Gemme dell'Infinito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le sei Gemme incastonate sul Guanto dell'Infinito.

Le Gemme dell'Infinito (Infinity Gems), note anche come Pietre dell'Infinito (Infinity Stones) sono sei oggetti immaginari dei fumetti Marvel Comics comparsi per la prima volta in The Power of Warlock n. 1 (agosto 1972); sebbene in realtà solamente diverso tempo dopo, in Avengers Annual n. 7 (dicembre 1977), siano state mostrate tutte.

La pericolosità delle sei gemme (già potentissime anche da sole) deriva dal fatto che, qualora riunite in un unico artefatto capace di imbrigliarne il potere, il Guanto dell'Infinito, esse donino a chiunque lo brandisca l'onnipotenza e l'onniscienza.

In Italia hanno esordito su Gli Albi dei Super-Eroi n. 12 (3 ottobre 1973), e in seguito sono comparse tutte e sei in Thor n. 208 (aprile 1973)[1]; entrambi pubblicati da Editoriale Corno.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Tutte e sei le Gemme dell'Infinito sono minuscole, lisce, ovali e caratterizzate dall'avere tutte un colore ed un potere differente l'una dall'altra. Sono indistruttibili[2] ma non immutabili dal momento che in due differenti occasioni[3][4] sono apparse con l'aspetto di una sfera rosa di diversi piedi (cm) di diametro, e che in un'altra circostanza[5] hanno dimostrato di poter cambiare il proprio colore. Originariamente tutte parte di un'unica, onnipotente, entità chiamata Nemesis[6], dopo essere state brevemente riunite e aver affrontato Ultraforce e i Vendicatori sono state nuovamente divise[6] non prima, però, di aver assunto anche le fattezze di quattro misteriosi umanoidi[6].

Spesso dipinte come creature semi-senzienti, sono esse stesse alla ricerca di un Possessore idoneo a controllarne il potere con cui fondersi a livello subatomico potenziandone le naturali facoltà superumane o donandogliene. Tuttavia i Possessori delle Gemme dell'Infinito sono tali solamente per un periodo temporaneo dopodiché il loro legame con esse viene reciso e un altro prende il loro posto.

Le sei Gemme dell'Infinito sono:

Nome Colore[7] Poteri Possessori noti
Tempo Verde Consente di avere il controllo totale del passato, del presente del futuro. Permette di viaggiare nel tempo, far invecchiare o ringiovanire, piegare il tempo rallentandolo o velocizzandolo e può essere usata come arma, intrappolando i nemici o interi universi in loop temporali. Nel suo pieno potenziale dona l'onniscienza. Adam Warlock, Il Giardiniere, Intermediario, Thanos, Nebula, Conte Abyss, Magus, Rune, Odeni, Gemini, Loki, Syphonn, Galactus, Dottor Strange
Anima Arancione Rende il possessore capace di rubare, controllare, manipolare o alterare le anime di vivi e morti, fungendo inoltre da bussola dimensionale per un universo idilliaco simile al Paradiso. Dato che conferisce anche la capacità di sottrarre i poteri altrui, la Gemma dell'Anima viene considerata la più potente di tutte, nonché la più pericolosa poiché è la sola capace di "divorare" l'anima del branditore se considerato indegno. Il Giardiniere, Thanos, Nebula, Adam Warlock, Odeni, Gamora, Maxam, Magus, Rune, Hardcase, Namor, Thor, Mister Fantastic
Spazio Blu Rende il possessore onnipresente, ossia capace di esistere in ogni luogo nel medesimo istante, e permette di muovere qualsiasi oggetto attraverso la realtà, di modificare a piacimento lo spazio e alterare il moto e la velocità degli oggetti. Il Corridore, Thanos, Nebula, Adam Warlock, Pip Il Troll, Magus, Rune, Loki, Galactus, Iron Man, Hood, Odeni, Namor, Pantera Nera
Mente Giallo Dona al possessore illimitati poteri mentali dalla telepatia alla capacità di creare scudi che schermano la mente. Unita alla Gemma del Potere permette di accedere simultaneamente a tutte le menti dell'Universo. Il Gran Maestro sembra aver scoperto che la Gemma è una manifestazione del subconscio dell'universo. Gran Maestro, Thanos, Nebula, Adam Warlock, Dragoluna, Magus, Rune, Primevil, Professor X, Odeni, Hood, Ms. Marvel, Bestia
Realtà Rosso Permette al possessore di realizzare qualsiasi desiderio, anche se questo è in contraddizione con le leggi scientifiche. Le sue potenzialità sono direttamente proporzionali alla capacità del possessore di controllarla. È stata definita occasionalmente come la più potente delle Gemme, soprattutto se usata senza le altre cinque che bilanciano il suo potere alterante in modo che non vada fuori controllo. Straniero, Il Collezionista, Thanos, Nebula, Adam Warlock, Rune, Night Man, Loki, Galactus, Freccia Nera, Hood, Odeni, Iron Man,Visione
Potere Viola Dona l'accesso a tutto il potere e all'energia che sia mai esistita ed esisterà mai; conferisce la capacità di duplicare quasi ogni capacità superumana; inoltre è in grado di amplificare il potere delle altre cinque Gemme. Il Campione dell'Universo, Thanos, Nebula, Adam Warlock, Drax il Distruttore, Thor, Magus, Rune, Lord Pumpkin, Loki, Galactus,Donna Invisibile , Scarlet Witch She-Hulk, Titania, Mister Fantastic, Odeni, Hood, Hulk Rosso, Xiambor, Namor

Nel crossover Vendicatori/Ultraforce edito in tre parti da Malibu Comics tra luglio e ottobre 1995,[6] è apparsa una settima Gemma dell'Infinito: la Gemma dell'Ombra o dell'Ego, contenente l'ombra della coscienza sopita di Nemesis e capace pertanto di resuscitarlo unificando le altre sei.[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Stando a Thanos[8], le Gemme dell'Infinito sono i resti di un'entità onnipotente ma terribilmente sola di nome Nemesis[6] che, non riuscendo a sopportare l'idea di vivere per sempre senza avere nessuno accanto si suicida facendosi letteralmente a pezzi: da sei di questi pezzi sono in seguito nate le Gemme[8].

Prime apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

La prima delle sei ad apparire, la Gemma dell'Anima, viene donata ad Adam Warlock dall'Alto Evoluzionario perché se ne serva al fine di sconfiggere l'Uomo Bestia[9]. Successivamente appare anche la Gemma della Realtà, in mano allo Straniero, e le altre quattro, in mano agli Antichi dell'Universo[10], che intendono servirsi del loro potere per prosciugare l'energia vitale di Galactus, unico essere nell'intero Universo più antico di loro in quanto nativo del precedente, di modo da diventare veramente gli esseri più antichi dell'universo[10]. Tale complotto viene tuttavia sventato da Silver Surfer, le Gemme ed alcuni Antichi vengono inghiottiti da un Buco Nero, mentre i rimanenti vengono prosciugati da Galactus[11]. Tuttavia, dal momento che gli Antichi non possono accedere al reame della Morte, in seguito riescono ad avvelenare Galactus dall'interno[12] e, per risolvere la cosa Silver Surver, Mister Fantastic e la Donna Invisibile entrano nel Buco Nero per recuperare le Gemme e liberare gli Antichi, missione che si conclude con successo sebbene, per un breve momento, a contatto con la Gemma dell'Anima, la Donna Invisibile venga controllata dalla sua seconda personalità malvagia, Malice[13].

Tempo dopo, Thanos ruba tutte e sei le Gemme e sfrutta il potere della Gemma della Realtà per estinguere il Sole venendo tuttavia ostacolato da Mar-Vell, i Vendicatori e Adam Warlock che ci rimette la vita[14]; le Gemme tornano nuovamente in mano agli Antichi finché il titano le sottrae per la seconda volta affrontandoli uno a uno[8] e riunendole nel Guanto dell'Infinito (Infinity Gauntlet)[15], grazie al quale diviene onnipotente, sconfigge facilmente sia Silver Surfer che Drax il Distruttore e reclama l'astronave rubatagli dalla piratessa spaziale Nebula, che si finge sua nipote, ardendola viva e sospendendola poi tra vita e morte in uno stato di eterna agonia da lui definita "un'opera d'arte"[15].

In seguito, Thanos affronta e sconfigge i principali supereroi terrestri: l'Uomo Ragno, Wolverine, Hulk, Visione, Thor, Capitan America, Iron Man, Ciclope e il Dottor Destino; e le entità cosmiche giunte in loro soccorso: Galactus, Kronos, Eon il Pianeta Vivente, l'Osservatore e perfino Eternità che, una volta ucciso, decide di rimpiazzare. Così facendo però, Thanos rinuncia al suo corpo mortale perdendo dunque il Guanto, che viene prontamente recuperato da Nebula la quale, però, non controllandone il potere, se ne serve inconsciamente per disfare quanto fatto da Thanos dopo essere entrato in possesso dell'artefatto che, le viene poi sottratto dal redivivo Adam Warlock[16].

Giudicato indegno del potere dell'artefatto dal Tribunale Vivente, Warlock concorda dunque con l'entità di trovare ad ogni Gemma un Possessore che ne sia degno a cui lasciarla in custodia[17]. I sei prescelti, denominati Infinity Watch, sono:

  • Adam Warlock: Possessore della Gemma dell'Anima
  • Gamora: Posseditrice della Gemma del Tempo
  • Pip Il Troll: Possessore della Gemma dello Spazio
  • Dragoluna: Posseditrice della Gemma della Mente
  • Thanos: Possessore della Gemma della Realtà
  • Drax il Distruttore: Possessore della Gemma del Potere

Dopo che l'Uomo Bestia riunisce le Gemme di Mente, Potere, Spazio e Tempo creando un essere mostruoso, lo Schiavo dell'Infinito (Infinity Thrall), il Tribunale Vivente interviene nuovamente decretando che da li in poi le Gemme non saranno più in grado di agire all'unisono[18].

La Guerra dell'Infinito[modifica | modifica wikitesto]

Diverso tempo dopo, l'alter ego malvagio di Adam Warlock, Magus, se ne impossessa ed annulla l'editto del Tribunale Vivente per ottenerne il potere e con esso dominare l'Universo, ma viene raggirato e sconfitto con l'inganno dalla sua controparte buona e quanto decretato tempo prima dal Tribunale Vivente viene ripristinato grazie ai poteri di Eternità[19] finché, una versione femminile e benintenzionata di Warlock decide di riunirle e servirsene per eliminare il libero arbitrio di modo da eradicare il male dall'Universo ma, in seguito, desiste dal suo intento dopo essersi resa conto che in tal modo non ci sarebbe più nemmeno la vita stessa[20].

Poco tempo dopo è il vampiro extradimensionale Rune ad appropriarsi delle Gemme e servirsene per combattere Silver Surfer[21] finendo però col disperderle nell'Ultraverse[22][23], dove sono contese da Loki, i Vendicatori e Ultraforce in una realtà alternativa dove si riuniscono brevemente in Nemesis[6]. Tornate su Terra 616 grazie a un portale interdimensionale, vengono recuperate da Galactus, che tenta di servirsene per mettere fine alla sua eterna fame, ma, non avendo successo, le sparge nuovamente per tutto l'Universo, eccezion fatta per la Gemma dell'Anima, che torna in mano a Warlock[24].

Grazie a tale sparpagliamento, anche She-Hulk e la supercriminale Titania entrano brevemente in possesso della Gemma del Potere.

Illuminati[modifica | modifica wikitesto]

Diversi anni dopo, in una serie di avventure ironiche, il cane inumano Lockjaw raccoglie tutte e sei le Gemme dell'Infinito e le consegna a Reed Richards[25] che, da principio desidererebbe tentare di distruggerle ma, in seguito, viene ragguagliato dall'Osservatore che esse fanno parte della trama stessa dell'Universo e la loro distruzione significherebbe recidere qualcosa di indispensabile all'equilibrio dell'esistenza[26]. Per tanto vengono prese in custodia dagli Illuminati finché Hood non riesce a rubarne le Gemme del Potere e della Realtà, servendosene per affrontare l'Hulk Rosso[27] tentando poi di entrare in possesso delle rimanenti quattro, riuscendo però ad impossessarsi solo di quelle della Mente e del Tempo, prima di venire sconfitto da Thor con la Gemma dello Spazio e dall'Hulk Rosso con la Gemma del Potere[28]. Dopo un tentativo disperato di prendere la Gemma dell'Anima, Hood viene intrappolato in un'illusione dal Dottor Strange e portato in carcere[28].

Le Gemme tornano dunque in mano agli Illuminati[29], che se ne servono poco dopo per evitare la collisione tra il loro ed un altro Universo riformando il Guanto dell'Infinito e facendolo brandire a Capitan America, che riesce nell'intento sebbene, dato che le Gemme non avrebbero più dovuto essere usate all'unisono, l'effetto collaterale dell'azione sia la scomparsa della Gemma del Tempo e la distruzione delle altre[30].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Il concilio dei Reed[modifica | modifica wikitesto]

Nella miniserie Il concilio dei Reed, al fine di "risolvere tutto" il Reed Richards di Terra 616 si incontra con i suoi corrispettivi di altre dimensioni; tre dei quali indossano il Guanto dell'Infinito che, tuttavia, funziona solo nei loro Universi d'origine[31].

Vendicatori/JLA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Vendicatori/JLA.

Nel crossover Vendicatori/JLA, il Guanto dell'Infinito viene trovato dal malvagio signore di Apokolips Darkseid, che lo distrugge dopo aver scoperto che non ha potere nell'Universo DC[32].

I Vendicatori e il Guanto dell'Infinito[modifica | modifica wikitesto]

Nella miniserie I Vendicatori e il Guanto dell'Infinito, Thanos si impossessa dell'artefatto e viene affrontato da Wolverine, Hulk, Ms. Marvel, US Ace, il Dottor Destino e l'Uomo Ragno che, alla fine, riesce a sconfiggerlo cancellando però simultaneamente il ricordo dell'eroica impresa dalle menti dei compagni[33].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Ultimates.

Nell'universo Ultimate viene vista una versione del Guanto dell'Infinito all'interno del Progetto Pegasus[34]. La Gemma della Mente viene usata da Modi, figlio di Thor al servizio dell'HYDRA, per controllare il direttore Flumm e Cassie Lang, ma viene fermato dagli Ultimates[35], mentre la Gemma del Potere è usata dall'agente S.H.I.E.L.D. Sayuri Kyota[36] ma, in seguito, tutte le Gemme, più altre due, vengono rubate da Kang il Conquistatore, alleatosi con Hulk, Mister Fantastic e Quicksilver, in una battaglia che distrugge il Triskelion[37], una quinta Gemma viene trovata nel cervello di Tony Stark e sottratta da Richards, che dichiara sia indispensabile per salvare il mondo da un'imminente calamità[38]. Dopo aver fatto il lavaggio del cervello alla Torcia Umana e compiuto un viaggio al centro della Terra, i neo-battezzatisi Oscuri Ultimates trovano l'ultima Gemma[39] ma vengono poi affrontati e sconfitti dagli Ultimates, che distruggono le Gemme rendendo il Guanto inutilizzabile[40].

What If?[modifica | modifica wikitesto]

  • In una realtà alternativa in cui il Dottor Destino si è impossessato permanentemente del potere dell'Arcano, questi si serve delle Gemme dell'Infinito per portare avanti una guerra di 407 anni contro i Celestiali[41].
  • In una realtà alternativa dove i Fantastici Quattro originali sono tutti morti, una nuova squadra con lo stesso nome formata da Wolverine, l'Uomo Ragno, Hulk e Ghost Rider (in seguito sostituito da Iron Man) sono i soli supereroi disponibili per affrontare Thanos nel momento in cui si impossessa del Guanto dell'Infinito[42].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel franchise del Marvel Cinematic Universe le Gemme dell'Infinito hanno un ruolo di primo piano. James Gunn, regista di Guardiani della Galassia (2014), ha creato la storia delle Gemme raccontata nel film: esse sono i resti di sei diverse singolarità che esistevano prima del Big Bang e sono state compresse nelle Gemme dopo la nascita dell'Universo. Un Guanto dell'Infinito, il destro, appare brevemente in Thor (2011), nella sala dei trofei di Odino,[43][44] mentre alla fine di Avengers: Age of Ultron viene mostrato Thanos che indossa un guanto sinistro.[44] In ordine di apparizione le Gemme sono:

  • Gemma dello Spazio (blu):
    Contenuta nel Tesseract, appare brevemente nella scena dopo i titoli di coda di Thor. In Captain America - Il primo Vendicatore viene usata dal Teschio Rosso per potenziare le armi dell'HYDRA, e in The Avengers viene usata da Loki per aprire un portale spaziale; alla fine del film viene riportata ad Asgard. Nel novembre 2013 il produttore Kevin Feige ha confermato che si tratta della Gemma dello Spazio.[45]
  • Gemma della Mente (gialla):
    Incastonata nello scettro di Loki, che la utilizza per controllare la mente delle persone in The Avengers. L'arma viene poi presa dal barone Strucker che, come mostrato nella scena a metà dei titoli di coda di Captain America: The Winter Soldier, la utilizza per effettuare degli esperimenti sugli esseri umani, i cui unici due sopravvissuti sono i gemelli Pietro Maximoff e Wanda Maximoff. In Avengers: Age of Ultron viene incorporata da Ultron nella fronte dell'androide Visione.
  • Gemma della Realtà (rossa):
    Rimodellata dall'Elfo Oscuro Malekith nell'arma semi-fluida chiamata Aether, è capace di distruggere i Nove Regni e di far tornare l'universo al suo stato pre-Big Bang. Alla fine di Thor: The Dark World viene consegnata dagli asgardiani al Collezionista, in modo che possa essere tenuta al sicuro e lontana dal Tesseract, poiché, se lasciate vicine, sarebbero un pericolo.[46]
  • Gemma del Potere (viola):
    Contenuta nell'Orb, una sfera ricercata da Ronan per conto di Thanos in Guardiani della Galassia. È capace di distruggere intere civiltà. Dopo aver sconfitto Ronan, i Guardiani della Galassia la consegnano ai Nova Corps in modo che possa essere tenuta al sicuro.
  • Gemma del Tempo (verde):
    Contenuta nell'Occhio di Agamotto, permette a chi la utilizza di manipolare a piacimento il tempo.[47] In Doctor Strange viene usata dal Dottor Strange per sconfiggere l'entità Dormammu; alla fine del film viene riconsegnata ai Maestri delle Arti Mistiche di Kamar-Taj, in Nepal.
  • Gemma dell'Anima (arancione):
    Viene mostrata dal Collezionista in Guardiani della Galassia, ma non è stata ancora usata da nessuno. Feige ha affermato che la gemma apparirà "da qualche parte nella Fase Tre. C'è un guanto da completare".[48]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella serie d'animazione Super Hero Squad Show la ricerca delle Gemme e l'assemblamento del Guanto sono i principali argomenti della prima metà della seconda stagione; tuttavia, oltre a essere chiamate Pietre dell'Infinito, non sono sei bensì otto: ne includono infatti una settima di colore rosa, la Pietra del Ritmo; ed un'ottava dorata chiamata Spada dell'Infinito (trasposizione della Gemma dell'Ego Ultraverse).
  • Durante tutta la seconda stagione della serie Avengers Assemble le Gemme dell'Infinito compaiono in diversi episodi come sottotrama.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ComicsBox: Thor #208, ComicsBox.it, 1º gennaio 2015.
  2. ^ Silver Surfer (Vol. 3) n. 7, gennaio 1988.
  3. ^ Captain Marvel (Vol. 1) n. 45, luglio 1976.
  4. ^ Silver Surfer (Vol. 3) n. 9, marzo 1988.
  5. ^ Silver Surfer (Vol. 3) n. 8, febbraio 1988.
  6. ^ a b c d e f g Avengers/Ultraforce (Vol. 1) n. 1, ottobre 1995.
  7. ^ Colori basati sulla descrizione della Gemme contenuta in The Thanos Quest n. 1-2.
  8. ^ a b c The Thanos Quest (Vol. 1) n. 1, settembre 1990.
  9. ^ Warlock (Vol. 1) n. 1, agosto 1972.
  10. ^ a b Silver Surfer (Vol. 3) n. 6, dicembre 1987.
  11. ^ Silver Surfer (Vol. 3) n. 10, aprile 1988.
  12. ^ Silver Surfer (Vol. 3) n. 16, ottobre 1988.
  13. ^ Silver Surfer (Vol. 3) n. 17, novembre 1988.
  14. ^ Avengers Annual (Vol. 1) n. 7, 1977.
  15. ^ a b The Thanos Quest (Vol. 1) n. 2, ottobre 1990.
  16. ^ Infinity Gauntlet (Vol. 1) n. 1-6, luglio-dicembre 1991.
  17. ^ Warlock and The Infinity Watch (Vol. 1) n. 1, febbraio 1992.
  18. ^ Warlock and The Infinity Watch (Vol. 1) n. 6, luglio 1992.
  19. ^ Infinity War (Vol. 1) n. 1-6, giugno-novembre 1992.
  20. ^ Infinity Crusade (Vol. 1) n. 1-6, giugno-novembre 1993.
  21. ^ Rune/Silver Surfer (Vol. 1) n. 1, aprile 1995.
  22. ^ The Curse Of Rune (Vol. 1) n. 1, maggio-agosto 1995.
  23. ^ Eliminator (Vol. 1) n. 1, aprile 1995.
  24. ^ Thanos (Vol. 1) n. 1-6, dicembre-aprile 2004.
  25. ^ Lockjaw and the Pet Avengers (Vol. 1) n. 1-4, luglio-ottobre 2009.
  26. ^ New Avengers: Illuminati (Vol. 1) n. 1, maggio 2006.
  27. ^ The Avengers (Vol. 4) n. 7, gennaio 2011.
  28. ^ a b The Avengers (Vol. 1) n. 10, aprile 2011.
  29. ^ The Avengers (Vol. 1) n. 12, giugno 2011.
  30. ^ New Avengers (Vol. 3) n. 2-3, marzo-aprile 2013.
  31. ^ Fantastic Four (Vol. 1) n. 570-574, ottobre 2009-febbraio 2010.
  32. ^ JLA/Avengers (Vol. 1) n. 1-3, settembre-dicembre 2003.
  33. ^ Avengers and the Infinity Gauntlet (Vol. 1) n. 1-2, ottobre-novembre 2010.
  34. ^ Ultimate Origins (Vol. 1) n. 3, ottobre 2008.
  35. ^ Ultimate Comics: Ultimates (Vol. 1) n. 16, novembre 2012.
  36. ^ Ultimate Comics: Ultimates (Vol. 1) n. 21, aprile 2013.
  37. ^ Ultimate Comics: Ultimates (Vol. 1) n. 25, agosto 2013.
  38. ^ Ultimate Comics: Ultimates (Vol. 1) n. 27, settembre 2013.
  39. ^ Ultimate Comics: Ultimates (Vol.1) n. 29, ottobre 2013.
  40. ^ Ultimate Comics: Ultimates (Vol. 1) n. 30, novembre 2013.
  41. ^ What If: Secret Wars (Vol. 1) n. 1, febbraio 2009.
  42. ^ What If: Newer Fantastic Four (Vol. 1) n. 1, febbraio 2009.
  43. ^ Kevin Feige: i segreti di Thor e i prossimi film Marvel, su badtaste.it. URL consultato il 2 maggio 2011.
  44. ^ a b (EN) The Big Secret Behind The Infinity Gauntlet, According To Marvel's Kevin Feige, su Cinema Blend, 1 maggio 2015.
  45. ^ (EN) William Bibbiani, Exclusive Interview: Kevin Feige on Thor and Marvel’s Future, su CraveOnline, 8 novembre 2013.
  46. ^ (EN) Exclusive Interview: Kevin Feige on The Infinity Stones, Civil War and More, su Crave Online.
  47. ^ (EN) James Hunt, Doctor Strange: 8 big questions answered, su Den of Geek, 28 ottobre 2016. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  48. ^ (EN) Scott Huver, Feige & Latcham Say "Infinity War" Leads to the End of the Avengers –– As We Know Them, su Comic Book Resources, 30 settembre 2015. URL consultato il 29 ottobre 2016.