Marvel's Guardians of the Galaxy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marvel's Guardians of the Galaxy
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S, Nintendo Switch
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 26 ottobre 2021
GenereAvventura dinamica, Sparatutto in terza persona
OrigineCanada
SviluppoEidos Montréal
PubblicazioneSquare Enix
DirezioneJean-François Dugas, Patrick Fortier
ProduzioneOlivier Proulx
SceneggiaturaMary DeMarle
MusicheRichard Jacques
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock 4, DualSense, controller Xbox, Joy-Con, gamepad, mouse, tastiera
SupportoBlu-ray Disc, Download digitale
Distribuzione digitaleEpic Games Store, PlayStation Network, Xbox Live, Nintendo eShop, Steam
Fascia di etàCEROC · ESRBT · OFLC (AU): M · PEGI: 16 · USK: 12

Marvel's Guardians of the Galaxy è un videogioco action-adventure sviluppato da Eidos Montréal e pubblicato da Square Enix. Basato sulla serie Guardiani della Galassia del 2008 della Marvel Comics[1], è disponibile dal 26 ottobre 2021 per le piattaforme Microsoft Windows, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S e Nintendo Switch.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato 12 anni dalla fine della Grande Guerra Galattica dove diverse razze ed eserciti spaziali si sono scontrati contro i Chitauri guidati da Thanos. La trama si articola in una storia inedita.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore assume il controllo di Peter Quill/Star-Lord da una prospettiva in terza persona. Il giocatore può utilizzare le armi elementali di Star-Lord per sconfiggere i nemici e compiere balzi in aria usando i suoi stivali a reazione. Gli altri membri della squadra titolare, che includono GamoraRocketGrootDrax il Distruttore, non sono direttamente giocabili in quanto controllati dall'intelligenza artificiale, ma i giocatori possono impartire loro comandi durante il combattimento. Ogni personaggio ha le proprie abilità e abilità uniche che possono essere concatenate per infliggere più danni. Mentre il giocatore combatte i nemici, si accumulerà un indicatore che consentirà ai giocatori di scatenare un'abilità speciale nota come l'Adunata, che spinge Star-Lord a creare un discorso motivazionale e a far partire una canzone per ispirare i suoi compagni di squadra. Un buon discorso garantirà vantaggi di gioco agli altri Guardiani, anche se le abilità di Star-Lord verranno potenziate indipendentemente dalla qualità del discorso.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Marvel's Guardians of the Galaxy è stato sviluppato da Eidos Montréal, lo studio dietro la serie reboot di Deus Ex. Star-Lord è stato scelto come personaggio principale del gioco perché è il "cuore umano" dei Guardiani e il membro con cui Eidos Montreal si identifica maggiormente. Il team ha deciso di non aggiungere modalità multiplayer, poiché riteneva che i Guardiani fossero un gruppo di personalità colorate e posizionando Star-Lord al centro della maggior parte delle interazioni sociali, il giocatore può vivere meglio le dinamiche della squadra avendo questi personaggi imprevedibili reagire alla scelta di Star-Lord[3][4]. Mentre Star-Lord è il leader della squadra, altri personaggi potrebbero non essere d'accordo con la sua decisione e fare scelte da soli, e anche il giocatore deve reagire alle decisioni degli altri giocatori. Il team credeva che questo potesse evidenziare ulteriormente il resto della personalità e del carattere dei Guardiani[3]. Il sistema è stato ispirato dal lavoro di squadra del mondo reale in cui le persone devono lavorare, negoziare e contrattare tra loro[5]. Deus Ex è stato una delle principali fonti di ispirazione per la campagna del gioco, poiché la decisione del giocatore avrà un impatto e porterà a risultati diversi[3]. Il gioco è alimentato dal motore Dawn che è stato precedentemente implementato in Deus Ex: Mankind Divided[6].

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora di questo gioco si compone da un trittico di diverso genere:

  1. Musica orchestrata da Richard Jacques registrata presso gli Abbey Road Studios.
  2. Musica metal underground della Star-Lord band formata da Steve Sczepkowski e Yohann Boudreault, brani originali composti per il gioco:
    • Zero to Hero
    • A Bit of Good (Bit of Bad)
    • Space Rider (With No Names)
    • Ghost
    • Watch Me Shine
    • We’re Here
    • All for One
    • No Guts No Glory
    • Solar Skies
    • The Darkness Inside
  3. Compilation di canzoni Pop e Rock anni '80:[7]

Prequel[modifica | modifica wikitesto]

Un romanzo prequel dal titolo Marvel's Guardians of the Galaxy: No Guts, No Glory, scritto da M. K. England, è stato pubblicato dalla Titan Books il 2 novembre '21 in lingua originale, formato cartaceo 320 pagine.[8]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Valutazioni professionali
Testata Versione Giudizio
Metacritic (media al 09/01/22) XSX/S 84/100
XONE ??
NSW 58/100
PS5 80/100
PS4 ??
PC 78/100[9]
OpenCritic (media al 09/01/22) varie 82/100[10]
Attack of the Fanboy PS5 [11]
Twinfinite PS4 4.5/5[12]

Ai The Game Awards 2021 ha vinto il premio Best Narrative[13]

Ai Steam Awards 2021 ha vinto il premio Miglior Colonna Sonora[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marvel's Guardians of the Galaxy, tutto quello che c'è da sapere prima di iniziare, su TGcom24, 4 novembre 2021. URL consultato il 6 novembre 2021.
  2. ^ Marcello Ruina, Marvel's Guardians of the Galaxy è il nuovo progetto di Eidos Montreal con data di uscita, trailer e gameplay, su Eurogamer, 5 novembre 2021. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  3. ^ a b c (EN) Aaron Souppouris, ‘Guardians of the Galaxy’ is more 'Deus Ex' than 'Avengers', in Engadget, 13 giugno 2021. URL consultato il 18 novembre 2021.
  4. ^ (EN) Matt Purslow, Why Guardians of the Galaxy Is Not a Multiplayer Game, in IGN, 13 giugno 2021. URL consultato il 18 novembre 2021.
  5. ^ (EN) Joshua Yehl, Marvel’s Guardians of the Galaxy Makes You the Star-Lord of the Show – E3 2021, in IGN, 13 giugno 2021. URL consultato il 18 novembre 2021.
  6. ^ (EN) Vlad Mazanko, Eidos Confirms Guardians Of The Galaxy And Avengers Use Different Engines, in The Gamer, 27 settembre 2021. URL consultato il 18 novembre 2021.
  7. ^ Marvel's Guardians of the Galaxy: dai Tears For Fears agli Europe, la tracklist completa, su Everyeye.it. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  8. ^ (EN) M. K. England, Marvel's Guardians of the Galaxy: No Guts, No Glory, Titan Books (US, CA), 2 novembre 2021, ISBN 978-1-78909-831-0. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  9. ^ (EN) Marvel's Guardians of the Galaxy for PC Reviews, su Metacritic. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  10. ^ (EN) Guardians of the Galaxy, su OpenCritic. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  11. ^ (EN) Diego Perez, Marvel’s Guardians of the Galaxy Review, su Attack on the Fanboy, 25 ottobre 2021. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  12. ^ https://twinfinite.net/2021/10/marvels-guardians-of-the-galaxy-review/
  13. ^ Alessandro Digioia, TGA 2021, tutti i vincitori: It Takes Two è il più premiato, grande serata per Microsoft e Square Enix, su IGN Italia, 10 dicembre 2021. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  14. ^ (EN) 2021 Steam Awards crowns Resident Evil Village Game of the Year, su VG247, 5 gennaio 2022. URL consultato il 9 gennaio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi