Rick Astley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rick Astley
Rick Astley - Pepsifest 2009.jpg
Rick Astley in un concerto a Santiago del Cile nel 2009
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereNeo soul
Pop
Eurodance
Soul bianco
Dance pop
Soul
Adult contemporary music
Periodo di attività musicale1985 – in attività
EtichettaStock, Aitken & Waterman, RCA Records, Polydor Records
GruppiFBI
Album pubblicati24
Studio6
Raccolte18
Sito ufficiale

Rick Astley (Newton-le-Willows, 6 febbraio 1966) è un cantautore, musicista e conduttore radiofonico britannico.

Scoperto artisticamente e prodotto dal trio Stock, Aitken & Waterman, ha realizzato sotto la loro influenza i suoi primi due album, composti da brani pop dance. Il suo particolare timbro vocale ha fatto di lui uno dei principali interpreti musicali maschili della sua generazione.

Le vendite complessive dei suoi dischi, tra singoli e album, si aggirano sui 40 milioni di copie[1].

Dal 2007 il videoclip del suo singolo Never Gonna Give You Up è diventato oggetto di un fenomeno di internet noto come "Rickrolling".

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio di Astley è avvenuto nel 1987 con il brano Never Gonna Give You Up, cui hanno fatto seguito altri fortunati singoli. Ma la formula delle produzioni del "Trio", piuttosto ripetitiva, ha poi iniziato a mostrare i suoi limiti, portando quindi Astley a cambiare gruppo di lavoro. A detta di alcuni la sua musica successiva si farà più matura, comportando però anche un minore appoggio da parte del pubblico. Questo già si noterà nel singolo di lancio del suo terzo album, Cry For Help, un'intensa soul ballad con forti influenze gospel; mentre il successivo, Move Right Out, sarà decisamente più carico e ritmato.

Dopo una pausa di un paio d'anni, Astley si è ripresentato sul mercato nel 1993 con l'album Body and Soul, preceduto dal singolo The Ones You Love. Nonostante l'impegno nel proporre un repertorio più consono al suo timbro vocale, e perciò un pop rivolto a un pubblico più adulto, il disco non ha ottenuto il successo sperato.

Tramontati i tempi d'oro, Astley ha inciso un paio di album distribuiti a malapena al di fuori della natia Inghilterra. L'avversione per gli aerei contribuirà a isolarlo ancora di più.

Nel 2002, dopo la nascita della figlia, avuta dalla compagna danese, ha inciso l'album Keep It Turned On[2].

Nel novembre del 2008 ha ricevuto il premio come Best Act Ever al MTV Europe Music Awards[3].

Nel 2016 ha pubblicato un nuovo album , 50, che è arrivato alla prima posizione nel Regno Unito diventando quindi "disco d'oro" con più di 100.000 copie vendute.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Rick Astley.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Dance Mixes
  • 1999 - 12" Collection
  • 2000 - Together Forever – Greatest Hits And More...
  • 2002 - Greatest Hits (UK #16)
  • 2003 - The Best Of Rick Astley – Never Gonna Give You Up
  • 2004 - Love Songs
  • 2004 - Platinum And Gold Collection
  • 2004 - Artist Collection
  • 2006 - Collections
  • 2006 - Best Of The Best Gold
  • 2007 - Together Forever – The Best Of Rick Astley
  • 2008 - Ultimate Collection
  • 2008 - Playlist: The Very Best Of Rick Astley
  • 2010 - Super Hits
  • 2014 - Greatest Hits
  • 2014 - The Best Of Rick Astley

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6920707 · ISNI (EN0000 0001 2020 3276 · Europeana agent/base/64338 · LCCN (ENn92023960 · GND (DE134597990 · BNF (FRcb139335287 (data) · NLA (EN35380025 · WorldCat Identities (ENlccn-n92023960