Campionato mondiale di League of Legends

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
League of Legends World Championship
Stage and trophy of LoL World Championship 2013 (cropped).jpg
Il trofeo del torneo: la Summoner's Cup
SportNuvola apps package games arcade.png eSport
LuogoRotazione di località
OrganizzatoreRiot Games
Cadenzaannuale
Partecipanti8 (2011), 12 (2012), 14 (2013), 16 (2014–2016), 24 (2017-ora)
FormulaGirone all'italiana, Torneo a eliminazione diretta
Sito InternetSito ufficiale
Storia
Fondazione2011
Numero edizioni8
Ultimo vincitorePesc Escape
Record vittorieCorea del Sud SK Telecom T1
Ultima edizioneCampionato mondiale di League of Legends 2019
Prossima edizioneCampionato mondiale di League of Legends 2020

Il Campionato Mondiale di League of Legends o League of Legends World Championship[1] è il torneo annuale di League of Legends organizzato dalla Riot Games alla fine di ogni season. I team competono per vincere un trofeo (in foto) pesante 32kg, la Summoner's Cup, e un premio in denaro pari ad un milione di dollari.[2] Nel 2017, le finali vennero guardate da più di 60 milioni di persone, superando il record dello scorso anno.[3] Il torneo è stato elogiato per le sue cerimonie,[4][5] ricevendo anche attenzioni da tutto il mondo a causa delle sue pieghe drammatiche ed emotive,[6][7] e dei momenti tributari da parte del team SK Telecom T1.[8][9] Sono stati inoltre donati due milioni di dollari raccolti tramite la vendita della skin limitata World 2017 Championship Ashe.[10][11]

Il Campionato Mondiale di League of Legends ha guadagnato un enorme successo e popolarità, rendendolo tra i tornei più prestigiosi e visti al mondo (superando anche i tornei di sport convenzionali),[12][13] oltre ad essere il videogioco più guardato al mondo.[14][15] Grazie al suo successo, le scene di eSport sono diventate sempre più importanti fino ad essere considerate un potenziale evento olimpico, essendo già inclusi nei Giochi Asiatici del 2022,[16][17] e previsti per i Giochi Olimpici di Parigi 2024.[18][19][20][21]

Il torneo è noto per la sua rotazione annuale di sedi in diversi paesi e continenti, in particolare in Asia orientale, Europa, Nord America e Sud-est asiatico. Il team SK Telecom T1 detiene il record di tornei vinti, con 3 vittorie (2013, 2015 e 2016).[22]

Il trofeo[modifica | modifica wikitesto]

La Riot Games, società sviluppatrice di League of Legends, ha commissionato il trofeo da dare al vincitore del torneo, la Summoner's Cup. La Riot ha precisato che il trofeo peserebbe intorno ai 32Kg, sebbene il peso sia stato ridotto nel tempo per non renderlo troppo pesante da sollevare al momento della vittoria.[23]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Anno Località della finale Finale Semi finalisti
Vincitore Risultato Secondo classificato
2011 Svezia Jönköping Unione europea Fnatic 2—1 Unione europea Against All Authority Stati Uniti Team SoloMid
2012 Stati Uniti Los Angeles Taiwan Taipei Assassins 3—1 Corea del Sud Azubu Frost Unione europea Counter Logic Gaming Europe Russia Moscow Five
2013 Stati Uniti Los Angeles Corea del Sud SK Telecom T1 3—0 Cina Royal Club Unione europea Fnatic Corea del Sud NaJin Black Sword
2014 Corea del Sud Seoul Corea del Sud Samsung Galaxy White 3—1 Cina Star Horn Royal Club Cina OMG Corea del Sud Samsung Galaxy Blue
2015 Germania Berlino Corea del Sud SK Telecom T1 3—1 Corea del Sud KOO Tigers Unione europea Fnatic Unione europea Origen
2016 Stati Uniti Los Angeles Corea del Sud SK Telecom T1 3—0 Corea del Sud Samsung Galaxy Unione europea H2K Gaming Corea del Sud ROX Tigers
2017 Cina Beijing Corea del Sud Samsung Galaxy 3—0 Corea del Sud SK Telecom T1 Cina Royal Never Give Up Cina Team WE
2018 Corea del Sud Incheon Cina Invictus Gaming 3—0 Unione europea Fnatic Stati Uniti Cloud9 Unione europea G2 Esports
2019 Francia Parigi Cina FunPlus Phoenix 3—0 Unione europea G2 Esports Cina Invictus Gaming Corea del Sud SK Telecom T1

Vittorie per squadra[modifica | modifica wikitesto]

Season 1[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo della Season 1[24] si è tenuto nel 2011 al Dreamhack Summer 2011 in Svezia, comprendendo un primo premio pari a 100.000 dollari.[25] Hanno partecipato in totale 8 team, provenienti dal Nord America, Sud-est asiatico ed Europa.[26] Ci sono state oltre 1,69 milioni di visualizzazioni allo streaming dell'evento, con un picco di 210.000 spettatori connessi contemporaneamente nella finale del torneo.[27]

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[28] Premio
ID Nome
Unione europea Fnatic Spagna xPeke

Polonia Shushei
Finlandia CyanideFI
Germania LaMiaZeaLoT
Germania Mellisan

Enrique Cedeño Martinez

Maciej Ratuszniak
Lauri Happonen
Manuel Mildenberger
Peter Meisrimel

50.000$
Unione europea Against All Authority Francia sOAZ

Francia Linak
Germania MoMa
Francia YellOwStaR
Francia Kujaa

Paul Boyer

Damien Lorthios
Maik Wallus
Bora Kim
Jerome Negretti

25.000$
Stati Uniti Team SoloMid Stati Uniti TheRainMan

Canada TheOddOne
Stati Uniti Reginald
Canada Chaox
Stati Uniti Xpecial

Christian Kahmann

Brian Wyllie
Andy Dinh
Shan Huang
Alex Chu

10.000$

Season 2[modifica | modifica wikitesto]

I Taipei Assassins, la squadra vincitrice del torneo
I Taipei Assassins sollevano la Summoner's Cup

Dopo la Season 1, la Riot annunciò che 5 milioni di dollari sarebbero stati messi in palio durante la Season 2. Di questi 5 milioni, 2 sono andati ai partner della Riot, tra cui la IGN Pro League e altre associazioni maggiori di eSports. Altri 2 milioni sono andati alle qualificazioni e al campionato della Season 2. Il milione rimanente è andato agli organizzatori del torneo.

Il Campionato Mondiale della Season 2 si è svolto all'inizio di ottobre 2012, a Los Angeles, in California. Dodici squadre provenienti da tutto il mondo hanno partecipato al campionato, che vantava uno dei premi più grandi nella storia degli eSport dell'epoca: due milioni di dollari, di cui uno andava alla squadra vincitrice. Le partite dei gironi, quarti e semifinali si sono svolte tra il 4 e il 6 ottobre. La finale si è svolta il 13 ottobre, al Galen Center della Università del Southern California, al cospetto di 10.000 spettatori. La partita finale è stata trasmessa in streaming e commentata in 13 lingue diverse.[29] I Tapei Assassins provenienti dal Taiwan hanno trionfato contro gli Azuba Frost dalla Corea del Sud con un risultato di 3-1, assicurandosi il premio di un milione di dollari.[30]

Oltre 8 milioni di spettatori si sono sintonizzati sullo streaming del Mondiale della Season 2, con un picco di 1,1 milione connessi contemporaneamente durante la finale, rendendo il torneo l'evento sportivo più visto della storia fino ad allora.[31]

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[32] Premio
ID Nome
Taiwan Taipei Assassins Taiwan Stanley

Taiwan Lilballz
Hong Kong Toyz
Taiwan bebe
Taiwan MiSTakE

Wang June Tsan

Kuan-Po Alex Sung
Kurtis Lau Wai-kin
Cheng Bo-Wei
Chen Hui Chung

1.000.000$
Corea del Sud Azubu Frost Corea del Sud Shy

Corea del Sud CloudTemplar
Corea del Sud RapidStar
Corea del Sud Woong
Corea del Sud MadLife

Park Sang-myeon

Lee Hyun-woo
Jung Min-sung
Jang Gun-woong
Hong Min-gi

250.000$
3°-4° Unione europea Counter Logic Gaming Europe Danimarca Wickd

Regno Unito Snoopeh
Danimarca Froggen
Germania yellowpete
Belgio Krepo

Mike Petersen

Stephen Ellis
Henrik Hansen
Peter Wüppen
Mitch Voorspoels

150.000$
Russia Moscow Five Russia Darien

Russia Diamondprox
Russia Alex Ich
Russia Genja
Armenia GoSu Pepper

Evgeny Mazaev

Danil Reshetnikov
Alexey Ichetovkin
Evgeny Andryushin
Edward Abgaryan

Season 3[modifica | modifica wikitesto]

I componenti del team coreano SK Telcom T1, vincitori del torneo della Season 3

Il Campionato mondiale della Season 3 si è svolto nel tardo 2013 a Los Angeles, in California. Quattordici team provenienti da Nord America, Corea, Cina, Sud-est asiatico ed Europa si sono sfidati nei playoff dopo essersi qualificati nelle rispettive regioni.[33] La finale si è tenuta allo Staples Center il 4 ottobre 2013, ed ha visto il team coreano SK Telecom T1 uscirne vincitore, battendo il team cinese dei Royal Club,[34] garantendo loro la Summoner's Cup ed un premio in denaro pari ad un milione di dollari.

La finale del Campionato Mondiale della Season 3 è stata trasmessa in streaming il 4 ottobre, accumulando più di 32 milioni di spettatori, con un picco di spettatori collegati contemporaneamente pari a 8,5 milioni.[35][36] Ancora una volta, è stato battuto il record di visite dell'annata precedente.

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[37] Premio
ID Nome
Corea del Sud SK Telecom T1 Corea del Sud Impact

Corea del Sud Bengi
Corea del Sud Faker
Corea del Sud Piglet
Corea del Sud PoohManDu

Jung Eon-yeong

Bae Seong-ung
Lee Sang-hyeok
Chae Gwang-jin
Lee Jeong-hyeon

1.000.000$
Cina Royal Club Cina GoDlike

Cina Lucky
Hong Kong Wh1t3zZ
Cina Uzi
Hong Kong Tabe

Xiao Wang

Liu Junjie
Pun Wai Lo
Jian Zihao
Pak Kan Wong

250.000$
3°-4° Unione europea Fnatic Francia sOAZ

Finlandia Cyanide
Spagna xPeke
Estonia puszu
Francia YellOwStaR

Paul Boyer

Lauri Happonen
Enrique Cedeño
Martinez Johannes Uibos
Bora Kim

150.000$
Corea del Sud NaJin Black Sword Corea del Sud Expession

Corea del Sud watch
Corea del Sud Nagne
Corea del Sud PraY
Corea del Sud Cain

Gu Bon-taek

Cho Jae-geol
Kim Sang-moon
Kim Jong-in
Jang Nu-ri

Season 4[modifica | modifica wikitesto]

Il Seoul World Cup Stadium, lo stadio usato per la finale del torneo

Il Campionato Mondiale del 2014 comprendeva 16 squadre che competevano per vincere il montepremi di 2,13 milioni di dollari.

La fase a gironi è iniziata il 18 settembre a Taipei, e si è conclusa il 28 settembre a Singapore, con 8 squadre che sono passate al turno successivo.[38] Gli ottavi e le semifinali si sono svolte il 3 ottobre a Pusan, in Corea del Sud, e il 19 ottobre c'è stata la finale, ospitata dal Seoul World Cup Stadium, uno stadio da 65.000 posti, dove la squadra coreana dei Samsung Galaxy White ha battuto la squadra cinese degli Star Horn Royal Club, diventando campioni mondiali del 2014, vincendo il montepremi e la Summoner's Cup.[39][40]

La band americana Imagine Dragons ha esibito in live con la canzone Warriors, scritta appositamente per l'evento, durante la finale in Corea del Sud.[41][42][43][44] Tutte le partite sono state rese disponibili gratuitamente via streaming live.[45]

Il torneo è stato trasmesso da 40 canali sponsor della diretta, e commentato in 19 lingue. La finale fu vista da 27 milioni di persone, con un picco di 11 milioni contemporaneamente.[46]

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[37] Premio
ID Nome
Corea del Sud Samsung Galaxy White Corea del Sud Looper

Corea del Sud DanDy
Corea del Sud PawN
Corea del Sud imp
Corea del Sud Mata

Jang Hyeong-seok

Choi In-kyu
Heo Won-seok
Gu Seung-bin
Cho Se-hyeong

1.000.000$
Cina Star Horn Royal Club Cina cola

Corea del Sud inSec
Cina corn
Cina Uzi
Corea del Sud Zero

Jiang Nan

Choi In-seok
Lei Wen
Jian Zihao
Yun Kyung-sub

250.000$
3°-4° Cina OMG Cina Gogoing

Cina LoveLing
Cina cool
Cina san
Cina Cloud

Gao Diping

Yin Le
Yu Jiajun
Guo Junliang
Hu Zhenwei

150.000$
Corea del Sud Samsung Galaxy Blue Corea del Sud ExpAcornession

Corea del Sud Spirit
Corea del Sud dade
Corea del Sud Deft
Corea del Sud Heart

Choi Cheon-ju

Lee Da-yoon
Bae Eo-jin
Kim Hyuk-kyu
Lee Gwan-hyung

Season 5[modifica | modifica wikitesto]

Il team coreano SK Telecom T1, vincitore del torneo
Gli SK Telecom T1 sollevano la Summoner's Cup

Dopo l'edizione del 2014, la Riot Games ha introdotto vari cambiamenti nelle regole della competizione. Il numero di squadre è aumentato da 8 a 10 in entrambe le regioni europee e nord-americane.[47] Un secondo torneo ufficiale Riot Games è stato annunciato, il Mid-Season Invitational, che ha preso parte nel maggio 2015, e caratterizzato da una singola squadra per ciascuna regione principale più un jolly internazionale.[48]

Inoltre, a partire dal 2015, tutte le squadre sono tenute a schierare un allenatore (coach) nelle loro competizioni, che rimarrà sul palco e parlerà con il team tramite chat vocale nella fase iniziale di pick-ban del gioco.[49] Questo cambiamento rende l'allenatore un membro effettivo della squadra.[49]

Il Mondiale del 2015 si è svolto in diverse sedi europee nell'ottobre 2015. Come l'edizione precedente, il Campionato Mondiale del 2015 è stato un evento multi-città e multinazionale.[50] La vittoria è andata agli SK Telecom T1, secondo titolo per la squadra coreana, preceduto dall'edizione del 2013. Il top-laner degli SKT Jang "MaRin" Gyeong-Hwan è stato nominato miglior giocatore del torneo (MVP).

Le finali sono state guardate da 36 milioni di persone (5 in più del match conclusivo della finale NBA Cavaliers-Warriors),[51] surclassando il record della finale della Season 3, e con un picco di visualizzazioni simultanee di 14 milioni di spettatori.[52][53]

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[54] Premio
ID Nome
Corea del Sud SK Telecom T1 Corea del Sud MaRin

Corea del Sud Bengi
Corea del Sud Faker
Corea del Sud Bang
Corea del Sud Wolf
Corea del Sud kKoma coach
Corea del Sud Easyhoon sostituto

Jang Gyeong-hwan

Bae Seong-ung
Lee Sang-hyeok
Bae Jun-sik
Lee Jae-wan
Kim Jeong-gyun
Lee Ji-hoon

1.000.000$
Corea del Sud KOO Tigers Corea del Sud Smeb

Corea del Sud Hojin
Corea del Sud Kuro
Corea del Sud PraY
Corea del Sud GorillA
Corea del Sud NoFe coach

Song Kyung-ho

Lee Ho-jin
Lee Seo-haeng
Kim Jong-in
Kang Beom-hyeon
Jeong No-chul

250.000$
3°-4° Unione europea Fnatic Corea del Sud Huni

Corea del Sud Reignover
Paesi Bassi Febiven
Svezia Rekkles
Francia YellOwStaR
Spagna Deilor coach

Heo Seung-hoon
Kim Ui-jin

Fabian Diepstraten
Martin Larsson
Bora Kim

Louis Sevilla

150.000$
Unione europea Origen Francia sOAZ

Germania Amazing
Spagna xPeke
Danimarca Niels
Spagna Mithy
Stati Uniti Hermit coach

Paul Boyer

Maurice Stückenschneider
Enrique Cedeño Martínez
Jesper Svenningsen
Alfonso Aguirre Rodriguez
Tadayoshi Littleton

Season 6[modifica | modifica wikitesto]

La partita per il terzo posto nella fase di playoff nel Summer NA LCS 2016, tra gli Immortals e i Counter Logic Gaming

Le varie fasi del Mondiale del 2016 si sono svolte negli Stati Uniti a Chicago, San Francisco, New York City, mentre le finali a Los Angeles.[55][56]

Le squadre componenti dei gironi sono state decise tramite un live show di gruppo il 10 settembre. Le partite sono state giocate nella patch 6.18, dove Yorick è stato disabilitato per l'edizione mentre Aurelion Sol per i giorni 1-3.[57] Ci sono stati 4 gironi da 4 squadre ciascuno, per un totale di 16. Le prime due squadre dei gironi passano alla fase ad eliminazione diretta.

La finale è stata vinta dagli SK Telecom T1: per la squadra coreana è stato il loro terzo titolo, vinto l'anno successivo al secondo.[58] Lee "Faker " Sang-hyeok è stato l'MVP dell'edizione, ed insieme al compagno di squadra Bae "Bengi" Seong-ung, ha conquistato il terzo Campionato Mondiale in 4 edizioni, facendo diventare la squadra coreana la più titolata al mondo.[59]
Il montepremi totale ammontava 6,7 milioni di dollari,[55] diviso tra le squadre. La squadra vincitrice (SK Telecom T1) ha ricevuto 2,67 milioni di dollari, la seconda (Samsung Galaxy) 1,005 milioni di dollari e la terza (ROX Tigers) 502.500$. Il resto del montepremi è stato distribuito tra il 5º e 16º posto.[60]

Le finali sono state guardate da 43 milioni di persone,[55] con un picco di visualizzazioni simultanee di 14,7 milioni di spettatori,[55] superando il record del'annata precedente.

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[60] Premio
ID Nome
Corea del Sud SK Telecom T1 Corea del Sud Duke

Corea del Sud Bengi
Corea del Sud Faker
Corea del Sud Bang
Corea del Sud Wolf
Corea del Sud kKoma coach
Corea del Sud Blank sostituto

Lee Ho-seong

Bae Seong-ung
Lee Sang-hyeok
Bae Jun-sik
Lee Jae-wan
Kim Jeong-gyun
Kang Sun-gu

2.680.000$
Corea del Sud Samsung Galaxy Corea del Sud CuVee

Corea del Sud Ambition
Corea del Sud Crown
Corea del Sud Ruler
Corea del Sud CoreJJ
Corea del Sud Edgar coach
Corea del Sud Wraith sostituto

Lee Sung-jin

Kang Chan-yong
Lee Min-ho
Park Jae-hyeok
Jo Yon-gin
Choi Woo-bum
Kwon Ji-min

1.005.000$
3°-4° Unione europea H2K Gaming Romania Odoamne

Polonia Jankos
Corea del Sud Ryu
Grecia FORG1VEN
Polonia Vander
Stati Uniti Pr0lly coach
Rep. Ceca Freeze sostituto

Andrei Pascu

Marcin Jankowski
Yoo Sang-wook
Konstantinos-Napoleon Tzortziou
Oskar Bogdan
Neil Hammad
Aleš Kněžínek

502.500$
Corea del Sud ROX Tigers Corea del Sud Smeb

Corea del Sud Peanut
Corea del Sud Kuro
Corea del Sud PraY
Corea del Sud GorillA
Corea del Sud NoFe coach
Corea del Sud Cry sostituto

Song Kyung-ho

Han Wang-ho
Lee Seo-haeng
Kim Jong-in
Kang Beom-hyeon
Jeong No-chul
Hae Seong-min

Season 7[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi del torneo, Royale Never Give Up vs 1907 Fenerbahçe

Il Campionato Mondiale di League of Legends del 2017 è iniziato il 23 settembre 2017, e si è concluso il 4 novembre dello stesso anno.[61] Si è tenuto in 4 località differenti situate in Cina: Wuhan, Guangzhou, Shanghai e Beijing.[62] Il torneo è stato giocato nella patch 7.18,[63] con un nuovo campione, Ornn ,disabilitato.[64]

Hanno partecipato in totale 24 squadre: dalla Corea del Sud, Cina, Nord America, Europa e Taiwan/Hong Kong/Macao 3 ciascuna, invece dal Brasile, America Latina del Nord, America Latina del Sud, Giappone, Oceania, Turchia, Sud-est asiatico e Russia una ciascuna,[61] più una squadra jolly vincitrice del Mid-Season Invitational del 2017.

Il torneo è stato vinto dai Samsung Galaxy, battendo in finale gli SK Telecom T1, prendendosi così una vendetta per l'annata precedente e ponendo fine alla dinastia degli SK Telecom T1.[65] Park "Ruler" Jae-hyuk, l'AD Carry dei Samsung, è stato l'MVP del torneo.[65] Il montepremi ammontava a 5 milioni di dollari, composti da una base di 2,35 milioni, più 2,65 milioni di donazioni da parte dei fan.[66]

Le finali sono state guardate da 60 milioni di persone,[67] battendo il record della scorsa edizione. Il torneo è stato ampiamente lodato[68] per la sua alta qualità e presenza di spettacoli teatrali e cerimoniali,[69][70] ed ha ricevuto attenzioni per i momenti drammatici ed emozionali avvenuti durante le partite.[71][72]

Finale del mondiale tra SKT T1 e Samsung Galaxy al Beijing National Stadium, Cina

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[73] Premio
ID Nome
Corea del Sud Samsung Galaxy Corea del Sud CuVee

Corea del Sud Ambition
Corea del Sud Crown
Corea del Sud Ruler
Corea del Sud CoreJJ
Corea del Sud Edgar coach
Corea del Sud Haru sostituto

Lee Sung-jin

Kang Chan-yong
Lee Min-ho
Park Jae-hyeok
Jo Yon-gin
Choi Woo-bum
Kang MinSeung

1.540.000$
Corea del Sud SK Telecom T1 Corea del Sud Huni

Corea del Sud Peanut
Corea del Sud Faker
Corea del Sud Bang
Corea del Sud Wolf
Corea del Sud kKoma coach
Corea del Sud Blank sostituto

Heo Seunghoon

Han Wang-ho
Lee Sang-hyeok
Bae Jun-sik
Lee Jae-wan
Kim Jeong-gyun
Kang Sun-gu

554.000$
3°-4° Cina Royal Never Give Up Cina Letme

Cina Mlxg
Cina Xiaohu
Cina Uzi
Cina Ming
Taiwan Firefox coach
Cina Y1HAN sostituto

Junze Yan

Shiyu Liu
Yuanhao Li
Zihao Jian
Senming Shi
Dingxiang Huang
hiwei Hu

287.000$
Cina Team WE Cina 957

Cina Condi
Cina Xiye
Corea del Sud Mystic
Corea del Sud Ben
Corea del Sud Homee coach
Corea del Sud Zero sostituto

Ke Chang Yu

Xiang Ren Jie
Su Han Wei
Jin Sung Jun
Nam Dong Hyun
Kim Nam-hoon
Yoon Kyung Sub

Season 8[modifica | modifica wikitesto]

L'Incheon Munhak Stadium, stadio dove si è tenuta la finale del torneo

L'ottava edizione del Campionato mondiale di League of Legends si è tenuta dal 1 ottobre al 3 novembre 2018 in alcune città della Corea del Sud. Ventiquattro squadre si sono qualificate per il torneo in base al loro posizionamento nei tornei regionali, come Cina, Europa e Corea del Sud, delle quali dodici passeranno al turno successivo.[74] Questa edizione del torneo è nota come la più imprevedibile nella storia di League of Legends.[75][76] L'edizione del torneo è l'evento eSports più visto della storia,[77] raggiungendo un picco di oltre 200 milioni di spettatori simultanei durante le finali. Attualmente, è il torneo più seguito nella storia di League of Legends, nonché di alcuni tornei di sport tradizionali, come il SuperBowl.[78][79]

La cerimonia di apertura ha avuto un enorme successo, con oltre 90 milioni di spettatori connessi durante le esibizioni, pubblicizzate sui social media.

La finale si è svolta il 3 novembre all'Incheon Munhak Stadium, ed ha visto vincitore il team cinese degli Invictus Gaming, diventando cosí il primo mondiale vinto da un team non coreano dal 2012. La serie di partite della finale è diventata anche la fase finale del campionato più veloce nella storia di esso, durando 85 minuti di gioco.[76] Gao "Ning" Zhen-Ning è stato premiato come MVP delle finali, grazie al suo contributo come leader della squadra durante la serie. Ning è il primo jungler ad aver ricevuto il premio MVP nella storia del torneo.[80][81]

Podio[modifica | modifica wikitesto]

Posizionamento Team Giocatori[82] Premio
ID Nome
Cina Invictus Gaming Corea del Sud TheShy

Cina Ning
Corea del Sud Rookie
Cina JackeyLove
Cina Baolan
Corea del Sud Kim coach
Corea del Sud Duke sostituto

Kang Seung-lok

Gao Zhen-Ning
Song Eui-jin
Yu Wen-Bo
Wang Liu-Yi
Kim Jeong-soo
Lee Ho-seong

843.750$
Unione europea Fnatic Belgio Bwipo

Danimarca Broxah
Danimarca Caps
Svezia Rekkles
Ungheria Hylissang
Canada Dylan coach
Francia sOAZ sostituto

Gabriël Rau

Mads Brock-Pedersen
Rasmus Winther
Martin Larsson
Zdravets Galabov
Dylan Falco
Paul Boyer

303.750$
3°-4° Stati Uniti Cloud9 Canada Licorice

Stati Uniti Blaber
Danimarca Jensen
Stati Uniti Sneaky
Stati Uniti Zeyzal
Corea del Sud Reapered coach
Corea del Sud RapidStar secondo coach
Danimarca Svenskeren sostituto

Eric Ritchie

Robert Huang
Nicolaj Jensen
Zachary Scuderi
Tristan Stidam
Han-gyu Bok
Min-sung Jung
Dennis Johnsen

157.500$
Unione europea G2 Esports Danimarca Wunder

Polonia Jankos
Croazia Perkz
Svezia Hjarnan
Corea del Sud Wadid
Germania GrabbZ coach

Martin Hansen

Marcin Jankowski
Luka Perkovic
Petter Freyschuss
Bae-in Kim
Fabian Lohmann

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Campionato Mondiale, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  2. ^ (EN) Behind League of Legends, E-Sports’s Main Attraction, su The New York Times. URL consultato il 25 luglio 2018.
  3. ^ (EN) Xing Li, The League of Legends Worlds final reached 60 million unique viewers, su dotesports.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  4. ^ (EN) Eric Van Allen, League of Legends World Finals Had A Freaking Dragon, su compete.kotaku.com, 11 aprile 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  5. ^ (EN) Julia Lee, The opening ceremony for the 2017 World Championship finals had a live performance and a dragon, su riftherald.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  6. ^ The League of Legends 2017 World Championship quarter finals have started, su The Daily Telegraph, 22 ottobre 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  7. ^ (EN) Wyatt Lyles, 2017 LoL World Championship Play-Ins: Fenerbahçe shines on Day 4, su ESPN, 26 settembre 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  8. ^ (EN) Support for Faker Floods in After 2017 League of Legends World Championship Defeat, su dexerto.com, 4 novembre 2017. URL consultato il 27 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  9. ^ (EN) Cassandra Marshall, How a dynasty was toppled at the League of Legends World Championship, su pcgamer.com, 5 novembre 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  10. ^ (EN) Matt Porter, League of Legends players raised over $2 million for charity during Worlds 2017 by buying Championship Ashe, su Daily Mail, 18 novembre 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  11. ^ Kushnood, Acquista Ashe Stagione 2017 e fai beneficenza!, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  12. ^ (EN) Alex Walker, More People Watched League Of Legends Than The NBA Finals, su kotaku.com, 21 giugno 2016. URL consultato il 27 luglio 2018.
  13. ^ (EN) Patrick Dorsey, 'League of Legends' ratings top NBA Finals, World Series clinchers, su ESPN, 3 dicembre 2014. URL consultato il 27 luglio 2018.
  14. ^ (EN) Michiel Buijsman, New Twitch Rankings: Top Games by Esports and Total Viewing Hours, su newzoo.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  15. ^ (EN) John Gaudiosi, ‘League of Legends’ video game championship is like the World Cup, Super Bowl combined, su Fortune. URL consultato il 27 luglio 2018.
  16. ^ Gli eSport entrano ufficialmente nei Giochi Olimpici Asiatici del 2022, su games.hdblog.it, 19 aprile 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  17. ^ (EN) Joon Ian Wong, Competitive video gaming is going to the 2022 Asian Games, but it’s been a medal sport for a decade, su qz.com, 19 aprile 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  18. ^ Gianluca Musso, eSport ai giochi olimpici di Parigi 2024: gli organizzatori valutano di inserirli tra le discipline dimostrative, su eurogamer.it, 26 aprile 2018. URL consultato il 27 luglio 2018.
  19. ^ Losanna, eSports, Videogiochi: il Cio apre, riconosciuti come sport, su La Gazzetta dello Sport, 28 ottobre 2017. URL consultato il 27 luglio 2018.
  20. ^ Luca Guerra, Gli esports ai Giochi Olimpici di Parigi 2024? Più di un'idea, su Fox Sports. URL consultato il 27 luglio 2018.
  21. ^ (EN) Marissa Payne, Paris mulling inclusion of eSports in 2024 Olympic program, su The Washington Post. URL consultato il 25 luglio 2018.
  22. ^ (EN) Kien Lam, SK Telecom T1 wins World Championship again, su lolesports.com, 30 ottobre 2016. URL consultato il 27 luglio 2018.
  23. ^ (EN) David Segal, Behind League of Legends, E-Sports’s Main Attraction, su The New York Times, 10 ottobre 2014. URL consultato il 27 luglio 2018.
  24. ^ Filmato audio aAa vs fnatic - Grand Final Season 1 Championship, su YouTube, 28 gennaio 2013. URL consultato il 27 luglio 2018.
  25. ^ Tom Senior, League of Legends Season 1 Championship to have $100,000 prize pool, su pcgamer.com, 8 aprile 2011. URL consultato il 27 luglio 2018.
  26. ^ (EN) DreamHack Summer 2011 - League of Legends Season One Championship, su esportsearnings.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  27. ^ (EN) John Funk, League of Legends Championship Draws 1.69 Million Viewers, su escapistmagazine.com, 23 giugno 2011. URL consultato il 27 luglio 2018.
  28. ^ (EN) Worlds Season 1, su lol.gamepedia.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  29. ^ (EN) The League of Legends Season 2 World Championship Live from the Galen Center, su IMDb. URL consultato il 27 luglio 2018.
  30. ^ Spinn, Scontro finale - Mondiali Stagione 2, TPA, su leagueoflegends.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  31. ^ (EN) Rod Breslau, League of Legends Season 2 Championships most watched eSports event of all time, su gamespot.com, 22 ottobre 2012. URL consultato il 27 luglio 2018.
  32. ^ (EN) League of Legends Season 2 World Championship, su esportsearnings.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  33. ^ (EN) Stephany Nunneley, League of Legends Season 3 World Championship takes place October 4, su vg247.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 27 luglio 2018.
  34. ^ (EN) Megan Farokhmanesh, League of Legends 2013 World Championship winner crowned, su Polygon, 5 ottobre 2013. URL consultato il 27 luglio 2018.
  35. ^ Nino Grasso, 32 milioni di spettatori per le finali di League of Legends, su gaming.hwupgrade.it, 20 novembre 2013. URL consultato il 27 luglio 2018.
  36. ^ Redbeard, 32 milioni di spettatori per il Mondiale di LoL, su leagueoflegends.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  37. ^ a b (EN) League of Legends Season 3 World Championship, su esportsearnings.com. URL consultato il 27 luglio 2018.
  38. ^ (EN) Riot Redbeard, World Championship 2014 Preliminary Schedule, su na.leagueoflegends.com. URL consultato il 2 agosto 2018.
  39. ^ Spinn, Scontro finale - Mondiali Stagione 4, SSW, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato il 2 agosto 2018.
  40. ^ (EN) League of Legends 2014 World Championship, su esportsearnings.com. URL consultato il 2 agosto 2018.
  41. ^ Gli Imagine Dragons condividono il nuovo brano 'Warriors', su rockol.it, 18 settembre 2014. URL consultato il 2 agosto 2018.
  42. ^ Imagine Dragons – Shot, su clubgenerationradio.com, 9 marzo 2015. URL consultato il 2 agosto 2018 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2018).
  43. ^ Filmato audio Imagine Dragons: Warriors | Worlds 2014 - League of Legends, su YouTube, 17 settembre 2014. URL consultato il 2 agosto 2018.
  44. ^ (EN) AFP Relax, Imagine Dragons teams with 'League of Legends' for $2.3m tournament, su Yahoo, 19 settembre 2014. URL consultato il 2 agosto 2018.
  45. ^ (EN) Nathan Francis, Watch ‘League Of Legends’ World Championship 2014 Live Online, su inquisitr.com, 21 settembre 2014. URL consultato il 2 agosto 2018.
  46. ^ (EN) Worlds 2014 by the numbers, su riotgames.com, 1º dicembre 2014. URL consultato il 2 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2016).
  47. ^ (EN) Tom Magrino, [Le finali sono state guardate da 36 milioni di persone, con un picco di visualizzazioni simultanee di 14 milioni di spettatori. Meet the 2015 World Championship teams!], 10 settembre 2015. URL consultato il 10 agosto 2018.
  48. ^ (EN) Redbeard, Introducing the new Mid-Season Invitational, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato il 10 agosto 2018.
  49. ^ a b (EN) Neda Salamat, Pillars of the league: LCS coaches, su ESPN.com, 23 maggio 2016. URL consultato il 10 agosto 2018.
  50. ^ (EN) Redbeard, Worlds 2015 to be held in Europe, su na.leagueoflegends.com. URL consultato il 10 agosto 2018.
  51. ^ Roberto Pansi, League of Legends batte l'NBA per numero di spettatori, su everyeye.it, 23 giugno 2016. URL consultato il 10 agosto 2018.
  52. ^ Sara Vitale, Numeri incredibili intorno ai Worlds 2015!, su legacygopro.com. URL consultato il 10 agosto 2018 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2018).
  53. ^ (EN) Matthew Figueira, The viewership of the 2015 League of Legends World Championship toppled Riot’s expectations, su criticalhit.net, 10 dicembre 2015. URL consultato il 10 agosto 2018.
  54. ^ (EN) Worlds 2015, su lol.gamepedia.com. URL consultato il 10 agosto 2018.
  55. ^ a b c d Dati sui Mondiali 2016, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato il 10 agosto 2018.
  56. ^ (EN) Whalen Rozelle, 2016 World Championship hits North America, su lolesports.com, 17 febbraio 2016. URL consultato il 10 agosto 2018.
  57. ^ (EN) Ryan Gilliam, Here’s the bug that got Aurelion Sol disabled for another day at Worlds, su riftherald.com, 30 settembre 2016. URL consultato il 10 agosto 2018.
  58. ^ Marco Procida, SK Telecom T1 è tre volte campione mondiale di League of Legends, su eurogamer.it. URL consultato il 10 agosto 2018.
  59. ^ (EN) Kien Lam, SK Telecom T1 wins World Championship again, su lolesports.com, 30 ottobre 2016. URL consultato il 10 agosto 2018.
  60. ^ a b (EN) Worlds 2016, su lol.gamepedia.com. URL consultato il 10 agosto 2018.
  61. ^ a b Aggiornamento Campionato Mondiale 2017, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato l'11 agosto 2018.
  62. ^ (EN) Riot Magus, 2017 International Events, su lolesports.com, 8 febbraio 2017. URL consultato l'11 agosto 2018.
  63. ^ Federico Cattini, Superguida Mondiali di League of Legends 2017, su outplayed.it, 20 settembre 2017. URL consultato l'11 agosto 2018.
  64. ^ (EN) Julia Lee, Ornn will be disabled at Worlds 2017, su riftherald.com, 18 agosto 2017. URL consultato l'11 agosto 2018.
  65. ^ a b Antonino Geloso, LoL World Championship 2017: i Samsung Galaxy Sono I Nuovi Campioni!, su esports.thegamesmachine.it, 4 novembre 2017. URL consultato l'11 agosto 2018.
  66. ^ (EN) Riot Magus, Update: Fan Contributions to Worlds Prize Pool, su lolesports.com, 28 ottobre 2016. URL consultato l'11 agosto 2018.
  67. ^ Emmanuel Cantarelli, I guadagni del terzo trimestre di Tencent hanno rivelato che le views dei worlds sono raddoppiate rispetto allo scorso anno, su gazzettadegliesports.it. URL consultato l'11 agosto 2018 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2018).
  68. ^ Gianluca Musso, Riot vince uno Sports Emmy per la coreografia del World Championship 2017 di League of Legends, su eurogamer.it. URL consultato l'11 agosto 2018.
  69. ^ BI0MAJOR & ONIATSERJ, /Dev: Evocare Il Drago Ai Mondiali, su nexus.leagueoflegends.com. URL consultato l'11 agosto 2018.
  70. ^ Filmato audio Bismut, Worlds 2017 Opening Ceremony | Legends Never Die - League of Legends, su YouTube, 4 novembre 2017. URL consultato l'11 agosto 2018.
  71. ^ (EN) Wyatt Lyles, 2017 LoL World Championship Play-Ins: Fenerbahçe shines on Day 4, su ESPN.com, 26 settembre 2016. URL consultato l'11 agosto 2018.
  72. ^ (EN) Support for Faker Floods in After 2017 League of Legends World Championship Defeat, su dexerto.com, 4 novembre 2017. URL consultato l'11 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  73. ^ (EN) Worlds 2017, su lol.gamepedia.com. URL consultato il 13 novembre 2018.
  74. ^ Città e date del Campionato Mondiale 2018 in Corea, su euw.leagueoflegends.com. URL consultato il 13 novembre 2018.
  75. ^ Giovanni Calgaro, LoL Worlds 2018 il “sottosopra” coreano: tutte le bizzarrie del mondiale, su everyeye.it, 2 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  76. ^ a b (EN) Tyler Erzberger, Fnatic, Worlds 2018 and the pain of believing, su ESPN, 5 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  77. ^ Francesco Lombardo, Worlds 2018: numeri da capogiro per il mondiale di League of Legends, su SNAI, 9 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  78. ^ Giandomenico Tiseo, eSports, Mondiali LOL 2018: boom della finale, numero di share maggiori del SuperBowl!, su oasport.it, 5 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  79. ^ (EN) Aprita Tewari, League of Legends in 2018 was the World’s Most Viewed Esports Game in History, su talkesport.com, 8 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  80. ^ (EN) Rita Liao, China’s frenzy over League of Legends championship sheds light on esports growth, su techcrunch.com, 6 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  81. ^ (EN) David Jang, Ning is your 2018 League of Legends World Championship Finals MVP, su invenglobal.com, 3 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  82. ^ (EN) Worlds 2018, su lol.gamepedia.com. URL consultato il 13 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]