Phil Coulson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Phil Coulson
Phil Coulson (a destra) assieme alla sua squadra, disegni di Julian Totino Tedesco
Phil Coulson (a destra) assieme alla sua squadra, disegni di Julian Totino Tedesco
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Soprannome
  • "Cheese"[1]
  • Figlio di Coul[2]
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. gennaio 2012
1ª app. in Battle Scars (Vol. 1[3]) n. 1
Editore it. Panini Comics
app. it. giugno 2012
app. it. in Marvel World n. 9
Interpretato da Clark Gregg
Voce italiana Pasquale Anselmo
Specie umano
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita Cleveland, Ohio[4]
Abilità
Affiliazione S.H.I.E.L.D.
Parenti
  • Robert Coulson (padre)
  • Julie Coulson (madre)

Phillip J. "Phil" Coulson è un personaggio dei fumetti creato da Cullen Bunn, Matt Fraction, Christopher Yost (testi) e Scott Eaton (disegni) pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Battle Scars (Vol. 1[3]) n. 1 (gennaio 2012)[5], sebbene il suo vero esordio risalga al film Iron Man (2008) ad opera di Mark Fergus, Hawk Ostby, Art Marcum e Matt Holloway[6].

Agente dello S.H.I.E.L.D. creato appositamente per il Marvel Cinematic Universe al fine di rappresentare la presenza dell'organizzazione spionistica all'interno dello stesso, Coulson, definito dal suo interprete, Clark Gregg, come "l'Agente dello S.H.I.E.L.D."[7] ha riscosso una tale popolarità da divenire il personaggio più ricorrente del franchise, indicato come "il volto più riconoscibile dell'universo dei film Marvel"[8] e tuttavia dipinto come un uomo di tutti i giorni in un universo pieno di supereroi nonché la "colla" che tiene insieme i vari personaggi[8]; a causa di tutto ciò è stato successivamente introdotto nell'Universo Marvel[5][9] divenendo il primo personaggio originario dell'universo cinematografico ad ottenere una trasposizione nei fumetti[9][10].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Introdotto nel film del 2008 Iron Man, come personaggio secondario[7], gli sceneggiatori hanno successivamente deciso di espandere il suo ruolo facendolo comparire anche nel sequel del 2010 Iron Man 2 e in Thor, del 2011[11] rendendolo nel frattempo protagonista dei primi Marvel One-Shots, in cui viene messo per la prima volta sotto "le luci della ribalta" dimostrando di saper prendere in mano la situazione con efficienza qualora, in prossimità di un pericolo, non siano presenti supereroi[7]; sviluppo del personaggio che i produttori hanno descritto come "naturale"[7] e al cui riguardo Gregg ha dichiarato: «Penso che l'agente Coulson, dopo tutti questi anni, sia un uomo con una vita piena. Penso che ogni giorno sia da qualche parte a fare qualcosa per lo S.H.I.E.L.D., e tuttora non so sempre cosa sia... c'è sempre una sfacettatura diversa. In questa mostra di più la sua natura spiritosa, e in questa è più un duro»[7]. Oltre che un personaggio di supporto, Coulson è un elemento di coesione a beneficio dei supereroi, a prescindere dalle schermaglie con alcuni di essi, in particolare Stark che spesso lo tratta da G-Man[8]. Gregg, ha dichiarato in un'intervista di considerare Coulson «Semplicemente un tizio che si lamenta del suo lavoro. [...] È uno che ha un compito - un tipo molto disciplinato, a mio parere conosce dei segreti che farebbero venire i capelli bianchi - ma allo stesso tempo ha il compito di gestire queste "dive" superumane, sapete? "Oh, davvero, Asgard? Amico, sali in macchina e basta"»[7]. Dopo la sua apparente morte nel film del 2012 The Avengers, Coulson viene riportato in vita divenendo il protagonista della serie televisiva Agents of S.H.I.E.L.D.[12][13][14], trasmessa dal 2013 dalla ABC[15].

Visto il successo riscosso dal personaggio, viene poi introdotto nella continuity a fumetti, inizialmente con il solo nome di "Cheese"[1][5][9] per poi rivelare di chiamarsi Phil Coulson in Battle Scars n. 6, del giugno 2012[5] e divenire una presenza ricorrente nella serie del 2013 Secret Avengers di Nick Spencer e Luke Ross[16] comparendo anche in Thor: God of Thunder (Vol. 1) n. 19 (aprile 2014) e in Deadpool (Vol. 3) n. 21-24 (febbraio-aprile 2014), prima di divenire protagonista del terzo volume[3] di S.H.I.E.L.D.[10][17], testata ad opera di Mark Waid, Carlos Pacheco, Alan Davis e Chris Sprouse, fortemente ispirata alla serie TV e successivamente ribattezzata, per l'appunto, Agents of S.H.I.E.L.D.[18].

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Cleveland, Ohio[4], da Robert e Julie Coulson, Phil sviluppa fin da bambino un interesse quasi maniacale per supereroi e supercriminali di ogni genere, tanto da organizzare la propria mente come un vero e proprio "database" ove raccoglie per tutta la vita informazioni inerenti ad ogni singolo superumano del pianeta (spesso anche deducendo la loro identità segreta[4]) arrivando a conoscere i suddetti e i loro poteri meglio di quanto non li conoscano loro stessi[4].

Da ragazzo, Coulson si arruola nello esercito degli Stati Uniti come ranger venendo mandato a servire il suo paese in Medio Oriente, dove i commilitoni lo soprannominano "Cheese" per via del suo buon umore e del suo sorriso facile[1], distinguendosi inoltre per meriti di servizio che lo portano a divenire il secondo in comando del sergente Marcus Johnson, con cui stringe una profonda amicizia[1]. Durante il periodo della paura i due vengono mandati in missione in Afghanistan sopravvivendo ad una battaglia che uccide 25 soldati ferendone gravemente 48[1], tre giorni dopo, profondamente segnato da tutto ciò, Coulson si dimette assieme all'amico facendo dunque ritorno in patria[1].

S.H.I.E.L.D.[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo aver partecipato al funerale di sua madre, Marcus viene assalito da una serie di mercenari, tra cui Taskmaster, Deadpool e la Società dei Serpenti[19], per via di una taglia messa sulla sua testa da Orion, l'ultimo membro vivente di Leviathan, nella speranza di impossessarsi dell'Infinity Formula che questi ha nel suo DNA in quanto figlio segreto di Nick Fury[20], Coulson corre immediatamente in suo soccorso liberandolo e uccidendo personalmente Orion, motivo per il quale Daisy Johnson, direttrice in carica dello S.H.I.E.L.D., recluta sia Coulson che l'amico, ribattezzatosi Nick Fury Jr., all'interno dell'organizzazione spionistica[21].

Dopo aver accompagnato Fury Jr. e Maria Hill in missione contro un viaggiatore temporale[22], grazie alle sue peculiari conoscenze nel campo dei superumani, Coulson viene incaricato di formare i Vendicatori Segreti dello S.H.I.E.L.D.[23] avendo così l'opportunità di collaborare con numerosi supereroi[24][25] divenendo estremamente stimato e benvoluto all'interno della loro cerchia, tanto da venire nominato, a pochi anni dal suo ingresso nell'agenzia, Direttore Supremo delle Operazioni Speciali S.H.I.E.L.D.[4], una sezione speciale che si occupa appunto di investigare e, qualora necessario, neutralizzare minacce di origine superumana o soprannaturale[26].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Coulson è un grande esperto di combattimento corpo a corpo[1], capace di affrontare entro una certa misura anche avversari superumani[21][4]. Ottimo leader ed abile stratega specializzato in tattica militare, ha servito in Medio Oriente distinguendosi per vari meriti[1] oltre a riportare l'addestramento da Ranger, Berretto Verde ed esperto di esplosivi. Oltre a una tale propensione naturale per lo spionaggio da venire reclutato dallo S.H.I.E.L.D. senza passare dall'accademia[21], possiede una straordinaria intelligenza analitica e coordinativa, che lo rende capace di immaginare le molteplici variabili di ogni situazione escogitando in pochi istanti il miglior piano da eseguire[4], e vanta una tale conoscenza degli individui dotati di superpoteri da aver perfino trovato un modo in cui «Quicksilver potrebbe uccidere Hulk, se volesse»[4].

Esperto nell'uso delle armi da fuoco, Coulson è solito adoperare come mezzo di trasporto una Chevy Corvette rosso fiammante dotata di dispositivo di volo chiamata "Levitating Over Land Automobile", o più semplicemente "Lola"[27][28].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Avengers - I più potenti eroi della Terra[modifica | modifica wikitesto]

Nella continuazione a fumetti della serie animata Avengers - I più potenti eroi della Terra, le vicende vengono narrate dal punto di vista di Phil Coulson, nonostante egli non fosse presente nella versione animata dello show[29][30].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Ultimate, Phil Coulson è un agente S.H.I.E.L.D. dotato di un quoziente intellettivo di 143[31] parte del gruppo che, in seguito all'invasione di Galactus, viene incaricato di recuperare la coscienza di Danny Ketch mettendola in un corpo robotico[32]. Dopo il definitivo smantellamento dello S.H.I.E.L.D., si unisce alla Fondazione Futuro in qualità di direttore[31].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Phil Coulson (Clark Gregg) in Iron Man

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Battle Scars (Vol. 1) n. 1 (gennaio 2012)
  2. ^ Traduzione letterale del suo cognome attribuitagli dagli asgardiani.
  3. ^ a b c Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  4. ^ a b c d e f g h S.H.I.E.L.D. (Vol. 3) n. 1 (febbraio 2015)
  5. ^ a b c d e (EN) Brian Truitt, Agent Coulson charges into comics with 'Battle Scars', su USA Today, 24 aprile 2012. URL consultato il 21 settembre 2015.
  6. ^ (EN) Jeff Jensen, 'Iron Man': The inside story, su Entertainment Weekly, 21 aprile 2008. URL consultato il 21 settembre 2015.
  7. ^ a b c d e f g h i (EN) Marc Strom, Marvel One-Shots: Expanding the Cinematic Universe, Marvel.com, 2 agosto 2011. URL consultato il 2 agosto 2011.
  8. ^ a b c d (EN) Eric Alt, Clark Gregg: Marvel Movies' Man of Mystery, WNBC, 2 settembre 2011. URL consultato il 2 settembre 2011.
  9. ^ a b c d (EN) William Bibbiani, "Clark Gregg on ‘The Avengers,’ ‘Marvel One-Shots,’ ‘Iron Man 3′ and More!", su CraveOnline, 5 settembre 2011. URL consultato il 21 settembre 2015.
  10. ^ a b (EN) Jamie Lovett, Learn About Agent Phil Coulson In S.H.I.E.L.D. #1 Preview, su comicbook.com, 26 dicembre 2014.
  11. ^ (EN) Blair Marnell, Clark Gregg's 'Iron Man 2' S.H.I.E.L.D. Agent Will 'Do Some Exciting Things' In 'Thor', su MTV News, 28 aprile 2010. URL consultato il 21 settembre 2015.
  12. ^ (EN) NYCC 2012: Coulson lives in Marvel's S.H.I.E.L.D., su Marvel.com, 13 ottobre 2012. URL consultato il 21 settembre 2015.
  13. ^ (EN) Steve Sunu, NYCC: Coulson Lives In Whedon's "S.H.I.E.L.D.", su Comic Book Resources, 13 ottobre 2012. URL consultato il 21 settembre 2015.
  14. ^ a b (EN) Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D., su ABC Studios, 6 aprile 2013. URL consultato il 6 aprile 2013.
  15. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, ABC Greenlights ‘S.H.I.E.L.D’ Marvel Pilot, Joss Whedon To Co-Write & Possibly Direct, su Deadline.com, 28 agosto 2012. URL consultato il 28 agosto 2012.
  16. ^ (EN) Dave Richards, Secret Avengers" are the Newest Agents of S.H.I.E.L.D., su Comic Book Resources, 15 ottobre 2012.
  17. ^ (EN) Albert Ching, SDCC: Waid Sends the Agents of "SHIELD" on Marvel Universe Missions, su Comic Book Resources, 28 luglio 2014.
  18. ^ (EN) Andrew Wheeler, All New, All Different Marvel: Your Guide to the Marvel Universe Books, su Townsquare Media, 1 luglio 2015.
  19. ^ Battle Scars (Vol. 1) n. 1-3 (gennaio-marzo 2012)
  20. ^ Battle Scars (Vol. 1) n. 4-5 (aprile-maggio 2012)
  21. ^ a b c Battle Scars (Vol. 1) n. 6 (giugno 2012)
  22. ^ Marvel NOW! Point One (Vol. 1) n. 1 (dicembre 2012)
  23. ^ Secret Avengers (Vol. 2) n. 1 (aprile 2013)
  24. ^ Thor: God of Thunder (Vol. 1) n. 19 (aprile 2014)
  25. ^ Deadpool (Vol. 3) n. 21-24 (febbraio-aprile 2014)
  26. ^ S.H.I.E.L.D. (Vol. 1) n. 2-12 (marzo 2015-gennaio 2016)
  27. ^ Deadpool (Vol. 3) n. 22 (marzo 2014)
  28. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x01, Un nuovo eroe.
  29. ^ Avengers: Earth's Mightiest Heroes Adventures (Vol. 1) n. 1-17 (giugno 2012-ottobre 2013)
  30. ^ (EN) Mark Langshaw, 'Avengers', 'Spider-Man' all-ages titles announced by Marvel, su Digital Spy, 24 gennaio 2012. URL consultato il 21 settembre 2015.
  31. ^ a b Ultimate FF (Vol. 1) n. 1 (giugno 2014)
  32. ^ Cataclysm: Ultimates (Vol. 1) n. 3 (marzo 2014)
  33. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 02x13, Uno di noi.
  34. ^ a b Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x11, Un posto magico.
  35. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x18, Provvidenza.
  36. ^ (EN) Roger Ebert, Iron Man (PG-13), su Chicago Sun-Times, 1 giugno 2008. URL consultato il 21 settembre 2015.
  37. ^ (EN) Matt Goldberg, Clark Gregg and Kate Mara Sign on for IRON MAN 2, su Collider.com, 23 aprile 2009. URL consultato il 21 settembre 2015.
  38. ^ (EN) Marc Graser, Gregg pulls double duty, su Variety, 18 gennaio 2010. URL consultato il 21 settembre 2015.
  39. ^ (EN) Albert Ching, Clark Gregg Takes Agent Coulson to AVENGERS and Beyond, su Newsarama, 3 maggio 2012. URL consultato il 21 settembre 2015.
  40. ^ (EN) Jeffrey Harris, Toon Zone, 24 luglio 2011, http://archive.is/ne8R . URL consultato il 21 settembre 2015.
  41. ^ (EN) Scott Collura, Comic-Con: Ultimate Spider-Man Toon and Avengers Season 2, su IGN, 23 luglio 2011. URL consultato il 21 settembre 2015.
  42. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x22, Il principio della fine.
  43. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 02x21/22, S.O.S..