David Mack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
David Mack al New York Comic Con 2012

David Mack (Cincinnati, 7 ottobre 1972) è un fumettista e illustratore statunitense.

Noto per il fumetto creator-owned Kabuki pubblicato dalla Image Comics, per il suo lavoro alla Marvel Comics sul personaggio di Daredevil e per i suoi numerosi lavori come copertinista e illustratore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni del liceo frequenta diverse scuole di teatro e ottiene numerosi premi e riconoscimenti in altrettante discipline, quali scienze, lingue straniere, atletica, scrittura e pittura. Viene ammesso alla Northern Kentucky University nel 1990, a soli 17 anni, frequentandola per cinque anni e studiando recitazione, anatomia, religioni e mitologia, storia del mondo, letteratura infantile e la lingua giapponese, gareggiando anche in diversi tornei di Karate. Si laurea con un Bachelor of Fine Arts in graphic design, includente studi in scultura, pittura, disegno, storia dell'arte, fotografia, tipografia e bookmaking.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Quando il percorso universitario di Mack è ancora in corso viene pubblicato il suo primo fumetto, Kabuki, la cui storia è stata da lui utilizzata come tesi per il corso di scrittura senior. Kabuki guadagna numerosi presi e plausi da parte della critica specializzata, facendo sì che il suo autore venga inserito nella Top Ten Writers e nella Top Ten Artists stilata mensilmente dalla rivista Wizard, diventando il primo autore ad essere inserito contemporaneamente in entrambe nello stesso mese. Nel periodo post-universitario stringe amicizia con il fumettista Brian Michael Bendis, seguendolo alla Marvel Comics ed esordendo come sceneggiatore, ed in seguito disegnatore e copertinista, della testata Daredevil nella storyline Parti di un buco, disegnata da Joe Quesada, dove fa la sua prima apparizione il personaggio di Echo. Parallelamente realizza le copertine della serie pubblicata sotto l'etichetta MAX Comics Alias. Per la casa editrice fonda nel 2004, sempre insieme a Bendis e al disegnatore Michael Avon Oeming, con il quale aveva già collaborato su Kabuki, l'etichetta Marvel Icon, dedicata ai prodotti creator-owned. Come illustratore lavora a diversi concept album di artisti come Paul McCartney, Amanda Palmer, Thomas Jane, Vincent D'Onofrio e Tori Amos, oltre a realizzare artwork e design per film come Captain America: The Winter Soldier e serie tv come Jessica Jones. Nel 2012 torna a lavorare sul personaggio di Daredevil in qualità di disegnatore della miniserie End of Days scritta da Bendis, che segna l'addio di entrambi al personaggio. I due tornano a collaborare nel 2019 con la miniserie Cover[1], pubblicata per l'etichetta Jixworld di proprietà dello stesso Bendis, in collaborazione con DC Comics, disegnando anche alcune copertine di Superman e Action Comics[2].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Disegnatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Daredevil, Vol. 2, #16–19, #50 (con Brian Bendis, 2000, 2003), #51–55
  • Daredevil: End of Days #3, #6, #8
  • Kabuki: Fear The Reaper – 1994
  • Kabuki: Circle of Blood (vol 1) #1–6
  • Kabuki: Dreams (vol 2) #1–4
  • Kabuki: Masks of the Noh (vol 3) #1–4
  • Kabuki: Skin Deep (vol 4) #1–4
  • Kabuki: Metamorphosis (vol 5) #1–9
  • Kabuki: The Alchemy (vol 7) #1–9 (Marvel Comics)
  • New Avengers #39 (con Brian Bendis, 2008)
  • Grendel: Black, White & Red (Dark Horse Comics)
  • Reflections #1–15 (Image Comics & Marvel Comics)
  • Dream Logic #1–4 (Marvel Comics)

Copertinista[modifica | modifica wikitesto]

  • Jessica Jones #1-18 (2016-2018)
  • Alias #1–28 (2001–2004)
  • Daredevil, Vol. 2, #9–25 (1999–2001)
  • Green Arrow, Vol. 3, #8 (2011)
  • Justice League of America, Vol. 2, #44–45, 51–53 (2010–2011)
  • Miss Marvel, Vol. 2, #6–8 (2007)
  • Swamp Thing, Vol. 3, #13–15 (2001)
  • Ultimate Marvel Team Up #15–16 (2002)
  • White Tiger #1–6 (2006)
  • The Realm, Vol. 2, #7 (1994)
  • American Gods, (2017-in corso)

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Daredevil, Vol. 2, #9–11, #13–15 (con Joe Quesada, David Ross, 1999–2000)
  • Daredevil Vol. 2 #51–55
  • Daredevil End of Days #1–8 (con Brian Michael Bendis)
  • Philip K. Dick's: Electric Ant #1–5 (con Pascil Alixe, 2010)
  • SE7EN
  • Kabuki: Fear The Reaper – 1994
  • Kabuki: Circle of Blood (vol 1) #1–6
  • Kabuki: Dreams (vol 2) #1–4
  • Kabuki: Masks of the Noh (vol 3) #1–4
  • Kabuki: Skin Deep (vol 4) #1–4
  • Kabuki: Metamorphosis (vol 5) #1–9
  • Kabuki: Scarab (vol 6) #1–8
  • Kabuki: The Alchemy (vol 7) #1–9 (Marvel Comics)

Scenggiatore/Disegnatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Daredevil, Vol. 2, #51–55 (2003–2004)
  • Dream Logic #1–4 (2010)
  • Kabuki #1–9 (1997)

Libri per bambini[modifica | modifica wikitesto]

  • The Shy Creatures Feiwel & Friends (2007)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) COVER #1, su DC, 18 giugno 2018. URL consultato il 10 giugno 2019.
  2. ^ 4 David Mack Covers for Action Comics and Superman - Bleeding Cool, su www.bleedingcool.com. URL consultato il 10 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN26820846 · ISNI (EN0000 0001 1489 1578 · LCCN (ENno2006070903 · BNF (FRcb14413110x (data) · WorldCat Identities (ENno2006-070903