Rocket League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rocket League
videogioco
Rocket League coverart.jpg
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 4, Microsoft Windows, Xbox One, Linux, macOS, Nintendo Switch
Data di pubblicazioneWindows, PlayStation 4:
Mondo/non specificato 7 luglio 2015

Xbox One:
Mondo/non specificato 17 febbraio 2016
Nintendo Switch:
Mondo/non specificato 14 novembre 2017

GenereSport
OrigineStati Uniti
SviluppoPsyonix
PubblicazionePsyonix
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Motore graficoUnreal Engine 3
Distribuzione digitalePlayStation Network, Steam, Nintendo eShop, Xbox Live, Epic Games Store
Fascia di etàPEGI: 3
Preceduto daSupersonic Acrobatic Rocket-Powered Battle-Cars

Rocket League è un videogioco di calcio del 2015, sviluppato e pubblicato da Psyonix Studios per PlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows e Nintendo Switch. Dal 23 settembre 2020 è diventato free-to-play per tutte le piattaforme e aggiunto anche nel launcher di Epic Games.[1] Si tratta del sequel di Supersonic Acrobatic Rocket-Powered Battle-Cars (2008).

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore controllerà un'auto, detta Battle-Car, in un campo rettangolare con due porte ai lati più piccoli. Sono presenti due squadre (Arancione e Blu) da 1 a 4 giocatori. Lo scopo del gioco è di mandare il maggior numero di palle nella porta avversaria. La squadra che in 5 minuti avrà segnato più gol vincerà la partita. In caso di pareggio alla fine del tempo regolamentare si ricorrerà al golden goal in un tempo supplementare, ovvero un tempo illimitato in cui il primo goal segnato vale la vittoria della propria squadra e la fine all'incontro. Guidando sopra a dei cerchi gialli sparsi simmetricamente all'interno del campo di gioco è possibile ottenere circa un ottavo di turbo (12), mentre guidando sopra a delle sfere negli angoli ed in mezzeria laterale del campo di gioco è possibile ottenere la ricarica completa del turbo (100). Questo serve ad aumentare la velocità dell'auto del giocatore se utilizzato a terra, mentre se utilizzato in aria (grazie ad un salto) serve a sferrare colpi aerei più potenti rispetto a quelli sferrati grazie ad un semplice balzo; la quantità di turbo acquisita è presente nell'apposito indicatore posto nell'angolo in basso a destra sulla schermata di gioco. Se i server online dopo qualche secondo non trovano nessun giocatore da inserire nella partita vengono inseriti uno o più bot sostitutivi che si adeguano all'esperienza dei giocatori già presenti in gioco, ma solo se la partita non è valida per il ranking ufficiale di Rocket League, altrimenti il gioco annulla l'incontro per mancanza di partecipanti, per non favorire una delle due squadre.

Ca-R-lcio (Soccar)
Nella modalità "Ca-R-lcio" ("Soccar" nella versione inglese), su un campo da calcio, o varianti grafiche, le due squadre, composte da 1, 2, 3 o 4 giocatori ciascuna, dovranno segnare un numero di goal maggiore degli avversari nella porta di questi ultimi, utilizzando un classico pallone sferico.
Snowday
La modalità Snowday trasporta le auto dei giocatori su un campo di hockey su ghiaccio dove, al posto del classico pallone sferico, le due squadre, composte da 3 giocatori ciascuna, dovranno raggiungere l'obiettivo utilizzando proprio un disco da hockey; i movimenti e la velocità del disco sono notevolmente diversi rispetto al classico pallone sferico.
Hoops
La modalità Hoops trasporta le auto dei giocatori in un classico campo da pallacanestro dove le due squadre, composte da 2 giocatori ciascuna, dovranno riuscire a segnare quanti più canestri possibili nel cesto avversario.
Rumble
La modalità Rumble ("Rissa", nella versione italiana) è una modalità Ca-R-lcio in cui ai giocatori vengono assegnati poteri speciali casuali con cui intervenire drasticamente sull'esito di un'azione o sul comportamento di un avversario.
Dropshot
Aggiunta con l'aggiornamento nei primi mesi del 2017. La partita si svolge in una arena di gioco ottagonale, il cui pavimento è suddiviso in pannelli, che vengono distrutti quando colpiti dal pallone. I giocatori devono distruggere il pavimento della metà campo avversaria al fine di farvi "cadere" il pallone fuori dall'arena.

Competitivo[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco presenta anche una modalità competitiva, che segue le regole di gioco base e attribuisce al giocatore un grado per ciascuna delle modalità di gioco (1v1, 2v2, 3v3 standard e 3v3 solo).

Modalità a tempo[modifica | modifica wikitesto]

Corsa sulle punte
Aggiunta nell'aggiornamento estivo 2019 "Radical summer" e riproposto agli inizi di aprile 2020.
La modalità rispecchia le regole del gioco normale con alcune particolarità che la differenziano: qualche secondo dopo che un giocatore effettua il primo tocco sulla palla, a tutti i giocatori compariranno delle spine sulla propria vettura, permettendo così di appiccicare la palla alla propria vettura quando essa colpisce la palla.
Quando un giocatore prende palla, il turbo si disattiva. Quando un giocatore tocca la palla nonostante essa sia già attaccata a un altro giocatore, essa si attacca all'ultimo che la colpisce.
Cercatore del Calore
In questa modalità, solitamente in squadre composte da 2 o 3 giocatori, la palla, dopo essere stata colpita, si dirigerà automaticamente fino alla porta avversaria; ogni colpo la renderà più veloce, e quindi più difficile da prendere. La palla presenta una scia luminosa che la rende simile ad uno spettro (è stata infatti usata per simulare un fantasma durante l'evento HAUNTED HALLOWS, risalente a ottobre-novembre del 2020, colorandola di verde e rosa).

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 febbraio 2014, Psyonix conferma il sequel di Supersonic Acrobatic Rocket-Powered Battle-Cars, chiamato Rocket League.[2][3]

Il gioco è stato reso giocabile in una closed alpha per PC a febbraio 2015, e successivamente in due sessioni di closed beta per PlayStation 4 ad aprile[4] e maggio 2015.[5]

Il 3 giugno 2015, viene ufficializzata la data di lancio al 7 luglio 2015 per PlayStation 4 e PC, e viene rivelato che la macchina di Sweet Tooth (personaggio della serie Twisted Metal) è sbloccabile nel gioco in esclusiva PS4.[6]

A luglio 2015, mese della sua uscita, ha fatto parte della Instant Game Collection del PlayStation Plus in Nord America, Europa e Oceania.

A settembre 2020 il gioco è diventato free-to-play.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Rocket League (Official Game Soundtrack)
ArtistaMike Ault
Tipo albumColonna sonora
Pubblicazione2015
Durata59:41
GenereElectronic dance music
EtichettaPsyonix

La colonna sonora ufficiale di Rocket League è stata pubblicata il 1 luglio 2015 sia in disco che digitale. Essa contiene composizioni originali del sound designer della Psyonix Mike Ault con altre collaborazioni.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rocket League Theme – 1:28 (musica: Mike Ault)
  2. Angel Wings (feat. Avianna Acid) – 6:08 (musica: Mike Ault)
  3. Darkness – 7:30 (musica: Mike Ault e Christian De La Torre)
  4. Flying Forever (feat. Morgan Perry) – 6:05 (musica: Mike Ault)
  5. I Can Be (feat. Crysta) – 4:18 (musica: Mike Ault)
  6. In My Dreams (feat. Nikki Wilkins) – 6:24 (musica: Mike Ault)
  7. Lacuna – 7:10 (musica: Mike Ault)
  8. Love Thru the Night (feat. Morgan Perry) – 5:08 (musica: Mike Ault)
  9. We Speak Chinese – 4:38 (musica: Mike Ault e Abandoned Carnival)
  10. Seeing Whats Next – 3:19 (musica: Hollywood Principle)
  11. Whiplash – 7:17 (musica: Hollywood Principle)
  12. Theraphy – 3:13 (Conro)

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Valutazioni professionali
Testata Versione Giudizio
IGN - 9,3/10[7]
PC Gamer PC 87/100[8]
Polygon PS4, PC 9/10[9]
VideoGamer.com PS4 7/10[10]
Metro PS4 9/10[11]
Gamestyle PC 10/10[12]
Shacknews PS4 8/10[13]

La critica, già alla versione beta del gioco, è stata molto positiva. Con i critici che lodano il fatto che sia "coinvolgente e divertente", così come le immagini di gioco "sono molto dettagliate".[13][14] Dopo E3 2015, il gioco riceve diverse nomination e premi, fra cui il premio come Miglior Gioco Sportivo dell'E3 2015 da PlayStation Universe[15] e il premio come Miglior Gioco Multiplayer dell'E3 2015 da GamingTrend.[16]

Rocket League ha ricevuto generalmente recensioni positive, dove la maggior parte dei revisori lodano la componente multiplayer, definendola divertente, semplice e coinvolgente, definendolo uno dei migliori giochi competitivi degl'ultimi anni.[10][11][17] Alcuni utenti hanno però fatto notare che i semplici concetti fondamentali smentiscono la vera profondità del gioco, che nasce da una comprensione sviluppata della fisica e della meccanica di controllo "fluttuante".[7][9]

Vendite[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2015, Psyonix annuncia che sono presenti rispettivamente 120,000 e 100,000 giocatori fissi su PlayStation 4 e Microsoft Windows.[18][19] il 14 luglio raggiunge i 2 milioni di download.[20] 3 giorni dopo, il numero raddoppia a 4 milioni.[21]

A fine luglio 2015, il gioco va oltre i 5 milioni di download[22], con 179,000 giocatori fissi[23][24]. Psyonix dichiara che non si aspettavano un così rapido successo, che è andato ben oltre le loro aspettative.[25]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Devin Connors, Rocket League Coming to Nintendo Switch for Holiday 2017, su Sito ufficiale, 13 giugno 2017. URL consultato il 4 settembre 2017.
  2. ^ (EN) Title announcement, su psyonix.com. URL consultato il 3 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2015).
  3. ^ (EN) Michael Martin, Psyonix Announces Rocket League Coming Spring 2015, su IGN, 23 ottobre 2014. URL consultato il 1º giugno 2015.
  4. ^ (EN) Jeremy Dunham, Rocket League closed beta starts today – sign up now, su Playstation Blog, 24 aprile 2015. URL consultato il 1º giugno 2015.
  5. ^ (EN) Matthew Bennette, Rocket League second beta test begins today on PS4, su Electronic Gaming Monthly, 13 maggio 2015. URL consultato il 1º giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2015).
  6. ^ (EN) Mike Mahardy, Twisted Metal's Sweet Tooth Joins Rocket League, su IGN, 3 giugno 2015. URL consultato il 4 giugno 2015.
  7. ^ a b (EN) Brandin Tyrrel, Rocket League reivew: Sports Cars, su IGN, 14 luglio 2015. URL consultato il 18 luglio 2015.
  8. ^ (EN) Matt Elliot, ROCKET LEAGUE, su PC Gamer, Future plc, 13 luglio 2015. URL consultato il 18 luglio 2015.
  9. ^ a b (EN) Ben Kuchera, Rocket League review: Fever Pitch, su Polygon, 27 luglio 2015. URL consultato il 28 luglio 2015.
  10. ^ a b (EN) Steven Burns, Rocket League Review, su videogamer.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  11. ^ a b (EN) Mr. Pinkerton, Rocket League review – the beautiful car game, su Metro, DMG Media, 7 luglio 2015. URL consultato il 7 luglio 2015.
  12. ^ (EN) Bradley Marsh, Rocket League Review, su Gamestyle, 8 luglio 2015. URL consultato l'8 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2015).
  13. ^ a b (EN) Ozzie Mejia, Rocket League review: premium league, Shacknews.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  14. ^ (EN) Robert Summa, Rocket League on PS4: You should be playing this, su Destructoid, 30 aprile 2015. URL consultato il 1º giugno 2015.
  15. ^ (EN) Simon Sayers, E3 2015 Awards: Best Sports Game, PlayStation Universe, 19 giugno 2015. URL consultato il 21 giugno 2015.
  16. ^ (EN) Kenneth Shepard, Gaming Trend’s Best of E3 2015 Awards, su GamingTrend, 22 giugno 2015. URL consultato il 22 giugno 2015.
  17. ^ (EN) Neil Bolt, Rocket League Review: one of the best multiplayer experiences of this generation, PSU.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  18. ^ (EN) Rocket League status, su Twitter, Psyonix.
    «WOW! We have shattered our all-time concurrent players high -- 120,000!!!».
  19. ^ (EN) Rocket League status, su Twitter, Psyonix.
    «New all-time concurrent! 124,000 players.».
  20. ^ (EN) Damian Seeto, Rocket League Now Has Over 2 Million Downloads; Update Patch Coming Soon, Attack of the Fanboy. URL consultato il 30 luglio 2015.
  21. ^ (EN) Jason Dunning, Rocket League Crosses 4 Million Downloads on PS4 & PC, Upcoming Paid DLC Car Revealed, PlayStation Lifestyle. URL consultato il 30 luglio 2015.
  22. ^ (EN) Brian Crecente, Rocket League hits 5M downloads, more than double that of predecessor, su Polygon, 29 luglio 2015. URL consultato il 30 luglio 2015.
  23. ^ (EN) Chris Pereira, Don't Worry, Rocket League Isn't Adding Power-Ups or Weapons, Gamespot. URL consultato il 25 luglio 2015.
  24. ^ (EN) Patrick Klepek, Rocket League Is So Good, Nobody Minds That The Servers Suck, su Kotaku, Gawker Media, 17 luglio 2015. URL consultato il 18 luglio 2015.
  25. ^ (EN) Alex Wawro, Why some old designs are worth revisiting: A Rocket League story, su Gamasutra, 21 luglio 2015. URL consultato il 30 luglio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]