Persona 5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Persona 5
videogioco
Persona 5 logo.svg
Logo del gioco
Titolo originaleペルソナ5
PiattaformaPlaystation 3, Playstation 4
Data di pubblicazioneGiappone 15 settembre 2016
Mondo/non specificato 4 aprile 2017

Royal:
Giappone 31 ottobre 2019
Mondo/non specificato 31 marzo 2020

GenereVideogioco di ruolo alla giapponese
OrigineGiappone
SviluppoAtlus
DirezioneKatsura Hashino
ProduzioneKatsura Hashino
DesignNaoya Maeda
ProgrammazioneYujiro Kosaka
Direzione artisticaMasayoshi Suto, Shigenori Soejima
SceneggiaturaShinji Yamamoto, Yuichiro Tanaka, Katsura Hashino
MusicheShoji Meguro
SerieShin Megami Tensei: Persona
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock 3, DualShock 4
SupportoBlu-ray Disc
Fascia di etàCEROC · ESRBM · OFLC (AU): MA · PEGI: 16 · USK: 16
Preceduto daPersona 4

Persona 5 (ペルソナ5 Perusona Faibu?) è un videogioco di ruolo di genere JRPG[1] e simulatore di vita per PlayStation 3 e PlayStation 4. È il sesto titolo della serie videoludica Persona, creata dalla Atlus[1]. Il gioco, dopo numerosi annunci e ritardi[1], è stato alla fine pubblicato per la prima volta in Giappone il 15 settembre 2016, ed in seguito poi localizzato e ha raggiunto l'America e, grazie al contributo della Deep Silver, l'Europa e l'Australia il 4 aprile 2017.[2]

Il gioco riprende molti aspetti, meccaniche ed elementi dai suoi predecessori, soprattutto Shin Megami Tensei: Persona 3 e Shin Megami Tensei: Persona 4[1]. Il giocatore muoverà un protagonista silente, che si trasferisce in una nuova città e in una nuova scuola. Assieme ad altri studenti, egli fonda una squadra per combattere gli Shadow, entità maligne parte inconscia degli esseri umani, che albergano all'interno di un mondo alternativo e vessano i deboli e i loro subordinati, e che rimangono impuniti per i loro misfatti. Compito dei Phantom Thieves dunque, con il potere dei Persona, creature nate dal loro inconscio dotate di poteri straordinari, è di combattere contro gli Shadow all'interno dei Palazzi, luoghi dove rifugiano Shadow speciali che devono sconfiggere per rubare Tesori e, contemporaneamente, "rubare il cuore" alle loro controparti reali, per fermare le loro mire malvagie.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tentando di fermare un'aggressione ai danni di una donna, il protagonista del gioco, un ragazzo sedicenne (il cui nome viene scelto dal giocatore), dopo aver ferito involontariamente l'uomo colpevole, viene denunciato e arrestato dalla polizia. A causa di ciò, la sua fedina penale viene macchiata e per questo viene espulso dalla sua vecchia scuola e costretto a trasferirsi a Tokyo, per frequentare la Shujin Academy, l'unica scuola disposta ad accettarlo. Il giovane va dunque a vivere nel quartiere di Yongen-Jaya, al caffè Leblanc gestito da Sōjirō Sakura, conoscente dei suoi genitori, che accetta di prenderlo sotto la sua custodia durante il suo anno di libertà vigilata.

Durante la sua prima notte a Tokyo, il Protagonista, dopo aver tentato di eliminare dal cellulare una strana app che aveva già cancellato in precedenza, si risveglia all’interno della “Velvet Room”, una misteriosa stanza “sospesa tra la realtà e il sogno” dalle sembianze di una prigione, in cui si trovano Igor, il padrone della Velvet Room, e le sue assistenti, le guardiane gemelle Justine e Caroline. Igor comunica al giocatore che lui è il “Trickster”, e che presto “comincerà la sua riabilitazione”, dopodiché il protagonista si sveglia.

La mattina dopo, mentre va a scuola, dopo aver cliccato nuovamente sull’app del giorno prima, il Protagonista si ritrova, assieme ad un altro studente della Shujin, Ryūji Sakamoto, in un misterioso e lugubre castello, che appare al posto della loro scuola. I due giovani, addentrandosi all'interno di esso, si imbattono nello Shadow di Suguru Kamoshida, loro professore della squadra di pallavolo, vestito da re, che ordina alle sue guardie di catturarli e rinchiuderli nelle celle sotterranee. In seguito decide di farli condannare a morte, ma prima che vengano giustiziati il Protagonista risveglia il potere del suo Persona, Arsene, con il quale elimina gli Shadow e salva il compagno. I due poi scappano dalla cella e, vagando per il luogo in cerca di un'uscita, si imbattono in Morgana, una creatura parlante con le sembianze di un gatto, il quale afferma di essere un “umano”. Anche Morgana si rivela essere un Persona-user, e spiega ai due ragazzi che il castello in cui si trovano è un Palazzo, un luogo che prende forma dai desideri distorti di una persona, come quelli di Kamoshida, che considera la Shujin il suo castello, e lui è il sovrano la cui volontà è assoluta, per cui attua metodi di insegnamento violenti e perpetra continui abusi ai danni dei suoi studenti.

Dopo essere scappati dal Palazzo con l'aiuto di Morgana, il Protagonista e Ryūji (che ha risvegliato a sua volta il suo Persona), in seguito ad un tentato suicidio da parte di una studentessa, Shiho Suzui, decidono di affrontare Kamoshida, accusandolo di essere la causa del gesto estremo della ragazza. Dopo che in risposta il professore minaccia che li avrebbe fatti espellere, come suggerito da Morgana, i due decidono di recarsi nel Metaverso, la dimensione alternativa dove si trova il Palazzo, per rubare il Tesoro, la fonte dei desideri distorti di Kamoshida, così da sventare le sue malvagie intenzioni e costringerlo a fare ammenda delle sue malefatte, "rubandogli il cuore".

Inoltre, il Protagonista scopre di possedere la Wild Card, un potere speciale che gli consente di invocare molteplici Persona. Per tale motivo, viene eletto leader della squadra, col nome in codice di Joker (in quanto, secondo Morgana, questo potere lo rende “il loro asso nella manica”). Inoltre, nella Velvet Room, Igor rivela al Protagonista di poter fondere i Persona per poterne ottenere nuovi, molto più potenti di quelli di prima.

A loro si unisce, poi, anche un'altra loro compagna, Ann Takamaki, che risveglia anche lei il suo Persona, per vendicare gli abusi che Kamoshida aveva compiuto contro la sua migliore amica Shiho. Dopo aver rubato il Tesoro del Palazzo, e sconfitto lo Shadow di Kamoshida, questo torna all'interno della sua controparte reale, che in seguito decide di confessare tutti i suoi crimini e di farsi arrestare.

I tre ragazzi e Morgana (che nel mondo reale ha le sembianze di un gatto in tutto e per tutto) decidono quindi di fondare il team dei Phantom Thieves of Hearts, che si incaricano della missione di contrastare la corruzione della loro società, combattendo coloro che compiono impuniti malefatte ai danni di altre persone, infiltrandosi nei Palazzi e nel Memento, altro luogo dove risiedono gli Shadow, per rubare i loro Tesori, e costringerli dunque a pentirsi e confessare le proprie azioni. Nel corso del tempo, al team si uniscono altri studenti che risvegliano i loro Persona per aiutare a contrastare gli Shadow a capo dei Palazzi: Yūsuke Kitagawa, giovane artista che si unisce al team per esporre il plagio delle opere d'arte e gli abusi contro lui e gli altri pupilli del suo mentore, Ichiryūsai Madarame; Makoto Niijima, presidentessa del concilio studentesco della Shujin che risveglia il suo potere contro lo Shadow del boss mafioso Junya Kaneshiro; Futaba Sakura, figlia adottiva di Sōjirō, che decide di abbandonare la sua vita da emarginata sociale nella sua stanza, per unirsi ai Phantom Thieves, ed aiutarli a sconfiggere il gruppo di hacker dei Medjed; Haru Okumura che decide di opporsi a suo padre, presidente della catena alimentare "Okumura Foods", e porre fine alle condizioni disumane a cui sottopone i suoi lavoratori. Successivamente si unisce a loro anche Gorō Akechi, giovane detective che dopo aver cercato di contrastarli, ritenendoli fuorilegge nel rubare il "cuore" delle persone, dopo aver scoperto la loro identità, decide di unirsi al gruppo per infiltrarsi nel Palazzo di Sae Niijima, sorella di Makoto e pubblico ministero al servizio del SIU (Unità Investigazioni Speciali), che ossessionata dal voler catturare il team, aveva fatto in modo di incriminarli anche dei misteriosi casi di crolli psicotici e spegnimenti mentali che avevano causato numerose vittime nel corso dell'anno.

Sconfitto lo Shadow di Sae e rubato il suo Tesoro, i Phantom Thieves si ritrovano, tuttavia, intrappolati nel Palazzo da un'imboscata di un gruppo di numerosi poliziotti. Per permettere ai compagni di scappare, il Protagonista decide di attirare la sicurezza del Palazzo e dei poliziotti solo su di sé, anche se ciò porta al suo arresto. Dopo essere stato portato nella centrale ed essere stato drogato e sottoposto a numerosi interrogatori violenti, il giovane viene interrogato da Sae, decisa a voler scoprire tutta la verità, pur essendo stata tagliata fuori dalle indagini sui Phantom Thieves. Durante l'interrogatorio (che si svolge durante l'intero gioco, tramite numerosi flashback) il Protagonista svela alla donna tutti i dettagli intorno ai casi affrontati, spiegando tutte le scoperte fatte sul Metaverso e le azioni compiute all'interno. Nonostante, poi, il giovane respinga l'accordo proposto da Sae di rivelare l'identità degli altri membri del team, in cambio della revoca della sua condanna, la donna decide di credergli e di aiutarlo nei suoi intenti. Il Protagonista, infatti, rivela che il traditore che aveva organizzato l'imboscata dei poliziotti fuori al Palazzo, in modo che fosse arrestato e portato nella sala interrogatori, è in realtà Akechi, che poco dopo, una volta che Sae abbandona la stanza, irrompe e apparentemente uccide il Protagonista con un colpo di pistola alla testa, che subito dopo pone tra le sue mani, per far sembrare la sua morte un suicidio. Tuttavia, questa si rivela essere una messa in scena architettata dal Protagonista e gli altri Phantom Thieves, che avevano già scoperto le vere intenzioni di Akechi, e per questo, pur accettando di infiltrarsi nel Palazzo di Sae assieme a lui, avevano solo finto di rubarle il Tesoro, in modo che il Palazzo rimanesse ancora intatto, e potessero attuare il loro piano. Dopo che Sae, seguendo le istruzioni del Protagonista, mostra ad Akechi il suo telefonino, egli viene trasportato, a sua insaputa, nella rappresentazione del Palazzo di Giustizia nel Metaverso, e si ritrova quindi ad uccidere in realtà una raffigurazione cognitiva del Protagonista, che nella realtà viene tratto in salvo da Sae e affidato segretamente a Sōjirō. Successivamente, ascoltando tramite una cimice le conversazioni dal telefonino di Akechi, scoprono che è lui il vero responsabile dei numerosi casi di crolli psicotici e di spegnimenti mentali.

Inoltre, si scopre che Akechi lavora come braccio destro al servizio di Masayoshi Shidō, un politico che aveva sfruttato il potere del giovane detective per sbarazzarsi di tutti i suoi avversari e oppositori, e perfino dei suoi alleati diventati inutili e scomodi (tra i quali anche il presidente Okumura e il preside della Shujin) e, soprattutto, di Wakaba Isshiki, madre di Futaba, alla quale aveva rubato la ricerca sul Metaverso, appropriandosi delle scoperte fatte della donna sulla scienza paranormale della realtà cognitiva umana, per poter aspirare incontrastato alla nomina come Primo ministro del Giappone. Per tale scopo, inoltre, Shidō, oltre a sfruttare il suo gran potere politico e le sue molteplici e forti influenze, fa in modo di accusare i Phantom Thieves dei crolli psicotici e dei spegnimenti mentale, e tutte le morti causate da questi, per ottenere sempre più consensi tra la gente. Si scopre, tra l'altro, che Shidō è proprio l'uomo che aveva tentato l'aggressione contro la donna e che aveva fatto arrestare il Protagonista. Il giovane, mentre è costretto a smettere di frequentare la scuola e, in generale, mostrarsi in pubblico, si infiltra assieme ai suoi compagni all'interno del Palazzo di Shidō. Qui, dopo essersi assicurati di poter raggiungere il Tesoro, i Phantom Thieves si scontrano con Akechi, che pur dotato di un straordinario potere, viene alla fine sconfitto; in seguito confessa che Shidō è suo padre e, quindi, il suo unico intento era stato vendicarsi di lui per averlo abbandonato da bambino. Quando scopre che il padre lo ha usato e, tramite una rappresentazione cognitiva, lo vede come una mera marionetta utile solo ad ubbidire a tutto ciò che gli chiedeva, per redimersi decide di sacrificarsi permettendo ai Phantom Thieves di scappare dall'imboscata della sua controparte cognitiva, ingaggiando con quest'ultima un fatale scontro a fuoco. Successivamente, dunque, i Phantom Thieves, tramite un video diffuso in tutto il mondo, respingono le bugie e le calunnie create da Shidō, e rivelano la sua vera identità e tutte le malefatte e i delitti compiuti, assicurando che avrebbero fermato i suoi piani, rubandogli il cuore. Il gruppo di giovani porta quindi a termine la missione, sconfiggendo lo Shadow di Shidō, e costringendolo a confessare a tutto il pubblico la verità su tutto ciò che aveva fatto. Contrariamente, però, alle aspettative del gruppo di giovani, la confessione di Shidō non suscita una gran reazione nelle persone, molte delle quali anzi continuano a sostenerlo; oltre a ciò, grazie alle azioni e l'influenza dei complici di Shidō, Sae non riesce ad organizzare un processo contro l'uomo.

Per tale motivo i Phantom Thieves, durante la Vigilia di Natale, provano come ultima risorsa ad arrivare nelle profondità del Memento e rubare il Tesoro qui nascosto, che avrebbe cambiato il cuore dell'intero pubblico. Giunti lì, scoprono che gli Shadow di coloro che avevano fatto arrestare e del resto delle persone di Tokyo sono imprigionati volontariamente all'interno di celle e prigioni, rinunciando alla libertà sulle proprie vite. Accettando, quindi, di affidare a qualcuno di più potente il proprio destino e la responsabilità delle loro scelte, essi trasformano il Tesoro nel Sacro Graal, un'entità che acquisisce poteri divini e che i Phantom Thieves non riescono a sconfiggere. Dopo averli battuti e cacciati dal Memento, il Sacro Graal rompe la parete che separa il Metaverso e il mondo reale, che diventa una terra infernale. Gli unici ad accorgersi di ciò sono il gruppo di giovani la cui esistenza, tuttavia, viene rinnegata dalle persone, e per questo ad uno ad uno iniziano a cessare di esistere e spariscono nel nulla.

Subito dopo il Protagonista si risveglia nella Velvet Room dove inizialmente Igor ordina alle sue aiutanti Justine e Caroline di condannarlo a morte per aver fallito la sua "riabilitazione". Dopo che, però, queste si ribellano, recuperano i loro veri ricordi e si ricongiungono nella loro identità originale: Lavenza. Questa rivela che aveva perso i suoi ricordi ed era stata divisa in due da “quello”, che non è il vero Igor, ma un impostore, chiamato Yaldabaoth, la vera identità del Sacro Graal, che aveva organizzato un piano per decidere le sorti dell'umanità, dando al Protagonista il potere del Trickster, colui capace di ribellarsi e ridare la speranza alle persone, e ad Akechi quello della sua controparte, destinata a portare distruzione e terrore. In seguito l'entità propone al Protagonista di unirsi a lui, per continuare a mantenere il controllo sull'umanità. Tuttavia, quando il giovane si rifiuta, Yaldabaoth scompare, permettendo la liberazione del vero Igor. Questo, assieme a Lavenza, aiuta il giovane a liberare gli altri membri dei Phantom Thieves, le cui anime erano rinchiuse nelle altre prigioni della Velvet Room. Si scopre, inoltre, che Morgana era stato creato da Igor, prima di essere spodestato e imprigionato da Yaldabaoth, per aiutare il Trickster nella sua missione per sconfiggere l'entità malvagia e riportare la pace nel mondo.

Tornati nel mondo reale, i Phantom Thieves si misurano nuovamente con Yaldabaoth, che dopo essere stato sconfitto nella sua forma di Sacro Graal, rivela il suo vero corpo, un'enorme creatura senza volto dotata di grosse ali e sette braccia. Dopo aver inizialmente piegato il gruppo di ragazzi, quando la gente ricorda la loro esistenza e le azioni da loro compiute, iniziano a sostenerli unanimemente a sconfiggere l'entità. Grazie a ciò il Protagonista riesce ad attuare il suo Second Awakening (secondo risveglio), invocando così il Persona Satanael, che alla fine riesce a sconfiggere Yaldabaoth e riportare la città di Tokyo alla sua forma originale, eliminando definitivamente il Metaverso e gli effetti negativi dello stesso. Tuttavia Morgana, in quanto entità legata al Metaverso, scompare con esso dicendo addio ai suoi amici. Mentre il gruppo di giovani decide di organizzare una festa per aver salvato l'umanità, il Protagonista, all'insaputa degli altri, viene convinto da Sae a farsi arrestare come membro dei Phantom Thieves così da aiutarla a testimoniare tutti i crimini compiuti da Shido. Così grazie all'aiuto della donna e anche quella dei suoi amici, che, una volta scoperta la verità, fanno di tutto per raccogliere consensi con le altre persone, consci di poter cambiare il mondo anche senza il Metaverso, il Protagonista viene scarcerato, la sua fedina penale viene completamente ripulita e viene annullata anche la sua libertà vigilata. Ad attenderlo al Leblanc ci sono tutti i Phantom Thieves e, con grande sorpresa di tutti, fa il suo ritorno anche Morgana, il quale rivela che la cancellazione del Metaverso ha eliminato solo “il lui esistente all’interno del Metaverso”, mentre il suo corpo di gatto esistente nel mondo reale è sopravvissuto.

Il 20 marzo, dunque, il giorno del suo ritorno a casa, i Phantom Thieves accompagnano il Protagonista nel suo viaggio di ritorno facendo un giro in macchina. Finalmente, il sole può splendere sul mondo che sono riusciti a cambiare.

Persona dei protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

I 9 protagonisti giocabili hanno i propri persona, che possono evolversi, tramite il second awakening che accadrà non appena si raggiunge il 10 grado del loro confidant link. L'unico persona che non potrà subire tale cambiamento è Robin Hood, poiché dopo il raggiungimento del livello massimo, Goro Akechi non sarà più disponibile nel nostro party(le ragioni di tale sparizione sono presenti nella categoria trama di questa pagina). Quando i loro persona ottengono il secondo risveglio, guadagnano un'abilità che gli permette di schivare per tre volte attacchi basati sull'elemento verso cui sono deboli.

Protagonista/Joker

Persona risvegliato: Arsene;

Persona post secondo risveglio(ottenuto a fine gioco, ma giocabile solo avviando una nuova sessione di gioco e fondendolo): Satanael.

Morgana/Mona

Persona risvegliato: Zorro;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Mercurius.

Ryūji Sakamoto/Skull

Persona risvegliato: Captain Kidd;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Seiten Taisei.

Ann Takamaki/Panther

Persona risvegliato: Carmen;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Hecate.

Yūsuke Kitagawa/Fox

Persona risvegliato: Goemon;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Susan-o

Makoto Niijima/Queen

Persona risvegliato: Johanna;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Anat

Futaba Sakura/Oracle

Persona risvegliato: Necronomicon;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Prometheus

Haru Okumura/Noir

Persona risvegliato: Milady;

Persona ottenuto tramite secondo risveglio: Astarte.

Gorō Akechi/Crow

Persona fittizio: Robin Hood;

Persona reale: Loki.

Inoltre Joker, grazie alla Wild card, può evocare altri persona meno famosi, non ispirati a opere o a personaggi reali, ma alla mitologia di tutte le culture del mondo.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Come i precedenti titoli, Persona 5 si svolge lungo un intero anno scolastico giapponese, durante il quale il giocatore dovrà guidare il Protagonista tra la sua vita da normale studente e quella di Phantom Thieves all'interno del Metaverso. Obiettivo principale del gioco è infiltrarsi nei Palazzi per combattere gli Shadow e rubare i Tesori al loro interno. Ogni missione d'infiltrazione di un Palazzo si svolge all'interno di un arco delimitato di giorni, entro i quali i Phantom Thieves devono rubare il Tesoro di un obiettivo per fermare i suoi malvagi intenti. Se il giocatore non rispetta la data di scadenza della missione, il gioco termina con un game over.

Oltre che i combattimenti nel Metaverso, il giocatore può guidare il Protagonista nello spendere la sua vita da normale studente, esplorando i numerosi distretti e luoghi di Tokyo. Le azioni che sarà possibile compiere sono molto varie: sarà possibile interagire con le persone, frequentare la scuola, acquistare oggetti dai distributori o nei negozi, libri nelle librerie, andare a lavorare, in palestra e così via. Durante il gioco è possibile anche sviluppare le cosiddette "statistiche sociali" del Protagonista: Knowledge (Conoscenza), Guts (Coraggio), Charm (Fascino), Kindness (Gentilezza), Proficiency (Competenza). Compiere azioni, come rispondere in maniera corretta alle domande dei professori a scuola, studiare al Leblanc, svolgere alcuni lavori, prendersi cura della pianta o costruire grimaldelli ed altri arnesi sulla scrivania nella stanza del Protagonista, permetterà di aumentare tali statistiche. Ciò sarà importante soprattutto per poter aprire o far avanzare alcuni Confidant, che richiederanno, in molti casi, un determinato livello di una delle statistiche.

Come nei titoli precedenti, i giorni di gioco saranno suddivisi in varie fasi (la Mattina, l'Ora di Pranzo, il Pomeriggio, il Dopo scuola e la Sera) durante le quali sarà possibile svolgere azioni diverse. Inoltre, come in Persona 4 le condizioni meteorologiche dei vari giorni saranno determinanti, perché ad esempio modificheranno le azioni che saranno disponibili da compiere per il giocatore, per cui ad esempio quando piove alcuni Confidant non saranno disponibili. Viceversa compiere alcune azioni mentre vi è maltempo può assicurare al giocatore alcuni benefici, come ad esempio un aumento bonus della statistica della Conoscenza studiando nel diner del distretto di Shibuya.

Combattimenti[modifica | modifica wikitesto]

Persona 5 mantiene il tipico sistema di gioco di RPG della serie, con un sistema di combattimento a turni tra gli Shadow ed i membri della squadra del Protagonista (che potranno essere fino a quattro, ma che il giocatore potrà intercambiare, al di fuori delle lotte, in qualsiasi momento). Il giocatore, guidando i membri del team, può effettuare attacchi tramite il Persona che consumano HP e SP, oppure con un attacco diretto dei personaggi con armi da taglio o contundenti, oppure con le pistole, che però avranno limitate munizioni che potranno essere ricaricate solo in un giorno successivo. Armi e pistole sono acquistabili al negozio Untouchable gestito da Munehisa Iwai, mentre gli oggetti per recuperare HP e SP sarà possibile trovarli in alcuni locali, nei centri commerciali e nei distributori automatici, e soprattutto nella Clinica gestita da Tae Takemi.

Durante l'esplorazione di un Palazzo o del Memento, il giocatore può individuare gli Shadow vagare in giro per la mappa, e tentare di tendere loro un'imboscata colpendoli da dietro senza essere scoperti, così da avere a disposizione il primo turno d'attacco rispetto ai nemici. Viceversa, se il giocatore verrà individuato da uno Shadow che colpirà per prima, i Phantom Thieves subiranno un'imboscata e saranno in balia per un turno dell'attacco dei nemici. Come nei precedenti titoli l'effetto di un attacco dipende dalla affinità dello Shadow allo stesso. Se uno Shadow viene colpito da una mossa a cui è debole o con un attacco critico, il personaggio che ha compiuto l'azione riceve un ulteriore turno in cui poter nuovamente attaccare, oppure può scegliere di attuare il Baton Pass, per cui può compiere un passaggio di staffetta e dare ad un compagno la possibilità di usufruire del turno in più ( ricevendo anche alcuni bonus, come il potenziamento dell'attacco che compierà). Se tutti i nemici vengono colpiti ad una debolezza o con un attacco critico, si attua l' "Hold Up" durante il quale il giocatore può scegliere di attivare l' "All-out Attack", per cui il team attaccherà con una zuffa tutti gli Shadow infliggendo loro il colpo di grazia, o comunque eliminando i più deboli e indebolendo di molto quelli più forti. In alternativa si può scegliere di risparmiare la vita agli Shadow in cambio di una somma di denaro oppure di un oggetto in loro possesso, oppure della richiesta ad uno di loro di trasformarsi in un Persona per il protagonista.

Come in Persona 3 e Persona 4, infatti, il Protagonista sarà dotato della wild card che gli permette di contenere all'interno di sé più di un Persona. Le trattative con gli Shadow, in seguito ad un "Hold Up", oppure dopo che questo viene ridotto in fin di vita e chiede di essere risparmiato, saranno gli unici modi per ottenere un nuovo Persona (oltre che con le fusioni nella Velvet Room). Durante tali trattative, si ingaggia un dialogo con lo Shadow che porrà un paio di domande al Protagonista; se quello sarà soddisfatto e compiaciuto delle risposte ricevute, esso accetterà di trasformarsi in un Persona per il giovane, o in caso contrario, se infastidito dalle stesse, tornerà a combattere. La reazione dello Shadow alla risposta del giocatore varierà in base al tipo di personalità che quello possiede ( ad esempio quelli dotati di personalità Irritabile preferiranno risposte serie piuttosto che scherzose o vaghe, oppure se Depresso prediligerà risposte vaghe a quelle scherzose o troppo serie). Anche il Protagonista e i suoi compagni saranno dotati di punti deboli, e se questi vengono colpiti gli Shadow avranno un altro turno per attaccare. Se un membro del team viene ridotto in fin di vita da un attacco a cui è debole o un colpo critico, può finire ostaggio di uno Shadow, che può chiedere al Protagonista come riscatto parte dei suoi HP o SP, oppure un oggetto raro.

Il giocatore dovrà stare attento, inoltre, anche all'effetto di alcuni attacchi che possono causare i cosiddetti "status ailment", ovvero condizioni di indisposizione della salute di chi finisce vittima degli stessi. In base allo "status ailment" inoltre il personaggio o Shadow può subire un "Technical" quando attaccato con una specifica mossa, che causerà molti più danni del solito. Essi possono essere:

  • Burn: Durante tale condizione, chi ne soffre in seguito ad un attacco riceve una certa quantità di danni alla barra della salute.
  • Freeze: Chi ne è vittima non potrà compiere alcuna azione, finché non si scongelerà.
  • Shock: il personaggio o Shadow sarà paralizzato e non potrà fare alcuna mossa, ma può causare uno shock elettrico se colpito da un attacco fisico dal nemico.
  • Dizzy: chi ne è vittima sarà stordito e la precisione dei suoi attacchi sarà drasticamente ridotta
  • Forget: un personaggio in tale condizione non potrà usare il suo Persona, e potrà solo effettuare attacchi diretti o con la propria pistola.
  • Sleep: Chi ne è vittima si addormenterà, e durante ogni turno di sonno può recuperare alcuni punti HP e SP, ma sarà indifeso e subirà maggiori danni per qualsiasi attacco subirà.
  • Confusion: chi ne è colpito sarà vittima di confusione, e non potrà attaccare, ma solo compiere azioni irrazionali come buttare via oggetti o soldi.
  • Despair: il personaggio finisce in una condizione di disperazione che non solo gli impedirà di compiere alcuna mossa, ma gli farà perdere alcuni punti SP. Se non curata, dopo 2-3 turni tale condizione può portare la vittima a perire.
  • Fear: il personaggio sarà spaventato, e non potrà attaccare, e può anche cercare di scappare dalla battaglia.
  • Hunger: gli attacchi di chi ne è vittima saranno molto meno efficaci e potenti.
  • Rage: Induce una cieca rabbia che costringe chi ne soffre a cercare esclusivamente di attaccare con attacchi diretti. Gli attacchi della vittima saranno più potenti, tuttavia anche quelli che patirà dal nemico saranno più efficaci e letali.
  • Brainwash: Coloro che sono colpiti da tale condizione vengono costretti ad attaccare un proprio compagno oppure curare un nemico.

All'interno del Metaverso sarà, inoltre, possibile trovare una tipologia di Shadow speciali, definiti Treasure Demon ("Demoni Tesoro"), che prendono la forma di preziosi e gioielli. Essi sono molto rari e il giocatore potrà imbattersi in essi, incamminandosi per i Palazzi ed il Memento, in maniera abbastanza casuale. Catturarli o sconfiggerli permette al giocatore di usufruire di un grandissimo numero di punti esperienza e di ampie cifre di soldi, ed inoltre essi, pur non potendo essere usati nei combattimenti, permetteranno la creazione di Persona potenti nelle fusioni nella Velvet Room.

Infine durante il gioco il Protagonista sarà dotato di un'abilità, donatagli da Igor, chiamata Third Eye ("Terzo Occhio") per cui durante l'esplorazione dei Palazzi o del Memento potrà individuare oggetti speciali da poter rubare e rivendere, successivamente, all’Untouchable per racimolare soldi. Tale abilità può essere utilizzata anche per individuare suggerimenti sulle azioni da compiere o su dettagli dello scenario per risolvere puzzle ed enigmi; oppure è disponibile anche al di fuori del Metaverso e può essere sfruttata nel mondo reale per individuare suggerimenti e particolare azioni possibili da compiere.

Palazzi[modifica | modifica wikitesto]

I Palazzi sono i luoghi di combattimento dove si svolgono gran parte degli eventi della trama. Essi prendono forma in base ai desideri distorti e le malvagie intenzioni della controparte reale dello Shadow che li governa, o comunque dalle sue emozioni corrotte ed estremamente negative. Nell'infiltrarsi nei Palazzi, il compito principale dei Phantom Thieves è trovare il Tesoro, la fonte principale delle mire maligne e negative del possessore. A differenza di Persona 3 e Persona 4, le mappe dei vari piani in cui sono suddivisi i Palazzi non sono casuali, ma bensì hanno una loro stabile conformazione, con alcuni enigmi in molti di essi che il giocatore dovrà risolvere per poter procedere al piano successivo. In alcuni punti il giocatore non potrà andare oltre, senza aver prima sconfitto ed eliminato alcuni Shadow speciali, più forti di quelli normali che vagano per il Palazzo. Durante l'esplorazione il giocatore dovrà soprattutto cercare di evitare di essere individuato dagli Shadow, o in caso contrario man mano salirà il Livello di Allerta, che maggiore sarà, più serrata e aggressiva sarà la sicurezza offerta dagli Shadow in difesa del Tesoro. Quando si è scoperti da uno Shadow, il Protagonista verrà seguito da un riflettore, e non potrà nascondersi, ed è costretto a combattere o scappare via. Se si raggiunge il livello massimo di allerta di un Palazzo, sarà impossibile procedere ed il giocatore è costretto ad andarsene, per ritornare un giorno successivo. Nell'avanzare per i piani e i corridoi del Palazzo, occorre dunque avere un approccio furtivo, cercando di nascondersi dietro gli angoli o in nascondigli, per sfuggire agli Shadow oppure coglierli di sorpresa e tendere loro delle imboscate; sconfiggere uno Shadow tramite un'imboscata permette, inoltre, di abbassare il livello di allerta del Palazzo.

In alcuni piani, inoltre, saranno presenti le "Safe Room", stanze dove il giocatore può riposarsi, salvare la partita e anche curare i personaggi e farli discutere tra loro per verificare i progressi fatti nell'esplorazione. Tali stanze, inoltre, fungono da checkpoint, da dove il giocatore può in qualsiasi momento trasportarsi all'entrata del Palazzo o in altre "Safe Room" precedentemente scoperte. Sparsi per il Palazzo saranno presenti, inoltre, anche forzieri contenenti oggetti utili per il combattimento, oppure armature o armi. Alcuni di essi saranno ancor più speciali e conterranno oggetti ancor più rari o armi ed armature molto potenti; per aprire tali forzieri, però, il giocatore dovrà avere grimaldelli, che possono essere costruiti perlopiù la sera sulla scrivania nell'attico del Leblanc dove vive il Protagonista.

Una volta conclusa l'esplorazione dell'intero luogo e aver trovato la stanza dove è posto il Tesoro, il giocatore può abbandonare il Palazzo per tornarvici un giorno successivo, dopo che esso si materializzerà completamente. Per far ciò, infatti, la persona a cui appartiene il Palazzo deve essere consapevole che vi è il rischio che i suoi desideri distorti vengano rivelati; per far ciò i Phantom Thieves inviano le cosiddette "calling card", lettere minatorie in cui avvisano quello che gli "ruberanno il cuore" e lo costringeranno a pagare per i suoi misfatti. La scelta del giorno in cui inviare la "calling card" è sempre a discrezione del giocatore (entro ovviamente il periodo limite per portare a termine la missione), tuttavia una volta inviata, il giorno dopo dovrà necessariamente completare la missione, rubando il Tesoro. Nel giorno decisivo, dunque, il Livello di Allerta del Palazzo raggiungerà il massimo ( e non si potrà eliminare tale livello, ma semmai diminuirlo al massimo fino al 70%), e il giocatore se deciderà di incamminarsi per i piani dello stesso, piuttosto che procedere direttamente nella stanza del Tesoro, dovrà confrontarsi con Shadow più aggressivi del solito e che possono moltiplicarsi ulteriormente se individuano il Protagonista. Infine una volta arrivati nella stanza del Tesoro, il giocatore per poterlo definitivamente rubare, dovrà confrontarsi prima in una battaglia finale con lo Shadow a capo del Palazzo. Spesso, durante tali combattimenti, il giocatore può compiere alcune azioni o sfruttare alcuni escamotage per mettere gli esiti dello scontro a suo favore; in questi casi il Protagonista dovrà scegliere uno o più membri della squadra da mandare a svolgere tale azione, mentre lui e i restanti combattenti devono continuare ad attaccare lo Shadow per tenerlo distratto. Sconfitto lo Shadow, che ritorna all'interno della sua controparte reale, e rubato il suo Tesoro, alla fine il Palazzo viene distrutto e cessa di esistere.

Mementos[modifica | modifica wikitesto]

Il Mementos è un altro luogo all'interno del Metaverso, che prende la forma di una linea sotterranea metropolitana composta da numerosi piani e sezioni diverse. Esso funge come Palazzo di tutte le persone, o comunque di coloro i cui desideri e intenti non sono abbastanza distorti da creare un Palazzo individuale. Qui il giocatore può principalmente portare a termine le richieste che i Phantom Thieves ricevono sul Phantom Aficionado Website ( o Phan-Site ), un sito web di supporto al team creato da un altro studente della Shujin, Yūki Mishima, oppure che il Protagonista raccoglierà per dare un aiuto ai suoi Confidant. Per completare tali richieste, i Phantom Thieves devono affrontare alcuni Shadow e rubare i loro Tesori sconfiggendoli e costringendoli a tornare dalla loro controparte reale per redimersi dei loro misfatti.

A bordo di Morgana, che si trasformerà in un autoveicolo per trasportare i compagni, il giocatore può esplorare i piani del Memento, dove si imbatterà negli stessi Shadow incontrati nei Palazzi precedentemente esplorati, e in forzieri dove trovare oggetti utili per il combattimento, tesori da rivendere (come quelli sparsi per i corridoi del piano) e, spesso, alcuni vestiti sporchi che, una volta ripuliti e lavati in lavanderia, potranno trasformarsi in armature da usare o vendere a buon prezzo. Alcuni piani speciali, privi di Shadow e che avranno la forma di fermate della metropolitana, avranno le stesse funzioni delle "Safe Room" dei Palazzi: qui il giocatore potrà salvare la partita, far riposare i Phantom Thieves e fare un resoconto dell'esplorazione. A differenza dei Palazzi, le mappe dei vari piani del Memento cambieranno forma ogni volta che il giocatore li abbandona o vi ritorna. Inoltre, una volta raggiunto il piano finale di una sezione dello stesso, il giocatore non può procedere in quella successiva se non dopo il termine del periodo di tempo entro cui affrontare la missione di un Palazzo. Altra particolarità del Memento è il fatto che le condizioni meteorologiche del giorno in cui il giocatore decide di recarsi lì hanno conseguenza sugli Shadow del Memento; durante i giorni di pioggia, ad esempio, essi saranno più attivi e numerosi, oppure durante i periodi di polline e quelli di influenza potranno essere vittime di "status ailment", o Disturbo di Stato, e, dunque, più vulnerabili (Il Reaper, uno dei boss più potenti del gioco, se lo si affronta nel periodo dell'influenza, si autodistruggerà in tre turni, a causa dei danni procurati dallo status ailment influenza)

Velvet Room[modifica | modifica wikitesto]

La Velvet Room è un luogo all'interno del Protagonista dove risiede Igor e le sue due aiutanti, le gemelle Justine e Caroline. Essa prende la forma di una prigione, dove Igor avvisa il giovane che avrebbe dovuto affrontare una rovina incombente nella sua vita, e che l'unico modo per fermarla è lavorare alla sua "riabilitazione". Per aiutarlo per tale missione, come nei precedenti giochi della serie, egli offre un'ampia serie di servigi, il principale dei quali è il sistema delle Fusioni dei Persona. Attraverso la stessa due Persona a scelta del giocatore vengono "condannati" alla ghigliottina per dare forma ad un nuovo Persona, in genere più potente e con nuove mosse; alcuni di essi, inoltre, sarà possibile crearli attraverso Fusioni Speciali di tre o più Persona contemporaneamente. Altro sistema di fusione speciale è la Network Fusion, che permetterà di trasformare un Persona a scelta in un altro Persona; tale sistema sarà, però, attuabile solo una volta al giorno e se collegati online. I Persona creati o catturati durante le esplorazioni del Metaverso vengono raccolti nel Persona Compendium, da cui è possibile riprenderli in qualsiasi momento, in cambio di una certa somma di denaro. Man mano che il Compendium verrà riempito, sarà concesso al giocatore maggiori sconti sui costi dei Persona.

Oltre alla Fusione, vi saranno altre azioni che sarà possibile compiere. Si potrà infatti scegliere il "Strenghten Persona" ("Fortificare un Persona"), in cui un Persona a scelta può ricevere punti esperienza e salire di livello ( in base al livello del Confidant corrispondente al suo Arcano) sacrificandone un altro, che verrà impiccato, e dal quale può ereditare anche una mossa. L'opzione "Itemize Persona" permette, invece, di tramutare un Persona, condannato alla sedia elettrica, in un oggetto che può essere un'arma, un'armatura o un accessorio speciale e potente, o in una "skill card", carte contenenti una mossa da poter insegnare ad un Persona. Infine, un altro sistema di potenziamento, sarà la "Solitary Confinement" in cui il giocatore può mandare uno dei suoi Persona in cella d'isolamento dove rimarrà per un certo periodo di tempo e verrà allenato da Justine e Caroline per acquisire una maggiore resistenza alle proprie debolezze e, in generale, per imparare mosse più potenti.

Confidant[modifica | modifica wikitesto]

I Confidant ("Confidenti") sono rapporti speciali che il Protagonista stringerà nel corso del gioco. Oltre che gli altri membri dei Phantom Thieves, sarà possibile sviluppare tali rapporti anche con altre persone, che condividono con il Protagonista i loro problemi e le loro situazioni tribolate. Come il sistema dei Social Link dei predecessori Persona 3 e Persona 4, i legami coi Confidant saranno contrassegnati con un Arcano dei tarocchi, e saliranno di livello ogni qualvolta il giocatore sceglierà di passare il tempo con uno di essi. Per sviluppare più velocemente tali rapporti, il giocatore dovrà, nel corso dei discorsi e gli eventi, fare le scelte giuste nelle azioni e risposte che darà, per cui alcune scelte saranno più efficaci e gradite rispetto ad altre. La crescita, fino al livello massimo, di questi sarà essenziale per rendere più efficace il sistema delle fusioni per cui la creazione di un Persona dell'Arcano di un Confidant di alto livello, permetterà una maggiore crescita di livello dello stesso. In molti casi, comunque, per sviluppare, o anche solo per poter aprire, un rapporto Confidant il giocatore dovrà prima seguire alcuni requisiti, come ad esempio raggiungere un certo livello in una delle sue "statistiche sociali". Quasi tutti i Confidant, inoltre, ad un certo punto, per poter avanzare, richiederanno che il Protagonista porti a termine una missione all'interno del Memento. Trascorrendo il tempo con alcuni di essi, inoltre, permetterà di accrescere di molto le "statistiche sociali". Soprattutto, però, ciascuno dei Confidant offrirà numerosi benefici e aiuti per i combattimenti nel Metaverso, o anche nell'agevolazione di azioni che si potranno compiere nel mondo reale; maggiore sarà il livello di un Confidant, più cresceranno i benefici che esso offre. Massimizzando, inoltre, il Confidant di un membro dei Phantom Thieves, questo vedrà il suo Persona in uno nuovo più potente. Infine sarà possibile stringere relazioni amorose con i Confidant femminili, con i quali, una volta stretto un rapporto intimo, sarà possibile anche partecipare ad alcuni eventi speciali romantici (come Natale e San Valentino).

Funzioni online[modifica | modifica wikitesto]

La Phantom Thieves Guild, è una funzione online che si rifà al sistema "Vox Populi" introdotto in Persona 4: The Golden. Consente ai giocatori online di condividere e ricevere informazioni su quali attività svolgere, sia durante le esplorazioni del Metaverso, sia per le normali azioni nella vita di tutti i giorni. Attraverso una serie di grafici, il giocatore può visualizzare la percentuale delle azioni compiute maggiormente dai giocatori online, sfruttando questo sistema, ad esempio, per poter scegliere la risposta giusta alle domande dei professori o nei dialoghi coi Confidant, o per poter scegliere cosa fare in un dato giorno, consultandosi con le azioni compiute dagli altri utenti. La funzione online sarà soprattutto utile durante i combattimenti, permettendo al giocatore di richiedere aiuto agli altri giocatori online durante una battaglia, che possono ad esempio permettere di salvare un personaggio preso in ostaggio da uno Shadow.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Persona 5.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le numerose voci che già si diffondevano gli anni precedenti (anche durante le fasi di produzione e pubblicazione di Persona 4), le prime vere fasi di sviluppo di Persona 5 sono iniziate nel 2012[1], in seguito al completamento di Catherine, altro videogioco targato Atlus.[3] Da quest'ultimo titolo, Persona 5 ha ereditato come direttore Katsura Hashino, che nel corso dei cinque anni di sviluppo del gioco, ha lavorato con un ampio cast di programmatori e designer, arrivato col tempo a includere circa 70 persone. Tra questi vi è anche il maggiore responsabile del design dei personaggi, Naoya Maeda, che aveva anch'egli già lavorato per la Atlus, per la serie Trauma Center[4], e il programmatore Yujiro Kosaka, che aveva collaborato con lo stesso ruolo in Persona 4 e Catherine. Confermato nel suo ruolo di maggior responsabile del character design[1], anche Shigenori Soejima[5], che ha rivelato di aver iniziato a lavorare sulla caratterizzazione e il design dei personaggi di gioco già durante lo sviluppo di Persona 4, e che si sono evoluti man mano che venivano delineate la storia del gioco e le sue tematiche, lavorando con Hashino per fare in modo che queste ultime si riflettessero con l'aspetto, la personalità e le azioni dei personaggi, e gli umori di gioco.[6].

A differenza dei titoli precedenti della serie, Persona 5 è stato impostato con un motore grafico ispirato a quello Gamebryo usato in Catherine, che per questo era già stato definito dagli stessi sviluppatori "un test per lo sviluppo del prossimo titolo Persona "[7]. L'impostazione di questo nuovo potente motore grafico, come dichiarato dal produttore Hashino in fase di produzione, ha permesso di rappresentare al meglio le idee e i temi di gioco, anche se per questo il lavoro è stato molto più impegnativo e i tempi di sviluppo si sono allungati[3]. Tutto ciò dovuto anche all'introduzione di un sistema hardware molto più potente che ha permesso una maggiore resa grafica dei luoghi e gli elementi di gioco, ma soprattutto nella creazione dei modelli dei personaggi, rappresentati in maniera più realistica; in particolare per il gruppo di personaggi principali, sono stati due tipi di modelli: uno per le cutscene non animate, e l'altro per i normali eventi interattivi di gioco.[8]

Per quanto riguarda le scene animate in formato anime presenti in alcune parti di gioco, esse sono state create dallo studio Production I.G, sotto la supervisione di Toshiyuki Kono, mentre della storyboard che serve come introduzione del gioco, se ne è occupata Sayo Yamamoto, già regista della serie animata Lupin the Third - La donna chiamata Fujiko Mine.[9].

Temi ed influenze[modifica | modifica wikitesto]

La storia del gioco segue un tipo di narrativa ispirato ai romanzi picareschi per cui il protagonista e gli altri Phantom Thieves, si ritrovano a confrontarsi e ribellarsi ad una società a loro avversa, di cui fanno parte individui rappresentanti del potere o di grande influenza che sfruttano i più deboli. Come rivelato da Hashino l'intento era introdurre personaggi, temi ed altri stereotipi molto simili a questo tipo di narrativa, all'interno di un contesto ispirato alla reale società contemporanea e i progressi tecnologici degli ultimi anni (per cui ad esempio il mezzo con cui i protagonisti giungono nel Metaverso è un'app misteriosa che compare sui loro smartphone). Tema principale di gioco è, come affermato da Hashino, lo spirito di ribellione dei membri dei Phantom Thieves, giovani messi ai margini o vessati dalla loro società, e per questo si riuniscono, accomunati dallo stesso desiderio di appartenenza ad un gruppo e di decidere le sorti della propria esistenza e mostrare la propria individualità, per riformare le regole e le strutture della società, distruggendo la corruzione e le ingiustizie e il senso di impotenza che li hanno incatenati. Il risveglio dei loro Persona, infatti, è l'atto con cui i Phantom Thieves decidono di opporsi alla loro condizione e acquisire la consapevolezza di poter cambiare il proprio destino e quello del mondo.[9] Gli stessi Persona dei giovani sono ispirati a figure storiche, letterarie o mitologiche note per il loro spirito e i loro atti di ribellione e la loro condotta al di fuori delle regole convenzionali, che riflettono le personalità e gli atteggiamenti di ciascun personaggio. Sempre secondo Hashino, la struttura della trama e gli avvenimenti della storia di Persona 5 si distaccano molto da quelli dei precedenti titoli della serie Persona ( soprattutto Persona 4). Gli eventi che si susseguiranno durante il gioco, ad esempio, saranno maggiormente focalizzati e determinati dalle azioni dei Phantom Thieves, che andranno a creare un'inversione dei ruoli tra i protagonisti e gli antagonisti dei precedenti titoli della serie. Gli antagonisti, infatti, saranno perlopiù rappresentanti di giustizia e figure di spicco della società che perseguiranno le azioni fuorilegge e di ribellione dei Phantom Thieves, la cui etica e le cui conseguenze, secondo Hashino, creano una maggiore ambiguità e reazioni contrastanti sia nell'opinione pubblica del gioco, sia negli stessi giocatori.[10][11]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Come in tutti i precedenti titoli della serie, viene confermato come compositore ufficiale dei temi musicali e direttore dei suoni di Persona 5 Shoji Meguro[1], con la collaborazione di Toshiki Konishi, Kenichi Tsuchiya, Atsushi Kitajoh, e Ryota Koduka. La opening del gioco, " Wake Up, Get Up, Get Out There", ed altri temi musicali, sono cantati da Lyn Inaizumi, alla sua prima volta in un videogioco dopo una carriera come cantante jazz e soul. La ending " With the Stars and Us" è stata invece composta da Shigeo Komori[12][13]. Il genere musicale di circa tutte le musiche di gioco contiene elementi acid jazz introdotti da Meguro per rendere al meglio l'atmosfera e i toni di gioco, ed elementi di hard rock per le colonne sonore delle battaglie contro i nemici più potenti.[14]

La collezione delle 110 tracce musicali è stata pubblicata per la prima volta in tre dischi il 17 gennaio 2017, con Soejima che si è occupato della creazione della copertina dell'album.[14][15] In seguito, a tale collezione è stato aggiunto un ulteriore disco, contenente specifiche tracce musicali, intitolato Persona 5 -Sounds of the Rebellion-, pubblicato nella Collector's Edition per il mercato americano e quello europeo.[14] . L'album, pubblicato anche su iTunes il 18 aprile 2017[16], ha raggiunto il quinto posto nella classifica della Oricon per aver venduto più di 29000 copie[17]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Persona 5 è stato annunciato per la prima volta nel 2013 tramite un trailer assieme ad altri titoli spin off della serie (Persona Q: Shadow of the Labyrinth, Persona 4 Arena Ultimax e Persona 4: Dancing All Night). All'interno del trailer sono state illustrate 5 sedie con delle catene attaccate sulle loro gambe su uno sfondo rosso ( il colore predominante di gioco), davanti alle quali una scritta bianca che recita "You are a slave. Want emancipation?" ("Sei uno schiavo. Vuoi l'emancipazione?" ), e successivamente un'altra che annunciava l'uscita del gioco prevista per l'inverno 2014 esclusivamente per console PlayStation 3.[18] In seguito, durante la conferenza della SCEJA tenutasi nel Settembre dello stesso anno, la Atlus tramite un altro trailer, in cui sono state presentate prime immagini del gioco e, in particolare, del Protagonista, ha annunciato l'uscita del gioco per il 2015 anche per PlayStation 4.[19]

Durante il 2015 sono stati pubblicati tramite livestream altri due trailer. Il primo, trasmesso il 5 febbraio, ha dato una prima visione delle meccaniche di gioco, soprattutto del sistema di combattimenti, e di altri personaggi di gioco (Ryuji Sakamoto, Ann Takamaki e Morgana), con una versione strumentale dell'opening di gioco come sottofondo musicale.[20] Il secondo è uscito durante il Tokyo Game Show, in cui sono state illustrati ulteriori immagini ed elementi del gioco, per rimediare ad un ulteriore ritardo nell'uscita dello stesso, prevista per l'estate 2016 in Giappone, del quale lo stesso Hashino si è scusato in una successiva intervista, in cui ha dichiarato che esso "è stato necessario per poter offrire ai giocatori un prodotto di maggiore qualità".[21][22]

Infine dunque, il 5 maggio 2016, durante il Take Tokyo Tower 2016, è stato trasmesso un nuovo trailer contenente la data definitiva di uscita del gioco ed altre importanti novità.[23] Il 15 settembre 2016, quindi, Persona 5 ha fatto il suo debutto in Giappone assieme alla 20th Anniversary Edition, un'edizione speciale pubblicato da Atlus per festeggiare i venti anni della serie Shin Megami Tensei: Persona contente 5 CD contenenti gli album delle tracce musicali di tutti i 6 giochi, un artbook ufficiale creato da Soejima e, soprattutto, contenuti DLC[24]; tra questi costumi, arrangiamenti di tracce musicali e Persona ispirati non solo dei diretti predecessori Persona 3 e Persona 4, ma anche di Revelations: Persona e di Persona 2: Innocent Sin e Eternal Punishment. A questi, si sono aggiunti successivamente nuovi contenuti, come costumi nuovi ispirati ad altri giochi Atlus (come Catherine, Shin Megami Tensei IV e Persona 4: Dancing All Night) ed una nuova difficoltà Challenge per rendere più impegnativa l'esperienza di gioco.[25]

Per il mercato americano ed europeo la data di uscita inizialmente prevista era per il 14 febbraio 2017, come annunciato all'Electronic Entertainment Expo 2016 assieme alle due speciali edizioni per coloro che avrebbero preordinato il gioco: la SteelBook Launch Edition e la Take Your Heart Premium Edition.[26][27] Alla fine Persona 5 è arrivato in America, grazie all'Atlus USA, e in Europa e Australia, grazie alla Deep Silver.[2], con un DLC aggiuntivo che permette ai giocatori di poter usufruire anche del doppiaggio originale giapponese.[28]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza
Recensione Giudizio
Destructoid 9/10
Famitsū 39/40
Game Informer 9,25/10
GameSpot 9/10
IGN 9,7/10
PSOM 9,25/10
Multiplayer.it 9,6/10

Fin dalla sua pubblicazione Persona 5 ha ricevuto molte recensioni da riviste e siti videoludici in tutto il mondo, nelle quali ha quasi ricevuto valutazioni e voti perfetti ed impeccabili. Elogiata in particolare la trama che, come per Persona 3 e Persona 4, rimane intricata, piena di situazioni ambigue, continui capovolgimenti di fronte, avvenimenti che si susseguono in maniera frenetica, che la rendono accattivante dall'inizio alla fine, e mai banale. Pur essendoci elementi più leggeri e allegri molto simili a quelli di Persona 4, vengono evidenziati ed elogiati, in particolare da Multiplayer.it[29], i toni cupi e tragici presenti in larghi tratti della storia (paragonati soprattutto a quelli nei Persona 2 e in Persona 3), e le tematiche scottanti ed attuali affrontate nel gioco, dell'oppressione nella società e il senso di ribellione dei Phantom Thieves. Altro elemento importante e lodato dai recensori è il fatto che il gioco è ambientato a Tokyo, permettendo, come affermato sul sito SpazioGames.it[30], ai giocatori anche non giapponesi di avere uno scorcio di vita e l'aspetto e la conformazione dei quartieri della capitale, tra elementi tradizionali e moderni.

Oltre la trama, numerosi ed entusiasti sono i commenti anche sulle meccaniche di gioco che, come per Persona 3 e Persona 4, permettono di creare un perfetto connubio tra lo stile JRPG dei combattimenti e le esplorazioni del Metaverso, e quello di simulatore di vita con le interazioni con gli altri personaggi e le numerose azioni e mansioni che si potranno svolgere mentre si cammina per le strade di Tokyo. Nello specifico vengono risaltate le numerose novità e modifiche, rispetto ai due titoli precedenti, nel sistema di combattimenti, nella conformazione e i simbolismi celati dietro i Palazzi e il Memento, nei rapporti del Protagonista con i Confidant, che assieme alla grafica di gran lunga migliorata e più innovativa, non solo migliorano l'esperienza di gioco, ma giovano anche alla longevità dello stesso.[31][32]

Oltre che recensioni positive ed esaltanti, Persona 5 ha ottenuto anche importanti riconoscimenti come nelle categorie del Gold Prize e la User's Choice durante i PlayStation Award tenuti dalla Sony in Giappone nel dicembre 2016.[33]

Le principali pecche e difetti di Persona 5, che sono stati sottolineati dai critici, in particolare dalle riviste e dai siti italiani, è il limite rappresentato dal fatto che questo, come tutti gli altri titoli della serie, è presente solo in lingua inglese, in cui molto presenti utilizzi di slang e termini del tipico linguaggio adolescenziale, e in lingua giapponese, creando qualche difficoltà per i giocatori che non parlano e non comprendono le due lingue nel seguire i numerosi dialoghi e vicende durante il gioco. Critiche ancor maggiori sono arrivate però sulla localizzazione del gioco, per cui la trasposizione di alcune parole e frasi dei dialoghi dal giapponese all'inglese, è stata giudicata negativa.[34] Infine molte polemiche e pesanti critiche sono arrivate soprattutto dalla comunità LGBT, che lamenta che il gioco ha affrontato in maniera superficiale e discriminatoria le tematiche LGBT, con la sola presenza di un paio di personaggi omosessuali dagli atteggiamenti considerati stereotipati e tesi a ridicolizzare il genere.[35]

Il 7 dicembre 2018 ai Game Awards 2018 è stata annunciata la presenza di Joker, protagonista del gioco, in Super Smash Bros. Ultimate come personaggio DLC il 17/18 aprile.

Attraverso un aggiornamento del gioco, si può usare Joker e ti daranno anche dei nuovi temi per il combattimento,ossia un'arena con la musica del gioco Persona 5 che il giocatore può scegliere di cambiare quando vuole e lasciare quello che preferisce. Il colore dello scenario cambia a seconda della musica riprodotta, che può provenire da Shin Megami Tensei: Persona 3, Shin Megami Tensei: Persona 4 o Persona 5.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Persona 5, in Play Generation, nº 82, Edizioni Master, agosto 2012, p. 28, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  2. ^ a b Persona 5 arriverà il 4 Aprile? [collegamento interrotto], su gamesbeep.com, 7 dicembre 2016.
  3. ^ a b Persona 5 Uses New Internal Engine, su andriasang.com.
  4. ^ imdb.com, https://www.imdb.com/name/nm2811102/.
  5. ^ Japanese Persona Magazine interviews Atlus staff on Persona 5, Dancing All Night [Update], su gematsu.com.
  6. ^ Persona 5 Q&A with character designer Shigenori Soejima, su rpgsite.net.
  7. ^ 「ペルソナ5」橋野 桂氏インタビュー。"心を盗む怪盗"をテーマにした本作と,20周年を迎える「ペルソナ」シリーズに込められた思いを聞いた, su 4gamer.net.
  8. ^ 『ペルソナ5』開発チームより, su p-ch.jp.
  9. ^ a b Persona 5 director discusses characters, themes, and development, su gematsu.com.
  10. ^ New Persona 5 Details You Won't Find Anywhere Else, su gameinformer.com.
  11. ^ Persona 5's Katsura Hashino on His Favorite Characters, Japanese vs. Western Storytelling, and Anxiety, su usgamer.net.
  12. ^ Atlus releases three-disc Persona 5 album, su vgmonline.net.
  13. ^ Profilo twitter della cantante Lyn Inaizumi, su twitter.com.
  14. ^ a b c Persona 5's Soundtrack Comes From Some Acid Jazz Influences, su siliconera.com.
  15. ^ 【12月15日更新】『ペルソナ5』オリジナル・サウンドトラック発売決定!, su p-ch.jp.
  16. ^ Persona 5's Immensely Jazzy Soundtrack Is Available Now on iTunes, su usgamer.net.
  17. ^ 週間 CDアルバムランキング, su oricon.co.jp (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2017).
  18. ^ Persona 5 coming to Japan winter 2014, spin-off titles announced, su polygon.com.
  19. ^ Persona 5 uscirà anche su PS4, su eurogamer.it.
  20. ^ Persona 5 Trailer Shows Gameplay Footage And Other Characters, su siliconera.com.
  21. ^ Persona 5 Delayed, Will Now Release Summer 2016 In Japan, su gameinformer.com.
  22. ^ Persona 5 Director Shares A Message About The Game's Development And Delay, su siliconera.com.
  23. ^ Live: Watch the Persona 5 Take Tokyo Tower Main Program Right Here, su pushsquare.com.
  24. ^ Persona 5 launches September 15 in Japan, fourth trailer, su gematsu.com.
  25. ^ 『ペルソナ5』今週&来週のDLC情報が一挙公開! 10月13日より新規難易度"CHALLENGE"も登場, su famitsu.com.
  26. ^ Persona 5 launches February 14 in the Americas, su gematsu.com.
  27. ^ Persona 5 launches February 14 in the Europe, su gematsu.com.
  28. ^ Persona 5 delayed to April 4 in the west, free Japanese voice-over DLC announced, su gematsu.com.
  29. ^ Persona 5 - I due volti della giustizia, su multiplayer.it.
  30. ^ Persona 5 - Show me your true form, su spaziogames.it.
  31. ^ Gabriele Ferrara, Persona 5: tradotta l'entusiastica recensione di Famitsu, su Everyeye, 11 settembre 2016.
  32. ^ LO STATO DELL'ARTE, su it.ign.com.
  33. ^ (EN) The Winners Of The 2016 PlayStation Awards.
  34. ^ Persona 5's translation is a black mark on a brilliant game, su eurogamer.net.
  35. ^ Persona 5 Put Me Back in the Closet, su pastemagazine.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi