Star-Lord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Star-Lord
Star-Lord (Steve McNiven).jpg
Star-Lord, disegnato da Steve McNiven
UniversoUniverso Marvel
Lingua orig.Lingua inglese
Alter egoPeter Jason Quill
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.gennaio 1976
1ª app. inMarvel Preview n. 4
Editore it.Panini Comics
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
Specieibrido Umano/Spartoi
SessoMaschio
Luogo di nascitaMissouri, Stati Uniti
Data di nascita1980 (Marvel Cinematic Universe)
Abilità
  • Esperto nel combattimento corpo a corpo
  • Abile nell'uso di svariate armi
  • Notevoli capacità atletiche
  • Eccellente tiratore
Affiliazione

Star-Lord, il cui vero nome è Peter Jason Quill, è un personaggio dei fumetti Marvel Comics creato da Steve Englehart (testo) e Steve Gan (disegni). Inizialmente il personaggio comparve nella serie Marvel Preview n. 4 e il suo creatore aveva in mente per lui dei piani che rimasero inutilizzati. In seguito Chris Claremont e John Byrne lo inclusero nella continuity Marvel.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Peter Quill nacque durante un particolare fenomeno astronomico in cui molti pianeti si allinearono. Non notando nessuna somiglianza l'uomo che credeva di essere suo padre accusò la madre di Peter, Meredith, di infedeltà e tentò di uccidere il piccolo solo per poi morire per un attacco di cuore. Peter venne così cresciuto dalla sola madre, finché essa non fu uccisa da un alieno. Quill finì quindi in un orfanotrofio, dal quale scappò per diventare un astronauta presso la NASA. In seguito, mentre si trovava in missione su una stazione spaziale, venne in contatto con un'entità conosciuta come il Signore del Sole, che era alla ricerca di un candidato per il ruolo di Star-Lord. Così, equipaggiato con un'astronave senziente di nome Nave, Peter cominciò la sua carriera di poliziotto interstellare.

In seguito Star-Lord si scontrò con il Caduto, il primo araldo di Galactus. Quill riuscì a catturarlo e ad imprigionarlo nella prigione delle Kyln. Tuttavia quest'impresa costò la vita a 350.000 persone e a seguito di questo crimine Peter, preso dai sensi di colpa, si lasciò incarcerare nel penitenziario. Allo scoppio della Guerra Annihilation Star-Lord venne liberato da Nova e divenne uno dei leader della resistenza contro l'esercito di Annihilus. Dopo la vittoria divenne consigliere militare di Ronan l'accusatore, a quel tempo leader della razza Kree.

Il suo intervento fu determinante anche per respingere la successiva invasione della razza tecnorganica Phalanx. Per prevenire altri conflitti Star-Lord riforma i Guardiani della Galassia, tuttavia ciò non basta per prevenire lo scoppio della guerra fra Kree e Shi'ar. Star-Lord sembra morire insieme a Nova e ad un redivivo Thanos durante il conflitto contro il Cancroverso. Tuttavia ricompare per aiutare i Vendicatori contro Thanos, anch'egli sopravvissuto. Inizia inoltre un rapporto con Kitty Pryde con una specie di telefono con cui può comunicare con lei. Più tardi inizia una relazione seria con Pryde.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Peter Quill è molto abile nel combattimento corpo a corpo: è in grado di tenere testa a Gamora ed è anche dotato di notevoli capacità atletiche. Star-Lord era inizialmente dotato di un'armatura e di un elmetto che, modificando la sua struttura fisica, gli garantivano una forza e una resistenza al di là delle capacità umane. L'armatura, oltre a consentirgli di volare e sopravvivere nello spazio, era in grado di formare scudi energetici difensivi. Solitamente usava una coppia di pistole in grado di generare e manipolare gli elementi. Durante la sua battaglia con il Caduto la sua armatura e le sue pistole elementali furono distrutte. A seguito delle ferite venne sottoposto ad alcuni innesti cibernetici che lo rendevano in grado di rilevare gli spettri di energia. In seguito questi impianti gli vengono rimossi e Star-Lord viene equipaggiato con una tuta da battaglia Kree (che diventa l'uniforme dei suoi Guardiani della Galassia) il cui elmetto, dotato di traduttore universale, gli permette di analizzare i dati di battaglia e di respirare nello spazio. Come armi sceglie due pistole Kree in grado di sparare diversi tipi di proiettili.

Altri personaggi chiamati Star-Lord[modifica | modifica wikitesto]

Una miniserie di tre numeri intitolata Star-Lord, scritta da Timothy Zahn e pubblicata tra il 1996 e il 1997, aveva come protagonista Sinjinn Quarrel, che prese i panni di Star-Lord dodici anni dopo la sparizione dell'originale. Non è stato confermato se gli eventi della miniserie facciano parte della continuity Marvel.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Star-Lord appare nel franchise del Marvel Cinematic Universe dove è interpretato da Chris Pratt[1] Da bambino viene rapito dagli alieni e dal suo padre adottivo Yondu Udonta e da allora vive nello spazio. Da adulto è diventato un ladro e continua a rubare per guadagnarsi da vivere.
    • In Guardiani della Galassia (2014) Star-Lord ormai adulto ruba oggetti rari per venderli al mercato nero. Dopo essere fuggito da una prigione insieme a Gamora, Rocket, Groot e Drax tentano di fermare l'esercito di Ronan l'accusatore, sottoposto di Thanos, per impedirgli di distruggere pianeti con la sua gemma del Potere. Dopo aver sconfitto Ronan forma i guardiani della galassia insieme a Gamora, Rocket, Groot e Drax svolgendo diversi incarichi e allo stesso tempo cerca di scoprire la verità su suo padre.
    • In Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017) incontra per la prima volta suo padre che gli rivela che lui è un'entità superiore a tutti gli esseri presenti dell'universo e si fa chiamare Ego. Avendo metà del suo sangue Peter possiede i suoi poteri e col tempo comincia a instaurare un rapporto col padre, tuttavia scoprirà che egli vuole distruggere l'intero universo per creare nuovi, potenti esseri come lui, inoltre scoprirà che è stato proprio Ego a uccidere la sua amata madre. Qui Star-Lord inizia una furente battaglia insieme al suo team dei Guardiani della Galassia per sconfiggere il malvagio pianeta, Quill poi piange per la morte e il sacrificio di Yondu che ha rivelato di avergli sempre voluto bene e aver sempre cercato di proteggerlo, in seguito parte assieme ai suoi amici verso nuove avventure.
    • In Avengers: Infinity War (2018) insieme al suo gruppo salva Thor e dopo aver scoperto la minaccia di Thanos decidono di affrontarlo. Insieme a Mantis, Drax e Gamora si recano dal Collezionista per prendere la gemma della realtà ma arrivano troppo tardi, inoltre Thanos rapisce Gamora. Quil, Mantis e Drax si recano su Titano dove incontrano Iron Man, Spiderman e Doctor Strange stringendo un'alleanza. Più tardi li raggiunge anche Nebula in loro aiuto. Quando Thanos si reca su Titano, Star-Lord insieme a Drax, Mantis, Nebula, Iron Man, Spider-Man e il Dottor Strange affrontano il titano ma vengono sconfitti. Dopo che il titano ha ottenuto tutte le gemme, con i suoi poteri fa dissolvere nel nulla metà popolazione dell'universo, tra questi è compreso Quill che si dissolve.
    • Il personaggio riapparirà in Avengers: Endgame previsto per il 2019.
    • Un terzo film sui Guardiani della Galassia è in lavorazione, Guardiani della Galassia Vol. 3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics