New Excalibur.
  • Gazer (deceduto), Wild Child, Sole Ardente e Polaris sono stati tutti depotenziati, ma ripotenziati permanentemente attraverso impianti tecnologici.
  • Feral (deceduta) e Thornn sono state solamente dotate della loro mutazione fisica, mentre il corredo genetico è rimasto depotenziato.

Latenti[modifica | modifica sorgente]

  • Mimo. È possibile che il suo gene-X latente si sia attivato durante l'adolescenza a seguito dell'inalazione di alcuni gas prodotti nel laboratorio paterno.

Non mutanti[modifica | modifica sorgente]

  • Cloak e Dagger. Precedentemente classificati come mutanti i cui geni si sono attivati attraverso l'inalazione di alcune sostanze stupefacenti, dopo approfondite analisi è stato escluso che possano appartenere a tale specie[91].
  • Deadpool. Ha ottenuto le sue abilità dal progetto Arma X.
  • Le sostitute dell'originale Stella Nera non sono altro che normali donne dotate dell'amuleto di Laynia collegato alla Forza oscura e il cui DNA è stato rimodellato con suoi innesti.
  • Fenomeno. Ha ottenuto le sue abilità dalla Gemma di Cyttorak.
  • Spirale. Ha ottenuto le sue abilità attraverso la bio-ingegneria e la magia di Mojo.
  • Lady Deathstrike. È una cyborg.
  • Sinistro. Trasformato da Apocalisse in suo servitore tramite la tecnologia dei Celestiali, ha sperimentato i frutti delle sue ricerche genetiche su sé stesso fino all'avvenuta mutazione indotta.
  • Vertigo. Mutata creata da Sinistro.
  • Sauron. Ha ottenuto i propri poteri quando è stato morso da uno pterodattilo.
  • Andreas e Andrea von Strucker (deceduti). I poteri furono loro iniettati mentre si trovavano all'interno dell'utero materno.
  • Daisy Johnson e Yo-Yo Rodriguez. Benché non siano mutanti, l'origine dei loro poteri è ancora incerta.
  • Ultra Girl. È una mutante Kree.
  • Cassandra Nova. Gemella di Xavier, è il suo Mummudrai secondo la razza aliena degli Shi'Ar
  • Ink. È stato confermato che non è un mutante, ha ottenuto le sue abilità attraverso il suo tatuatore che è un mutante.
  • Ariel. È una mutante extraterrestre che s'identifica con la comunità degli X-Men.

Specie sconosciute[modifica | modifica sorgente]

  • Re delle Ombre. Creatura del piano astrale o essenza psichica del telepate Amahl Farouk ormai deceduto.
  • Ernst. Nell'arco narrativo Spettri dal Futuro è stato mostrato che la psiche rieducata di Cassandra Nova si sia evoluta in Ernst.
  • Layla Miller. Ha sia confermato che negato di essere una mutante.
  • I Neo e Vargas (deceduto). Hanno proclamato di essere qualcosa di più grande ed evoluto dei mutanti.
  • Speed e Wiccan. Entrambi potrebbero essere le reincarnazioni delle anime dei figli di Scarlet così come mistici esseri creati da Mefisto. Entrambi si considerano mutanti.
  • L'Isolazionista. Non è un mutante, ma qualcosa di completamente diverso.
  • Cloud 9. Benché lei stessa abbia confermato di non essere una mutante, non è stata ancora chiarita l'origine dei suoi poteri.
  • Gufo e Uomo Porpora. Benché numerose volte siano stati accostati al genere mutante, l'origine dei loro poteri risulta ancora poco chiara. Il primo potrebbe essere un semplice umano dipendente dall'Ormone Mutante della Crescita; mentre il secondo un mutante latente i cui poteri si sono attivati dopo un evento traumatico.
  • Sinistra. Malgrado la somiglianza con Sinistro sia nell'aspetto che nei poteri e la sua comparsa subito dopo la morte di quest'ultimo, non è ancora stata chiarita l'origine dei suoi poteri.
  • Regina Rossa (deceduta). È stata descritta come qualcosa o qualcuno di diverso dalla Madelyne Pryor di Terra-616 in un'intervista concessa dallo scrittore di Uncanny X-Men[92].
  • Chimera. Potrebbe essere una mutata proveniente da un'altra dimensione o aver acquisito i propri poteri mentre si trovava in una di esse.

Conseguenze e ripercussioni[modifica | modifica sorgente]

  • Lo Xavier Insitute non è più considerato un istituto d'istruzione, bensì una riserva per tutti i mutanti rimasti sul pianeta. Dopo Civil War e la fuga dei 198, il Presidente ne abolisce questa denominazione.
  • Sentinel Squad O*N*E (acronimo per Office of National Emergency), miniserie di John Layman (testi) e Aaron Lopresti (disegni). Utilizzando Sentinelle di nuova generazione pilotate da esseri umani, Dipartimento per la Sicurezza Nazionale ne mette alcune a difesa dello Xavier Institute per proteggere i mutanti dai nemici e sedare gli animi ancora sconvolti dagli eventi della decimazione.
  • I Figli della Cripta, umani artificialmente potenziati, vengono risvegliati dalla loro stati temporale a seguito della liberazione di energia conseguente l'M-Day.
  • Exodus riforma gli Accoliti con Frenzy, Random, Tempo e Unuscione.
  • Apocalisse viene risvegliato dal suo sonno dopo la liberazione di energia. Scoperta la decimazione della popolazione mutante decide di mostrarsi agli X-Men offrendo loro la possibilità della salvezza dal morbo che sta per rilasciare uccidendo milioni di umani. Benché successivamente sconfitto, fa in tempo a ripotenziare permanentemente Polaris, ridare le gambe a Sole Ardente, salvare da morte certa Gazer e accettare Gambit fra i suoi Cavalieri.
  • Vulcan, il terzo fratello Summers, viene risvegliato dall'energia liberata nell'M-Day.
  • Il mutante Michael Pointer diviene il ricettacolo dell'energia dell'M-Day trasformandosi nel Collettivo. Dopo aver ucciso tutti i membri di Alpha Flight si dirige a Genosha dove ripotenzia Magneto prima di essere fermato dai Nuovi Vendicatori che lo spediscono sul Sole. Portato via, l'elicottero su cui Magneto viaggia viene però abbattuto in volo.
  • William Stryker forma i Purificatori e si prepara a muovere sullo Xavier Institute.
  • Onslaught rivive dopo che le energie mutanti di Xavier e Magneto s'incontrano. Il villain, tuttavia, svanisce prima dell'inizio di Civil War all'interno della Zona Negativa.
  • Il lavoro della dott. Kavita Rao sulla cura per il gene mutante viene inevitabilmente rovinato dalla scomparsa del gene-X.
  • Quicksilver ruba i cristalli delle Nebbia Terrigene appartenenti agli Inumani in modo da restaurare i poteri dei mutanti depotenziati.
  • Nata con l'inizio della decimazione, la terza serie di X-Factor si apre con Jamie Madrox che cerca di convincere Rictor a non suicidarsi e ad unirsi alla sua agenzia investigativa di mutanti che vigila sulla sicurezza dell'ex Mutant Town. Al gruppo si affilia più tardi Layla Miller, fra i pochi a conoscere il segreto della Decimation e ben intenzionata a non farlo scoprire ai compagni.
  • Come risultato dell'azzeramento del gene-X nessun nuovo mutante è nato dalla decimazione fino all'evento Messiah Complex in cui compare una nuova sorgente di energia sotto forma di neonata. Affidata alle cure di Cable viene cresciuta nel futuro.
  • Tra le altre, numerose miniserie collegate all'evento principale vengono pubblicate: Son of M di David Hine (disegni) e Roy Allen Martinez (disegni); Generation M di Paul Jenkins (testi) e di Ramon Bachs (disegni); X-Men: The 198 di David Hine (testi) e Sergio Muniz (disegni).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf bg bh bi bj bk bl bm bn bo bp bq br bs bt bu bv bw bx by bz ca cb cc cd ce cf cg ch ci cj ck cl cm cn co cp cq cr cs ct cu cv cw cx cy cz da db dc dd de df dg X-Men: The 198 Files, gennaio 2006.
  2. ^ Uncanny X-Men #513
  3. ^ a b Magneto: Not a Hero n. 1, novembre 2011
  4. ^ New Thunderbolts n. 17, 2006
  5. ^ Deadpool n. 57, luglio 2012
  6. ^ Avengers: X-Sanctions n. 1, dicembre 2011
  7. ^ a b X-Necrosha n. 1, ottobre 2009
  8. ^ a b Uncanny X-Men n.487, giugno 2007
  9. ^ a b c Exiles n.72, gennaio 2006.
  10. ^ AVX: Consequences n. 4, ottobre 2012
  11. ^ X-Men: Legacy n. 248, maggio 2011
  12. ^ Young X-Men #8
  13. ^ Uncanny X-Men n. 527, agosto 2010
  14. ^ Dark Reign: The Cabal n. 1, giugno 2009
  15. ^ Wolverine: Origins n.5, ottobre 2006
  16. ^ Uncanny X-Men n.476, settembre 2006
  17. ^ Son of M n. 1, dicembre 2005
  18. ^ a b GLX-Mas n. 1, dicembre 2005
  19. ^ Uncanny X-Men n. 507
  20. ^ X-Men: Legacy Annual n. 1, novembre 2009
  21. ^ a b NYX: No Way Home n. 1, ottobre 2008.
  22. ^ a b c Uncanny X-Force n. 3, dicembre 2010
  23. ^ X-23 n. 1, settembre 2010
  24. ^ a b c d Uncanny X-Men n.492, gennaio 2008.
  25. ^ Uncanny X-Force n. 18, dicembre 2011
  26. ^ Uncanny X-Force n. 14, agosto 2011
  27. ^ name="New X-Men n.23"
  28. ^ Secret Warriors #2
  29. ^ Young X-Men n.1, maggio 2008.
  30. ^ X-Men: Legacy n.213, agosto 2008.
  31. ^ name="Decimation: The Day After".
  32. ^ Uncanny X-Men n.498, maggio 2008
  33. ^ Beyond! n. 1, settembre 2006
  34. ^ New Mutants n. 1, maggio 2009
  35. ^ Civil War: Frontline n. 5, ottobre 2006
  36. ^ Uncanny X-Men n. 529, ottobre 2010
  37. ^ New X-Men n.34, luglio 2007
  38. ^ Tour of the Marvel Cosmos 2: The Guardians of the Galaxy, Newsarama, ottobre 2009
  39. ^ I (Hearth) Marvel n. 1, febbraio 2006
  40. ^ Captain Britain and MI: 13 n. 9, gennaio 2009
  41. ^ Dark Reign: Young Avengers n. 1, luglio 2009
  42. ^ X-Factor n. 26, dicembre 2007; X-Factorpp n. 50, ottobre 2009
  43. ^ Uncanny X-Men n. 513, luglio 2009
  44. ^ Civil War: War Crimes, 2008
  45. ^ Friendly Neighborhood Spider-Man n. 11, agosto 2006
  46. ^ New Avengers: Illuminati n. 1, maggio 2006
  47. ^ Agents of Atlas n. 5, maggio 2009
  48. ^ Generation Hope n. 6, aprile 2011
  49. ^ Young X-Men n.7, ottobre 2008
  50. ^ X-Men: Manifest Destiny n.1, settembre 2008.
  51. ^ New Avengers n.16, aprile 2006
  52. ^ Uncanny X-Men n. 528, settembre 2010
  53. ^ Marvel Zombies 3 n. 1, ottobre 2008
  54. ^ Official Handbook To The Marvel Universe 2010
  55. ^ Avengers vs. X-Men n. 0, marzo 2012
  56. ^ X-Men n.179, febbraio 2006
  57. ^ a b Avengers: Children's Crusade n. 6, giugno 2011
  58. ^ a b X-Men n.200, settembre 2007.
  59. ^ New Excalibur n. 9, settembre 2006
  60. ^ Mutopia X n. 5, gennaio 2006
  61. ^ Nation X n. 1, dicembre 2009
  62. ^ Endangered Species n. 11, settembre 2007
  63. ^ X-Men n. 205, novembre 2008
  64. ^ X-Force n.7, luglio 2009.
  65. ^ The Torch (miniserie), 2009
  66. ^ Uncanny X-Men n. 526, luglio 2010
  67. ^ Avengers: The Initiative n. 20, febbraio 2009
  68. ^ X-Men n.202, agosto 2007
  69. ^ Avengers Academy n. 21, novembre 2011
  70. ^ a b Uncanny Avengers n. 5, marzo 2013
  71. ^ Dark X-Men n. 1 gennaio 2010
  72. ^ a b X-Men: Deadly Genesis n.1, gennaio 2006.
  73. ^ Mike Carey, Humberto Ramos, "Blinded By The Light", X-Men (II serie) n.200, settembre 2007.
  74. ^ Wolverine: Origins n.11, aprile 2007
  75. ^ Generation M n.2, febbraio 2006.
  76. ^ X-Men: Die By The Sword #1
  77. ^ X-Men: Endangered Species n.1, 2007
  78. ^ a b New Warriors n.5, 2006
  79. ^ "X-Men: Phoenix - Warsong" n. 2
  80. ^ "Chaos War: Dead Avengers" n. 3, gennaio 2011
  81. ^ Astonishing X-Men n. 35
  82. ^ Cable & Deadpool n.42, settembre 2007
  83. ^ Generation Hope n. 9, luglio 2011
  84. ^ Official Handbook of the Marvel Universe A to Z, n.1
  85. ^ Official Handbook of the Marvel Universe A to Z, n.4
  86. ^ X-Men (II serie) n.178, gennaio 2006
  87. ^ X-Men Unlimited (II serie) n.13, aprile 2006
  88. ^ Marvel Legacy: The 1960s
  89. ^ Fantastic Four n. 574, dicembre 2009
  90. ^ New Mutants (terza serie) n. 16, agosto 2010
  91. ^ Cloak and Dagger (one shot) marzo 2010; inedito in italiano.
  92. ^ X-POSITION: Matt Fraction - Comic Book Resources
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics