Supercriminale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un supercriminale, o supercattivo, è una variante dello stereotipo del cattivo, comunemente presente nei fumetti, nei film d'azione, nella fantascienza e in diversi media. I supercriminali possiedono spesso nomi eccentrici e costumi colorati e preparano stratagemmi complessi e ambiziosi per accumulare quanto più potere possibile e sopprimere i loro avversari.

I supercriminali sono spesso usati come antagonisti dei supereroi e di altri eroi di fantasia. I loro straordinari poteri o abilità sovrumane li rendono dei nemici temibili anche per gli eroi più dotati.

Molti supercriminali sono ispirati a figure negative della realtà come dittatori, mafiosi e terroristi.

Tratti comuni[modifica | modifica sorgente]

Nonostante i supercriminali abbiano ognuno un carattere a sé stante, esistono dei tratti che li accomunano:

  • Un desiderio di commettere crimini spettacolari e/o conquistare il mondo o in alcuni casi la galassia.
  • Un'irritante disposizione alla sfida nei confronti di eroi, civili, lacchè e ogni altro che si metta sulla loro strada.
  • Una natura e tendenza sadica a rivelare il proprio carattere sociopatico
  • Una brillante mente scientifica adoperata per fare del male (vedi il personaggio tipo dello scienziato pazzo)
  • Abilità superumane o speciali, simili a quelle dei supereroi. Frequentemente queste abilità sono di natura intellettuale, inventiva o basate sulla tecnologia in virtù del desiderio di accumulare più potere, opposti alle abilità naturali o accidentali dei supereroi (il Goblin e il Dottor Octopus, nemici dell'Uomo Ragno).
  • Un nemico o un gruppo di nemici da combattere ripetutamente.
  • Il desiderio di vendetta nei confronti dei nemici. Il metodo può variare dall'omicidio alla sofferenza prima della morte e può essere attuato attraverso trappole mortali.
  • Un tetro quartier generale o covo, luogo in cui nascondersi dalla polizia, da supereroi e dall'opinione pubblica (l'Asteroide M di Magneto). Alcuni supercriminali si sentono sicuri all'interno di costruzioni edili in cui poter proseguire vita e lavoro (il castello del Dottor Destino o la LexCorp di Lex Luthor).
  • Un tema sul quale sviluppare i propri crimini. Ad esempio Due Facce sviluppa i propri crimini sul concetto di dualismo, Mysterio sugli effetti speciali dei film.
  • Seppur molti supercriminali collaborino occassionalmente ed esistano alcuni gruppi di supercriminali (la Confraternita dei Mutanti nemici degli X-Men), molti di essi preferiscono collaborare con gruppi di accoliti che possano assisterli. Alcuni cattivi, come Palpatine, Darth Vader, Sinestro, Teschio Rosso, Megatron e Cobra Commander, controllano interi eserciti.
  • Un forte impegno preso di riprendere l'attività criminale nel momento più favorevole dopo essere evasi di prigione o ritiratisi a causa di gravi ferite riportate.
  • Un categorico rifiuto al concetto di responsabilità e sconfitta biasimando i propri nemici.
  • Un retroterra storico che spieghi le ragioni del loro cambiamento da persone normali a criminali. La storia spesso coinvolge un forte trauma che ha dato inizio al cambiamento. In alcuni supercriminali come Due Facce, Magneto, Dottor Destino e alcune versioni di Lex Luthor, la storia ha a che fare con una vecchia amicizia con il futuro nemico.

Tipi di personalità[modifica | modifica sorgente]

Una caratteristica che i supercriminali non hanno in comune è la motivazione, ovvero le ragioni che li hanno spinti a diventare ciò che sono e ad agire in una determinata maniera.

  • Classici del fantasy sono i signori oscuri, con uno smanioso desiderio di potere e sindrome di dio. Morgoth, Sauron, l'Imperatore Palpatine, Voldemort ne sono degli esempi.
  • Teschio Rosso, Lex Luthor, Freezer e molti altri sono ritratti come completamente malvagi e assetati di potere. Pochi scrittori li hanno ritratti con scampoli di umanità o voglia di redimersi. Questo approccio era comune nella Golden Age del fumetto, ma la generazione successiva di autori preferì creare criminali più simpatici. L'editore e autore Marvel Comics, Stan Lee, sosteneva che il lettore deve affezionarsi più ai cattivi che agli eroi[senza fonte].
  • Dart Fener, Evil Ernie, i Mangiamorte e Venom sono caduti sotto un'influenza corrotta. In alcuni casi, come il celebre finale di Guerre stellari - Il ritorno dello Jedi, il personaggio riesce a liberarsi dall'influenza del proprio manipolatore e a riscattarsi.
  • Sabretooth, Carnage, Typhoid Mary, Orochimaru, Lobo, il Joker e molti nemici di Batman sono criminali psicopatici, spesso incapaci di controllare la propria tendenza omicida, o addirittura fieri della propria personalità (Lobo è un caso emblematico, sebbene per certi versi caricaturale, del tipo).
  • L'Uomo Sabbia ed Electro sono semplicemente divorati dalle loro abilità sovrumane. Spesso sono accoliti di supercriminali più intelligenti e ambiziosi.
  • Man-Bat e Lizard sono vittime di trasformazioni in mostri zoomorfi e non riescono a controllare la propria natura selvaggia.
  • Mister Mxyzptlk e Q sono burloni pseudo-onnipotenti che tormentano gli eroi per il proprio divertimento.
  • I Trickster, come Loki, Cherrymon e Scar, sono maestri della menzogna e della manipolazione, in grado di ricorrere all'abilità nel parlare per convincere gli altri personaggi a fare quello che vogliono loro: si dimostrano spesso profondi conoscitori della mente del protagonista, in modo da poterne sfruttare le debolezze. Se hanno dei superpoteri, quasi sempre questi comprendono mutaforma e illusioni.
  • Skeletor e Brainiac sono extraterrestri, il cui comportamento è considerato normale e incoraggiato sul loro pianeta.
  • Alcuni supercriminali si pongono obiettivi non proprio malvagi, ma li vogliono raggiungere con mezzi estremi, la cui mancanza di scrupoli li porta ad essere osteggiati dai supereroi. Il caso più emblematico è Magneto e alcuni suoi alleati, avversari degli X-Men, i quali hanno il nobile intento di abbattere l'odio del genere umano nei confronti dei mutanti, ma per raggiungere l'obiettivo non esitano a causare spargimento di sangue e distruzione. Sulla stessa scia va collocato Ozymandias, uno dei protagonisti della miniserie a fumetti Watchmen di Alan Moore, "La confraternita" nel film Wanted ispirato all'omonima serie di fumetti, Obito, antagonista del manga e anime Naruto e Liquid e Solidus Snake nella saga di Metal Gear; un esempio non dissimile di questa mentalità è Akainu, personaggio del manga e anime One Piece, che tenta in tutti i modi di punire i criminali da lui perseguiti eliminando, se necessario, anche gente innocente.
  • Pochi supercriminali come Galactus incarnano forze della natura e appaiono ingiudicabili in base agli standard morali umani.

I più famosi supercriminali[modifica | modifica sorgente]

Le più famose parodie dei supercriminali[modifica | modifica sorgente]

  • Montgomery Burns, capo di un'industria nucleare ne I Simpson, assume spesso il ruolo di supercriminale come quando costruisce un ostacolo per oscurare il sole e il suo aiutante Waylone Smithers ricorda "È passato dalla normale cattiveria alla supercattiveria dei cartoni animati!". Alla fine di un episodio un'immagine di Burns è accompagnata dal tema musicale di Dart Fener.
  • Stewie della serie I Griffin, diabolico bambino parlante con manie di conquista.
  • Prof della serie Animaniacs, topo da laboratorio intento a conquistare il mondo.
  • Sindrome, genio del male iperattivo e aspirante supereroe del film Gli Incredibili.
  • Denzel Crocker, bizzarro professore di scuola elementare, antagonista della serie Due Fantagenitori, intenzionato a rivelare al mondo l'esistenza delle fate e servirsi dei loro poteri per conquistarlo.
  • Dottor Heinz Doofenshmirtz, scienziato pazzo della serie Tv Phineas e Ferb intento in piani bizzarri. Arcinemico dell'Agente P
  • Macchia Nera, criminale avvolto in un tenebroso costume nero, acerrimo nemico di Topolino e presunta parodia dei criminali delle storie pulp degli anni Trenta.
  • I nemici di Darkwing Duck, parodie di alcuni dei più celebri supercriminali del fumetto statunitense.
  • I nemici di Kim Possible.
  • Lord Micidial, malvagio magnate proprietario della Micidial Corporation del programma Mario di Mtv
  • Il Re Ghiaccio, psicopatico re stregone, antagonista della serie Adventure Time, ossessionato dall'idea di trovare una moglie e che, per questo motivo, rapisce le principesse di numerosi regni per costringerle a sposarlo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]