Multigiocatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Multiplayer)
Un semplicissimo esempio di multigiocatore: battaglia navale su KDE

Multigiocatore (con il corrispondente inglese multiplayer) è un termine usato nell'ambiente dei videogiochi per indicare la modalità di utilizzo in cui più persone partecipano al gioco nello stesso tempo, per mezzo di un solo personal computer (o una sola console) con più periferiche quali Joypad e Joystick (o Paddle) oppure usando diversi computer in connessione. A seconda dei casi, la partecipazione può essere simultanea, con tutti i giocatori in azione contemporaneamente, o invece alternata, con questi che agiscono uno alla volta[1].

Il gioco in gruppo può essere basato su una modalità cooperativa, di competizione o di gara (con alleanze o proprio squadre) e di tipo "Player versus environment" oppure "Player versus monsters" e "Player versus player"; un altro aspetto importante è ora pure la possibilità di avere un qualche tipo di comunicazione tra chi è in connessione tramite: testo o parole (e seppur in fase ancora di sperimentazione anche video).

Alcuni videogiochi mettono a disposizione sia la modalità multigiocatore, con un numero di individui che può essere fisso o variabile, sia la modalità per il giocatore singolo. Altri, come quelli del genere Massively multiplayer online game, possono essere giocati esclusivamente in modalità multigiocatore. Un esempio di gioco con entrambe le possibilità è Minecraft dove, per poter giocare in modalità multiplayer, bisogna essere in possesso dell'indirizzo del server, facilmente reperibile in rete; Inoltre, alcuni server, richiedono una registrazione del proprio account, per effettuarla basta digitare nella chat: /register [latuapassword] [latuapassword] (es. /register pippo pippo). Ai successivi accessi al server basterà loggarsi digitando nella chat: /login [latuapassword] (es. /login pippo). Svariati server offrono minigiochi, come il famoso Skywars "Battaglia dei cieli", custom map, caccia al tesoro ecc...

Modalità di connessione[modifica | modifica sorgente]

Vi sono principalmente tre modalità per poter giocare con/contro altri giocatori: Condividere la stessa macchina (arcade, console o computer), via Internet o in LAN.

Macchina unica[modifica | modifica sorgente]

In sala giochi e nelle console di nuova generazione, il termine multigiocatore solitamente implica che i giocatori interagiscano tra loro nel gioco attraverso l'uso di più controller utilizzando una sola televisione, magari attraverso l'uso dello schermo diviso (split-screen dal inglese). Molti giochi arcade comunque fanno sì che l'area di gioco possa essere vista contemporaneamente da tutti i giocatori, ad esempio Pong o Bomberman. Alcuni giochi come Halo 2 permettono di avere fino a quattro giocatori nello schermo diviso su ogni console connessa a internet. Alternativamente giocatori diversi controllano personaggi diversi visualizzabili su un solo schermo (ad esempio Street Fighter II). Vantaggi di questo sistema sono la semplicità di gioco e installazione, ma sono generalmente pensati per 2 o 3 o 4 giocatori.

Attraverso internet[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Gioco in rete.

Un altro modo per giocare con altre persone è di collegarsi a internet. In questo modo persone fisicamente lontane possono collegarsi ad uno stesso server di gioco e partecipare alla stessa partita. Tra i vantaggi di questo sistema vi sono la relativa semplicità di collegamento e la possibilità di giocare con persone molto lontane. Per contro non è possibile interagire con queste e la velocità della connessione può influire negativamente sull'esperienza di gioco. Inoltre l'anonimato conferito dalle rete facilita la diffusione di bari (in gergo chiamati cheater), di giocatori che dilazionano le mosse per prendere per sfinimento l'avversario (staller), di coloro che non comunicano (mute) o che offendono pesantemente l'avversario (definiti usualmente con epiteti non enciclopedici). Un altro problema del gioco via internet, specialmente per giochi d'azione rapida, può essere la latenza.

In LAN[modifica | modifica sorgente]

Giocare in LAN permette di collegare un numero pressoché illimitato di Personal Computer. I giocatori, inoltre, si troveranno nello stesso luogo e potranno interagire prima, durante e dopo le sessioni di gioco. Per questo vengono anche organizzati eventi (detti LAN party) in cui da pochi a centinaia di pc in rete ospitano giocatori che possono sfidarsi ad uno stesso gioco (uno di questi eventi si teneva annualmente allo SMAU[senza fonte]).

Altri metodi[modifica | modifica sorgente]

È possibile anche la connessione diretta di due macchine tramite modem (chiamata telefonica punto-punto) o cavo null modem. I primi giochi per computer dotati di queste modalità gestivano direttamente tali periferiche, in seguito si sono affermati componenti di sistema come DirectPlay (parte di DirectX) che gestiscono vari tipi di connessione in modo trasparente per il software del videogioco.

Le console, anche portatili, talvolta permettono di essere collegate tra loro nelle vicinanze tramite cavi specifici o porte wireless.

Inoltre dalla storia dei primi videogiochi di gruppo risulta che furono sviluppati agli inizi in numerose università nell'ambito di studi eseguiti da ricercatori e studenti o anche da loro come semplici passatempi. Questi giochi adatti a molti più di due concorrenti, che furono fatti per vari tipi di macchine molto potenti, permettevano l'uso solamente tramite i terminali di quei grandi Computer presenti in differenti strutture dei "campus" universitari.

Tipi di gioco[modifica | modifica sorgente]

Ci sono molte tipologie di gioco che possono essere giocate in multiplayer. Le più popolari sono:

MMO Massively multiplayer online[modifica | modifica sorgente]

Alcuni giochi "online", detti MMO, prevedono che un enorme numero di giocatori prendano parte contemporaneamente al gioco, all'interno di grandi partite che proseguono ininterrottamente giorno e notte. I due più famosi sottogeneri di questa tipologia di giochi sono i MMORPG (gioco di ruolo), come Ultima Online, Vindictus, EverQuest o World of Warcraft, e i MMORTS (strategia in tempo reale). Questi giochi sono generalmente fatti online attraverso internet proprio per la loro necessità di avere tantissimi partecipanti presenti contemporaneamente.

Simulazione[modifica | modifica sorgente]

In questo gruppo dei videogiochi di simulazione sono annoverati tutti quelli di pilotaggio (volo e guida non sportiva) in cui si ha a che fare con veicoli, macchine e mezzi vari "civili o militari" sia veri che inventati riprodotti in modo spesso molto particolareggiato, che permettono di avere un alto numero di persone contemporaneamente impegnate nel gioco, a volte in scontri tra loro.

Sparatutto[modifica | modifica sorgente]

Negli sparatutto ogni giocatore controlla un determinato personaggio. Non di rado si assiste a partite con 32 giocatori, online. Tra i più famosi vi sono sicuramente Doom, Unreal Tournament, Quake, Halo, Call of Duty, Gears of War, Killzone, Warhawk, Medal of Honor, Resistance, Battlefield, Uncharted.

Sportivi[modifica | modifica sorgente]

I titoli dei videogiochi sportivi di solito vanno da quelli di guida sportiva sia sull'automobilismo (come Grand Prix, TOCA 2 e TrackMania) che sul motociclismo i quali permettono di avere un alto numero di giocatori contemporaneamente, al calcio (tra cui Pro Evolution Soccer e FIFA) oltre a molti altri tipi di sport.

Strategia in tempo reale[modifica | modifica sorgente]

Nei giochi di strategia in tempo reale (Real Time Strategy, RTS) il giocatore controlla indirettamente un gran numero di unità (come Warcraft II: Tides of Darkness e la serie Command and Conquer tra i primi o StarCraft e la serie Age of Empires tra i più seguiti), ma il numero massimo di giocatori è in genere limitato a 8-12. Non richiedono connessioni estremamente veloci e possono essere facilmente giocati anche in internet.

Barare online[modifica | modifica sorgente]

Come nella maggior parte dei giochi, alcuni giocatori decidono di barare durante le partite in un videogioco multiplayer online. Alcune volte esclusivamente andando alla ricerca di bug, errori di programmazione, o limitazioni del software, anche se tutte le compagnie tentano in tutti i modi di evitare questa pratica, ad esempio attraverso il rilascio di patch che hanno il compito di sistemare errori sia tecnici che concettuali nel gioco. In altri casi chi bara, modifica di propria iniziativa il programma del gioco per ottenerne vantaggi. Per evitare questo molti server di gioco richiedono l'installazione di software (ad esempio PunkBuster) che verificano in ogni momento che il gioco rimanga inalterato. Ci sono anche, per esempio, combinazioni da premere che ti danno alcuni bonus, per esempio l'invincibilità, i cosiddetti trucchi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ David Thomas, Kyle Orland, Scott Steinberg, The videogame style guide and reference manual, Power Play Publishing, 2007, p.46, ISBN 978-1-4303-1305-2.
videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi