Silat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Praticante vietnamita di silat

Il silat è un'arte marziale originaria del Sud-Est asiatico, in particolare degli stati dell'Indonesia e della Malasia, ma è praticato anche a Singapore, nel Vietnam meridionale, nel Brunei e nel settore meridionale della Thailandia. In Indonesia è chiamato pentjak silat o pencak silat, mentre in Malaisia ha il nome di silat melayu.

Il silat trae ispirazione dall'osservazione della natura. Sono infatti molti gli stili e le tecniche esistenti in questa disciplina che si ispirano agli animali, osservando i comportamenti di difesa di questi ultimi e sfruttandone la potenza, che viene applicata al combattimento: tra le più conosciute, la tigre, il coccodrillo, il gatto, il gallo, l'aquila, la torpedine, il maiale e molti altre.

Diverse tecniche sono state prese in considerazione da molti esperti di sistemi di combattimento moderni e di difesa personale, e il silat è spesso appreso insieme al kali filippino.

Il silat è stato inserito dall'UNESCO tra i patrimoni orali e immateriali dell'umanità ed è perciò considerato «Patrimonio intangibile dell'Umanità» dal dicembre 2019[1][2].

Tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Sconosciuta agli occidentali fino al '700, il silat è caratterizzato da colpi devastanti e brutali, efficaci e al contempo tecnicamente raffinati. Vengono usati colpi di pugno, calcio, gomiti e ginocchia, con moltissime varianti, ma ciò che caratterizza questo tipo di combattimento è l'uso di tecniche di rottura articolari a impatto (non per trazione o compressione, cioè statiche, come in altre discipline quali ju-jitsu o judo). Nel silat si assumono spesso posizioni di guardia apparentemente contorte, difficili da apprendere, ma che una volta diventate abituali permettono l'esecuzione di colpi rapidi e potenti. Nel silat, inoltre, vengono usate soprattutto le armi; tipica è la posizione accovacciata, detta anche seduta in depock, a cui spesso viene abbinato l'uso del caratteristico coltello (karambit), adoperato su linee basse per tagliare i tendini degli arti inferiori, rendendo inoffensivo l'avversario; altre armi spesso impiegate nel silat sono macete, kriss, catana, sciabola dao, tee check (sai), e molte altre.

Stili e forme[modifica | modifica wikitesto]

Una dimostrazione dello stile Minangkabau

Tra gli stili originari dell'Indonesia facenti parte del pencak silat troviamo:

  • Bakti Negara
  • Inti Ombak Pencak Silat
  • Perisai Diri
  • Cidepok
  • Cimande
  • Harimau
  • PSHT
  • Serak, su pencaksilatserak.com. URL consultato il 1º luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2015).

Tra gli stili originari della Malaisia facenti parte del silat melayu troviamo:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport