Reportage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il reportage è uno dei generi della scrittura giornalistica (assieme all'editoriale, al corsivo, ecc.). Il termine proviene dal giornalismo francese; nel Paese transalpino il reportage è un tipo di articolo in cui viene privilegiata la testimonianza diretta. Spesso è corredato da immagini fotografiche a documentazione.

Nel giornalismo italiano[modifica | modifica wikitesto]

In Italia ha assunto l'ulteriore significato di servizio giornalistico tematico. Un reportage prevede un'analisi ampia e strutturata di una realtà, un luogo o un ambiente.

Nella prima metà del XX secolo il reportage era molto simile alle pagine di un diario o alle memorie di viaggio: conteneva le vive impressioni del cronista ed aveva scopi estemporanei. Nel secondo dopoguerra i rotocalchi lanciarono una forma nuova di reportage: ad un testo descrittivo era affiancato un ricco corredo di fotografie.

La televisione non fu da meno: nel 1962 apparve sul primo canale RT Rotocalco Televisivo condotto da Enzo Biagi.

La risposta dei quotidiani è stata l'ampliamento della parte scritta. Il reportage si è evoluto fino ad assumere le caratteristiche dell'inchiesta: viene offerta la descrizione di più punti di vista, oltre a quello del giornalista; in secondo luogo alla descrizione si aggiungono la riflessione e il commento.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4049528-0