Cuphead

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cuphead
videogioco
Cuphead promo logo ddwtd.png
Logo del gioco
PiattaformaMicrosoft Windows, Xbox One, macOS, Nintendo Switch, Tesla
Data di pubblicazioneWindows, Xbox One:
Mondo/non specificato 29 settembre 2017

macOS:
Mondo/non specificato 19 ottobre 2018
Nintendo Switch:
Mondo/non specificato 18 aprile 2019

Tesla:
Mondo/non specificato 26 Settembre 2019
GenereSparatutto a scorrimento
OrigineCanada
SviluppoStudio MDHR
PubblicazioneStudio MDHR
DirezioneChad Moldenhauer, Jared Moldenhauer
ProduzioneMarija Moldenhauer, Ryan Moldenhauer
DesignJared Moldenhauer
ProgrammazioneEric Billingsley, Kezia Adamo, Tony Coculuzzi, Thomas Pryde
Direzione artisticaChad Moldenhauer
SceneggiaturaEvan Skolnick
MusicheKristofer Maddigan
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputGamepad, tastiera
Motore graficoUnity
SupportoDownload
Distribuzione digitaleSteam, Xbox Live, Nintendo eShop
Fascia di etàCEROA · ESRBE10+ · OFLC (AU): PG · PEGI: 3

Cuphead è un videogioco run 'n' gun del 2017, sviluppato e pubblicato dai fratelli Chad e Jared Moldenhauer di StudioMDHR disponibile per Windows e Xbox One ed è uscito in tutto il mondo il 29 settembre 2017. Una conversione per macOS è stata distribuita il 19 ottobre 2018. Il 18 aprile 2019 il gioco è stato pubblicato anche per Nintendo Switch.[1]

Il 26 settembre 2019 viene pubblicato per Tesla.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia si svolge sulla fittizia Isola Calamaio, dove due fratelli gemelli, Cuphead e Mugman, vivono insieme al loro nonno, Nonno Bricco. I due, un giorno, si perdono sulla strada del ritorno a casa, e arrivano al Casinò del Diavolo, dove iniziano ad ottenere una scia di vittorie con i dadi. Il manager del locale, Re Dado, chiama allora il proprietario in persona, il Diavolo, che propone loro una sfida: un altro tiro buono e i fratelli avranno tutti i soldi del casinò, altrimenti dovranno dargli le loro anime. Cuphead casca nel trucco e tira i dadi, perdendo. I due fratelli chiedono una soluzione alternativa, e il Diavolo gli propone di andare in giro per l'isola a prendere i contratti di tutti gli altri abitanti che gli devono l'anima, ma di farlo entro un giorno o le loro anime andranno perdute. Per aiutarli, Nonno Bricco gli dà una pozione che gli permette di sparare colpi di energia dalle loro dita.

I due viaggiano per tutta l'Isola Calamaio e recuperano i contratti da tantissimi personaggi bizzarri, per poi tornare al casinò. Là, i due vengono accolti da Re Dado; aveva scommesso con il Diavolo che i due fratelli avrebbero fallito la loro missione ma è deciso a non perderla, e quindi li sfida in un combattimento, venendo sconfitto. I due si trovano al cospetto di Pigliatutto, che in cambio dei contratti avrebbe fatto unire Cuphead e Mugman alla sua squadra; a questo punto, il giocatore può decidere se dare i contratti al Diavolo o no.

Se il giocatore dà i contratti al Diavolo, questo maledice le anime di Cuphead e Mugman, trasformandoli in suoi crudeli servi, e il gioco finisce.

Se il giocatore si rifiuta, i due protagonisti affrontano il Diavolo in una bizzarra e alquanto difficile battaglia, dalla quale escono vittoriosi, costringendo il Diavolo ad arrendersi (e a fargli abbandonare il piano segreto di prendere il controllo dell'Isola) e bruciando tutti i contratti. I due tornano a casa e annunciano la notizia a tutti gli abitanti dell'Isola, che festeggiano i due eroi per il loro atto di altruismo.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore comanda Cuphead o Mugman, che deve sconfiggere una serie di boss al fine di ripagare il suo debito con il Diavolo. Lo stile grafico del gioco è ispirato ai cartoni animati americani degli anni trenta, in particolare ai lavori dei fratelli Max e Dave Fleischer e alcuni di Walt Disney e Ub Iwerks. Anche la colonna sonora (composta da Kristofer Maddigan) è in tema: in essa abbondano infatti molti pezzi di genere ragtime e più in generale jazz (anche se non mancano altri generi, come il valzer di chiara ispirazione circense dell'Isola Calamaio 2, sia eseguiti solo al pianoforte e sia da tutta l'orchestra tipica jazzistica (con i temi musicali lasciati in prevalenza a tromba, sassofono e clarinetto, ma senza dimenticare altri strumenti come il vibrafono). Alcuni dei brani sono eseguiti in versioni diverse (solo piano o con orchestra) e vengono eseguiti dal gioco in momenti diversi in base all'ambientazione.

Il giocatore inizia perdendo una scommessa con Pigliatutto, e passa l'intero tempo di gioco nel tentativo di ripagarlo. Il gioco si basa su continue battaglie con i boss (oltre che a brevi livelli in stile run 'n' gun) ed ha una struttura a livelli ramificata[3]. I livelli sono accessibili tramite una mappa del mondo, esplorabile come in un GDR, la quale, a sua volta, ha i suoi passaggi segreti per raggiungere certe aree senza superare dei determinati livelli.

Cuphead ha vite infinite (intese come tentativi), mantiene le sue armi dopo la morte[3] ed ha un'abilità di parata che, se utilizzata per parare oggetti di colore rosa, riempirà una barra che gli permetterà di eseguire mosse speciali. Inoltre, il gioco prevede una modalità cooperativa, che permette di aggiungere un secondo giocatore umano durante le battaglie contro i boss. In questo caso, il secondo giocatore userà Mugman o Cuphead (a seconda di chi dei due fratelli sia usato dal primo giocatore).

Quando Cuphead o Mugman viene sconfitto, si trasforma in un fantasma che ascende in cielo: giocando in modalità cooperativa, uno dei due giocatori può utilizzare l'abilità di parata sul cuore rosa impresso sullo spirito del giocatore sconfitto per riportarlo in gioco, ripristinando però un solo punto salute. Ciò sarà possibile soltanto le prime volte, poi l'ascensione dell'anima sarà sempre più veloce e diverrà impossibile riportare in vita il giocatore.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Cuphead: un ragazzo caratterizzato dai pantaloncini rossi, la testa a forma di tazza semi-sferica e il nasino rosso. Ha anche una cannuccia in testa piegata in due.
  • Mugman: fratello di Cuphead. È molto simile a lui, ma ha un naso blu più grosso, la cannuccia dritta, pantaloncini blu e una testa-tazza cilindrica.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Nonno Bricco: Elder Kettle in originale, è il nonno di Cuphead e Mugman. È una teiera con i baffi e il bastone. Dà ai nipoti alcune informazioni sull'isola o sui boss.
  • Satanasso Pigliatutto: The Devil in originale, è l'antagonista principale del gioco. Il suo aspetto ricorda quello del diavolo presente nel cortometraggio La caverna dei diavoli. Ha fatto un patto con quasi l'intera Isola Calamaio e ora attende che il suo debito venga pagato. Non ottenendolo, incaricherà Mugman e Cuphead di prendere le anime dei suoi debitori. Se i due protagonisti si rifiuteranno di consegnargli i contratti di tutti i boss precedenti, questi saranno costretti a combattere contro di lui. Durante la battaglia attaccherà usando il suo forcone che lancia fiamme blu e rosa oppure si trasformerà in animali solitamente associati alla sua figura, come un drago, un caprone e un ragno; inoltre compariranno continuamente dai lati dello schermo i suoi diavoletti viola (simili a quelli del cortometraggio di Betty Boop Red Hot Mama) che lo aiuteranno a danneggiare il giocatore. Dopo questa prima fase il Diavolo si toglierà la pelle e scapperà attraverso un condotto per fuggire dalla sua sala del trono occupata dalle fiamme e il giocatore lo ritroverà su delle piattaforme di roccia, dove sarà gigantesco. Qui il Diavolo attaccherà con bombe e piccone che gli escono dagli occhi e dalle orecchie e dopo inizierà a piangere attaccando con le sue lacrime di fuoco. Inoltre sarà spalleggiato da diavoli volanti viola e azzurri. Se sconfitto, il Diavolo sarà costretto ad arrendersi (e a fargli mollare il piano segreto di prendere il controllo dell'Isola) bruciando tutti i suoi contratti. La sua battaglia si chiama Tempi da Inferno (One Hell of a Time).
  • Re Dado: King Dice in originale, è il penultimo boss del gioco e braccio destro del Diavolo. Caratterizzato dalla testa a dado viola con i baffetti, è elegante e carismatico, ma anche subdolo e viscido, devoto fino all'ultimo al Diavolo (che lo chiamerà scherzosamente "il mio lacchè buono a nulla"). Controllerà la porta del casinò, impedendo a Cuphead e Mugman di entrare prima di aver raccolto le anime o dopo che avranno battuto i boss in modalità difficile o più. Una volta raccolti tutti i contratti, si scoprirà che aveva scommesso col Diavolo che i due fratelli avrebbero fallito e perciò decide di aizzare loro i suoi scagnozzi per non perdere (è probabile che avesse scommesso il posto di lavoro o l'anima col suo capo). Nella battaglia, lancerà un dado che porterà ad un'ignota casualità o servo che i fratelli dovranno affrontare, finché non si affronterà Re Dado e quest'ultimo non sarà sconfitto. È ispirato al cantante jazz Cab Calloway, mentre il volto ha una somiglianza notevole con quello di Walt Disney e quello del Postiglione del film Pinocchio del 1940. La sua battaglia si chiama Fine dei Giochi! (All Bets are Off!).
  • Cotechino: Porkrind in originale, è un maiale guercio che vende ai fratelli strumenti utili per battere un boss o superare un livello.
  • Calice delle Meraviglie: Legendary Chalice in inglese, è un'entità angelica che abita nelle urne dei santuari. Cuphead e Mugman dovranno proteggerla per un lasso di tempo da dei fantasmi per ottenere una nuova abilità o arma. È stata confermata come personaggio giocabile in Cuphead: The Delicious Last Course con il nome di Ms. Chalice.

Serie Animata[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2019, Netflix ha annunciato The Cuphead Show!, una serie animata basata sul gioco. Conterrà le avventure di Cuphead e Mugman sull'Isola Calamaio, esplorando aree e incontrando personaggi oltre a quelli del videogioco. Mentre la serie sarà destinata ai bambini, StudioMDHR ha anche previsto che includeranno umorismo e gag per l'apprezzamento del pubblico adulto. La serie sarà animata, ma non sarà fatta meticolosamente come il videogioco usando i metodi tradizionali di carta e penna, poiché ci vorrebbe troppo tempo per completarla, ma conterrà ancora personaggi e movimenti disegnati a mano, ma con l'aiuto di un supporto digitale. Chad e Jared Moldenhauer di StudioMDHR saranno produttori esecutivi insieme a CJ Kettler di King Features Syndicate. Dave Wasson e Cosmo Segurson saranno i coproduttori esecutivi, mentre Clay Morrow e Adam Paloian supervisioneranno i registi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Mottura, Cuphead per Nintendo Switch recensione: sbalordito il diavolo rimase, su everyeye.it, 18 aprile 2019. URL consultato il 19 aprile 2019.
  2. ^ Tesla, Introduzione aggiornamento 10.0, su youtube.com, 26 settembre 2019.
  3. ^ a b (EN) Mike Suszek, 1930s cartoon-inspired Cuphead targeting late 2014 on PC, su Engadget, 4 gennaio 2014. URL consultato il 5 marzo 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi