Cronache del ghiaccio e del fuoco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'autore della saga George Raymond Richard Martin nel 2011

Le Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) è una serie di romanzi fantasy epici scritti da George Raymond Richard Martin.

Martin incominciò a scrivere la saga nel 1991, e il primo libro venne pubblicato negli Stati Uniti nel 1996. Nata originariamente per essere una trilogia, la saga ha acquistato spessore durante il corso degli anni, al punto tale che, secondo Martin stesso, per poter portare a conclusione l'intera storia saranno necessari almeno sette volumi. L'autore ha inoltre scritto alcuni racconti brevi ambientati nel mondo delle Cronache che ne approfondiscono alcuni punti della trama.

Finora la saga è stata tradotta in più di venti lingue[1], raggiungendo velocemente ampia fama. È il lavoro più conosciuto di Martin e da esso sono stati tratti un gioco di carte collezionabili, un gioco da tavolo e due giochi di ruolo; inoltre, l'emittente televisiva statunitense HBO ha realizzato un adattamento televisivo della saga dal titolo Il Trono di Spade (Game of Thrones).

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1996 e il 2005 sono stati pubblicati quattro romanzi, divisi nell'edizione italiana della Mondadori in nove volumi. Il quinto romanzo è uscito il 12 luglio 2011, portando l'edizione italiana a dodici volumi.

Il progetto iniziale, che comprendeva solo una trilogia, è poi cresciuto con il tempo. Dopo aver pubblicato il terzo volume (A Storm of Swords) Martin annunciò che il progetto prevedeva ormai sei volumi e iniziò a scrivere A Dance with Dragons, che si sarebbe dovuto svolgere cinque anni dopo gli eventi narrati nel volume precedente. In seguito Martin ha annunciato che il salto di cinque anni non stava funzionando, e che sarebbe stato introdotto nella serie un altro libro (A Feast for Crows), per riprendere la narrazione dove era stata lasciata dal terzo volume.

L'autore ha infine stimato che l'intera serie richiederà sette volumi. Questa scelta ha comportato lo spostamento delle storie di alcuni personaggi che dovevano apparire nel quarto libro (A Feast for Crows) nel romanzo successivo (A Dance with Dragons).

Edizione originale Edizione italiana (tr. Sergio Altieri) - Mondadori Note
# Titolo Pag. Cap. Prima edizione # Titolo Prima edizione Volume unico
1. A Game of Thrones 694 73 Voyager Books (UK),
Bantam Books (USA), 1996
1. Il Trono di Spade Mondadori, 1999 Il gioco del trono, Urania - Le grandi saghe fantasy n.1, 2007
Il Trono di Spade 1. Il Trono di Spade, Il Grande Inverno.: Libro primo delle cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2011
Il trono di spade. Ediz. speciale 1, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2012
Contiene un prologo e i punti di vista di otto personaggi
2. Il grande inverno Mondadori, 2000
2. A Clash of Kings 902 70 Voyager Books (UK),
Bantam Books (USA), 1998
3. Il regno dei lupi Mondadori, 2001 Lo scontro dei re, Urania - Le grandi saghe fantasy n.4, 2008
Il Trono di Spade 2. Il Regno dei Lupi, La Regina dei Draghi.: Libro secondo delle cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2012
Il trono di spade. Ediz. speciale 2, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2013
Contiene un prologo e i punti di vista di nove personaggi
4. La regina dei draghi Mondadori, 2001
3. A Storm of Swords 973 82 Voyager Books (UK),
Bantam Books (USA), 2000
5. Tempesta di spade Mondadori, 2002 Tempesta di spade - Parte prima, Urania - Le grandi saghe fantasy n.7, 2009
Tempesta di spade - Parte seconda, Urania - Le grandi saghe fantasy n.8, 2009
Il Trono di Spade 3. Tempesta di Spade, Fiumi della Guerra, Il Portale delle Tenebre.: Libro terzo delle cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2013
Il trono di spade. Ediz. speciale 3, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2013
Contiene un prologo, un epilogo e i punti di vista di dieci personaggi
6. I fiumi della guerra Mondadori, 2002
7. Il portale delle tenebre Mondadori, 2003
4. A Feast for Crows 753 46 Voyager Books (UK),
Bantam Books (USA), 2005
8. Il dominio della regina Mondadori, 2006[2] Il banchetto dei corvi, Urania - Le grandi saghe fantasy n.9, 2010
Il Trono di Spade 4. Il dominio della regina, L'ombra della profezia: Libro quarto delle cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Mondadori - Le cronache del ghiaccio e del fuoco, 2014
Contiene un prologo e i punti di vista di dodici personaggi
9. L'ombra della profezia Mondadori, 2007[2]
5. A Dance with Dragons 1040 72 Voyager Books (UK),
Spectra Books (USA), 2011
10. I guerrieri del ghiaccio Mondadori, 2011 Contiene un prologo, un epilogo e i punti di vista di sedici personaggi
11. I fuochi di Valyria Mondadori, 2012
12. La danza dei draghi Mondadori, 2012
6. The Winds of Winter - - - - - - - -
7. A Dream of Spring[3] - - - - - - - -

Differenze tra le edizioni[modifica | modifica sorgente]

A partire dal terzo volume della saga, Mondadori ha pubblicato una frase simbolo per ogni volume sul retro di ogni copertina dei volumi cartonati (escluso il nono), non presenti invece nell'edizione Oscar Mondadori; tali frasi sono le seguenti:

Racconti brevi correlati[modifica | modifica sorgente]

Della saga fanno inoltre parte anche tre racconti brevi, consistenti in estratti dai romanzi:

  • Sangue di drago (Blood of the Dragon, 1996) consiste in un estratto dei capitoli che coinvolgono Daenerys Targaryen in A Game of Thrones. Ha vinto nel 1997 il Premio Hugo come miglior romanzo breve ("Best Novella"). Pubblicato in Italia nella raccolta "I premi Hugo 1995-1998".
  • Path of the Dragon consiste in un estratto dei capitoli che coinvolgono Daenerys Targaryen in A Storm of Swords. Inedito in Italia.
  • Arms of the Kraken consiste in un estratto dei capitoli che coinvolgono Asha, Aeron e Victarion Greyjoy in A Feast For Crows. Inedito in Italia.

Altri tre racconti veri e propri costituiscono la serie Tales of Dunk and Egg:

  • Il cavaliere errante. Una storia dei Sette Regni (The Hedge Knight, 1998): narra le vicende di Dunk (un cavaliere errante che si appresta a partecipare al suo primo torneo) ed Egg (il suo giovane scudiero, in reatà il futuro re Aegon V). Ambientata nei Sette Regni, la storia si svolge novant'anni prima dell'inizio delle vicende narrate nelle Cronache e descrive l'incidente di combattimento in cui perse la vita Baelor Spezzalancia, il primogenito del re Daeron II. Il racconto può essere considerato un preludio alle vicende della serie principale, per quanto il legame agli eventi successivi possa essere considerato marginale. Pubblicato in Italia nelle antologie "Legends vol. 2" (2002) e "I re di sabbia" (2008).[4]
  • The Sworn Sword (2003): ambientata poco dopo l'Epidemia di Primavera, racconta di una controversia (risolta dai due protagonisti) tra due nobili dell'Altopiano, non citata nei romanzi.
  • The Mystery Knight (2010): quest'ultimo racconto ha inizio poco tempo dopo la conclusione del precedente, in questo episodio i 2 protagonisti riescono a sventare il tentativo del casato Blackfyre di iniziare una seconda ribellione verso la corona.

I tre racconti in Italia, sono stati raccolti in un romanzo chiamato Il cavaliere dei Sette Regni, edito dalla Mondadori e distribuito nelle librerie dal 15 aprile 2014.

Un'ulteriore racconto della saga, non facente parte della serie di Dunk e Egg, è "The Princess and the Queen", incluso nell'antologia Dangerous Women del 2013: ambientato 80 anni prima dell'inizio degli avvenimenti della serie di Dunk e Egg, racconta lo svolgersi della Danza dei draghi. È inedito in Italia.

Ambientazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco.

Le Cronache del ghiaccio e del fuoco sono ambientate in un mondo fittizio che ricorda l'Europa medievale, ma nel quale le stagioni possono durare per anni.

Gran parte delle vicende si svolgono nei "Sette Regni" dal nome con cui era chiamato il Continente Occidentale all'epoca di Aegon il Conquistatore, quando effettivamente era suddiviso in sette reami. Anche se nel periodo storico in cui si svolgono gli eventi de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco il continente è unificato sotto un unico vessillo, il termine "Sette Regni" viene ancora comunemente utilizzato per indicare il Continente, dominato con sistema feudale dalle nobili case Baratheon, Stark, Lannister, Arryn, Tully, Tyrell e Martell. La casata minore dei Greyjoy domina invece le Isole di Ferro.

A nord del continente occidentale si erge la Barriera, un imponente muro di ghiaccio che protegge i Sette Regni dai pericoli provenienti dal profondo nord, perlopiù inesplorato, in cui vivono popoli barbari (comunemente detti Bruti) e creature leggendarie.

Ad est del continente occidentale, oltre il Mare Stretto, v'è un continente chiamato Essos, dove vivono popolazioni nomadi e fioriscono le Città Libere. Qui sono da anni stati esiliati gli ultimi membri della Casa Targaryen, un tempo al comando dei Sette Regni.

Sinossi[modifica | modifica sorgente]

Nel Continente Occidentale (Westeros), in seguito alla misteriosa morte di Jon Arryn (Primo Cavaliere del Re, una sorta di primo ministro), Re Robert Baratheon, che aveva conquistato il trono durante la battaglia del Tridente e lo aveva consolidato attraverso il matrimonio con Cersei Lannister, nomina Eddard Stark, Lord di Grande Inverno, suo nuovo Primo Cavaliere. Quest'ultimo al contempo inizia a indagare sulla morte del suo predecessore.

Alla morte di re Robert, intrighi di corte, tradimenti e desiderio di potere porteranno i Sette Regni dell'Occidente alla guerra per la conquista del Trono di Spade.

Essendo tutti incuranti dell'imminente arrivo dell'inverno e dell'antico pericolo che porta con sé, nessuno si occuperà della Barriera, l'ultimo baluardo tra gli uomini e le creature note come Estranei, difesa ormai da pochi e male assortiti Guardiani della notte.

Intanto nel continente orientale il crudele Viserys Targaryen cede in sposa la sorella Daenerys al potente guerriero nomade Khal Drogo per ottenere un esercito col quale riconquistare il trono che è appartenuto alla sua famiglia per quasi 300 anni.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi delle Cronache del ghiaccio e del fuoco.

Le vicende sono narrate in terza persona seguendo il punto di vista di una ventina di personaggi principali, la maggior parte dei quali sono membri delle maggiori Nobili Case dei Sette Regni.

Opere derivate[modifica | modifica sorgente]

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Il Trono di Spade (serie televisiva).

Dal 2011 viene trasmessa sul canale via cavo HBO una serie televisiva ideata da David Benioff e Dan Weiss, dal titolo Il trono di Spade (Game of Thrones). La prima stagione, basata sul primo romanzo (A Game of Thrones, pubblicato in Italia in due parti, Il Trono di Spade e Il grande inverno), composta da dieci episodi, è stata "serie dell'anno" 2011 e trasmessa dal 17 aprile al 19 giugno 2011. La seconda stagione (basata sul secondo romanzo della saga) va in onda dal 1º aprile 2012. La terza stagione è terminata: il primo episodio è stato trasmesso negli Stati Uniti il 31 marzo 2013. La quarta stagione è in lavorazione (inizio riprese 8 luglio 2013). in Italia le prime tre stagioni sono state trasmesse da SKY (digitale satellitare) e da RAI4 (digitale terrestre)

Giochi da tavolo[modifica | modifica sorgente]

Particolare del gioco da tavolo Il Trono di Spade, edizione 2003
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Il Trono di Spade (gioco di carte).

Dalla serie sono stati tratti diversi giochi da tavolo: Il Trono di Spade (gioco di carte collezionabili) non più in produzione e sostituito dal gioco omonimo, che nella scatola base presenta tutto il necessario per giocare in 2 o 4 giocatori; il gioco da tavolo Il Trono di Spade (A Game of Thrones), di cui sono state pubblicate due edizioni, una nel 2003 e una nel 2011[5][6] prodotte dalla Fantasy Flight Games e distribuito in Italia dalla Nexus Editrice. Ad integrazione della prima edizione sono state pubblicate due espansioni (A Clash of Kings del 2004 e Storm of Swords del 2006).

Giochi di ruolo[modifica | modifica sorgente]

Sulla stessa ambientazione esistono due giochi di ruolo: A Game of Thrones della Guardians of Order e A Song of Ice and Fire Roleplaying della Green Ronin.

Fumetti[modifica | modifica sorgente]

L'editore Italycomics ha pubblicato due fumetti tratti dalle opere di Martin: The Hedge Knight - Il cavaliere errante e il suo seguito The Hedge Knight II - Spada giurata.[7]

Un altro fumetto pubblicato da Italycomics, tratto da Il Trono di Spade e Il grande inverno, è A Game of Thrones.[8] La serie è edita negli Stati Uniti da Dynamite Entertainment, ripubblicata sotto forma di graphic novel da Bantam Books. In copertina è presente il marchio HBO (emittente della serie televisiva Il Trono di Spade).

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi A Game of Thrones - Genesis e Game of Thrones (videogioco).

Nel 2011 è prevista la pubblicazione da parte della Cyanide Studio di A Game of Thrones - Genesis, un videogioco strategico in tempo reale basato sulla serie di romanzi[9][10]. Sempre la Cyanide Studio ha annunciato la pubblicazione nel 2012 di un videogioco di ruolo intitolato Game of Thrones per PC e console next-gen.[11] Il 12 luglio è stato diffuso il trailer di un videogioco di ruolo online intitolato Game of Thrones: Seven Kingdoms, annunciato per il 2013.[12]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Gallery of different language editions, George R. R. Martin website. URL consultato il 10 ottobre 2011.
  2. ^ a b traduzione effettuata assieme a Michela Benuzzi
  3. ^ Not a Blog: this, that, and the other thing, Grrm.livejournal.com, 28 marzo 2006. URL consultato il 18 agosto 2011language=en.
  4. ^ Edizioni di Il cavaliere errante. Una storia dei Sette Regni in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.
  5. ^ (EN) A Game of Thrones (2003) in BoardGameGeek.
  6. ^ (EN) A Game of Thrones (2011) in BoardGameGeek.
  7. ^ Martina Frammartino, Spada Giurata, il ritorno del Cavaliere errante in FantasyMagazine, 11 novembre 2010. URL consultato il 10 ottobre 2011.
  8. ^ Previews Italia (PDF), www.ecomics.it, agosto 2011. URL consultato il 10 ottobre 2011.
  9. ^ A Game of Thrones - Genesis, Cyanide Studio, novembre 2011. URL consultato il 10 ottobre 2011.
  10. ^ A Game of Thrones - Genesis (sito ufficiale). URL consultato il 18 febbraio 2011.
  11. ^ (EN) Cyanide Studio, Game Of Thrones - RPG. URL consultato il 21 novembre 2011.
  12. ^ Game of Thrones: Seven Kingdoms - primo trailer

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]