Elden Ring

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elden Ring
videogioco
Elden Ring - Title.png
Logo di Elden Ring
PiattaformaPlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X/S, Xbox One, Microsoft Windows
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 21 gennaio 2022
GenereAction RPG
TemaOrrore, dark fantasy
OrigineGiappone
SviluppoFromSoftware
PubblicazioneBandai Namco Entertainment, FromSoftware (Giappone)
DirezioneHidetaka Miyazaki
SceneggiaturaGeorge R. R. Martin, Hidetaka Miyazaki
MusicheYuka Kitamura
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputDualShock 4, DualSense, Tastiera e mouse, Gamepad
SupportoBlu-ray Disc, download
Distribuzione digitaleSteam, PlayStation Network, Xbox Live
Fascia di etàPEGI: 16 · USK: 16[1]

Elden Ring è un videogioco action RPG in sviluppo. Sviluppato da FromSoftware e pubblicato da Bandai Namco Entertainment. Il gioco sarà caratterizzato dalla collaborazione del game director giapponese Hidetaka Miyazaki e dell'autore statunitense di fantasy George R. R. Martin,[2][3] noto soprattutto per il ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco.

Elden Ring sarà disponibile per Microsoft Windows, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S dal 21 gennaio 2022.[4][5][6]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Secondo le interviste rilasciate da Hidetaka Miyazaki, il gioco utilizzerà una mappa di tipo open world nella quale sarà possibile esplorare le aree liberamente e, stando sempre alle parole di Miyazaki, i giocatori potranno navigare in giro per il mondo di gioco tramite l'ausilio di una mappa, la quale però non mostrerà i percorsi all'interno dei dungeon. Il mondo sarà caratterizzato da un level design complesso e labirintico, strutturato in sei macro-aree collegate tra loro attraverso sentieri, catacombe, castelli e fortezze.[7] Anche l'esplorazione avverrà in maniera diversa rispetto al solito, e il giocatore verrà spronato ad andare alla scoperta delle varie ambientazioni grazie alla presenza di un sistema di crafting e di numerosi oggetti per il recupero della salute. Altro elemento legato all'esplorazione riguarda il danno da caduta, sensibilmente ridotto rispetto ai Souls e grazie al quale sarà possibile avventurarsi in ogni dove senza timore di morire. Sempre a proposito della mappa, Miyazaki ha confermato la presenza di una modalità di viaggio rapido che permetterà di raggiungere istantaneamente vari luoghi chiave.

Per quanto riguarda le dinamiche della morte, lo sviluppatore si è limitato a confermare che il sistema che vedremo in Elden Ring sarà un mix tra quelli visti in altri Souls, ma non vi sarà in alcun modo la possibilità di ritornare in vita come in Sekiro: Shadows Die Twice.

Il combat system sarà più vario rispetto a quanto visto nei Souls, grazie all'utilizzo di abilità speciali di cui però non si conoscono ancora i dettagli specifici; in ogni caso, per combattere si utilizzerà ancora una volta la stamina, risorsa molto importante la cui gestione potrebbe fare la differenza nel corso di uno scontro. È stato inoltre confermato il ritorno delle "abilità delle armi", già viste in Dark Souls III, oltre agli incantesimi e alla possibilità di evocare spiriti. In alcune situazioni si potrà anche avere un approccio furtivo e, proprio come in Sekiro, sarà possibile accovacciarsi per cogliere il nemico di sorpresa.

Vi sono infine le prime informazioni sulla componente online, che vede il ritorno di elementi asincroni che potrebbero essere riconducibili agli ormai famosi messaggi che i giocatori possono lasciare in giro per il mondo di gioco. I giocatori avranno inoltre la possibilità di evocare altri giocatori online o bot offline per farsi aiutare negli scontri coi boss o nei dungeon. L'ultima informazione riguarda la longevità, la quale dovrebbe attestarsi sulle trenta ore di gioco per la sola storia principale.[8]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Annunciato a l'E3 2019, Elden Ring è un action RPG a tema dark fantasy. Il gioco è diretto da Hidetaka Miyazaki, meglio conosciuto per la creazione dei Souls; George R. R. Martin invece, conosciuto per le Cronache del ghiaccio e del fuoco, ha curato la lore e la mitologia del gioco.[3] Miyazaki, appassionato dei lavori di Martin, lo contattò offrendogli di lavorare insieme ad un progetto, dandogli la libertà creativa di scrivere il background del gioco.

Lo sviluppo di Elden Ring è cominciato all'inizio del 2017, in seguito al lancio di The Ringed City, espansione di Dark Souls III. Dalle interviste si può evincere che, come negli altri Souls, il gioco permetterà al giocatore di creare il proprio personaggio. Miyazaki ha definito Elden Ring come un'evoluzione naturale di Dark Souls; infatti, il gioco vanterà di una mappa open world con nuove meccaniche di gioco come il combattimento a cavallo. In ogni caso, a differenza della maggior parte dei videogiochi open world, Elden Ring non includerà città popolate da PNG amichevoli; al loro posto saranno presenti innumerevoli rovine che fungeranno da dungeon. La colonna sonora sarà composta da Yuka Kitamura, già compositrice di diversi videogiochi FromSoftware. Miyazaki stesso, ha inoltre definito il gioco come un ibrido tra Dark Souls e Shadow of the Colossus (dato il mondo vasto ma disabitato e, come confermato dai trailer, la presenza di creature enormi).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo marzo 2021, delle immagini e video di Elden Ring trapelano sulla rete; le immagini risultano essere però vecchie di circa un anno e probabilmente erano utilizzate per la condivisione tra sviluppatori. Nelle immagini sono presenti molti elementi tipici della saga dei Souls e si osserva meglio la natura open world del gioco.

Il 10 giugno 2021, durante il Summer Game Fest, è stato pubblicato un secondo trailer che conferma alcuni elementi di gameplay come la natura open world, il multiplayer co-op online, la capacità di spostarsi con una cavalcatura e alcune scene di combattimento; è stata inoltre rivelata la data di uscita, il 21 gennaio 2022.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ELDEN RING, su it.bandainamcoent.eu. URL consultato il 22 giugno 2021.
  2. ^ Tommaso Pugliese, Elden Ring annunciato ufficialmente, ecco il primo video dall'E3 2019, in Multiplayer.it, 9 giugno 2019. URL consultato il 23 gennaio 2021.
  3. ^ a b Filmato audio (EN) wttwchicago, George RR Martin Talks NU, Writing and ‘Game of Thrones’, su YouTube, 17 giugno 2021. URL consultato il 23 giugno 2021.
  4. ^ Una nuova avventura ti attende Il primo gameplay di ELDEN RING è stato svelato da bandai namco entertainment inc. – Uscita: 21 gennaio 2022, su BANDAI NAMCO Entertainment Europe, 11 giugno 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  5. ^ (EN) Esra Krabbe, Elden Ring Is an Evolution of Dark Souls Says Creator – E3 2019, su IGN, 21 giugno 2019. URL consultato il 30 gennaio 2021.
  6. ^ (JA) 『ELDEN RING』2022年1月21日に全世界同時発売決定! PS4®に加えてPS5™にも対応!, su PlayStation.Blog, 11 giugno 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  7. ^ Gabriele Laurino, Elden Ring: lore, mappa e combat system, le novità svelate da Miyazaki, su Everyeye.it, 15 giugno 2021. URL consultato il 22 giugno 2021.
  8. ^ Mitchell Saltzman, Elden Ring: parla Hidetaka Miyazaki!, su IGN Italia, 15 giugno 2021. URL consultato il 22 giugno 2021.
  9. ^ Aligi Comandini, Elden Ring: l'analisi del trailer del Summer Game Fest, su Multiplayer.it, 10 giugno 2021. URL consultato il 22 giugno 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]