The Game Awards

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Game Awards
The Game Awards
The Game Awards.svg
Statuetta consegnata ai vincitori dei premi
LuogoStati Uniti Los Angeles (California)
Anni2014–presente
FrequenzaAnnuale
Fondato daGeoff Keighley
DateDicembre
GenereVideogiochi
Sito ufficialethegameawards.com

I Game Awards sono una cerimonia annuale dedicata alla premiazione dei migliori videogiochi dell'industria suddivisi in diverse categorie.

L'evento è ideato e condotto da Geoff Keighley, che ha presentato per oltre un decennio gli Spike Video Game Awards.[1]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2014.

L'edizione del 2014 si è svolta il 5 dicembre presso il The Axis di Las Vegas (Nevada).[2]

Premio Vincitore
Gioco dell'anno Dragon Age: Inquisition
Sviluppatore dell'anno Nintendo
Miglior gioco indipendente Shovel Knight
Miglior gioco mobile Hearthstone: Heroes of Warcraft
Miglior narrativa Valiant Hearts: The Great War
Miglior colonna sonora Destiny
Miglior performance Trey Parker (South Park: Il bastone della verità)
Games for Change Valiant Hearts: The Great War
Miglior sparatutto Far Cry 4
Miglior avventura dinamica La Terra di Mezzo: L'ombra di Mordor
Miglior gioco di ruolo Dragon Age: Inquisition
Miglior picchiaduro Super Smash Bros. for Nintendo 3DS e Wii U
Miglior gioco per famiglie Mario Kart 8
Miglior gioco sportivo/corse Mario Kart 8
Miglior multiplayer Destiny
Miglior rimasterizzazione Grand Theft Auto V
Gioco più atteso The Witcher 3: Wild Hunt
Giocatore eSports dell'anno Matt Haag
Team eSports dell'anno Ninjas in Pyjamas
Trending Gamer TotalBiscuit
Miglior creazione dei fan Twitch Plays Pokémon
Icona dell'industria Ken Williams e Roberta Williams

2015[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2015.

L'edizione del 2015 si è svolta il 3 dicembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles (California).[3]

Premio Vincitore
Gioco dell'anno The Witcher 3: Wild Hunt
Sviluppatore dell'anno CD Projekt RED
Miglior gioco indipendente Rocket League
Miglior gioco mobile Lara Croft GO
Miglior narrativa Her Story
Miglior colonna sonora Metal Gear Solid V: The Phantom Pain
Miglior performance Viva Seifert (Her Story)
Games for Change Life Is Strange
Miglior sparatutto Splatoon
Miglior avventura dinamica Metal Gear Solid V: The Phantom Pain
Miglior gioco di ruolo The Witcher 3: Wild Hunt
Miglior picchiaduro Mortal Kombat X
Miglior gioco per famiglie Super Mario Maker
Miglior gioco sportivo/corse Rocket League
Miglior multiplayer Splatoon
Miglior direzione artistica Ori and the Blind Forest
Gioco più atteso No Man's Sky
Giocatore eSports dell'anno Kenny "KennyS" Schrub
Gioco eSports dell'anno Counter-Strike: Global Offensive
Team eSports dell'anno OpTic Gaming
Trending Gamer Greg Miller
Miglior creazione dei fan Portal Stories: Mel
Icona dell'industria Brett Sperry e Louis Castle

2016[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2016.

L'edizione del 2016 si è svolta il 1º dicembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles (California).[4]

Premio Vincitore
Gioco dell'anno Overwatch
Sviluppatore dell'anno Blizzard Entertainment
Miglior narrativa Uncharted 4: Fine di un ladro
Miglior direzione artistica Inside
Miglior colonna sonora Doom
Miglior performance Nolan North (Nathan Drake, Uncharted 4: Fine di un ladro)
Games for Impact That Dragon, Cancer
Miglior gioco indipendente Inside
Miglior gioco mobile Pokémon Go
Miglior gioco VR Rez Infinite
Miglior gioco d'azione Doom
Miglior action/adventure Dishonored 2
Miglior GdR The Witcher 3: Wild Hunt - Blood And Wine
Miglior picchiaduro Street Fighter V
Miglior gioco per famiglie Pokémon Go
Miglior strategico Civilization VI
Miglior gioco sportivo/corse Forza Horizon 3
Miglior multiplayer Overwatch
Gioco eSports dell'anno
Miglior creazione dei fan Enderal: The Shards of Order
Trending Gamer Boogie2988
Team eSports dell'anno Cloud9
Giocatore eSports dell'anno Marcelo "Coldzera" David
Gioco più atteso The Legend of Zelda: Breath of the Wild
Icona dell'industria Hideo Kojima (Kojima Productions)

2017[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2017.

L'edizione del 2017 si è svolta il 7 dicembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles (California).[5]

Premio Vincitore
Gioco dell'anno The Legend of Zelda: Breath of the Wild
Miglior regia
Miglior narrativa What Remains of Edith Finch
Miglior direzione artistica Cuphead
Miglior colonna sonora NieR: Automata
Miglior performance Melina Juergens (Senua in Hellblade: Senua's Sacrifice)
Miglior design audio Hellblade: Senua's Sacrifice
Gioco di maggior impatto
Miglior gioco continuativo Overwatch
Miglior gioco indipendente Cuphead
Miglior gioco mobile Monument Valley 2
Miglior gioco portatile Metroid: Samus Returns
Miglior gioco VR/AR Resident Evil 7: Biohazard
Miglior gioco d'azione Wolfenstein II: The New Colossus
Miglior action/adventure The Legend of Zelda: Breath of the Wild
Miglior GDR Persona 5
Miglior picchiaduro Injustice 2
Miglior gioco per famiglie Super Mario Odyssey
Miglior strategico Mario + Rabbids Kingdom Battle
Miglior gioco di guida/sportivo Forza Motorsport 7
Student Game Award Level Squared
Miglior indie al debutto Cuphead
Miglior Multiplayer PlayerUnknown's Battlegrounds
Gioco più atteso The Last of Us Part II
Trending Gamer Dr. Disrespect
Gioco eSports dell'anno Overwatch
Giocatore eSports dell'anno Lee Sang-hyeok "Faker"
Team eSports dell'anno Cloud9
Chinese Fan Game Award X3 HD

2018[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2018.

L'edizione del 2018 si è svolta il 7 dicembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles (California).[6]

Premio Vincitore
Gioco dell'anno God of War
Miglior regia
Miglior narrativa Red Dead Redemption II
Miglior direzione artistica Return of the Obra Dinn
Miglior colonna sonora Red Dead Redemption II
Miglior design audio
Miglior performance Roger Clark (Arthur Morgan in Red Dead Redemption II)
Gioco di maggior impatto Celeste
Miglior gioco continuativo Fortnite
Miglior gioco indipendente Celeste
Miglior gioco mobile Florence
Miglior gioco VR/AR Astro Bot Rescue Mission
Miglior gioco d'azione Dead Cells
Miglior action/adventure God of War
Miglior GDR Monster Hunter: World
Miglior picchiaduro Dragon Ball FighterZ
Miglior gioco per famiglie Overcooked 2
Miglior strategico Into the Breach
Miglior gioco di guida/sportivo Forza Horizon 4
Student Game Award Combat 2018
Miglior indie al debutto The Messenger
Miglior Multiplayer Fortnite
Gioco eSports dell'anno Overwatch
Giocatore eSports dell'anno Dominique "SonicFox" McLean (Echo Fox)
Team eSports dell'anno Cloud9 (League of Legends)
Miglior streamer Ninja
Icona dell'industria Greg Thomas (Visual Concepts)

2019[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2019.

L'edizione del 2019 si è svolta il 12 dicembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles (California).

Premio Vincitore
Gioco dell'anno Sekiro: Shadows Die Twice
Miglior regia Death Stranding
Miglior narrativa Disco Elysium
Miglior direzione artistica Control
Miglior colonna sonora Death Stranding
Miglior design audio Call of Duty: Modern Warfare
Miglior performance Mads Mikkelsen (Cliff in Death Stranding)
Gioco di maggior impatto Gris
Miglior gioco continuativo Fortnite
Miglior gioco indipendente Disco Elysium
Miglior gioco mobile Call of Duty: Mobile
Miglior gioco VR/AR Beat Saber
Miglior gioco d'azione Devil May Cry 5
Miglior action/adventure Sekiro: Shadows Die Twice
Miglior GDR Disco Elysium
Miglior picchiaduro Super Smash Bros. Ultimate
Miglior gioco per famiglie Luigi's Mansion 3
Miglior strategico Fire Emblem: Three Houses
Miglior gioco di guida/sportivo Crash Team Racing Nitro-Fueled
Miglior Indie al debutto ZA/UM
Miglior Multiplayer Apex Legends
Gioco eSports dell'anno League of Legends
Giocatore eSports dell'anno Kyle "Bugha" Giersdorf (Sentinels)
Team eSports dell'anno G2 eSports (League of Legends)
Miglior streamer Shroud (Michael Grzesiek)
Miglior evento eSports League of Legends World Championship 2019
Coach eSports dell'anno Danny "Zonic" Sorensen (Astralis, CSGO)
Ospite eSports 2019 Eefje "Sjokz" Depoortere

2020[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2020.

L'edizione del 2020 si è svolta il 10 dicembre tramite un evento streaming.

Premio Vincitore
Gioco dell'anno The Last of Us Parte II
Miglior regia
Miglior narrativa
Miglior direzione artistica Ghost of Tsushima
Miglior colonna sonora Final Fantasy VII Remake
Miglior design audio The Last of Us Parte II
Miglior performance Laura Bailey (Abby in The Last of Us Parte II)
Gioco di maggior impatto Tell Me Why
Miglior gioco continuativo No Man's Sky
Miglior gioco indipendente Hades
Miglior gioco mobile Among Us
Miglior gioco VR/AR Half-Life: Alyx
Miglior gioco d'azione Hades
Miglior action/adventure The Last of Us Parte II
Miglior GDR Final Fantasy VII Remake
Miglior picchiaduro Mortal Kombat 11
Miglior gioco per famiglie Animal Crossing: New Horizons
Miglior strategico/simulativo Microsoft Flight Simulator
Miglior gioco di guida/sportivo Tony Hawk’s Pro Skater 1+2 Remastered
Miglior Indie al debutto Phasmophobia
Miglior Multiplayer Among Us
Miglior innovazione nell'accessibilità The Last of Us Parte II
Gioco eSports dell'anno League of Legends
Giocatore eSports dell'anno Heo “Showmaker” Su (League of Legends)
Team eSports dell'anno G2 eSports (League of Legends)
Miglior streamer Valkyrae
Miglior evento eSports League of Legends World Championship 2020
Coach eSports dell'anno Danny "Zonic" Sorensen (Astralis, CSGO)
Ospite eSports 2020 Eefje "Sjokz" Depoortere

2021[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Game Awards 2021.

L'edizione del 2021 si è svolta il 9 dicembre presso il Microsoft Theater di Los Angeles (California).[7]

Premio Vincitore
Gioco dell'anno It Takes Two
Miglior regia Deathloop
Miglior narrativa Marvel's Guardians of the Galaxy
Miglior direzione artistica Deathloop
Miglior colonna sonora NieR Replicant ver.1.22474487139...
Miglior design audio Forza Horizon 5
Miglior performance Maggie Robertson (Lady Dimitrescu in Resident Evil Village)
Gioco di maggior impatto Life Is Strange: True Colors
Miglior gioco continuativo Final Fantasy XIV
Miglior gioco indipendente Kena: Bridge of Spirits
Miglior gioco mobile Genshin Impact
Miglior supporto alla community Final Fantasy XIV
Miglior gioco VR/AR Resident Evil 4
Innovazione in accessibilità Forza Horizon 5
Miglior gioco d'azione Returnal
Miglior action/adventure Metroid Dread
Miglior GDR Tales of Arise
Miglior picchiaduro Guilty Gear -STRIVE-
Miglior gioco per famiglie It Takes Two
Miglior gioco di guida/sportivo Forza Horizon 5
Miglior strategico Age of Empires IV
Miglior multiplayer It Takes Two
Miglior Indie al debutto Kena: Bridge of Spirits
Gioco più atteso Elden Ring
Miglior gioco per i giocatori Halo Infinite
Gioco eSports dell'anno League of Legends
Giocatore eSports dell'anno Oleksandr "s1mple" Kostyliev
Team eSports dell'anno Natus Vincere (Counter-Strike: Global Offensive)
Miglior evento eSports League of Legends World Championship 2021
Coach eSports dell'anno Kim "kkOma" Jeong-gyun
Content creator dell'anno Dream

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giorgio Melani, I VGX diventano The Game Awards, si terranno il 5 dicembre 2014, in Multiplayer.it. URL consultato il 1º novembre 2016.
  2. ^ Davide Leoni, The Game Awards 2014: tutti i vincitori, in Everyeye.it, 6 dicembre 2014. URL consultato il 1º novembre 2016.
  3. ^ Francesco Fiorillo, The Game Awards 2015: The Witcher 3 è il gioco dell'anno, in DDay.it, 4 dicembre 2015. URL consultato il 1º novembre 2016.
  4. ^ Vito Gioia, The Game Awards 2016: tutti i vincitori, in Everyeye.it, 2 dicembre 2016. URL consultato il 2 dicembre 2016.
  5. ^ The Game Awards 2017: tutti gli annunci e i vincitori della cerimonia, in Games Princess, 8 dicembre 2017. URL consultato l'8 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2017).
  6. ^ The Game Awards 2018: ecco la lista di tutti i vincitori!, su Everyeye.it. URL consultato il 7 dicembre 2018.
  7. ^ (EN) The Game Awards 2021 Winners: The Full List, su IGN.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Game Awars, su thegameawards.com. URL consultato l'11 giugno 2019.
  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi