Heimdall (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heimdall
Heimdall, disegnato da Olivier Coipel
Heimdall, disegnato da Olivier Coipel
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Donald Velez
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1962
1ª app. in Journey into Mystery (Vol. 1[1]) n. 85
Editore it. Editoriale Corno
app. it. aprile 1971
app. it. in Thor n. 1
Interpretato da Idris Elba
Voce italiana Alberto Angrisano
Specie asgardiana
Sesso Maschio
Etnia asgardiana
Luogo di nascita Asgard
Abilità
Parenti

Heimdall è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee, Larry Lieber (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Journey into Mystery (Vol. 1[1]) n. 85 (ottobre 1962).

Ispirato all'omonimo dio della mitologia norrena, Heimdall, detto il "Dio Bianco", è il fratello di Lady Sif nonché guardiano del Bifröst e del regno di Asgard, dotato di sensi tanto acuti da «poter sentire l'erba crescere e vedere attraverso lo spazio e il tempo»[2].

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Fratello di Sif[3], il "Dio Bianco" Heimdall è dotato sin da bambino di vista e udito talmente acuti da far si che ci si riferisca a lui come "Heimdall, che tutto vede e tutto sente" ("Heimdall, all-seeing and all-hearing")[2]. Grazie a tale abilità, e al suo scarso bisogno di sonno[4], Odino lo nomina guardiano del regno di Asgard, che protegge stando di vedetta sul Ponte dell'Arcobaleno, il Bifröst, dal quale osserva ogni cosa e anticipa qualsiasi attacco[2]. Col tempo, Heimdall diviene uno dei più fidati servitori del Padre degli Dei.

Sentinella del Bifröst[modifica | modifica wikitesto]

Quando Loki fugge da Asgard, elude la proverbiale vista di Heimdall riuscendo, con l'inganno, a fargli versare una lacrima appannandone per qualche istante gli occhi[5]. Sentendosi in colpa per la mancanza, Heimdall contribuisce a ricatturarlo e chiede in seguito il perdono di Odino per il suo fallimento, ma il sovrano lo rincuora che non ha nulla da farsi perdonare[6]. Successivamente affronta Thor quando questi tenta di entrare ad Asgard nonostante il suo esilio[7] mentre, dopo che il figlio di Odino viene riammesso nel regno, Heimdall riceve dal sovrano l'ordine di impedirgli di tornare sulla Terra per assicurarsi che non riveda mai più Jane Foster[8].

Tempo dopo Seidring ruba il "Potere di Odino" e imprigiona Heimdall in un cubo di energia[9], da cui viene comunque liberato aiutando poi a combattere Mangog[10]. Heimdall viene in seguito manipolato da Loki e costretto ad affrontare nuovamente Thor[11]; tornato in se, si reca sulla Terra insieme al nano Kamorr alla ricerca di esseri umani degni di poter essere trasformati in divinità perché potessero assistere Asgard in vista della venuta di Ragnarök[12].

Heimdall accompagna Thor e altri guerrieri asgardiani in un'avventura nello spazio[13] e, durante il periodo d'assenza di Odino dal regno, cade misteriosamente in letargo[14]. Risvegliatosi, Heimdall torna a svolgere il suo compito di sentinella del Ponte dell'Arcobaleno[15][16] e si trova nuovamente a dover combattere Thor quando questi tenta di portare dei mortali ad Asgard[17].

Quando Asgard viene invasa dal demone Surtur, Heimdall tenta invano di difendere il regno ma le schiere demoniache riescono a penetrare distruggendo il Bifröst[18]. A causa di ciò, terminata la guerra, viene sollevato dai suoi incarichi e costretto alla normale vita degli altri asgardiani. Tempo dopo gli viene assegnato il compito di sorvegliare Loki[19] scomprendo inoltre per primo dell'evasione di Malekith[20].

Heimdall si allea in seguito con Amora l'Incantatrice per liberare Thor da un incantesimo d'amore della sorella minore di quest'ultima, Lorelei[21]. Tale alleanza porta poi Heimdall e Amora a instaurare una breve relazione[22].

Quando, dopo la morte di Surtur, Odino torna ad Asgard, cede una parte del proprio potere a Heimdall permettendogli di ricostruire il Bifröst e riprendere la sua veglia[23].

Non molto tempo dopo il Padre degli Dei, spossato dalla fatica, si immerge nel "Sonno di Odino" lasciando a Heimdall ebbe il compito di governare in sua vece fino al suo risveglio. Approfittando di tale frangente, Karnilla si allea con Loki e prende il trono spedendo Heimdall in una dimensione dei sogni governata dal demone Incubo. Sebbene tale complotto venga scoperto e l'Incantatrice si rechi prontamente in suo soccorso, il processo mistico per liberarlo lo priva di buona parte della sua personalità riducendolo a un mero esecutore di ordini[24].

Nel momento in cui Odino, per proteggere gli asgardiani dall'ira di Seth li nasconde tutti sulla Terra privandoli di ricordi e poteri, Heimdall assume le spoglie mortali di Donald Velez[25] ma, in seguito, recupera lo status di divinità e prende parte alla battaglia finale contro il dio dei morti[26].

Durante Ragnarök, come tutti gli abitanti di Asgard, Heimdall muore difendendo il regno[27].

Rinascita[modifica | modifica wikitesto]

Ritornato in vita, Thor si prodiga a resuscitare tutti gli dei del pantheon, a cominciare da Heimdall, rinato nelle spoglie mortali di un ragazzo di New Orleans[28]. Proprio grazie all'aiuto di Heimdall, il Dio del Tuono riesce a ripristinare tutti gli asgardiani.

Durante l'Assedio di Asgard, Heimdall è il primo ad essere messo fuori combattimento da Norman Osborn per impedirgli di avvertire i compagni[29] ma, in seguito, il "Dio Bianco" si riprende e prende parte ai combattimenti[30]. Dopo aver preso parte anche alla Guerra al Serpente, Heimdall riassume il suo incarico di custode del Bifröst al servizio del nuovo triumvirato reggente matriarcale di Asgard[31].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Heimdall possiede i poteri comuni a tutti gli asgardiani, quali forza, agilità, velocità, riflessi e resistenza sovrumani dovuti al fatto che pelle e ossa asgardiane siano all'incirca tre volte più dense di quelle di un comune essere umano. La sua longevità è inoltre quasi illimitata e, raggiunta la maturità, il suo invecchiamento si è praticamente cristallizzato, inoltre non può morire se non venendo ucciso. Oltre a tutto ciò, Heimdall è uno dei migliori guerrieri di Asgard, tanto esperto di combattimento e armi bianche che in tutto il regno solo Thor e Odino gli sono superiori.

La caratteristica principale del "Dio Bianco" sono però sicuramente la vista e l'udito soprannaturali, tanto acuti da permettergli di «sentir crescere la più piccola pianta nel cuore delle colline più nascoste»[2], percepire il battito d'ali di una farfalla a grandissime distanze e addirittura «scrutare attraverso il tempo e lo spazio»[2]. Heimdall può percepire l'essenza vitale di tutti gli asgardiani per tutti i Nove Mondi a prescindere dalla loro distanza e dispone di un tale controllo sui propri sensi da riuscire a concentrarsi su uno solo di essi per volta nonché da non necessitare praticamente mai di dormire[4]. Stando ad Ares, Heimdall è in grado di vedere tutto il creato senza alcun limite[32], sebbene alcuni incantesimi particolari possano nascondere oggetti o persone alla sua percezzione. Qualora anche solo uno dei suoi occhi venisse danneggiato inoltre, risulterebbe incapace di usare i suoi poteri fino alla completa guarigione[30].

Heimdall possiede inoltre limitati rudimenti di magia, come dimostra facendo comparire un avatar del suo volto per contattare Thor a Midgard[33], assumendo sembianze umane per mimetizzarsi sulla Terra[34] o imbrigliando Forza Cosmica per affrontare[35][7].

Il "Dio Bianco" brandisce una spada di uru chiamata Hofund[8], cavalca un destriero dal mando dorato di nome Gulltoppr e porta sempre con se il Gjallarhorn ("Corno Risonante"), strumento tanto potente da poter essere udito in tutti i Nove Mondi.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Guardiani della Galassia[modifica | modifica wikitesto]

Nella linea temporale dei Guardiani della Galassia, Heimdall è ancora in vita nel XXXI secolo[36]

Terra X[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Terra X (fumetto).

Nella serie Terra X, gli asgardiani scoprono di essere in realtà degli alieni manipolati dai Celestiali affinché credeano di essere gli dei nordici[37].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ultimate Thor.

Nell'universo Ultimate, Heimdall, guardiano del Bifröst come la controparte classica, viene assassinato dal "Barone Zemo", ossia Loki[38].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Heimdall interpretato da Idris Elba in Thor.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b c d e Journey into Mystery (Vol. 1) n. 104 (maggio 1964)
  3. ^ Thor: Son of Asgard (Vol. 1) n. 3 (giugno 2004)
  4. ^ a b Thor & Hercules: Encyclopaedia Mythologica (Vol. 1) n. 1 (settembre 2009)
  5. ^ Journey into Mystery (Vol. 1) n. 85 (ottobre 1962)
  6. ^ Journey into Mystery (Vol. 1) n. 105 (giugno 1964)
  7. ^ a b Journey into Mystery (Vol. 1) n. 110 (novembre 1964)
  8. ^ a b Journey into Mystery (Vol. 1) n. 125 (febbraio 1964)
  9. ^ Thor (Vol. 1) n. 127 (aprile 1966)
  10. ^ Thor (Vol. 1) n. 154-157 (luglio-ottobre 1968)
  11. ^ Thor (Vol. 1) n. 193 (novembre 1971)
  12. ^ Thor (Vol. 1) n. 200-203 (giugno-settembre 1972)
  13. ^ Thor (Vol. 1) n. 214 (agosto 1973)
  14. ^ Thor (Vol. 1) n. 240 (ottobre 1975)
  15. ^ Thor (Vol. 1) n. 248 (giugno 1976)
  16. ^ Thor (Vol. 1) n. 289 (novembre 1979)
  17. ^ Thor (Vol. 1) n. 322 (agosto 1982)
  18. ^ Thor (Vol. 1) n. 351 (gennaio 1985)
  19. ^ Thor (Vol. 1) n. 357 (luglio 1985)
  20. ^ Thor (Vol. 1) n. 358 (agosto 1985)
  21. ^ Thor (Vol. 1) n. 359 (settembre 1985)
  22. ^ Thor (Vol. 1) n. 376 (febbraio 1987)
  23. ^ Thor (Vol. 1) n. 429 (novembre 1990)
  24. ^ Thor (Vol. 1) n. 430-440 (marzo-dicembre 1991)
  25. ^ Journey into Mystery (Vol. 1) n. 506 (febbraio 1997)
  26. ^ Journey into Mystery (Vol. 1) n. 513 (ottobre 1997)
  27. ^ Thor (Vol. 2) n. 85 (dicembre 2004)
  28. ^ Thor (Vol. 3) n. 1-5 (settembre 2007-gennaio 2008)
  29. ^ Thor (Vol. 1) n. 607 (aprile 2010)
  30. ^ a b Siege (Vol. 1) n. 2 (aprile 2010)
  31. ^ The Mighty Thor (Vol. 1) n. 10 (gennaio 2012)
  32. ^ Siege (Vol. 1) n. 1 (marzo 2010)
  33. ^ Astonishing Thor (Vol. 1) n. 1 (gennaio 2011)
  34. ^ Thor (Vol. 1) n. 201 (luglio 1972)
  35. ^ Journey into Mystery (Vol. 1) n. 101 (febbraio 1964)
  36. ^ Guardians of the Galaxy (Vol. 1) n. 42 (novembre 1993).
  37. ^ Earth X (Vol. 1) n. 12 (aprile 2000)
  38. ^ Ultimate Comics: Thor (Vol. 1) n. 2 (gennaio 2011)
  39. ^ a b (EN) Idris Elba joins Marvel Studios' 'Thor' su The Hollywood Reporter, 20 novembre 2009. URL consultato il 20 novembre 2009.
  40. ^ (EN) Craig McLean, Idris Elba interview: Marvel movies are 'torture' su The Daily Telegraph, 2 novembre 2014. URL consultato il 2 novembre 2014.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics