Deus Ex: Mankind Divided

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Deus Ex: Mankind Divided
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, Xbox One, Linux, macOS
Data di pubblicazioneMicrosoft Windows, PlayStation 4, Xbox One:
Giappone 23 marzo 2017
Mondo/non specificato 23 agosto 2016

Linux:
Mondo/non specificato 3 novembre 2016

macOS:
Mondo/non specificato 12 dicembre 2017
GenereAction RPG, Sparatutto in prima persona, stealth
TemaCyberpunk
SviluppoEidos Montréal
PubblicazioneSquare Enix, Feral Interactive (Linux, macOS)
SerieDeus Ex
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputGamepad, tastiera, DualShock 4
Motore fisicoDawn Engine
SupportoDVD, Blu-ray Disc, download
Distribuzione digitaleSteam
Fascia di etàCEROZ · ESRBM · OFLC (AU): MA · PEGI: 18
Preceduto daDeus Ex: Human Revolution

Deus Ex: Mankind Divided è un videogioco di ruolo in prima persona con elementi di furtività (stealth), sviluppato dalla Eidos Montreal e pubblicato dalla Square Enix per Microsoft Windows, PlayStation 4 e Xbox One nell'agosto 2016. Feral Interactive ha pubblicato il gioco per Linux il 3 novembre 2016[1], e per macOS nel dicembre 2017[2]. È il sesto gioco della serie Deus Ex, e il diretto seguito di Deus Ex: Human Revolution.

Ambientato in un mondo cyberpunk distopico nel 2029, due anni dopo gli eventi di Human Revolution, Mankind Divided ha per protagonista Adam Jensen, lo stesso del precedente Human Revolution, che possiede tecnologia rinnovata e implementi corporei.

Deus Ex: Mankind Divided ha ricevuto voti positivi dalla critica. Particolarmente apprezzati sono stati la direzione artistica, la progettazione ambientale, i personaggi, la narrazione e la libertà decisionale nell'affrontare il gioco in modi diversi; tra gli aspetti negativi sono state sottolineate la scarsa longevità del gioco, soprattutto rispetto al predecessore, e il finale, che ha lasciato molti punti ambigui e non spiegati esplicitamente[3][4]. Il gioco è stato candidato per il titolo di Miglior Gioco di Ruolo ai Game Awards del 2016[5][6][7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alice O'Connor, Deus Ex: Mankind Divided Jacks Into Linux, su Rock, Paper, Shotgun, 3 novembre 2016. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Marius Nestor, Deus Ex: Mankind Divided Out Now for macOS, Ported by Feral Interactive, su Softpedia, 12 dicembre 2017. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  3. ^ Stefania Sperandio, Deus Ex: Mankind Divided Recensione, in SpazioGames.it, 23 agosto 2016. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  4. ^ Aligi Comandini, Un ponte verso il futuro, in Multiplayer.it, 19 agosto 2016. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  5. ^ (EN) Ben Reeves, May Cover Revealed – Deus Ex: Mankind Divided, in Game Informer, 7 aprile 2015. URL consultato il 9 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2015).
  6. ^ (EN) Julian Benson, I Spent Far Too Long Breaking Into Houses in Deus Ex: Mankind Divided, in Kotaku, 18 luglio 2016. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  7. ^ (EN) Brett Phipps, Deus Ex: Mankind Divided, su TrustedReviews, 23 agosto 2016. URL consultato il 9 febbraio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi